Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare foto sfocate

di

La fotografia è uno dei tuoi passatempi preferiti: non appena hai qualche minuto di tempo libero, ne approfitti per sperimentare tecniche di scatto a te “nuove” e migliorare le tue capacità da fotografo amatoriale. Una delle cose che ti piacerebbe tanto imparare a fare ora sono le foto sfocate, che rappresentano una pietra miliare per tutti i fotografi “in erba”. Se le cose stanno così, non ci sono dubbi: sei capitato nel posto giusto al momento giusto!

In questa guida, infatti, avrò modo di spiegarti nel dettaglio come fare foto sfocate utilizzando alcune funzioni presenti su alcuni modelli di smartphone e, per ottenere risultati più professionali, con le Reflex. Vedrai, riuscire a realizzare foto con il soggetto in primo piano a fuoco e il retro sfocato (tecnica che prende il nome di bokeh) non è affatto complicato come potrebbe sembrare.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di mettere in pratica le indicazioni che ti darò. Sono sicuro che, grazie alle mie “dritte”, anche questa volta riuscirai a portare a termine la tua “impresa”. Ti auguro buona lettura e, sopratutto, buon divertimento!

Indice

Come fare foto sfocate dietro su Android e iPhone

Se è tua intenzione fare foto sfocate dietro su Android e iPhone, sappi che fondamentalmente hai due “strade” che puoi percorrere: sfruttare la funzione bokeh del tuo dispositivo (se presente) oppure utilizzare delle app di terze parti. Trovi spiegato tutto qui sotto.

Funzione bokeh dell’app Fotocamera

Se possiedi un dispositivo Android o un iPhone in grado di realizzare foto con sfondo sfocato, puoi sfruttare la funzione bokeh dell’app Fotocamera per scattare foto di questo tipo. La funzione in oggetto, che ormai è presente su molti smartphone Android e iPhone, permette di ottenere dei risultati che, seppur non siano i medesimi di quelli ottenibili con una macchina fotografica professionale, sono comunque apprezzabili, merito della sfocatura che viene applicata in maniera “intelligente” via software.

Se possiedi un dispositivo Android, sappi che la funzione in questione è presente su quasi tutti i flagship di Huawei, Samsung, Google, Honor Xiaomi, anche se la procedura per attivarla varia da dispositivo a dispositivo. Solitamente bisogna avviare l’app Fotocamera, scorrere il menu relativo alle varie modalità di scatto e selezionare quella che permette di realizzare foto sfocate (es. RitrattoPortrait, Fuoco vicino, etc.).

La funzione che permette di sfocare lo sfondo è presente anche sui modelli di iPhone prodotti negli ultimi anni: iPhone 7 Plus, iPhone 8 Plus, iPhone X, iPhone Xr, iPhone Xs e iPhone Xs Max. Per attivare la modalità che permette di realizzare foto sfocate su iPhone, bisogna avviare l’app Fotocamera, scorrere il dito verso destra o verso sinistra e selezionare la modalità di scatto Ritratto. Attivandola e scattando una foto a un soggetto, lo sfondo verrà automaticamente sfocato. Su iPhone Xs e Xs Max, inoltre, è possibile selezionare l’intensità dell’effetto di sfocatura tramite alcune funzioni incluse in iOS 12.

Se il tuo smartphone non integra funzioni specifiche per sfocare lo sfondo, puoi comunque provare a ottenere l’effetto bokeh avvicinandoti il più possibile al soggetto che vuoi mettere a fuoco e accertandoti che quest’ultimo sia il più distante possibile dallo sfondo. Per “aiutare” la fotocamera del tuo devcie a mettere a fuoco il soggetto in primo piano, fai tap sullo schermo in corrispondenza del soggetto di tuo interesse (magari allontanandoti e avvicinandoti, qualora la fotocamera dovesse fare fatica a focalizzarlo) e scatta la foto facendo tap sul pulsante di scatto presente in basso.

Ovviamente, il livello di sfocatura non sarà paragonabile a quello che è possibile ottenere con le funzioni specifiche presenti sugli smartphone di ultima generazione, ma è sempre meglio che niente, no?

App per sfocare sfondo foto

Volendo, puoi utilizzare delle app per sfocare lo sfondo delle foto che funzionano in maniera piuttosto buona. Lascia che ti parli di un paio di esse: potrebbero tornarti utili soprattutto se il tuo smartphone non integra le funzioni di sfocatura di cui ti ho parlato poc’anzi.

Instagram (Android/iOS)

Se hai un account Instagram, ti consiglio di utilizzare l’app ufficiale del celebre social network fotografico, disponibile per Android e iPhone, in quanto integra una funzione grazie alla quale è possibile realizzare foto con sfondo sfocato in maniera estremamente semplice. Ti anticipo, però, che la feature in questione funziona esclusivamente con i volti umani e non con altre tipologie di soggetti.

Per servirtene, avvia l’app di Instagram, accedi al tuo account e fai tap sul simbolo dell’omino che si trova in basso a destra. Dopodiché fai tap sul pulsante azzurro (+) che si trova in alto a sinistra, scorri verso destra o verso sinistra gli effetti di scatto disponibili e seleziona quello denominato Ritratto.

Inquadra, dunque, il tuo volto o quello della persona a cui intendi scattare la foto e, quando vedi che lo sfondo diventa sfocato, fai tap sul pulsante di scatto posto al centro dello schermo (in basso) per scattare la foto. A questo punto, non devi far altro che decidere cosa fare della foto che hai ottenuto: scaricarla sul dispositivo, premendo sul simbolo della freccia rivolta verso il basso che si trova in alto a destra, pubblicarla nella tua storia, premendo sul pulsante La tua storia, o inviarla ad altri utenti, tramite la funzione Invia a.

AfterFocus (Android/iOS)

Anche AfterFocus può tornare utile per sfocare lo sfondo delle proprie foto in post produzione. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, quest’app permette di gestire la profondità di campo e scegliere le aree della foto da mantenere a fuoco e quelle da sfocare. È disponibile sia per Android (gratis) che per iPhone (1,09 euro).

Dopo aver installato e avviato AfterFocus, fai tap sul pulsante Album, per agire su uno scatto già presente in Galleria, oppure sul pulsante Camera, per scattare una foto e sfocarla subito dopo. Dopo aver aperto o realizzato la foto da sfocare, scegli se utilizzare lo strumento di sfocatura automatica o quello manuale (ti consiglio di usare il secondo, perché quello automatico non è sempre efficiente).

Dopo aver pigiato sull’opzione Manual e aver fatto tap sul pulsante Continue, colora il soggetto che vuoi mantenere a fuoco e, conclusa questa delicata operazione, premi il pulsante Next. Se sei soddisfatto del risultato ottenuto, fai tap sul pulsante Save e poi su Yes per salvare le modifiche apportate.

Come fare foto sfocate dietro con la Reflex

Se desideri imparare a fare foto sfocate dietro con la Reflex, sappi che puoi riuscirci senza troppe difficoltà: devi aprire il più possibile il diaframma, avvicinarti al soggetto che vuoi far risaltare dallo sfondo (specialmente se l’obiettivo utilizzato non è particolarmente luminoso) e scattare la foto. Ci tengo a dirti, comunque, che per ottenere uno sfocato perfetto, è consigliabile usare obiettivi luminosi (es. con un’apertura del diaframma di f/1.8)

Prima di illustrarti come procedere, ci tengo a dirti che per questa parte della guida mi sono avvalso di una Canon EOS 1300D sulla quale è montato l’obiettivo kit 18-55 mm della Canon con apertura f/3.5 mm. Le indicazioni che trovi di seguito e i riferimenti a menu e pulsanti, dunque, potrebbero non corrispondere a quelli della tua macchina fotografica, qualora tu ne avessi una differente. Se riscontri difficoltà, consulta il manuale utente della tua Reflex.

Per realizzare la foto con lo sfondo sfocato, devi innanzitutto accendere la Reflex, spostando su ON l’interruttore che si trova sul corpo macchina, e ruotare la ghiera di selezione per scegliere la modalità di scatto manuale, che dovrebbe essere contrassegnata dalla M. Dopodiché devi premere sul pulsante Av/+– presente sul corpo macchina, poggiare l’indice sulla ghiera principale e spostarla tutta verso sinistra, in modo tale da impostare la massima apertura del diaframma.

A questo punto, se hai una lente poco luminosa, cerca di avvicinarti quanto più possibile al soggetto della foto, in modo che quest’ultimo sia lontano dallo sfondo. Guarda poi all’interno del mirino e, dopo aver composto l’immagine, premi a metà il pulsante di scatto per mettere a fuoco il soggetto e continua a premerlo per realizzare la foto.

Qualora volessi maggiori informazioni su come sfuocare lo sfondo con la Reflex, ti suggerisco di dare un’occhiata alla guida che ti ho linkato, nella quale troverai ulteriori spiegazioni sul da farsi.