Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Chrome su Ubuntu

di

Google Chrome è uno dei browser più utilizzati al mondo. D’altronde, la soluzione proposta dall’azienda di Mountain View implementa parecchie funzionalità degne di nota e assicura una buona velocità di navigazione. Per questo motivo, sono molti gli utenti che decidono di installarlo, anche su Linux.

Certo, questo “cozza” un po’ con la filosofia abbracciata dai “puristi” dell’open source (questione che analizzerò meglio più avanti, quando ti parlerò anche di alcune alternative a Chrome) ma non ci sono dubbi sul fatto che avere il celebre browser di Google su distro Linux, come Ubuntu, può avere i suoi vantaggi. Come dici? Sei d’accordo e, anzi, ti piacerebbe proprio avere una mano per capire come installare Chrome su Ubuntu? Ti accontento subito.

In questa guida troverai tutto ciò che stai cercando. Ti posso assicurare che la procedura da seguire, anche nel caso si decida di passare per il Terminale, è molto più semplice di quanto si possa pensare, tanto che bastano relativamente pochi minuti per portare a termine il tutto. Che ne dici allora? Sei pronto per metterti all’opera? Sì? Benissimo! Qui sotto sono presenti tutte le indicazioni del caso. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon download!

Indice

Informazioni preliminari

Google Chrome vs Chromium

Prima di scendere nel dettaglio della procedura su come installare Chrome su Ubuntu, ritengo possa interessarti saperne di più in merito a questa possibilità e i suoi risvolti dal punto di vista della “filosofia” open source.

Cominciamo col dire che Ubuntu generalmente include come browser predefinito Firefox. Quest’ultimo si sposa benissimo con la filosofia open source del sistema operativo di Canonical e garantisce tante funzioni interessanti abbinate a una vasta gamma di estensioni.

Certo, in realtà nel corso degli anni ci sono state varie “discussioni” in merito ad alcune restrizioni legate al nome e al logo di Firefox, messe in atto da Mozilla (la comunità che sviluppa il browser), ma nel 2016 è stato deciso di rendere libera la licenza relativa al logo del programma, quindi il “problema” è essenzialmente rientrato. Ciò, comunque, non ha impedito la nascita di numerosi fork e progetti alternativi sicuramente interessanti, come Iceweasel e GNU IceCat.

Adesso però passiamo a quello che ti interessa più da vicino: Chrome. Quest’ultimo è un browser sviluppato da Google e non è open source. Ad essere open source è Chromium, il progetto su cui si basa Chrome (così come tanti altri browser). In termini pratici, il browser Chromium è molto simile alla soluzione di Google, ma va a perdere alcune funzionalità legate all’azienda di Mountain View (sincronizzazione dei dati e altro ancora). Non sono presenti, inoltre, gli aggiornamenti automatici e manca il supporto a determinati standard.

Insomma, chi usa distribuzioni Linux in genere tende a privilegiare progetti open source, quindi sono in molti a preferire Chromium a Chrome (anche per questioni legate alla privacy), ma nessuno vieta di usare il browser di Google che, anzi, risulta molto facile da installare. Se tu vuoi scoprire come si fa — e mi sembra evidente sia così, visto che stai leggendo questo tutorial — lascia che ti spieghi come raggiungere questo obiettivo.

Concedimi solo un’altra piccola precisazione prima di cominciare. Esistono diverse versioni di Chrome disponibili per Linux: quella stabile, sulla quale mi concentrerò in questo tutorial ed è consigliata per la maggior parte degli utenti; quella beta, che permette di provare in anteprima alcune delle funzioni in arrivo nella versione stabile; e infine quella Dev potenzialmente molto instabile e con alcune funzioni sperimentali che non si sa se verranno poi portate nella versione stabile del programma (indicata per gli sviluppatori che devono prepararsi a eventuali novità del browser).

Come installare Chrome su Ubuntu

Dopo averti illustrato la situazione generale, direi che è giunta l’ora di passare all’azione e di spiegarti come installare Google Chrome su Ubuntu, sia da interfaccia grafica che da Terminale.

Come installare Chrome su Ubuntu da GUI

Scaricare Google Chrome Ubuntu

Se sei un utente alle prime armi, che magari sta scoprendo solamente ora il mondo delle distribuzioni Linux, potresti non avere molta intenzione, perlomeno inizialmente, di passare per il Terminale.

In ogni caso, non devi preoccuparti: sebbene il Terminale rimanga uno strumento che può rivelarsi particolarmente utile, l’epoca in cui bisognava passare “per forza” da quest’ultimo è finita. È dunque possibile installare Chrome da interfaccia grafica (GUI) ma, trattandosi di un software “chiuso”, non è possibile ottenerlo dall’Ubuntu Software Center, ovvero il negozio digitale preinstallato nella celebre distro.

Se si prova a cercare “chrome” all’interno di quest’ultimo, il sistema consiglia di installare il browser open source Chromium. Ho già spiegato di cosa si tratta nel capitolo preliminare, quindi se sei interessato potresti provare a darci un’occhiata.

Ti fornisco inoltre un’informazione importante: se ti stai chiedendo come installare Chrome su Ubuntu a 32 bit, purtroppo devi sapere che non è possibile fare questo, in quanto il browser non viene più distribuito in tale versione. In parole povere, devi utilizzare Ubuntu a 64 bit (in alternativa, su sistemi a 32 bit potresti pensare di provare a installare il succitato Chromium).

Per il resto, per procedere ti basta collegarti al sito Web ufficiale di Google Chrome, fare clic sul pulsante Scarica Chrome, spuntare la casella 64 bit .deb e premere sul pulsante Accetta e installa.

Installare Google Chrome su Ubuntu GUI

Se stai usando il browser predefinito Firefox, ti verrà richiesto se vuoi aprire il file con Installa software o se salvarlo. Ti consiglio di spuntare l’opzione Salva file e premere sul pulsante OK.

Una volta terminato il download, apri dunque il file google-chrome-[versione].deb ottenuto, che in genere puoi trovare nella cartella Scaricati, accessibile dall’icona della cartella presente sulla sinistra.

Dopodiché, comparirà l’Ubuntu Software Center a schermo. Non ti resta che premere sul pulsante Installa, digitare eventualmente la password di amministrazione e il gioco è fatto.

Potrai poi aprire Google Chrome mediante l’apposita icona. Puoi trovare quest’ultima facendo clic sull’icona Menu, presente in basso a sinistra, e cercando “chrome” nell’apposita barra di ricerca.

Al primo avvio ti verrà richiesto se vuoi impostare Google Chrome come browser predefinito e inviare automaticamente a Google statistiche sull’utilizzo e rapporti sugli arresti anomali. Effettua le tue scelte, premi sul pulsante OK e non ti resta che goderti il browser!

Per completezza di informazione, puoi trovare la versione Beta di Chrome a questo link e quella Dev a quest’altro link. Le procedure da seguire per l’installazione sono simili a quelle viste poc’anzi per la versione stabile del browser.

Come installare Chrome su Ubuntu da Terminale

Come installare Chrome su Ubuntu da Terminale

Come dici? Non hai intenzione di passare per l’interfaccia grafica e vorresti installare Google Chrome su Ubuntu da Terminale? Nessun problema, ti spiego subito come fare. Ti posso assicurare che anche in questo caso la procedura non è poi così complessa.

Infatti, ti basta premere sull’icona Menu, che si trova in basso a sinistra, cercare il “terminale” mediante l’apposita barra di ricerca e aprire quest’ultimo. Dopodiché, digita il comando sudo su e premi Invio. Scrivi, dunque, la password di amministrazione e premi nuovamente Invio.

Perfetto, in questo modo hai ottenuto i privilegi necessari per procedere all’installazione del programma sul tuo computer. Per procedere, digita dunque il comando wget https://dl.google.com/linux/direct/google-chrome-stable_current_amd64.deb e premi Invio. Così facendo, reperirai direttamente da Terminale l’apposito file deb relativo a Google Chrome.

Per installarlo, non ti resta che utilizzare il comando dpkg -i google-chrome-stable_current_amd64.deb e dare Invio. Perfetto, il gioco è fatto: il sistema procederà all’installazione del browser di Google sul tuo computer.

Per le versioni Beta e Dev vanno usati invece i comandi wget https://dl.google.com/linux/direct/google-chrome-beta_current_amd64.deb e wget https://dl.google.com/linux/direct/google-chrome-unstable_current_amd64.deb (cambiando anche il comando di estrazione di conseguenza).

Cerca Google Chrome su Ubuntu

Una volta terminata l’operazione, puoi tranquillamente chiudere la finestra del Terminale, premere sull’icona Menu, che si trova in basso a sinistra, cercare “chrome” e fare clic sull’icona del browser.

Perfetto, ora hai raggiunto il tuo obiettivo: puoi iniziare a utilizzare Chrome su Ubuntu!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.