Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare SSD

di

Usando il PC di un tuo conoscente, ti sei reso conto che, nonostante il computer in questione sia del tutto simile al tuo, i programmi si aprono in modo sensibilmente più veloce. Pertanto, hai chiesto spiegazioni a questa persona, ottenendo una motivazione che ti ha alquanto incuriosito: sul computer che hai usato, il disco rigido è stato sostituito con un SSD, ed è per questo motivo che i tempi di risposta hanno ottenuto un miglioramento del genere. Le cose stanno proprio così. Un SSD, infatti, non è altro che una memoria di massa, al pari di un hard disk, costruita però in modo differente: l’accesso ai dati non richiede lo spostamento di una testina meccanica, ed è per questo motivo che le informazioni vengono lette e scritte a velocità decisamente più elevate rispetto a quelle ottenibili da un classico disco meccanico.

Senza pensarci due volte, hai deciso di acquistare anche tu un dispositivo di questo tipo ma, dopo qualche istante, ti sei reso conto di un dettaglio non trascurabile: poiché non sei esattamente un mago del computer, proprio non sai come installare SSD, tuttavia vorresti essere in grado di portare a termine quest’operazione in modo indipendente, senza importunare il tuo amico informatico di turno. Ebbene, sei capitato proprio nella guida giusta al momento giusto!

Di seguito, infatti, ti fornirò alcune dritte relative alla scelta di un SSD e, in seguito, ti illustrerò come fare a duplicare a "clonare" l’hard disk del computer nel nuovo drive. Infine, ti spiegherò per filo e per segno come montare il nuovo SSD nel computer, sia esso fisso o portatile. Dunque, senza esitare un attimo in più, ritagliati qualche minuto di tempo libero, leggi e metti in pratica i suggerimenti che trovi di seguito. Sono sicuro che, al termine di questa guida, sarai perfettamente in grado di raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato, in totale autonomia. Detto ciò, non mi resta altro da fare se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Se hai intenzione di sostituire il tuo vecchio hard disk con un SSD, devi innanzitutto scegliere l’unità a stato solido più adatta al tuo computer e, una volta ottenuta, clonare su di essa il vecchio disco, così da non perdere nemmeno un dato personale e riavere il sistema operativo così come lo avevi lasciato, già configurato e con tutti i programmi che utilizzi quotidianamente. Di seguito mi appresto a fornirti tutte le indicazioni in merito.

Scegliere un SSD

Come installare SSD

Per tua informazione, devi sapere che esistono almeno due categorie di dischi SSD che puoi installare nel computer: i dischi SATA e gli M.2.

Gli SSD SATA si presentano come dei dischi da 2,5 pollici e possono essere collegati tramite un comune cavo SATA, nei computer fissi, oppure possono essere installati all’interno dell’apposito alloggiamento SATA, sui portatili: si tratta sicuramente delle unità più diffuse, con un rapporto qualità-prezzo assolutamente buono, più semplici da montare e con elevatissima compatibilità tra i vari computer.

Gli SSD M.2, invece, rappresentano una "evoluzione" dei classici SSD, e si presentano con l’aspetto di una scheda sottile e allungata, da collegare a un particolare slot della scheda madre. Questi sono più veloci degli SSD SATA e riducono sensibilmente l’ingombro all’interno del case, poiché, di fatto, "si mimetizzano" sulla superficie della scheda madre. Il loro costo, però, è decisamente superiore rispetto a quello di un SSD SATA.

Non tutte le schede madre sono compatibili con lo standard M.2: puoi effettuare questa verifica consultando il manuale utente annesso alla scheda in tuo possesso (puoi cercarlo su Google dopo aver identificato la scheda madre, se non ce l’hai), oppure accertandoti visivamente (cioè smontando il case) della presenza di uno slot M.2 sulla piastra (di solito si trova tra gli slot PCI o sotto il gruppo processore).

A prescindere dal modello di SSD che intendi utilizzare, ti consiglio di tenere in considerazione, in fase di scelta, anche altri parametri, come la capienza (che dovrebbe essere quantomeno superiore rispetto allo spazio attualmente in uso sul disco che hai già) e la velocità di lettura/scrittura dei dati: a tal proposito, ho realizzato per te una guida all’acquisto ai migliori SSD, nella quale ti ho fornito tutte le informazioni del caso.

Ricorda, in fase di scelta, un ulteriore dettaglio fondamentale: i moderni Mac non dispongono di alloggiamento SATA ma di sola interfaccia NVMe/M.2, "riadattata" con alcune modifiche (di cui ti parlerò più avanti in questa guida). Dunque, se hai bisogno di acquistare un disco a stato solido per un computer targato Apple, valuta attentamente questa necessità.

Clonare hard disk su SSD

Come installare SSD

Dopo aver scelto e ottenuto l’SSD più adatto al tuo caso, ti consiglio di procedere con la clonazione dei dati precedentemente custoditi nel disco fisso, così da essere subito pronto a ripartire con la nuova unità a stato solido, senza dover iniziare tutto daccapo.

Per lo scopo dovrai fornirti di un case esterno USB, in cui inserire il nuovo SSD. Di seguito te ne suggerisco alcuni adatti ai dischi SSD di tipo SATA.

AUKEY Case Esterno per Disco Rigido 2.5" USB 3.0 con UASP Case Hard Di...
Vedi offerta su Amazon
UGREEN Case Esterno per Disco Rigido 2.5’’ USB 3.0 6 TB UASP 5Gbps Cas...
Vedi offerta su Amazon
EasyULT Case Esterno per Disco Rigido 2.5", USB 3.0 Enclosure Hard Dis...
Vedi offerta su Amazon

Se sei intenzionato a utilizzare un SSD M.2, puoi servirti invece di un case M.2 esterno, come quelli presenti qui sotto.

UGREEN USB 3.1 Gen 2 Case Esterno per Disco Rigido M.2 M-Key M+B Key 2...
Vedi offerta su Amazon
ADWITS Adattatore USB 3.1 UASP Type-C a NVMe M.2 ad alte prestazioni P...
Vedi offerta su Amazon
Icy Box Ssd Ssd M.2 Nvme Case, USB 3.1 (Gen2, 10 Gbit/S), Sistema di R...
Vedi offerta su Amazon

A questo punto, devi semplicemente inserire il disco SSD all’interno del case, seguendo le istruzioni specifiche per il "contenitore" da te scelto: in genere, basta collegare il disco tramite il cavo SATA in dotazione, oppure far combaciare il connettore sul retro con gli "spinotti" SATA/M.2, dopodiché bisogna richiudere il case e collegarlo al computer tramite cavo USB.

Dopo il primo collegamento, il sistema dovrebbe avvisarti riguardo l’inserimento di un disco non formattato/non inizializzato: non preoccuparti, è del tutto normale. A questo punto, puoi procedere con la clonazione dei dati servendoti di alcuni specifici programmi, come EaseUS Todo Backup su Windows o l’Utility Disco di macOS: ti ho illustrato nel dettaglio l’utilizzo di questi programmi nella mia specifica su come clonare hard disk su SSD.

Come installare SSD su PC

Ora che hai clonato il contenuto dell’hard disk sul nuovo SSD, sei finalmente pronto a procedere con la sostituzione "fisica" del dispositivo. Come? Te lo spiego nei paragrafi successivi. Se non ti senti sicuro nell’effettuare da solo quest’operazione, non esitare a chiedere aiuto a un esperto.

SSD SATA

Come installare SSD

Se hai optato per un SSD SATA, procedi come segue: innanzitutto, spegni il computer, rimuovi la presa di corrente, attendi giusto due minuti affinché l’elettricità possa essere correttamente scaricata, quindi rimuovi il pannello laterale del case, così da poter accedere alla scheda madre.

Una volta che la scheda è in vista, identifica il connettore SATA collegato al vecchio disco fisso e scollegalo dalla porta SATA, quindi procedi rimuovendo il connettore d’alimentazione e, se il disco fisso è agganciato al case tramite viti, provvedi a svitarle e a estrarre delicatamente il disco dalla sua posizione, così da rimuoverlo completamente.

Il cavo SATA può essere riutilizzato anche sull’SSD senza problemi, così come il cavo d’alimentazione: se noti che il cavo SATA è troppo logoro o troppo corto per i tuoi scopi, puoi prendere in considerazione l’acquisto di un nuovo kit SATA.

Inateck 2 X 2,5" HDD/SSD a 3,5 Incasso quadro Set intern, Supporto, di...
Vedi offerta su Amazon
UGREEN Cavo SATA III 90 Gradi, Cavo SATA a Serial ATA ad Alta velocità...
Vedi offerta su Amazon
Inateck pacco 4 x cavi, cavo SATA III 6 Gbps 48cm con angolo 90°, pres...
Vedi offerta su Amazon

Ad ogni modo, collega il cavo SATA e il cavo d’alimentazione agli appositi connettori dell’SSD, controlla che il cavo SATA sia ben agganciato all’omonima porta sulla scheda madre, quindi posiziona l’SSD all’interno dell’apposito alloggiamento del case, in sostituzione del disco (impiegando, se necessario, le viti rimosse in precedenza), oppure posizionalo liberamente anche sulla parte inferiore del case stesso: vista l’assenza di parti meccaniche, l’SSD è meno sensibile agli scossoni, quindi può essere posizionato nel punto che ritieni più opportuno.

Una volta scelta la posizione che più ritieni consona, rimonta il computer, collega nuovamente la corrente, accendilo e controlla che l’avvio sia gestito correttamente dal nuovo disco: se la clonazione è stata eseguita senza intoppi, vedrai il tuo sistema Windows avviarsi normalmente ma a velocità decisamente più elevate.

A questo punto, puoi scegliere di "riciclare" il tuo vecchio disco, formattandolo e trasformandolo in una unità esterna di backup. Per ottenere questo risultato, puoi posizionare l’hard disk all’interno di un case USB adatto al fattore di forma in uso. Per i dischi da 3,5 pollici (le dimensioni standard di un hard disk), puoi scegliere uno dei case USB presenti qui in basso.

LOETAD Case Hard Disk 3.5/2.5 USB 3.0 con USAP Case Hard Disk Esterno ...
Vedi offerta su Amazon
UGREEN Case Hard Disk 3.5’’ Fino a 16TB USB 3.0 con UASP 5 Gbps Case E...
Vedi offerta su Amazon
Salcar USB 3.0 Enclosure per disco rigido esterno per 3.5 pollici SATA...
Vedi offerta su Amazon

SSD M.2

Come installare SSD

Le operazioni da svolgere per gli SSD M.2 sono più o meno le stesse viste in precedenza: dopo aver scollegato il computer dall’alimentazione, smonta il case, quindi identifica l’alloggiamento M.2 sulla scheda madre e inserisci delicatamente l’unità a stato solido al suo interno, fino a farla "scattare".

In seguito, decidi come gestire il vecchio disco: se lo desideri, puoi lasciarlo collegato all’interno del case e utilizzarlo come dispositivo per l’archiviazione dei dati. In questo caso, però, dopo aver riacceso il computer, dovrai accedere al BIOS e impostare il boot dall’unità SSD (altrimenti, il computer continuerà ad avviarsi dal "vecchio" disco). Una volta compiuta quest’operazione, potrai tranquillamente formattare l’hard disk interno e impiegarlo come più ritieni opportuno.

In alternativa, puoi anche rimuovere il disco fisso e riciclarlo trasformandolo in un disco esterno, come già visto nella sezione precedente.

Come installare SSD su Mac

Come installare SSD su Mac

Possiedi un Mac e intendi installare un nuovo disco SSD al suo interno? Perfetto, allora questa è la sezione del tutorial che più fa al caso tuo. Dopo aver provveduto alla clonazione di macOS, identifica lo slot d’espansione per il disco sulla scocca dell’iMac, se usi un computer fisso, oppure rimuovi i gommini presenti nella parte inferiore del MacBook, se hai un portatile, così da mostrare le viti di fissaggio del pannello.

Dopo aver rimosso lo sportellino o il pannello, individua il vecchio disco e rimuovilo dall’alloggiamento, facendo attenzione alle viti di fissaggio. In base al modello di Mac in tuo possesso, potresti trovarti davanti un classico slot SATA, oppure a uno slot M.2 proprietario.

Nota: anche in questo caso, se non sei sicuro di ciò che stai per fare, chiedi aiuto a una persona competente in materia per agire in tutta sicurezza.

Mac con SATA

Come installare SSD

Per i Mac che dispongono di uno slot SATA, l’installazione è abbastanza semplice: solleva verso l’alto la parte del disco non connessa allo slot, quindi sposta delicatamente il disco di lato per rimuoverlo. Allo stesso modo, posiziona l’SSD nello slot, fissalo in posizione e assicurati di avvitare nuovamente tutte le viti necessarie.

Mac con M.2

Come installare SSD

Se possiedi un Mac recente, la memoria interna potrebbe già essere una veloce unità M.2, adattata per poter essere utilizzata correttamente sul sistema operativo Apple. Tieni però presente che, per poter utilizzare un SSD M.2 diverso da quelli forniti da Apple, dovrai necessariamente usare un apposito adattatore, come quelli che ti mostro qui sotto.

ZOUCY Scheda Adattatore convertitore M.2 NGFF SATA SSD per Apple MacBo...
Vedi offerta su Amazon
LeHang Adapter Card to M.2 NGFF X4 2013-2015 Apple MacBook Air PRO Ret...
Vedi offerta su Amazon

Per sostituire l’SSD, svita le viti di fissaggio del pannello o dello sportellino dedicato al disco, accedi alla scheda logica e identifica lo slot M.2. Rimuovi, dunque, le viti di fissaggio del disco, sfilalo tirandolo verso il lato opposto del connettore, con delicatezza, dunque, collega l’adattatore al nuovo SSD ed effettua i passaggi inversi per connettere il tutto al Mac.

Come installare SSD su portatile

Se possiedi un "classico" notebook dotato di Windows o di altro sistema operativo diverso da macOS, i passaggi da seguire sono molto simili a quelli visti per i MacBook, con l’unica differenza che, in questo caso, non sono richiesti adattatori.

Portatili con SATA

Come installare SSD

Se il portatile dispone di uno slot d’espansione SATA, per poter effettuare l’aggiornamento, devi prima di tutto spegnere il computer, rimuovere la presa di corrente e la batteria (se rimovibile), quindi individuare le viti di fissaggio dello sportellino d’espansione SATA (presente nella parte inferiore del portatile, identificato solitament, da un’icona a forma di disco) e rimuoverle.

In seguito, solleva verso l’alto lo sportellino, rimuovi le viti che tengono il vecchio disco in posizione, quindi tira il case portadisco verso l’alto utilizzando l’apposita linguetta, così da poter sfilare il disco con un semplice movimento laterale (nella direzione opposta rispetto al connettore).

Dopo aver rimosso il case portadisco, svita le viti che tengono in posizione il vecchio disco e posiziona il nuovo SSD al suo posto. Riavvita quindi le viti di fissaggio al case, posiziona quest’ultimo all’interno del computer, facendo coincidere i connettori, quindi richiudi tutto posizionando le viti di fissaggio e di chiusura dello sportello, come erano in principio.

Prova ora ad avviare il computer: dovresti notare subito la differenza, con un avvio e un’esecuzione dei programmi molto più veloce rispetto a prima.

Portatili con M.2

Come installare SSD

Se il tuo portatile supporta M.2, dopo averlo spento e scollegato da alimentazione e/o batteria, individua lo sportello d’espansione del disco oppure svita l’intero pannello inferiore del portatile, così da accedere allo slot M.2.

Dopo aver individuato la vecchia scheda, rimuovi la vite di fissaggio e trascina la scheda nel senso opposto rispetto a quello del connettore, sfilandola con facilità. Effettuando il movimento opposto, installa nel computer la nuova scheda M.2 e riposiziona tutte le viti di fissaggio, lo sportellino o il pannello rimosso in precedenza. Infine, fai una prova avviando il portatile e controllando che il sistema parta regolarmente.