Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Prime Day
Migliaia di prodotti in promozione su Amazon. Scopri le offerte migliori

Come digitalizzare un disegno

di

Grazie alla tua innata vena artistica, sei riuscito a realizzare dei disegni veramente belli e ora vorresti condividerli con i tuoi amici sui social network. Purtroppo però, non avendo molta dimestichezza con la tecnologia, non hai la più pallida idea di come digitalizzare un disegno per pubblicarlo online, così vorresti qualche chiarimento sul da farsi.

Se le cose stanno così, sappi che ti trovi nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi, infatti, avrò modo di spiegarti come digitalizzare un disegno utilizzando uno scanner o delle app per effettuare scansioni con la fotocamera dello smartphone. Se poi sei giunto su questa guida con l’obiettivo di vettorializzare un disegno già digitalizzato, non preoccuparti: nella seconda parte della guida troverai informazioni utili anche a tal riguardo.

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Forza e coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come digitalizzare un disegno fatto a mano

Se desideri digitalizzare un disegno fatto a mano, sappi che puoi riuscirci utilizzando sia uno scanner che alcune app per scansionare da smartphone sono utili allo scopo. Lascia che ti illustri nel dettaglio entrambe le soluzioni.

Scanner

Foto di uno scanner

Se vuoi procedere utilizzando uno scanner (o una stampante multifunzione), accertati che tale dispositivo sia collegato al computer (in caso contrario, qui trovi spiegato come riuscirci) e provvedi a effettuare la scansione utilizzando l’utility predefinita di Windows o di macOS.

Su Windows, clicca dunque sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), cerca il termine “scanner” nel menu che si apre e seleziona la voce Fax e scanner di Windows dai suggerimenti che ti vengono forniti.

Nella finestra che si apre, fai clic sul pulsante Nuova digitalizzazione collocato in alto a sinistra, seleziona il dispositivo che hai intenzione di utilizzare (qualora siano installati più scanner) e scegli se scansionare un documento o una foto dal menu a tendina Profilo.

Dal menu Formato colore, poi, seleziona la gamma di colori con la quale vuoi digitalizzare l’immagine (es. Scala di grigi, Colore o Bianco e nero), il formato in cui desideri salvare la scansione dal menu Tipo di file e ovviamente anche la risoluzione preferita, servendoti del campo Risoluzione (DPI). Clicca, dunque, sul pulsante Anteprima per visualizzare l’anteprima del risultato finale e, se questo ti soddisfa, fai clic sul pulsante Digitalizza per effettuare la scansione del disegno.

Scannerizzare un disegno su Windows

Se utilizzi una Mac, puoi effettuare la scansione del tuo disegno fatto a mano utilizzando Acquisizione Immagine, un’applicazione inclusa “di serie” su macOS che è davvero semplice da utilizzare.

Dopo averla avviata dalla cartella Altro del Lacunhpad (l’icona del razzo presente sulla barra Dock), seleziona il nome dello scanner o della stampante dalla barra situata sulla sinistra, regola le impostazioni dei file di output facendo clic sul pulsante Mostra dettagli e avvia la digitalizzazione del disegno, facendo clic sul pulsante Scansione (posto in basso a destra).

Screenshot che mostra come scannerizzare su Mac

Se qualche passaggio non ti è chiaro e vuoi maggiori delucidazioni su come scannerizzare con Windows o come scannerizzare con macOS, dai pure un’occhiata ai tutorial che ti ho appena linkato, così da approfondire al meglio l’argomento.

App per scansionare da smartphone

Scanbot

Se non hai uno scanner a tua disposizione, sappi che puoi sopperire a tale mancanza effettuando la scansione del tuo disegno avvalendoti della fotocamera del tuo cellulare. A patto, però, che quest’ultima sia di buona qualità (altrimenti le “scansioni” non saranno all’altezza della situazione).

Ci sono varie app per scansionare da smartphone, come Scanbot, che è disponibile al download gratuito sia per Android che per iOS. Ti segnalo che alcune sue funzioni avanzate, come quella relativa alla possibilità di utilizzare l’OCR per il rilevamento del testo nelle scansioni, bisogna acquistare la sua versione completa, che costa 7,99 euro.

Ciò detto, dopo aver installato e avviato Scanbot, inquadra con la fotocamera dello smartphone il disegno che intendi digitalizzare seguendo le istruzioni che compaiono a schermo e, quando l’inquadratura è ottimale, tieni il dispositivo fermo per qualche istante, così che venga effettuata la scansione del foglio. Nel caso in cui la foto non venga scattata in automatico, provvedi a farlo “manualmente” pigiando sull’apposito pulsante posto in basso.

Dopo aver scattato la foto, fai tap sul pulsante sul pulsante Filtra per attivare i vari filtri in modalità di colore per rendere più leggibile la scansione e regolare i vari parametri dell’immagine. A lavoro ultimato, fai tap sulla voce Fatto, premi sulla voce Salvare posta in alto a destra e seleziona l’opzione di salvataggio/condivisione che più preferisci.

Se vuoi maggiori informazioni su come usare la fotocamera dello smartphone come scanner e in merito a quali altre app per scanner utilizzare, dai pure un’occhiata alle guide che ti ho linkato.

Come vettorializzare un disegno

Desideri vettorializzare un disegno, in modo tale da poterlo ingrandire senza che perda di qualità, ma non hai la più pallida idea di quali software utilizzare a tale scopo? Lascia che te ne elenchi alcuni che potrebbero fare al caso tuo.

Come digitalizzare un disegno con Illustrator

Logo Illustrator

Adobe Illustrator è uno dei migliori software a cui puoi rivolgerti per digitalizzare un disegno. Prima di parlarti del suo funzionamento, ci tengo a dirti che si tratta di un programma a pagamento: è utilizzabile gratis per 7 giorni, poi, per continuare a usufruirne, bisogna sottoscrivere un abbonamento al servizio Adobe Creative Cloud, che parte da 24,39 euro/mese.

Per scaricare la versione di prova di Illustrator, collegati a questa pagina, fai clic sulla voce Versione di prova gratuita posta in alto a destra e attendi che il download del file d’installazione venga avviato.

Al termine dello scaricamento, se usi Windows, avvia il file .exe che hai ottenuto e poi clicca sul pulsante . Su Mac, invece, apri il file .dmg che hai ottenuto e fai doppio clic sull’icona di Illustrator Installer presente nella finestra che si è aperta.

Adesso, a prescindere dal sistema in uso, clicca sul pulsante Registrati presente nella nuova finestra che si è aperta e crea il tuo Adobe ID compilando il modulo che ti viene  proposto, fornendo negli appositi campi di testo nome, cognome, data di nascitaindirizzo email e password; clicca, poi, sul pulsante Iscrizione, apponi il segno di spunta accanto alla voce Ho letto e accetto le Condizioni d’uso e l’Informativa sulla privacy (AGGIORNATA) e fai clic sul pulsante Continua.

A questo punto, rispondi al breve questionario che compare a schermo indicando, tramite i tre menu a tendina situati al centro della finestra, il tuo livello di competenza nell’uso di Illustrator, la tua attuale professione e il motivo per cui pensi di usare il software. Clicca poi sul pulsante Continua, fai clic su Inizia a installare e attendi che la procedura venga portata a termine.

Download di Illustrator

Dopo aver installato e avviato Illustrator, seleziona la voce Nuovo… dal menu File e, nella finestra che si apre, imposta la creazione di una nuova immagine avendo cura di utilizzare le medesime dimensioni dell’immagine che vuoi digitalizzare.

Se, ad esempio, il disegno che devi vettorializzare ha dimensioni pari a 700 x 300 pixel, clicca sulla scheda Grafica e illustrazione posta in alto a destra, imposta il menu a tendina Unità su Pixel, usa i valori 700 px e 300 px nei campi Larghezza e Altezza e clicca sul pulsante Crea collocato in basso.

Dopo aver aperto il foglio di lavoro, fai clic sul pulsante Ignora tour (se è la prima volta che usi il programma), seleziona la voce Inserisci… dal menu File, scegli la foto del disegno che desideri trasformare in un’immagine vettoriale e fai clic nel punto del foglio in cui vuoi inserirla.

Adatta ora (se necessario) l’immagine al foglio di lavoro utilizzando gli otto quadratini bianchi che si trovano sugli angoli e sul perimetro dell’immagine e poi seleziona quest’ultima facendo clic su di essa. Apri poi il menu Oggetto e seleziona le voci Ricalco > Crea da quest’ultimo.

Completata quest’operazione, fai clic sull’immagine per selezionarla, dal menu a tendina Selezionate un predefinito di ricalco presente nella sezione Ricalco immagine, seleziona il tipo di ricalco da applicare (es. Foto alta fedeltà), attendi che venga applicato l’effetto scelto e poi clicca sul pulsante con le due barre di regolazione per andare agire sui vari parametri dell’effetto che hai deciso di applicare.

Adobe Illustrator

Ora, serviti dei menu a tendina e delle barre di regolazione disponibili nel pannello Ricalco immagine comparso a schermo per scegliere la modalità che desideri applicare all’immagine (es. Colore, Scala di grigio, etc.), la palette di colori da utilizzare (es. Automatico, etc.) e la quantità di colori da usare (spostando il cursore verso le voci Meno o Più). Terminato il lavoro, chiudi il pannello Ricalco immagine, facendo clic sulla (x) posta in alto a destra dello stesso, seleziona la voce Salva con nome… dal menu File di Adobe Illustrator e salva il disegno in formato SVG.

Nella finestra che si apre, poi, specifica la posizione in cui salvare l’immagine, scegli la voce SVG dal menu a tendina Salva come: e, dopo aver fornito il nome che vuoi assegnare al file, clicca sui pulsanti Salva e OK.

Nel caso in cui tu abbia bisogno di ulteriori indicazioni in su come vettorializzare con Illustrator e come usare Illustrator, non esitare a consultare l’approfondimento che ho dedicato all’argomento, perché sicuramente ti sarà utile.

Come digitalizzare un disegno con Photoshop

Vettorializzare immagine con Photoshop

Sul tuo computer hai installato Photoshop e vorresti sapere se è possibile vettorializzare disegni con quest’ultimo? In realtà un modo c’è, ma ovviamente non stiamo parlando di un programma per la grafica vettoriale (per quello c’è Illustrator, di cui ti ho parlato prima). In ogni caso qualcosa puoi fare.

Dopo aver avviato Photoshop, clicca sul pulsante Crea nuova…, seleziona la voce Pixel dal menu a tendina riguardante l’unità di misura da utilizzare come riferimento e imposta i valori relativi alla larghezza e all’altezza del foglio di lavoro, avendo cura di usare le medesime dimensioni del disegno che intendi vettorializzare, dopodiché fai clic sul pulsante Crea.

Ora provvedi a importare in Photoshop l’immagine di tuo interesse, selezionando la voce Apri… dal menu File, dopodiché recati nel menu Immagine > Regolazioni, seleziona lo strumento Soglia e, nel pannello che si apre, sposta il cursore nel punto di soglia più basso, dopodiché fai clic sul pulsante OK.

Recati, ora, nel pannello dei livelli che si trova nell’angolo in basso a destra dello schermo, fai clic destro sul nome del livello dell’immagine e seleziona la voce Opzioni di fusione… dal menu che si apre. Seleziona, dunque, la voce Opzioni di fusione, sposta verso la parte sinistra della prima barra di regolazione situata sotto la voce Fondi se e fai clic sul pulsante OK.

Successivamente, recati nel menu Livello > Nuovo > Livello…, crea un nuovo livello che abbia lo sfondo trasparente (per riuscirci basta selezionare la voce Nessuno dal menu Colore), clicca sul pulsante OK, fai clic destro sul livello che hai appena creato e seleziona la voce Unisci visibili dal menu che si apre.

In conclusione, recati nel menu File > Esporta > Esporta come…, seleziona il formato SVG dal menu a tendina, clicca sul pulsante Esporta tutto e scegli la posizione in cui salvare il file di output.

Per maggiori informazioni su come vettorializzare con Photoshop, consulta il tutorial che ti ho linkato: sono certo che anche questa ulteriore lettura ti sarà utile.

Come digitalizzare un disegno con GIMP

Vettorializzare con GIMP

Se vuoi vettorializzare un disegno utilizzando GIMP, considerato la migliore alternativa free a Photoshop, sappi che puoi riuscirci ma il programma, non essendo un software dedicato alla grafica vettoriale (per quello c’è Inkscape, di cui ti parlerò in seguito), non supporta l’esportazione dei file in formato SVG: questo significa dovrai ricorrere all’uso di servizi online per convertire l’immagine di output in tale formato.

Tanto per cominciare, dunque, importa l’immagine che vuoi vettorializzare in GIMP aprendo il menu File > Apri (in alto a sinistra), dopodiché apri il menu Colori, seleziona la voce Desaturazione per applicare all’immagine la scala di grigi e poi fai clic sulla voce Posterizza presente sempre nel menu Colori.

Nel pannello che si apre, sposta il cursore Livello di posterizzazione sul livello che ti permette di avere il risultato sperato e, a lavoro ultimato, fai clic sul pulsante OK. Recati poi nel menu File > Esporta ed esporta il file di output in uno dei formati disponibili (es. PNG).

Per vettorializzare l’immagine, infine, serviti di un convertitore online, come Image Online: per servirtene, clicca sul pulsante Choose Files situato al centro dello schermo ed effettua il caricamento dell’immagine di tuo interesse.

Dopodiché metti il segno di spunta sulla casella Monochrome, fai clic sul pulsante Start conversion e attendi che venga portata a termine la conversione dell’immagine nel formato SVG.

Per maggiori informazioni su come vettorializzare un’immagine con GIMP, non esitare a leggere l’approfondimento che ti ho appena linkato.

Come digitalizzare un disegno con Inkscape

Vettorializzare con Inkscape

Inkscape è un famoso programma di grafica vettoriale gratuito e open source, che può tornarti utile per digitalizzare un disegno. Per servirtene, avvialo sul tuo computer, seleziona la voce Importa… dal menu File (in alto a sinistra) e seleziona l’immagine che vuoi trasformare in vettoriale.

Dopodiché accertati che sia selezionata la casella Incorpora dalla finestra comparsa al centro dello schermo, clicca sul pulsante OK e usa il mouse per spostare e/o ridimensionare l’immagine importata, così da adattarla al foglio di lavoro. Seleziona, dunque, la voce Vettorizza bitmap… dal menu Tracciato, apponi il segno di spunta accanto alla voce Colori presente nella finestra che si è aperta e aumenta di qualche punto il valore presente nel campo Scansioni (ti suggerisco di portarlo almeno a 12-15).

Clicca, quindi, sul pulsante Aggiorna per visualizzare l’anteprima dell’immagine che hai modificato e, se sei contento del risultato ottenuto, clicca sul pulsante OK. Dopodiché chiudi la finestra dello strumento Vettorizza bitmap.

Per concludere, salva l’immagine in formato SVG selezionando la voce Salva come… dal menu File; scegli poi la cartella in cui intendi salvare il file di output, assegnagli un nome scrivendolo nell’apposito campo di testo, e clicca sul pulsante Salva.

Per maggiori informazioni su come vettorializzare con Inkscape, consulta pure la guida che ti ho linkato perché sicuramente ti sarà utile.