Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scannerizzare con Mac

di

Hai bisogno di scansionare dei documenti da inviare a un tuo collega ma non sai come fare perché sei passato da poco a Mac e non hai avuto tempo di approfondire quest’argomento? Non ti preoccupare. Che tu ci creda o no, digitalizzare con macOS è ancora più semplice che su Windows, e oggi te lo dimostrerò!

Segui le indicazioni su come scannerizzare con Mac che sto per darti e ti prometto che, in meno di cinque minuti, avrai la copia digitale delle tue foto e dei tuoi documenti pronti per essere "impacchettati" e spediti sotto forma di allegati alla casella di posta elettronica del tuo collega!

Prima di vedere in dettaglio come compiere l’operazione in oggetto, però, devi accertarti che lo scanner o la stampante multifunzione che intendi usare per effettuare le tue scansioni sia riconosciuta correttamente dal computer. Ad ogni modo, non temere: provvederò a fornirti delucidazioni anche al riguardo. Ora, dunque, basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Operazioni preliminari

Configurazione scanner su macOS

Come ti dicevo a inizio guida, prima di andare a scoprire come scannerizzare con Mac, ci sono alcune operazioni preliminari che devi necessariamente compiere per fare in modo che tutto vada per il verso giusto.

Quello a cui mi riferisco è, in primo luogo, la configurazione dello scanner o della stampante multifunzione che intendi usare per eseguire la scansione e il relativo collegamento al tuo Mac. Per cui, se non hai già provveduto in maniera autonoma, devi innanzitutto accendere lo scanner o la stampante multifunzione e collegare quest’ultima al Mac tramite cavo oppure tramite rete Wi-Fi (se stai usando un dispositivo che supporta la connettività wireless).

Provvedi, in seguito, a fare clic sull’icona di Preferenze di Sistema (quella con la ruota d’ingranaggio) presente sulla barra Dock di macOS, a selezionare l’icona di Stampanti e Scanner nella finestra che si apre e ad aggiungere il tuo scanner o la tua stampante multifunzione alla configurazione del Mac, facendo clic sul pulsante (+) posto in basso a sinistra, selezionando il dispositivo dall’elenco proposto e premendo sul bottone Aggiungi.

Se il tuo scanner o la tua stampante multifunzione non vengono rilevati, significa che il computer non è stato in grado di riconoscere automaticamente la periferica e che devi installarla attraverso dei driver. Solitamente, i driver vengono forniti su un dischetto che si trova all’interno della confezione di vendita del dispositivo. In alternativa, puoi collegarti al sito Internet del produttore del dispositivo e cercare lì sopra i driver per Mac.

Per ulteriori approfondimenti riguardo i passaggi che ti ho appena descritto, puoi fare riferimento alla mia guida su come scannerizzare. Per quel che concerne le stampanti multifunzione, invece, puoi leggere il mio tutorial su come collegare una stampante e il mio post su come configurare una stampante Wi-Fi.

Dopo essere riuscito a configurare lo scanner o la stampante multifunzione, provvedi a porre sotto il coperchio del dispositivo la foto o il documento che vuoi digitalizzare, dopodiché attieniti alle indicazioni che trovi nelle righe successive per scoprire come effettuare le tue scansioni.

Come scannerizzare foto con Mac

Acquisizione immagine macOS

Ti interessa capire come scannerizzare con il Mac perché hai necessità di digitalizzare alcune foto ma non sai quali strumenti usare per farlo e, soprattutto, come servirtene? In tal caso, ti comunico che puoi avvalerti di Acquisizione Immagine, l’applicazione predefinita di macOS per digitalizzare immagini e documenti.

Per usare Acquisizione Immagine, richiama quest’applicazione selezionando la relativa icona (quella con la macchina fotografica e le foto) che trovi nel Launchpad. Una volta visualizzata la finestra del programma sulla scrivania, assicurati che nel menu a sinistra risulti selezionato il tuo scanner o la tua stampante multifunzione (in caso contrario, provvedi tu), dopodiché premi sul pulsante Mostra dettagli posto in basso a sinistra per visualizzare la foto da digitalizzare in anteprima, nell’area al centro.

Una volta visualizzata l’anteprima della foto, seleziona la porzione esatta della stessa che andrai a scannerizzare, regolando i contorni tratteggiati che dovrebbero essere comparsi in automatico (altrimenti puoi impostarli tu, facendo clic con il mouse, continuando a tenere premuto e trascinando l’area della selezione).

Serviti poi dei menu e dei campi situati a destra per regolare la risoluzione della scansione, stabilire se scannerizzare a colori o in bianco e nero, se abilitare la correzione dell’immagine ecc. (tieni presente che alcune funzioni potrebbero non essere disponibili, a seconda della marca e del modello del tuo scanner).

Per concludere, scegli il nome che vuoi assegnare al file finale, digitandolo nel campo Nome, indica la cartella di output (per impostazione predefinita è la cartella Immagini) tramite il menu a tendina Salva scansione in, il formato d’immagine (per impostazione predefinita viene usato il formato JPG) dal menu a tendina Formato e clicca sul bottone Scansione, per avviare la scansione.

Se non hai né voglia né tempo di intervenire sulle impostazioni avanzate della scansione, puoi anche digitalizzare più rapidamente la tua foto sfruttando le impostazioni predefinite (o comunque quelle impostate durante la precedente scansione): per riuscirci, dopo aver aperto Acquisizione Immagine, ti basta semplicemente definire la cartella di output e il formato della scansione tramite i menu a tendina in basso e fare clic sul pulsante Scansione.

Come scannerizzare un documento con Mac

Vediamo ora come digitalizzare un documento su Mac. In questo caso specifico, però, occorre fare una netta distinzione tra le risorse che consentono di effettuare scansioni con testo selezionabile e quelle che, invece, scansionano i documenti come immagini.

Nel primo caso, si parla di programmi con supporto alla tecnologia OCR (acronimo di "optical character recognition"), ovvero di strumenti abilitati al riconoscimento ottico dei caratteri, feature questa che può rivelarsi particolarmente utile nel caso in cui si abbia necessità di digitalizzare dei documenti cartacei ottenendo dei file di Word o dei PDF con testo selezionabile/modificabile.

I programmi che, invece, permettono di creare delle copie digitali dei documenti con testo non modificabile consentono di realizzare dei file i cui elementi testuali sono parte integrante degli stessi e non possono essere scissi, come se fossero delle immagini.

Acquisizione Immagine

Acquisizione Immagine macOS

Acquisizione Immagine, il programma "di serie" di macOS di cui ti ho già parlato nel capitolo su come digitalizzare le foto, può essere impiegato anche per effettuare la scansione dei documenti, restituendo come output dei file dal testo non selezionabile. Per servirtene per lo scopo in questione, devi compiere esattamente gli stessi passaggi che ti ho indicato nel capitolo precedente, non cambia assolutamente nulla.

L’unica cosa che, in questo caso specifico forse potrebbe farti comodo è la scelta dell’opzione Testo (che applica colore e contrasto ad hoc, per una migliore visualizzazione dei testi nei documenti) oppure quella Bianco e nero (per digitalizzare in bianco e nero documenti per i quali l’uso del colore non è rilevante) dal menu a tendina Tipo che ti viene mostrato dopo aver fatto clic sul bottone Mostra dettagli (nella parte in basso a destra della finestra di Acquisizione Immagine).

Prizmo

Prizmo

Se hai bisogno di scannerizzare dei documenti con testo selezionabile, ti invito a prendere in considerazione Prizmo: si tratta di un programma professionale che permette di digitalizzare documenti, tradurli in testi modificabili (grazie alla tecnologia OCR, con supporto alla lingua italiana) ed esportarli in formato PDF o rich text. È a pagamento (costa 54,99 euro), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che non ha scadenze temporali ma prevede diverse limitazioni: inserisce dei watermark nei documenti digitalizzati, copre parzialmente alcune parole trattate tramite OCR ecc.

Per scaricare Prizmo sul tuo Mac, collegati al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Download che si trova in alto. A scaricamento avvenuto, estrai l’archivio ZIP ottenuto, trascina l’icona di Prizmo nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, in modo tale da avviare l’applicazione andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso i software provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Nella finestra del programma che ora visualizzi sullo schermo, clicca sul pulsante OK, per utilizzare la versione di prova di Prizmo, dopodiché seleziona la voce Nuovo documento. Clicca, dunque, sull’opzione Importa da scanner o fotocamera presente nell’ulteriore finestra che si apre, seleziona il tuo scanner o la tua stampante multifunzione e aspetta che risulti visibile l’anteprima del documento.

Successivamente, assicurati del fatto che il rettangolo di selezione risulti tracciato correttamente (altrimenti sistemalo tu), regola tutte le opzioni relative alla scansione (risoluzione, maschera di contrasto ecc.) che si trovano sulla destra e premi sul pulsante Scansiona.

A procedura ultimata, clicca sul bottone Fatto e apporta eventuali regolazioni al documento sfruttando gli strumenti disponibili nella parte in basso della finestra del programma: cliccando sul pulsante Ritaglia, puoi ritagliare il documento; facendo clic sul pulsante Regola puoi regolare contrasto, luminosità ecc.; premendo sul bottone Dimensioni puoi regolare le dimensioni del foglio del documento; facendo clic sul bottone OCR, puoi regolare le impostazioni relative a leggibilità e risoluzione del testo selezionabile, mentre premendo sul pulsante con il mappamondo puoi definire la lingua del testo. I pulsanti Sinistra e Destra, invece, ti permettono di ruotare il documento.

In seguito, clicca sul pulsante per la condivisione (quello con il rettangolo e la freccia) situato in alto a destra, scegli il formato di output che preferisci (tieni presente che JPG, PNG e TIFF sono formati immagine che non supportano la modifica del testo) dal menu a tendina Formato e clicca sul pulsante Esporta come file. Per concludere, indica la posizione sul Mac in cui salvare il file finale e premi sul pulsante Salva.

Se non vuoi esportare l’intero documento ma il solo testo in esso presente, invece, seleziona la scheda Riconosci posta in alto a destra e attendi che la procedura di riconoscimento del testo venga portata a termine.

A processo ultimato, apporta eventuali modifiche al testo riconosciuto che ti viene mostrato nel riquadro sulla destra e procedi con il salvataggio, come ti ho indicato poc’anzi. Prima di creare il tuo file, puoi anche tradurlo oppure riprodurre a voce il contenuto premendo, rispettivamente, sui pulsanti Traduci e Voce posti in basso.

Scannerizzare in PDF con Mac

Acquisizione Immagine macOS

Vuoi salvare il tuo documento scannerizzato con Mac in formato PDF? Per riuscirci, puoi usare sempre i programmi di cui ti ho già parlato nelle righe precedenti. Ti spiego subito in che modo procedere.

Per quel che concerne Acquisizione Immagine, avvia l’applicazione e, nella finestra che compare sulla scrivania, clic sul pulsante Mostra dettagli posto in basso a destra, dopodiché attendi che risulti visibile l’anteprima del documento.

In seguito, seleziona la voce PDF dal menu a tendina Formato, indica se desideri unire tutte le pagine del documento in un solo file, spuntando l’opzione Unisci in un unico documento, e procedi pure con la digitalizzazione come ti ho spiegato nel passo presente a inizio guida.

Per quanto riguarda, invece, Prizmo, per salvare un documento scannerizzato in PDF, avvia l’applicazione e, nella finestra che si apre, seleziona prima la voce Nuovo documento e poi quella Importa da scanner o fotocamera. Seleziona quindi il tuo scanner o la tua stampante multifunzione e aspetta che risulti visibile l’anteprima del documento.

Adesso, apporta tutte le regolazioni del caso, procedendo in egual maniera a come ti ho indicato nel capitolo precedente dedicato al programma, clicca sull’icona della condivisone, scegli la voce PDF dal menu a tendina Formato, decidi se includere tutte le pagine o solo quelle selezionate spuntando l’opzione che preferisci nel riquadro che si apre e fai clic sul bottone Esporta come file. Infine, specifica la posizione di output e il nome che desideri assegnare al documento.

Come scannerizzare con Mac senza scanner

Fotocamera con Continuity macOS

Se possiedi un Mac equipaggiato con macOS 10.14 Mojave o versioni successive e un iPhone o un iPad aggiornati a iOS 12 o versioni successive, puoi sfruttare la funzione denominata Fotocamera con Continuity, la quale, come intuibile, consente di sfruttare fotocamera dei dispositivi mobili a marchio Apple per effettuare le scansioni di foto e documenti sui computer dell’azienda di Cupertino.

Per usufruire della funzione, inoltre, è indispensabile che sul computer e sull’iPhone/iPad risultino attivati il Wi-Fi e il Bluetooth, inoltre è necessario che i dispositivi siano collegati al medesimo ID Apple (per il quale deve risultare abilitata l’autenticazione a due fattori). Un’altra cosa di cui devi tenere conto è che Fotocamera con Continuity funziona solo nelle seguenti applicazioni: Finder (compresa la Scrivania), Keynote, Mail, Messaggi, Note, Numbers, Pages e TextEdit.

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, per sfruttare il servizio, apri l’applicazione sul tuo Mac in cui intendi effettuare la scansione di una foto o di un documento, fai clic destro tenendo premuto il tasto cmd sulla tastiera del computer e seleziona l’opzione Scatta foto o Scansiona documenti presente nel menu contestuale, sotto la dicitura iPhone/iPad di [tuo nome]. Se non visualizzi le voci in questione, seleziona prima la dicitura Importa da iPhone/Importa da iPad dal menu contestuale.

Dopo aver selezionato l’opzione corretta, sul tuo iPhone o iPad si aprirà l’app Fotocamera. Inquadra quindi con la fotocamera del dispositivo la foto o il documento di cui vuoi effettuare la scansione e fai tap sul bottone circolare bianco posto a fondo schermo, per avviare l’acquisizione. Nel caso specifico dei documenti, prima puoi anche regolare le impostazioni relative al colore, premendo sul pulsante con i tre cerchi situato in alto.

Successivamente, regola l’area di selezione della foto o del documento agendo dal display dell’iPhone o dell’iPad e importa l’acquisizione sul tuo Mac, facendo tap sulla voce Salva la scansione situata in basso a destra.

Per ulteriori dettagli riguardo la funzionalità oggetto di questo capitolo, puoi fare riferimento all’apposita pagina di supporto presente sul sito Internet di Apple.