Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vettorializzare un logo

di

Quando si progetta il logo di un sito Internet o di un’azienda, bisogna tener presente che l’immagine che si sta creando andrà usata in molteplici contesti. Questo significa che bisogna realizzare un logo dinamico da poter utilizzare in immagini di qualsiasi dimensione senza perdere qualità o risultare irriconoscibile se ingrandito o rimpicciolito rispetto alle sue dimensioni standard.

Per fare ciò, di solito si ricorre alla grafica vettoriale che permette, per l’appunto, di ottenere immagini “nitide” ed “elastiche”, ossia che si possono rimpicciolire e soprattutto ingrandire all’infinito senza sgranarsi o perdere di qualità. Ma come si fa quando si è già provveduto a creare un logo in formato standard e lo si vuole trasformare in un’immagine vettoriale? Segui la mia guida su come vettorializzare un logo e lo scoprirai.

Nei prossimi paragrafi, ti mostrerò come compiere quest’operazione con Illustrator, il software di grafica vettoriale di casa Adobe, e anche con programmi di fotoritocco quali Photoshop e GIMP (anche se sono meno adatti allo scopo). E qualora tu voglia agire direttamente dal browser, sappi che puoi utilizzare anche dei servizi online ad hoc. Se sei pronto per iniziare, direi di non perdere altro tempo in chiacchiere e di iniziare subito. Buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come vettorializzare un logo con Illustrator

La prima operazione che devi compiere per vettorializzare un logo con Illustrator è avviare l’applicazione di grafica vettoriale di casa Adobe e creare un nuovo foglio di lavoro pigiando sul pulsante Crea nuova…. Nella finestra che si apre, seleziona la voce Pixel dal menu a tendina relativo all’unità di misura da utilizzare, imposta come LarghezzaAltezza del foglio di lavoro le dimensioni del logo che desideri trasformare in grafica vettoriale e pigia sul pulsante Crea per completare l’operazione.

Una volta aperto il foglio di lavoro di Illustrator, devi importare in esso il logo da trasformare in elemento vettoriale. Per fare ciò, devi cliccare sulla voce Inserisci… del menu File del programma (in alto) e selezionare l’immagine standard (in formato JPG, PNG o GIF) contenente il logo da vettorializzare. Anche se il logo importato non ti sembra combaciare con le dimensioni del foglio, non ti preoccupare, è una cosa che si sistemerà in automatico al momento del salvataggio dell’immagine in formato vettoriale.

Ora viene la parte importante. Per iniziare a vettorializzare l’immagine che hai importato in Adobe Illustrator, recati nel menu Finestra del programma (in alto) e seleziona la voce Ricalco immagine. Nella finestra che si apre, scegli la tipologia di ricalco che vuoi applicare dal menu Proprietà (es. Foto alta fedeltà, 16 Colori, etc.), in base al risultato che vuoi ottenere. Dal menu a tendina Metodo, poi, seleziona le opzioni Colore, Scala di grigio o Bianco e nero, a seconda se vuoi ottenere un logo a colori o in bianco e nero.

A questo punto, espandi il menu ▾ Avanzate presente nel riquadro Ricalco immagine e “gioca” un po’ con i valori Tracciati, Angoli e Disturbo per cercare di ottenere un logo quanto più dettagliato e fedele all’originale possibile, dopodiché, apponi il segno di spunta sulla casella Ignora bianco qualora il tuo logo abbia lo sfondo bianco. Quando sei soddisfatto di ciò che vedi nell’anteprima, pigia sul pulsante Ricalca e il tuo logo sarà trasformato in un’immagine di tipo vettoriale.

Il più è fatto. Ora non ti rimane che limare eventuali imperfezioni del logo vettoriale usando gli strumenti di disegno che trovi nella barra laterale di sinistra di Illustrator (es. pennello, colori, etc.) e, quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, salvare il tuo logo vettoriale selezionando la voce Salva con nome… dal menu File di Illustrator. Nella finestra che si apre, indica poi la cartella in cui salvare il logo, seleziona la voce SVG dal menu a tendina Tipo e clicca sul pulsante OK per completare l’operazione.

Per maggiori informazioni su come vettorializzare con Illustrator e su come usare Illustrator, leggi le guide che ti ho appena linkato.

Come vettorializzare un logo con Photoshop

Rimanendo sempre in casa Adobe, vediamo come vettorializzare un logo utilizzando Photoshop, anche se bisogna dire che, trattandosi di un software di fotoritocco, è meno adatto allo scopo rispetto al suo “parente” più prossimo (ovvero Illustrator).

Per procedere, avvia innanzitutto il software sul tuo computer, pigia sul bottone Crea nuova… e, nella finestra che si apre, seleziona la voce Pixel dal menu a tendina riguardante l’unità di misura di riferimento da usare e imposta come LarghezzaAltezza del foglio di lavoro le dimensioni dell’immagine in cui è raffigurato il logo da vettorializzare e poi pigia sul bottone Crea.

A questo punto, apri il menu File, seleziona la voce Apri… e scegli l’immagine in cui è presente il logo su cui vuoi agire. Una volta importato in Photoshop, rimuovi lo sfondo dell’immagine: per ottenere questo risultato, fai clic destro sullo strumento Lazo presente nella barra degli strumenti sulla sinistra, seleziona la voce lazo magnetico e crea una selezione quanto più accurata possibile del logo. Pigia, poi, sul bottone Migliora bordo posto in alto a destra e regola le barre Raggio, Arrotonda, Sfuma, etc. per perfezionare la selezione fatta

Per rimuovere lo sfondo, poi, fai clic destro in un punto qualsiasi della selezione appena creata, scegli la voce Seleziona inverso dal menu che si apre e premi il tasto Canc/Backspace sulla tastiera. Nella finestra che si apre, seleziona poi il colore Bianco dal menu a tendina Contenuto e pigia sul bottone OK per cancellare lo sfondo dell’immagine.

Fatta questa prima operazione, puoi finalmente provvedere a vettorializzare il logo. Per procedere, recati nel menu Immagine > Regolazioni (in alto) e seleziona lo strumento Soglia. Nel riquadro che si apre, sposta il cursore nel punto di soglia migliore e pigia sul bottone OK per salvare i cambiamenti fatti. Se non ottieni risultati soddisfacenti, recati nel menu Filtro > Galleria filtri e applica uno dei filtri tra quelli presenti nella sezione Schizzo e poi prova a riutilizzare lo strumento Soglia per definire meglio l’immagine.

Ora, apri il pannello dei livelli, fai clic destro sul nome del livello relativo alla tua immagine e seleziona  la voce Opzioni di fusione… dal menu che si apre. Seleziona, dunque, la voce Opzioni di fusione, sposta verso sinistra la prima barra di regolazione collocata sotto la dicitura Fondi se e pigia sul bottone OK per salvare le modifiche apportate.

Recati poi nel menu Livello > Nuovo > Livello…, imposta l’opzione Nessuno dal menu a tendina Colore e pigia sul bottone OK per creare un nuovo livello con lo sfondo trasparente. Adesso, fai clic destro sul livello creato e seleziona la voce Unisci visibili dal menu che si apre per fondere i due livelli.

A lavoro ultimato, recati nel menu File > Esporta > Esporta come…, seleziona l’opzione SVG dal menu Formato situato in alto a destra e pigia sul bottone Esporta tutto per scegliere la posizione in cui salvare il logo in formato vettoriale.

Per maggiori informazioni su come vettorializzare con Photoshop e su come usare Photoshop, leggi le guide che ti ho appena linkato.

Come vettorializzare un logo con GIMP

Desideri vettorializzare un’immagine con GIMP? Trattandosi, anche in questo caso, di un software di fotoritocco (gratuito e open source, a differenza di Photoshop), sappi che non è stato pensato  per fare questo genere di lavori e, infatti, non offre la possibilità di salvare le immagini in SVG. Se vuoi procedere con GIMP, quindi, dovrai poi utilizzare qualche servizio online per convertire l’immagine in vettoriale. Detto ciò, se sei comunque intenzionato a procedere, trovi spiegato tutto qui sotto.

Per prima cosa, provvedi a scaricare il programma sul tuo computer (se non l’hai già fatto) collegandoti al suo sito Web e pigiando prima sul bottone Download x.xx.x e poi su quello Download GIMP x.xx.x directly posto sulla destra. A scaricamento completato, apri il file che hai ottenuto e segui la procedura guidata per portare a termine l’installazione del programma.

Se usi Windows, pigia quindi sul bottone  e poi su OKInstalla e Fine. Se usi un Mac, invece, trascina l’icona di GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri dal menu che si apre per due volte di seguito (devi fare quest’operazione soltanto al primo avvio di GIMP per “scavalcare” le restrizioni imposte da Apple verso i software provenienti da fonti non certificate).

Dopo aver installato e avviato il programma, apri il file relativo al logo che vuoi vettorializzare dal menu File > Apri. Ora devi eliminare, se necessario, lo sfondo presente nell’immagine: richiama, dunque, lo strumento selezione in primo piano (l’icona dell’omino) dalla toolbar sulla sinistra e traccia i contorni del logo. Terminata la selezione del logo, usa il cursore del mouse per contrassegnare l’area che vuoi mantenere e premi Invio sulla tastiera per attivare la selezione appena fatta.

Ora, fai clic destro sul logo presente nell’immagine che stai modificando e seleziona le voci Seleziona > Inverti dal menu che compare. Dopodiché premi il tasto Canc sulla tastiera del PC e lo sfondo dell’immagine verrà cancellato lasciando visibile solo la porzione d’immagine che hai contrassegnato poc’anzi. Adesso, recati nel menu Colori, clicca sulla voce Desaturazione per applicare all’immagine la scala di grigi e poi seleziona la voce Posterizza dal medesimo menu.

Nel riquadro che compare a schermo, sposta il cursore situato vicino alla voce Livello di posterizzazione sul livello che più preferisci (ti consiglio di non usare livelli troppo alti, altrimenti otterrai un risultato poco gradevole) e poi pigia sul bottone OK.

A questo punto, recati nel menu File > Esporta ed esporta il lavoro nel formato PNG (come ti dicevo, GIMP non supporta il formato SVG). Dopodiché recati su questa pagina, pigia sul bottone Choose Files e carica l’immagine in formato PNG che hai ritoccato con GIMP. Apponi, dunque, il segno di spunta sulla casella Monochrome dal modulo che vedi a schermo e fai clic sul bottone Start conversion per convertire e scaricare l’immagine in formato SVG. Semplice, vero?

Per maggiori informazioni su come vettorializzare con GIMP e su come usare GIMP, leggi le guide che ti ho appena linkato.

Come vettorializzare un logo online


Come ti accennavo in apertura, oltre a usare i programmi sopraccitati, è possibile vettorializzare un logo online adoperando delle applicazioni Web gratuite. Una di queste è Vectorizer.io che, come suggerisce il suo stesso nome, è stata concepita specificatamente per compiere questo genere di lavori direttamente nel browser.

Per servirtene, collegati alla sua pagina principale, pigia sul bottone Upload image e seleziona l’immagine relativa al logo che vuoi vettorializzare. Successivamente, espandi il menu a tendina Presets, seleziona uno degli stili che più preferisci (es. Tatoo) e, se lo ritieni necessario, personalizza i parametri riguardanti i colori che devono comporre l’immagine vettoriale utilizzando i pulsanti e i menu che vedi in basso.

Quando sei soddisfatto del lavoro fatto, pigia sul pulsante Download situato sotto l’anteprima dell’immagine vettoriale posta sulla destra, così da scaricare il logo in formato SVG. Più semplice di così?!