Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come collegare lo scanner al PC

di

Complice un po’ di tempo libero, ti sei finalmente deciso ad aprire lo scanner che avevi acquistato qualche tempo fa per digitalizzare i tuoi documenti. Dopo averlo rimosso dalla confezione e averlo collegato alla corrente, però, ti sei reso conto di non avere la più pallida idea di come utilizzarlo a dovere. Un rapido sguardo al manuale d’istruzioni del dispositivo non ti è stato d’aiuto e, dunque, sei finito sul mio sito, con la speranza di trovare indicazioni un po’ più chiare e semplice.

Come dici? Le cose stanno proprio come le ho descritte? Allora sappi che sarò lieto di darti una mano. Nel corso di questo tutorial, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come collegare lo scanner al PC e al Mac, guidandoti attraverso l’installazione dei driver necessari e l’utilizzo del programma più adatto ad acquisire i documenti che desideri.

Ovviamente, ti fornirò le indicazioni necessarie per procedere anche nel caso in cui lo scanner fosse integrato in una stampante multifunzione: in fondo, non c’è molta differenza. Dunque, armato di un pizzico di pazienza e di tanta buona volontà, prenditi qualche minuto di tempo libero e attieniti scrupolosamente alle indicazioni che sto per darti. Vedrai che andrà tutto per il meglio!

Indice

Come collegare lo scanner al PC Windows 10

Come collegare lo scanner al PC Windows 10

Per collegare lo scanner al PC Windows 10, devi innanzitutto rimuovere il dispositivo dal suo imballaggio, eliminarne tutti i sigilli di sicurezza e posizionarlo vicino al computer, in modo che possa raggiungere sia una delle porte USB di quest’ultimo che la presa della corrente (necessaria all’alimentazione del dispositivo).

Ora, se possiedi il CD di installazione dello scanner (o della stampante multifunzione), inseriscilo nel computer e attendi che il programma dedicato all’installazione guidata del dispositivo si avvii automaticamente. Se ciò non dovesse succedere, provvedi ad aprire manualmente il file opportuno, avviando l’Esplora File di Windows (l’icona raffigurante una cartella gialla, posizionata sulla barra delle applicazioni) e facendo doppio clic sull’icona del disco inserito.

Ultimato l’avvio del programma d’installazione, non ti resta che attenerti alle indicazioni che vengono mostrate su schermo per configurare correttamente la periferica: in genere, è sufficiente premere il pulsante Avanti per alcune volte consecutive e, quando richiesto, accendere lo scanner e collegarlo al computer.

Se nella confezione di vendita non ti è stato fornito alcun disco d’installazione, oppure se il tuo computer non è dotato di lettore ottico, puoi tentare di recuperare i driver da Internet, effettuando una ricerca su Google: digita dunque il testo [marca e modello scanner driver Windows 10] nell’apposita casella di ricerca e consulta attentamente i risultati restituiti.

In questa fase, ti consiglio vivamente di scaricare materiale solo ed esclusivamente da siti affidabili, meglio ancora se dal portale Web ufficiale della casa produttrice dello scanner. A download ultimato, lancia il file ottenuto e, anche in questo caso, attieniti alle indicazioni visualizzate su schermo per installare e configurare lo scanner.

Se non te la senti di procedere in autonomia e necessiti di qualche indicazione in più per essere sicuro di scaricare i driver corretti, puoi dare uno sguardo alle mie guide su come trovare driver HP, driver Canon, driver Samsung e driver Epson, oppure al mio tutorial su come recuperare i driver mancanti, qualora il produttore del tuo scanner non fosse tra quelli elencati.

Se quella che stai usando, invece, è una stampante multifunzione dotata di connettività wireless, il discorso è leggermente diverso: dispositivi di questo tipo, in genere, possono essere configurati in pochi minuti, tramite un apposito software reperibile da Internet.

Per farti un esempio pratico, gli scanner abbinati alle stampanti multifunzione wireless di HP, possono essere installati facilmente su Windows 10 impiegando l’applicazione HP Smart: per ottenerla, collegati a questo sito Web e clicca sul pulsante Ottieni per due volte consecutive, in modo da installarla tramite il Microsoft Store.

Come collegare lo scanner al PC Windows 10

A installazione conclusa, apri HP Smart dal menu Start di Windows, clicca sul pulsante Continua e specifica se condividere o meno i dati d’uso con HP, impiegando il pulsante dedicato; in seguito, clicca sul bottone per configurare una nuova stampante, attendi che il nome della multifunzione compaia nella lista dei dispositivi rilevati (qualora ciò non dovesse succedere, assicurati che la stampante sia accesa) e clicca sul relativo riquadro, contrassegnato dalla dicitura Configurazione.

A questo punto, segui le indicazioni che ti vengono fornite per collegare la stampante alla rete Wi-Fi in uso sul computer e per aderire o meno al programma HP Instant Ink (il sistema in grado di ordinare automaticamente i materiali consumabili, a ridosso dell’esaurimento): clicca dunque sui bottoni Continua e per trasmettere automaticamente la chiave di rete alla stampante, premi i pulsanti Continua e Salta e poi nuovamente su Continua, per avanzare alla procedura di configurazione di HP Instant Ink.

Per evitare di aderire al programma, seleziona la casella Non sono interessato e clicca sui pulsanti Continua e No, non desidero registrarmi a Instant Ink; per finire, specifica la località d’utilizzo della stampante, premi il pulsante Continua, seleziona la voce Ignora invio per questo link e concludi il tutto cliccando sul pulsante Non ora.

Per ulteriori approfondimenti riguardo l’installazione dello scanner delle stampanti HP, ti rimando alla lettura del tutorial specifico che ho dedicato al tema; se, invece, hai bisogno di informazioni specifiche su come collegare lo scanner Epson al PC, faresti bene a leggere con attenzione il tutorial specifico che ho dedicato all’argomento, incentrato proprio sui dispositivi messi in commercio dal summenzionato produttore.

Come collegare lo scanner al PC

Ultimate l’installazione e la configurazione dello scanner, puoi iniziare subito a usarlo impiegando un apposito strumento, quale potrebbe essere Fax e scanner di Windows, ossia il software di scansione incluso “di serie” nel sistema operativo di casa Microsoft.

Dunque, richiama il summenzionato programma dalla cartella Accessori Windows situata nel menu Start (quello accessibile cliccando sulla bandierina collocata in basso a sinistra) e, per iniziare, clicca sul pulsante Nuova digitalizzazione che si trova nell’angolo superiore sinistro della finestra che va ad aprirsi.

Ora, utilizza il menu a tendina Profilo per indicare la categoria di contenuto da acquisire (ad es. Documenti o Foto), serviti del menu Formato colore per definire le impostazioni sul colore e specifica il formato di file in cui effettuare il salvataggio e la risoluzione di quest’ultimo usando, rispettivamente, il menu Tipo di file e il campo Risoluzione (DPI).

Effettuate tutte le regolazioni necessarie, premi il bottone Anteprima per visualizzare un’anteprima del file digitalizzato: se il risultato ti soddisfa, clicca sul pulsante Digitalizza, per avviare la scansione vera e propria: tutti i file acquisiti in questo modo vengono salvati in automatico nella cartella Documenti digitalizzati, situata nella directory Documenti di Windows.

Per saperne di più in merito all’utilizzo di Fax e scanner di Windows e di altri software utili per scansionare con Windows 10, ti rimando alla lettura del tutorial che ho dedicato all’argomento.

Come collegare lo scanner al Mac

Come collegare lo scanner al Mac

Nella maggior parte dei casi, i passaggi da compiere per collegare lo scanner al Mac sono più semplici rispetto a quelli già visti per Windows: in genere, è sufficiente accendere lo scanner, connetterlo al computer tramite cavo e attendere che macOS si occupi di configurare automaticamente la periferica.

Per verificare che il tutto sia riuscito in maniera corretta, apri le Preferenze di sistema, cliccando sul simbolo a forma d’ingranaggio posto sulla barra Dock, raggiungi la sezione Stampanti e scanner e verifica che, all’interno della barra laterale di sinistra della finestra che si apre sia indicato il nome dello scanner. In caso contrario, provvedi ad aggiungere manualmente il dispositivo al computer, cliccando sul pulsante [+] posto in basso a sinistra e selezionando il dispositivo dall’elenco proposto.

Qualora il riconoscimento automatico dovesse fallire, seleziona invece la voce Aggiungi stampante o scanner… dal menu che si è aperto poc’anzi, clicca sul nome dello scanner che risiede nella scheda Default e, se necessario, indicane la posizione e la tecnologia d’acquisizione. Per finire, clicca sul pulsante Aggiungi e il gioco è fatto.

Se, invece, il tuo scanner è annesso a una stampante multifunzione, effettuarne la configurazione avvalendoti del software messo rilasciato dal produttore: per i dispositivi HP, per esempio, puoi avvalerti dell’applicazione HP Smart, disponibile gratuitamente sul Mac App Store. Per ottenerla, segui questo link, clicca sul pulsante Ottieni/Installa e verifica la tua identità tramite password dell’ID Apple o Touch ID, in modo da installarla sul computer.

Ultimato questo passaggio, lancia l’applicazione appena ottenuta ed effettua esattamente gli stessi passaggi già visti per Windows. Per ulteriori approfondimenti riguardo l’installazione e la configurazione delle stampanti multifunzione su Mac, puoi leggere i miei tutorial su come collegare una stampante e come configurare una stampante Wi-Fi.

Ad ogni modo, dopo aver configurato lo scanner in modo opportuno, puoi digitalizzare rapidamente i tuoi documenti mediante Acquisizione Immagine, il programma disponibile “di serie” in macOS dedicato, per l’appunto, all’acquisizione di immagini e documenti.

Dunque, richiama il summenzionato programma dal Launchpad di macOS (l’icona a forma di razzo che risiede nella barra Dock), assicurati che nel menu a tendina stampante multifunzione/scanner sia selezionato il tuo scanner (altrimenti fallo tu) e clicca sul pulsante Mostra dettagli, per avviare una digitalizzazione d’anteprima.

Superato anche questo step, intervieni sui controlli, sui colori e sulla qualità dell’immagine avvalendoti delle funzioni disponibili, indica il nome da assegnare al file risultante all’interno dell’apposito campo, specifica il formato in cui digitalizzare il documento mediante l’apposito menu a tendina e, se lo ritieni opportuno, specifica la directory di salvataggio nel menu Salva scansione in. Quando hai finito, clicca sul pulsante Scansione per digitalizzare il documento con le impostazioni specificate (maggiori info qui).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.