Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vettorializzare un’immagine con Illustrator

di

Ti stai appassionando sempre di più al mondo della grafica digitale e, nella fattispecie, alle immagini vettoriali che, grazie alla loro particolare composizione, si possono ingrandire e rimpicciolire all’infinito senza alcuna perdita di qualità. Oggi vorresti provare per la prima volta a fare degli “esperimenti” convertendo alcune delle tue foto in disegni vettoriali utilizzando Adobe Illustrator, ma hai paura di gettarti in un’impresa troppo grande per quelle che sono le tue conoscenze attuali.

Sai che ti dico? Anche se non sei ancora esperto, se hai delle foto abbastanza definite e non troppo “complesse”, ci puoi riuscire benissimo. Ovviamente, il risultato finale sarà molto “cartoonesco”, quasi in stile pop-art, ma è proprio questo il bello delle immagini vettoriali, no? Allora non perdere altro tempo prezioso e scopriamo insieme come vettorializzare un’immagine con Illustrator, il migliore programmi professionale per la grafica vettoriale disponibile sulla piazza.

Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che sto per darti. Vedrai, utilizzare Illustrator per vettorializzare delle immagini è facile come bere un bicchier d’acqua. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Scaricare Adobe Illustrator

Prima di spiegarti come vettorializzare un’immagine con Illustrator, è mio dovere guidarti nell’installazione del programma che, come probabilmente già saprai, è disponibile sia per Windows che per macOS. Trattandosi di un software pensato per essere usato in ambito professionale, Illustrator non è gratis: per utilizzarlo bisogna infatti sottoscrivere l’abbonamento al servizio Adobe Creative Cloud, che parte da 24,39 euro/mese.

Per scaricare la trial di Illustrator sul tuo computer, utilizzabile senza restrizioni per 7 giorni, il primo passo che devi compiere è quello di collegarti a questa pagina del sito Internet di Adobe, pigiare sulla voce Versione di prova gratuita che è situata in alto a destra e attendere che il download del file di installazione venga avviato in modo automatico. Al termine dello scaricamento, non devi fare altro che aprire il file che hai ottenuto e seguire la semplice procedura guidata per portare a termine il setup.

Se utilizzi Windows, avvia il file .exe che hai ottenuto e poi pigia sul bottone . Se, invece, stai agendo da un Mac, apri il file .dmg che hai scaricato e poi fai doppio clic sull’icona di Illustrator Installer presente nella finestra che si è aperta sulla Scrivania.

Adesso, sia che tu stia utilizzindo Windows che macOS, devi seguire la procedura guidata che ti viene proposta per portare a termine l’installazione di Illustrator: pigia dunque sul pulsante Registrati presente nella nuova finestra visualizzata a schermo e crea il tuo Adobe ID (se disponi già di un account Adobe puoi tranquillamente saltare queso passaggio e pigiare sul bottone Accedi, in modo da effettuare il login), procedura indispensabile per poter procedere sia all’installazione di Illustrator che per fruire dei vari servizi accessori messi a disposizione da Adobe.

Compila, quindi, il modulo che ti viene proposto inserendo negli appositi campi di testo il tuo nome, il tuo cognome, la tua data di nascita, il tuo indirizzo email e la password d’accesso che intendi utilizzare per accedere ai vari servizi online di Adobe, clicca sul bottone Iscrizione per passare allo step successivo, apponi il segno di spunta accanto alla voce Ho letto e accetto le Condizioni d’uso e l’Informativa sulla privacy (AGGIORNATA) e poi pigia sul pulsante Continua.

Ora, rispondi al breve questionario che ti viene proposto a schermo specificando, tramite i tre menu a tendina situati nella parte centrale della finestra aperta, il livello di competenza che pensi di avere nell’utilizzo di Illustrator (es. Principiante), la tua occupazione attuale (es. Studente) e la motivazione per la quale vuoi utilizzare il programma (es. per un uso personale, per lavorare in team, etc.). Per concludere, pigia ancora una volta sul bottone Continua, premi sul pulsante Inizia a installare e attendi che la procedura d’installazione venga completata.

Dal momento che il programma è piuttosto “pesante”, ti anticipo che potrebbero volerci alcuni minuti: nella barra di avanzamento situata in alto puoi comunque visualizzare un calcolo approssimativo del tempo rimanente per il completamento dell’operazione. Una volta scaricato e installato Illustrator, questo dovrebbe avviarsi automaticamente.

Vettorializzare un’immagine con Illustrator

Per vettorializzare un’immagine con Illustrator, il primo passo che devi compiere è avviare il programma (se non l’hai già fatto) e creare un nuovo disegno vettoriale. Per farlo, seleziona la voce Nuovo… dal menu File di Illustrator e, nella finestra che si apre, imposta la creazione di una nuova immagine con dimensioni corrispondenti a quelle dell’immagine che hai intenzione di vettorializzare.

Per esempio, se desideri vettorializzare una foto che ha dimensioni pari a 610 x 426 pixel, pigia sulla scheda Grafica e illustrazione situata in alto a destra, imposta il menu a tendina Unità (quello situato in alto a destra) su Pixel e poi imposta i valori 610 px e 426 px nei campi Larghezza e Altezza, prima di cliccare sul pulsante azzurro Crea che si trova in basso.

Una volta aperto il foglio di lavoro, pigia sul pulsante Ignora tour (che compare al primo avvio di Illustrator per guidare l’utente nell’uso del software), seleziona la voce Inserisci… dal menu File, seleziona la foto che vuoi trasformare in immagine vettoriale e fai clic nel punto del foglio di lavoro in cui vuoi inserirla, così da importarla nel programma.

Se necessario, poi, adatta l’immagine al foglio di lavoro servendoti degli otto quadratini bianchi posti sugli angoli e sul perimetro della stessa. Superato anche questo step, seleziona l’immagine importata nel foglio di lavoro di Illustrator facendo clic sinistro su di essa e trasformala in un disegno vettoriale aprendo il menu Oggetto e selezionando le voci Ricalco > Crea da quest’ultimo.

Ad operazione completata, ossia una volta che l’immagine è stata trasformata in un disegno vettoriale in bianco e nero, puoi modificare le impostazioni applicate all’immagine per colorarla. Seleziona, quindi, l’immagine che hai vettorializzato facendo clic sinistro su di essa (se non è già selezionata) e, dal menu a tendina Selezionate un predefinito di ricalco che si trova nella sezione Ricalco immagine, scegli la tipologia di ricalco che più gradisci selezionandone una tra quelle disponibili: Foto alta fedeltà, per riprodurre un’immagine vettoriale il più fedele possibile a quella originale; Foto bassa fedeltà, per riprodurre un’immagine vettoriale applicando una sorta di “effetto cartoon”; 3 colori, per creare un’immagine in stile pop-art e così via.

Se hai scelto di creare un’immagine che sia il più possibile fedele alla realtà, ad esempio, dopo aver selezionato la voce Foto alta fedeltà, attendi qualche secondo affinché venga applicato l’effetto e pigia sul pulsante raffigurante le due barre di regolazione (per intenderci, quello situato in corrispondenza del menu Selezionate un predefinito di ricalco), così da agire sui vari parametri dell’effetto selezionato.

Nel pannello Ricalco immagine che compare a schermo, usa i menu a tendina e le barre di regolazione che vedi a schermo per selezionare la modalità che desideri utilizzare per l’immagine (es. Colore, Scala di grigio, etc.), la palette di colori da utilizzare (es. Automatico, Tono completo, etc.) e la quantità di colori da utilizzare spostando il cursore verso la voce Meno o Più, in base alla fedeltà cromatica che vuoi ottenere. Se vuoi modificare altri parametri, poi, espandi il menu ▸ Avanzate e regola le impostazioni relative ai tracciati, agli angoli, al disturbo e così via utilizzando le barre di regolazione e i pulsanti presenti nel pannello.

A lavoro ultimato, chiudi il pannello Ricalco immagine pigiando sulla (x) situata nell’angolo in alto a destra dello stesso e salva la tua opera d’arte sotto forma di immagine vettoriale SVG selezionando la voce Salva con nome… dal menu File di Adobe Illustrator.

Nella finestra che si apre, poi, indica la cartella in cui salvare il file di output, seleziona la voce SVG dal menu a tendina Salva come:, digita il nome che vuoi assegnare al file nel campo di testo Nome file e pigia sui pulsanti Salva e OK per completare l’operazione. Missione compiuta! Hai visto che non è stato affatto difficile vettorializzare un’immagine con Illustrator?