Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come formattare hard disk

di

Da qualche giorno questa parte hai come l'impressione che il tuo hard disk abbia cominciato a dare qualche problema, un tuo amico ti ha detto che potresti provare a risolvere formattandolo, ma non sai proprio dove mettere le mani? Beh, se le cose stanno così, sappi che formattare hard disk è estremamente semplice, molto più di quello che tu possa pensare e leggendo questa guida di certo te ne renderai conto!

Prima di spiegarti come procedere, voglio però specificarti una cosa: le indicazioni da seguire sono leggermente diverse a seconda del sistema operativo in uso sul tuo computer. Per cui, se utilizzi un PC basato su Windows dovrai attenerti a delle istruzioni, mentre se desideri formattare un disco fisso usando un Mac la procedura da seguire sarà un'altra.

Altra cosa importante da fare preventivamente è scegliere il file system da utilizzare per il disco. Dal file system, infatti, dipendono la compatibilità dell'hard disk con i vari sistemi e dispositivi, la grandezza massima dei singoli file che si possono archiviare su quest'ultimo e il modo in cui vengono gestiti i file sullo stesso. Definito ciò, prenditi qualche minuto di tempo libero e dedicati alla lettura delle seguenti righe per scoprire che cosa bisogna fare.

Indice

Informazioni preliminari

Come formattare hard disk

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a spiegare come formattare hard disk, ci sono alcune informazioni preliminari, al riguardo, che è mio dovere fornirti per permetterti di avere le idee perfettamente chiare sull'argomento.

Innanzitutto, visto che la formattazione di un disco comporta la cancellazione di tutti i dati presenti su di esso, se l'hard disk relativamente al quale desideri andare ad agire custodisce dei file per te importanti, provvedi a crearne delle copie di backup, come ti ho spiegato nel mio tutorial su come eseguire un backup dei dati.

Altra operazione fondamentale che devi compiere è la scelta del file system da utilizzare sul disco. Come già accennato in apertura del post, il file system è quello che determina la compatibilità del disco con i vari sistemi e dispositivi, la grandezza massima dei singoli file che si possono archiviare su quest'ultimo e il modo in cui i file vengono gestiti sul drive. Di seguito, dunque, ti illustro i principali file system disponibili e le loro caratteristiche più importanti.

  • FAT32 – si tratta del file system più datato tra quelli usati attualmente, ma anche del più diffuso. Ha diversi difetti, come l'impossibilità di gestire singoli file più grandi di 4 GB e la tendenza a frammentare parecchio i dati (il che ne allunga i tempi di accesso e lettura), ma è davvero “universale”, in quanto supportato praticamente da qualsiasi dispositivo e sistema operativo. Te lo consiglio solo se hai bisogno di un disco da usare con tantissimi device o sistemi operativi diversi e/o se hai esigenze specifiche relative all'uso del disco su un dispositivo che supporta solo il file system FAT32.
  • NTFS – è il file system predefinito di Windows. Non gode dello stesso supporto del FAT32 (ad esempio, sui Mac è supportato solo in lettura, per usarlo in scrittura bisogna ricorrere a dei driver di terze parti), ma ha prestazioni migliori, è meno soggetto alla frammentazione e non ha il limite dei 4 GB per file. È ideale se devi usare il disco prevalentemente con dei PC Windows.
  • ExFAT – come facilmente intuibile, si tratta di una versione evoluta del FAT32, la quale è supportata da una vasta gamma di dispositivi e sistemi operativi (anche se leggermente meno rispetto al vecchio FAT32) e non ha il limite dei 4 GB per file. È la scelta giusta se devi usare il disco su più sistemi operativi e dispositivi e devi archiviare su di esso file più grandi di 4GB.
  • APFS e HFS/HFS+ — sono i file system dei Mac. APFS è più recente e offre prestazioni migliori, soprattutto con gli SSD. In ogni caso, ti consiglio entrambi solo se devi usare il tuo disco esclusivamente con dei Mac, altrimenti scegli ExFAT o FAT32 (sebbene sia possibile usare i drive HFS su Windows tramite software di terze parti).
  • EXT3/EXT4 – sono i file system usati da Linux, quindi vanno presi in considerazione solo se si sta formattando un disco da usare con il sistema operativo del “pinguino” (anche se, tramite software di terze parti, è possibile accedere a essi anche da Windows).

Tieni altresì presente che la formattazione dei dischi può avvenire con almeno due differenti modalità: veloce/al volo oppure completa/sicura. Con la prima, vengono eliminate soltanto le tabelle che fanno da “indice” per i file archiviati, dunque il sistema operativo crede che i dati non siano presenti e contrassegna come disponibile lo spazio su disco. I file restano però archiviati, vengono sovrascritti poco alla volta che il disco viene usato e solitamente possono essere recuperati anche dopo la loro eliminazione, adoperando software specifici. Per l'attuazione di questa procedura solitamente sono richiesti pochi secondi.

La formattazione sicura, invece, elimina fisicamente sia le tabelle che i dati, sovrascrivendo questi ultimi con il carattere “0” (zero) o con caratteri casuali per una o più volte consecutive: in tal maniera i dati vengono resi praticamente irrecuperabili. Questo tipo di formattazione può richiedere molto tempo, tutto dipende dalla grandezza del disco e dai cicli di sovrascrittura necessari.

Come formattare hard disk esterno

Ora che hai le idee più chiare, direi che possiamo finalmente passare all'azione e andare a scoprire come formattare hard disk esterno. Qui sotto trovi spiegato come riuscirci agendo sia mediante Windows che tramite macOS.

Come formattare hard disk: Windows

Come formattare hard disk

Se vuoi scoprire come formattare hard disk usando un PC con su installato Windows, la prima cosa che devi fare è aprire Esplora File, facendo clic sulla relativa icona (quella con la cartella gialla) presente sulla barra delle applicazioni. Nella finestra che si apre sul desktop, seleziona la voce Questo PC collocata nella barra laterale di sinistra, dopodiché fai clic destro con il mouse sull'icona dell'hard disk (o della partizione) che intendi formattare e, dal menu che andrà ad aprirsi, seleziona la voce Formatta.

Nella nuova finestra visualizzata, seleziona il file system che intendi utilizzare per formattare il disco dall'apposito menu a tendina File system, digita il nome che desideri assegnare all'unità nel campo Etichetta di volume e clicca sul pulsante Avvia per avviare l'operazione.

Le tempistiche necessarie affinché l'operazione venga portata a termine possono variare in base alle dimensioni dell'hard disk e alla quantità di dati archiviati sullo stesso. Lasciando però selezionata la casella accanto alla voce Formattazione veloce visibile nella finestra di cui sopra il processo verrà portato a termine in pochi secondi, ma l'hard disk non verrà controllato sino alla fine, il che significa che non sarà verificata l'integrità del disco e che non saranno individuati eventuali settori danneggiati. Se vuoi fare in modo che l'hard disk venga controllato nella sua interezza, deseleziona l'opzione.

In alternativa alla procedura che ti ho appena indicato, puoi formattare hard disk con Windows agendo dall'utility Gestione Disco presente “di serie” nel sistema operativo Microsoft. Rappresenta la soluzione ideale se, ad esempio, il disco o la partizione da formattare non compaiono in Esplora File, in quanto non associati ad alcuna lettera di unità, o se si vogliono cancellare le partizioni di un disco, per riunirlo.

Per potertene servire, fai clic sul pulsante Start (quello con il logo di Windows) che trovi sulla barra delle applicazioni, digita “gestione disco” nel menu che si apre e fai clic sulla voce Crea e formatta le partizioni del disco rigido presente nei risultati della ricerca.

Nella finestra principale di Gestione Disco che a questo punto ti viene mostrata sul desktop, fai clic destro con il mouse sull'icona dell'hard disk o della partizione che vuoi formattare e scegli la voce Formatta dal menu che si apre.

Adesso, seleziona il file system con cui formattare il disco, digita il nome che vuoi assegnare a quest'ultimo nel campo Etichetta di volume, regola le impostazioni relative alle dimensioni unità di allocazione tramite l'apposito menu a tendina (se non sai dove mettere le mani, lascia attive le impostazioni predefinite) e clicca sul pulsante OK per avviare la formattazione dell'unità.

Se, invece, quello che vuoi fare è cancellare una singola partizione, fai clic destro sul riquadro relativo a quest'ultima e seleziona la voce Elimina volume dal menu che si apre. Premi quindi sul tasto in risposta all'avviso che compare sullo schermo.

A cancellazione completata, provvedi ad assegnare lo spazio non allocato rilasciato dalla partizione eliminata a una delle partizioni adiacenti, facendo clic destro con il mouse sul riquadro della partizione da estendere e scegliendo la voce Estendi volume dal menu che si apre. Per maggiori dettagli sull'intera procedura, leggi le indicazioni contenute nel mio tutorial su come estendere una partizione.

Come formattare hard disk: Mac

Utility Disco macOS

Se hai l'esigenza di formattare hard disk agendo da Mac, sappi che puoi effettuare questa operazione usando Utility Disco, lo strumento integrato “di serie” in macOS, grazie al quale è possibile formattare e masterizzare dischi ed eseguire numerose altre operazioni.

Puoi accedere a Utility Disco facendo doppio clic sulla relativa icona (quella con il disco fisso e lo stetoscopio) che trovi nella finestra accessibile recandoti prima sulla scrivania, poi la dicitura Vai nella parte in alto a sinistra e scegliendo la voce Utility dal menu che compare.

Una volta visualizzata la schermata di Utility Disco sulla scrivania, fai clic sul nome dell'hard disk (o della partizione) che desideri formattare nella barra laterale di sinistra (se non è visibile, clicca prima sul tasto Vista in alto a sinistra e scegli la voce Mostra barra laterale), dopodiché clicca sul pulsante Inizializza collocato in alto.

Seleziona ora il file system che intendi utilizzare per formattare l'hard disk indicandolo dal menu a tendina Formato. Successivamente, digita il nome che vuoi assegnare al disco nel campo Nome, seleziona l'opzione corretta dal menu a tendina Schema e fai clic sul pulsante Inizializza per avviare l'operazione.

La procedura verrà quindi avviata e, ovviamente, più è capiente l'hard disk da formattare e più lunga risulterà la procedura di inizializzazione. Un altro fattore che influisce significativamente sulla durata del processo è il grado di sicurezza con il quale viene eseguita la formattazione. Utility Disco permette di regolare facilmente questa impostazione, facendo clic preventivamente sul tasto Opzioni di sicurezza e spostando la barra di regolazione apposita: in tutto ci sono quattro modalità di durata e sicurezza crescenti fra cui scegliere. Conferma poi la scelta fatta premendo sul tasto OK.

Se hai necessità di formattare un hard disk suddiviso in più partizioni, seleziona l'icona del drive dalla barra laterale di Utility Disco, clicca sul tasto Partiziona e utilizza il grafico a torta per selezionare le partizioni da eliminare, cliccando sul pulsante (-) che si trova in basso a sinistra. Per approfondimenti, ti suggerisco la lettura della mia guida su come unire due partizioni su Mac.

Come formattare hard disk esterno non riconosciuto

Come formattare hard disk esterno non riconosciuto

Hai collegato un disco fisso al tuo PC Windows, ma non riesci a effettuarne il reset perché non correttamente visibile dal sistema e, dunque, ti piacerebbe capire come formattare hard disk esterno non riconosciuto? In tal caso, puoi tentare di far fronte alla cosa impiegando l'utility Gestione disco. Per avviarla, fai clic sul pulsante Start (quello con il logo di Windows) che trovi sulla barra delle applicazioni, digita “gestione disco” nel menu che si apre e fai clic sulla voce Crea e formatta le partizioni del disco rigido presente nei risultati della ricerca.

Nella finestra comparsa sul desktop, osserva il grafico in basso e individua il nome dell'hard disk esterno: se è colorato di blu e quindi presenta già una partizione, è probabile che Windows non sia riuscito ad assegnargli una lettera di unità e, di conseguenza, non riesca a riconoscerlo.

Per risolvere, fai clic destro con il mouse sulla barra che lo rappresenta, seleziona la voce Cambia lettera e percorso di unità e clicca sui pulsanti Aggiungi e OK, per associare una lettera al disco e renderlo accessibile da Windows.

Se tutto è andato per il verso giusto, il sistema operativo dovrebbe ora riconoscere l'hard disk, dunque puoi procedere con la formattazione seguendo le istruzioni che ti ho fornito nel passo precedente.

Se, invece, il grafico del disco è colorato di nero, vuol dire che il dispositivo non è stato riconosciuto a causa dell'assenza di una partizione utilizzabile: in questo caso, puoi rendere il disco attivo creando un nuovo volume e una nuova partizione principale.

Per riuscirci, fai clic destro sulla barra che lo rappresenta, clicca sulla voce Nuovo volume semplice nel menu contestuale visualizzato, premi sul tasto Avanti per tre volte consecutive e, in seguito, specifica il file system e l'etichetta di volume da usare per riconoscerlo. In conclusione, seleziona l'opzione Esegui formattazione veloce e premi sui pulsanti Avanti e Fine.

Per quanto riguarda macOS, se l'hard disk che vuoi formattare non risulta essere riconosciuti dal sistema, invece che formattarlo come ti ho spiegato nel passo precedente puoi provare a risolvere usando Diskutil, un pratico fruibile programma da linea di comando progettato eseguire la formattazione dei supporti per l'archiviazione collegati al Mac.

Per potertene servire, recati sulla scrivania, clicca sul menu Vai in alto a sinistra, poi sulla voce Utility e successivamente sull'icona del Terminale (quella con la finestra nera la riga di codice) presente nella finestra visualizzata.

Nella schermata che compare, impartisci il comando diskutil list seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera del Mac e, aiutandoti con le dimensioni (specificate nel campo SIZE) e con la dicitura external, physical (che denota i dischi esterni), riconosci il disco relativamente al quale vuoi andare ad agire e annota il suo identificativo (es. disk1),

Ora, per avviare l'operazione di formattazione, digita il comando diskutil eraseDisk FAT32 NomeDisco disk1 (avendo cura di sostituire a FAT32 il file system da usare, a NomeDisco il nome che intendi assegnargli, a disk1 l'identificativo ottenuto in precedenza) seguito sempre dalla pressione di Invio. Attendi quindi la comparsa della dicitura Finished erase on disk1, scollega e ricollega il tuo disco, e accertati che macOS adesso lo riconosca correttamente

Per ulteriori approfondimenti riguardo le pratiche che ti ho descritto in questo passo, puoi leggere la mia guida specifica su come formattare un hard disk esterno non riconosciuto.

Come formattare hard disk interno

Se, invece, quello che ti interessa fare è andare a formattare hard disk interno, le indicazioni alle quali devi attenerti sono quelle che trovi qui sotto. Anche in tal caso, non temere, non si tratta di un'operazione complessa.

Come formattare hard disk con sistema operativo

Come formattare un PC portatile

Quello che desideri fare è andare a formattare hard disk con sistema operativo del tuo computer? Puoi riuscirci, ovviamente, ma la procedura differisce rispetto a quella che va adottata per intervenire su un disco esterno.

Se possiedi un PC Windows, puoi riuscire nel tuo intento seguendo le istruzioni che ti ho fornito nelle mie guide specifiche su come scaricare Windows 11 e come formattare Windows 10, se stai usando macOS le indicazioni da seguire sono quelle che trovi nel mio tutorial su come formattare un Mac, mentre se utilizzi Linux puoi trovare indicazioni utili al riguardo nel mio articolo su come installare Ubuntu che è dedicato a una delle distro Linux più diffuse e apprezzate presenti in circolazione.

Come formattare hard disk dal BIOS

Come formattare hard disk

Non riesci a effettuare la formattazione del tuo hard disk agendo come ti ho già spiegato e, dunque, vorresti capire come formattare hard disk dal BIOS? Ti comunico che puoi riuscirci in due differenti modi: adoperando gli strumenti salvati sull'eventuale partizione nascosta di cui il computer è dotato oppure andando a utilizzare un CD o una chiavetta USB di ripristino. Per maggiori approfondimenti al riguardo, ti rimando alla lettura del mio articolo su come formattare un PC dal BIOS.

Come formattare hard disk per PS4

PS4

Ti stai domandando come formattare hard disk esterno per PS4? In tal caso, ti comunico che si tratta di un'operazione che può essere compiuta direttamente dalla impostazioni della console, in maniera incredibilmente semplice, come ti ho spiegato in dettaglio nella mia guida dedicata in maniera specifica proprio a come formattare PS4.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.