Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funzionano le cuffie wireless

di

Ritieni che sia giunto il momento di abbandonare le tue fedeli cuffie con filo e, preso anche dalla moda del momento, stai pensando di acquistare un paio di cuffie senza fili, da utilizzare liberamente quando sei fisicamente distante dai tuoi dispositivi. Prima di buttarti a capofitto nello shopping, però, vorresti capire meglio come funzionano le cuffie wireless, in modo da effettuare un acquisto oculato e in linea con le tue necessità.

Se le cose stanno proprio in questo modo, devo dirti che non potevi capitare in posto migliore! Nel corso di questa guida, infatti, ti fornirò un’esauriente panoramica di quelle che sono le caratteristiche da tenere in considerazione in fase di scelta di un nuovo paio di cuffie e, in seguito, ti spiegherò come utilizzarle sui dispositivi di impiego comune, come gli smartphone, i tablet, i computer e i televisori.

Dunque, senza attendere un attimo in più, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: esistono davvero tantissimi modelli di cuffie in commercio, per ogni fascia di prezzo e necessità, pertanto assicurati di aver ben compreso i concetti espressi in questa guida, prima ancora di effettuare il tuo prossimo acquisto. Ti garantisco che non ne resterai deluso!

Indice

Come funzionano le cuffie senza fili

Come ti ho già accennato nelle battute iniziali di questa guida, sul mercato sono disponibili tantissime cuffie senza fili, ciascuna dotata di precise caratteristiche. Di seguito ti elenco quelle a cui, a mio avviso, bisogna prestare più attenzione in fase di scelta.

Tecnologia wireless e raggio d’azione

Come funzionano le cuffie wireless

Allo stato attuale delle cose, le cuffie senza fili possono essere basate su almeno tre differenti standard di comunicazione: il Bluetooth, le radiofrequenze (RF) e gli infrarossi.

  • Cuffie Bluetooth – sono le più diffuse, nonché le più versatili. Dispongono di raggio d’azione fino a 10 metri, possono collegarsi alla maggior parte dei device dotati della medesima tecnologia (smartphone, tablet, PC, TV e così via), senza ricorrere a ricevitori esterni, e, grazie ai pulsanti e al microfono di cui sono solitamente dotate, consentono di controllare la riproduzione audio e di rispondere alle chiamate. Le cuffie Bluetooth, tuttavia, comprimono l’audio trasmesso, sebbene la differenza di qualità sia praticamente impercettibile sui dispositivi di fascia alta. In alcuni casi, esse sono dotate di tecnologia NFC (che consente di abbinarle ai dispositivi compatibili tramite il solo contatto fisico) oppure, come nel caso di alcune cuffie Bluetooth prodotte da Apple e Beats, di supporto ai chip Apple W1/W2: questi ultimi consentono di abbinarle ai dispositivi iOS/iPadOS previa pressione di un tasto e di aggiungerle automaticamente a tutti i device collegati allo stesso ID Apple. Alcune cuffie Bluetooth, infine, sono dotate di tecnologia multipoint, che ne consente l’utilizzo su due o più dispositivi in contemporanea.
  • Cuffie a radiofrequenza (RF) – offrono una portata davvero ampia (fino a 100 metri) e una buona qualità audio. Tuttavia, queste cuffie necessitano di un trasmettitore esterno per funzionare, collegabile ai dispositivi compatibili tramite cavo jack da 3.5 mm, e sono soggette a interferenze.
  • Cuffie a infrarossi (IR) – particolarmente economiche, queste cuffie offrono una resa audio eccellente ma hanno un raggio d’azione decisamente limitato. Oltretutto, sono compatibili con i soli dispositivi dotati della medesima porta (oppure predisposti per il collegamento di un trasmettitore IR esterno). Sono anch’esse soggette a interferenze.

Canali audio

Come funzionano le cuffie wireless

Per quanto riguarda la resa del suono, il primo parametro da prendere in considerazione è il numero di canali audio supportati da ciascun auricolare. Le cuffie stereo, per esempio, supportano due canali audio e sono dotate di due speaker (uno per orecchio).

Le cuffie 5.1 e 7.1, come è semplice immaginare, supportano rispettivamente 5 e 7 canali audio, più uno per la resa dei bassi. I canali possono essere reali virtuali: le cuffie con canali reali hanno quattro o cinque speaker per orecchio, mentre quelle con canali virtuali hanno un solo speaker per orecchio e la simulazione del surround è ottenuta a livello software.

Come è semplice immaginare, le cuffie stereo (generalmente meno costose) si adattano a qualsiasi tipo di utilizzo, incluso l’ascolto della musica; se, invece, ti interessa utilizzarle per il gaming o per la visione di film e serie TV, puoi prendere in considerazione l’acquisto di cuffie 5.1 o 7.1 di buona qualità (più costose delle precedenti).

Formato

Come funzionano le cuffie wireless

In base al loro formato, le cuffie si suddividono in due categorie fondamentali: le cuffie over-ear/around-ear (circumaurali), dotate di cuscinetti che “circondano” l’orecchio e offre un maggiore isolamento dall’ambiente esterno; e le cuffie on-ear (sovraurali), di dimensioni più contenute rispetto alle precedenti e che si poggiano direttamente sui padiglioni auricolari.

Altra distinzione da fare è tra cuffie chiuse, semiaperte e aperte: le cuffie chiuse garantiscono un alto livello di isolamento acustico (giacché non lasciano passare rumori dall’esterno); le cuffie aperte, invece, sono generalmente più confortevoli ma non isolano l’orecchio dai suoni circostanti. Le cuffie semiaperte, come è semplice immaginare, si ripropongono di offrire un buon compromesso tra le due tipologie viste poc’anzi.

Dunque, ti consiglio di scegliere, in primo luogo, delle cuffie che si adattino alla forma della tua testa, delle tue orecchie, al grado di isolamento che desideri ottenere ma, soprattutto, alle tue esigenze: per esempio, se porti gli occhiali, dovresti acquistare delle cuffie regolabili, che non spingano le stecche degli occhiali quando le indossi.

Microfono e comandi

Come funzionano le cuffie wireless

Come ti ho già accennato nel paragrafo iniziale di questa sezione, numerose cuffie Bluetooth dispongono di microfono (che può essere utilizzato per rispondere alle chiamate, per utilizzare software e app di videoconferenza o per interagire con gli assistenti vocali) e di comandi, fisici o touch, che consentono di comandare la riproduzione multimediale e/o il volume d’ascolto.

Nella maggior parte dei casi, i comandi funzionano allo stesso modo a prescindere dal dispositivo al quale si collegano le cuffie; tuttavia, alcuni di essi potrebbero essere utilizzabili soltanto su alcuni dispositivi.

Altra caratteristica importante da tener presente è la capacità del microfono di isolare i rumori circostanti e di restituire un audio chiaro e senza distorsioni a chi si trova dall’altro lato della comunicazione.

Qualità del suono e riduzione del rumore

Come funzionano le cuffie wireless

Altro importantissimo parametro che influenza il funzionamento delle cuffie wireless è la qualità del suono: a seconda delle cuffie usate, il suono riprodotto può variare, anche in modo significativo (ad esempio, alcune cuffie potrebbero prediligere i bassi, sacrificando le frequenze medie). Tecnicamente, devi fare particolare attenzione a tre precisi parametri: pressione acustica, impedenza e risposta in frequenza.

  • Pressione acustica (o sensibilità) – è un valore misurato in dB che indica, nello specifico, la pressione acustica espressa dalle cuffie in rapporto alla tensione applicata (2,83 volt ascoltando a 1 metro di distanza). Superiore è il valore, più si riesce a ottenere suoni ad alto volume senza incappare in distorsioni.
  • Impedenza – espresso in ohm (volt/ampere), è un valore che indica la resistenza esercitata dalle cuffie sul segnale audio. Più alto è il valore, migliore è la qualità dell’audio, sebbene valori eccessivamente alti possano influire sul volume complessivo del suono (che potrebbe diventare troppo basso).
  • Risposta in frequenza – misurato in Hz, è l’intervallo di frequenze che la cuffia riesce a coprire. È importante scegliere delle cuffie che abbiano una risposta di frequenza ampia anche per le frequenze più basse, considerando che l’orecchio umano riesce a percepire un intervallo che va dai 20 ai 20.000 Hz. Altro valore importante è il gap, ossia il numero di decibel entro il quale le cuffie sono in grado di coprire adeguatamente l’intero intervallo di frequenze espresso, garantendo un suono fedele all’originale: più il gap è basso, meglio è.

Parlando sempre di resa del suono, esistono altri parametri influenti da tenere in considerazione e che ti elenco di seguito.

  • Numero e dimensioni dei driver – i driver sono i componenti interni delle cuffie che convertono il segnale elettrico in onde sonore. Solitamente, le cuffie dotate di grandi driver riproducono fedelmente i bassi, tuttavia questo aspetto può influire negativamente sul peso delle cuffie. Inoltre, le cuffie con più driver offrono un suono più fedele all’originale.
  • Supporto Hi-Res Audio e aptX – se tieni particolarmente alla resa audio e ascolti musica in alta qualità (da CD, vinile o con compressione software quasi nulla), il supporto a queste due tecnologie potrebbe essere per te importante. L’Hi-Res Audio è una tecnologia adibita alla riproduzione di musica a 24 bit/96 kHz, dunque a una qualità migliore di quella dei CD audio (pari a 16 bit/44,1 kHz). Il codec aptX, invece, consente di riprodurre musica a 24 bit tramite Bluetooth.
  • Supporto alle app – alcune cuffie Bluetooth di fascia alta possono essere abbinate a delle app per smartphone e tablet, rilasciate ufficialmente dai produttori delle cuffie stesse, che consentono di regolare manualmente l’equalizzazione del suono.

Per migliorare ulteriormente la resa del suono, alcuni modelli di cuffie wireless sono dotate di tecnologia attiva per la riduzione del rumore, la quale sfrutta i microfoni integrati nelle cuffie per limitare, o addirittura azzerare, i rumori esterni: l’ideale per i viaggi in aereo.

Alimentazione e autonomia

Alimentazione e autonomia

Come puoi facilmente immaginare, le cuffie wireless necessitano di una fonte di alimentazione interna, sebbene alcuni modelli di cuffie Bluetooth possano di funzionare anche con cavo (rinunciando a funzioni avanzate come quella di riduzione attiva del rumore, per esempio): in particolare, le cuffie Bluetooth sono spesso alimentate da batterie integrate ricaricabili (come quelle in uso sugli smartphone, per intenderci) e consentono di ottenere autonomia anche di svariate decine di ore. Alcune cuffie di questo tipo, inoltre, dispongono di sistemi di ricarica rapida, i quali consentono di ottenere diverse ore di autonomia a fronte di pochi minuti di ricarica.

Le cuffie a radiofrequenza e a infrarossi, invece, sono generalmente alimentate da batterie AA oppure AAA, anche ricaricabili, e offrono diverse ore di autonomia in fase di riproduzione.

Come usare le cuffie wireless

Ora che hai bene inteso i parametri che regolano il funzionamento e la resa audio delle cuffie senza fili, è arrivato il momento di capire, nel concreto, come utilizzarle sui più comuni dispositivi, come PC, smartphone, tablet e televisori.

Come funzionano le cuffie wireless per PC

Come funzionano le cuffie wireless per PC

Cominciamo dal computer. Se disponi di un paio di cuffie Bluetooth e di un PC compatibile con la stessa tecnologia, puoi abbinarle nella maniera “classica”: per prima cosa, accendi le cuffie e portale in modalità di abbinamento (in genere, devi tener premuto il tasto di accensione per diversi secondi), quindi recati nella sezione Bluetooth del sistema operativo del PC (Start > Impostazioni > Dispositivi > Bluetooth e altri dispositivi > Aggiungi dispositivo Bluetooth o di altro tipo su Windows, oppure Preferenze di sistema > Bluetooth su macOS) e seleziona il nome delle cuffie dalla lista dei dispositivi rilevati nelle vicinanze. Se il tuo computer non è dotato di connettività Bluetooth, puoi implementarla tramite un adattatore USB dedicato.

TP-Link UB400 Adattatore Bluetooth USB 2.0 Dongle Bluetooth 4.0 Wirele...
Vedi offerta su Amazon

Se, invece, hai acquistato un paio di cuffie a radiofrequenza o a infrarossi, devi innanzitutto collegare il trasmettitore esterno al PC, nell’apposito ingresso dedicato al jack da 3.5 mm (il “classico” cavo delle cuffie, per intenderci). Fatto ciò, collega il ricevitore all’alimentazione elettrica, se previsto, accendi le cuffie e, avvalendoti del tasto fisico o della levetta a bordo delle stesse, provvedi a connetterle al trasmettitore.

Per informazioni più approfondite in merito al collegamento delle cuffie senza fili al computer, di qualsiasi tipo esse siano, ti rimando alla lettura del tutorial specifico che ho dedicato al tema.

Come funzionano le cuffie wireless per cellulare

Come funzionano le cuffie wireless per cellulare

Il funzionamento delle cuffie wireless su cellulari e tablet è molto simile a quello visto in precedenza: ciò che devi fare, se disponi di cuffie Bluetooth, è porle in modalità di abbinamento, premendo e tenendo premuto il tasto di accensione, quindi recarti nella sezione del sistema operativo dedicata ai dispositivi Bluetooth (Impostazioni > Dispositivi collegati > Preferenze di connessione > Bluetooth > Accoppia nuovo dispositivo su Android, oppure Impostazioni > Bluetooth su iOS/iPadOS) e seleziona il nome delle cuffie Bluetooth dalla lista dei dispositivi rilevati nelle vicinanze.

Se hai bisogno di informazioni più dettagliate in merito ai passaggi visti in precedenza, ti consiglio di far riferimento alla guida specifica che ho dedicato al tema.

Aspetta, mi stai dicendo che hai acquistato un paio di AirPods o di cuffie Beats e che, di conseguenza, ti interessa capire come funzionano le cuffie wireless iPhone che dispongono del chip Apple W1/W2? In tal caso, potrebbe tornarti utile la mia guida su come collegare le AirPods, nella quale ti ho fornito tutte le indicazioni del caso.

Come funzionano le cuffie wireless per TV

Come funzionano le cuffie wireless per TV

Il funzionamento delle cuffie wireless sui televisori non è poi così differente rispetto a quanto visto nelle precedenti sezioni di questo capitolo. Dunque, se hai a disposizione un paio di cuffie Bluetooth, impostale innanzitutto in modalità di abbinamento, premendo e tenendo premuto il tasto di accensione.

In seguito, accendi al televisore, recati nell’area del sistema operativo dedicato ai dispositivi Bluetooth (ad es. Tutte le impostazioni > Audio > Uscita audio > Bluetooth) e attendi che le cuffie in tuo possesso vengano rilevate dal televisore. Quando ciò avviene, seleziona il loro nome e premi il tasto OK del telecomando per finalizzare l’abbinamento. Se il tuo televisore non è nativamente compatibile con la tecnologia Bluetooth, puoi ricorrere a un trasmettitore Bluetooth, da collegare al TV mediante il cavo jack da 3.5 mm.

TaoTronics TT-BA09 Trasmettitore ricevitore 2-in-1 Bluetooth 5.0 Adatt...
Vedi offerta su Amazon
TaoTronics Trasmettitore Ricevitore Bluetooth 2 in 1 Adattatore Wirele...
Vedi offerta su Amazon

Se, invece, disponi di cuffie a radiofrequenze o infrarossi, collegane il trasmettitore al televisore tramite il jack da 3.5 mm, accendilo e, dopo aver acceso anche le cuffie, collegale al dispositivo intervenendo sull’apposito tasto fisico/levetta.

Per maggiori informazioni, puoi consultare la mia guida su come collegare le cuffie wireless alla TV, nella quale ti ho spiegato, per filo e per segno, tutti i passaggi da compiere per stabilire la connessione tra i due dispositivi.

Quali cuffie wireless comprare

Quali cuffie wireless comprare

Ora che hai ben chiare le caratteristiche distintive delle cuffie wireless, è arrivato il momento di metterti all’opera e di decidere quale possa essere l’acquisto più adatto alle tue esigenze. Ti invito, dunque, a consultare la guida all’acquisto che ho realizzato proprio a tal riguardo, o a scegliere un paio di cuffie tra quelli elencati di seguito, tutti meritevoli in quanto a rapporto qualità/prezzo.

Cuffie Bluetooth OMORC, Cuffie Wireless Pieghevole & Ricaricabile, Cuf...
Vedi offerta su Amazon
Sony MDR-RF895RK Cuffie Radiofrequenza Wireless Home fino a 100m Noise...
Vedi offerta su Amazon
Sony WH-1000XM3 Cuffie Wireless Bluetooth On Ear con HD Noise Cancelli...
Vedi offerta su Amazon