Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come formattare hard disk

di

Da qualche giorno questa parte hai come l’impressione che il tuo hard disk abbia cominciato a dare qualche problema, un tuo amico ti ha detto che potresti provare a risolvere formattandolo ma non sai proprio dove mettere le mani? Beh, se le cose stanno così, sappi che formattare un hard disk è estremamente semplice, molto più di quello che tu possa pensare… e leggendo questa guida di certo te ne renderai conto!

Prima di spiegarti come fare per formattare gli hard disk, voglio però specificarti una cosa: la procedura da seguire è leggermente diversa a seconda del sistema operativo in uso sul tuo computer. In soldoni questo sta a significare che se utilizzi un PC basato su Windows dovrai attenerti a delle indicazioni mentre se desideri formattare hard disk usando un Mac la procedura da seguire sarà un’altra.

Altra cosa importante da fare prima di formattare un hard disk è scegliere il file system da utilizzare su quest'ultimo. Dal file system, infatti, dipendono la compatibilità del disco con i vari sistemi e dispositivi, la grandezza massima dei singoli file che si possono archiviare su quest'ultimo e il modo in cui vengono gestiti i file sullo stesso. Definito ciò, prenditi qualche minuto di tempo libero e dedicati alla lettura delle seguenti righe per poter scoprire che cosa bisogna fare per formattare correttamente un hard disk.

Indice

Operazioni preliminari

Come formattare hard disk

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e di scoprire, insieme, come formattare un hard disk, lascia che ti dia qualche "dritta" per affrontare al meglio questa procedura.

Innanzitutto, visto che la formattazione di un disco comporta la cancellazione di tutti i dati presenti su di esso, se il disco che intendi formattare custodisce dei file per te importanti, provvedi a crearne delle copie di backup.

Altra operazione fondamentale che devi compiere è la scelta del file system da utilizzare sul disco. Come già accennato in apertura del post, il file system è quello che determina la compatibilità del disco con i vari sistemi e dispositivi, la grandezza massima dei singoli file che si possono archiviare su quest'ultimo e il modo in cui vengono i file vengono gestiti sul drive. Di seguito, dunque, ti illustro i principali file system disponibili e le loro caratteristiche più importanti.

  • FAT32 – si tratta del file system più datato tra quelli usati attualmente, ma anche del più diffuso. Ha diversi difetti, come l'impossibilità di gestire singoli file più grandi di 4GB e la tendenza a frammentare parecchio i dati (il che ne allunga i tempi di accesso e lettura), ma è davvero "universale", in quanto supportato praticamente da qualsiasi dispositivo e sistema operativo. Te lo consiglio solo se hai bisogno di un disco da usare con tantissimi device o sistemi operativi diversi e/o se hai esigenze specifiche relative all'uso del disco su un dispositivo che supporta solo il file system FAT32.
  • NTFS – è il file system predefinito di Windows. Non gode dello stesso supporto del FAT32 (ad esempio, sui Mac è supportato solo in lettura, per usarlo in scrittura bisogna ricorrere a dei driver di terze parti), ma ha prestazioni migliori, è meno soggetto alla frammentazione e non ha il limite dei 4GB per file. Ideale se devi usare il disco prevalentemente con dei PC Windows.
  • ExFAT – come facilmente intuibile, si tratta di una versione evoluta del FAT32, la quale è supportata da una vasta gamma di dispositivi e sistemi operativi (anche se leggermente meno rispetto al vecchio FAT32) e non ha il limite dei 4GB per file. La scelta giusta se devi usare il disco su più sistemi operativi e dispositivi e devi archiviare su di esso file più grandi di 4GB.
  • HFS/HFS+ e APFS – sono i file system dei Mac. APFS è più recente e offre prestazioni migliori, soprattutto con gli SSD. In ogni caso, ti consiglio entrambi solo se devi usare il tuo disco esclusivamente con dei Mac, altrimenti scegli ExFAT o FAT32 (sebbene sia possibile usare i drive HFS su Windows tramite software di terze parti).
  • EXT3/EXT4 – sono i file system usati da Linux, quindi vanno presi in considerazione solo se si sta formattando un disco da usare con il sistema operativo del "pinguino" (anche se, tramite software di terze parti, è possibile accedere ad essi anche da Windows).

Adesso che hai le idee più chiare su quale file system scegliere, direi che possiamo passare all'azione e vedere come formattare un disco. La procedura da seguire vale sia per i dischi interni che per quelli esterni, così come per gli SSD e finanche le chiavette USB. Buon lavoro!

Formattare un hard disk su Windows

Se vuoi scoprire come formattare un hard disk usando Windows, la prima cosa che devi fare è aprire Esplora File (la cartella gialla collocata sulla barra delle applicazioni). Fatto ciò, clicca sulla voce Questo PC (o Computer) collocata nella barra laterale di sinistra, dopodiché fai clic con il tasto destro del mouse sull’icona dell’hard disk (o della partizione) che intendi formattare e, dal menu che andrà ad aprirsi, seleziona la voce Formatta.

Come formattare hard disk Windows

Nella finestra che a questo punto ti verrà mostrata, seleziona il file system che intendi utilizzare per formattare il disco dall’apposito menu a tendina (NTFS, ExFAT o FAT32), digita poi il nome che desideri assegnare all’unità nel campo Etichetta di volume e clicca sul pulsante Avvia per avviare l’operazione.

Le tempistiche necessarie affinché l’operazione venga portata a termine possono variare in base alle dimensioni dell’hard disk ed alla quantità di dati archiviati sullo stesso. Tuttavia mantenendo il segno di spunta accanto alla voce Formattazione veloce visibile nella finestra visualizzata dopo aver cliccato su Formatta, il processo verrà portato a termine in pochi secondi. In questo modo però l’hard disk non verrà controllato sino alla fine il che significa che non sarà verificata l’integrità del disco e che non saranno individuati eventuali settori danneggiati. Per fare in modo che l’hard disk venga controllato nella sua interezza basta togliere il segno di spunta dalla voce Formattazione veloce.

Come formattare hard disk Windows

In alternativa alla procedura che ti ho appena indicato, puoi formattare un hard disk con Windows anche agendo dall'utility Gestione Disco presente "di serie" nel sistema operativo Microsoft (soluzione ideale se, ad esempio, il disco o la partizione da formattare non compaiono in Esplora File, in quanto non associati ad alcuna lettera di unità, o se si vogliono cancellare le partizioni di un disco, per riunirlo).

Clicca, quindi, sul pulsante Start (l'icona della bandierina collocata nell'angolo in basso a sinistra dello schermo), cerca "gestione disco" nel menu che si apre e fai clic sulla voce Crea e formatta le partizioni del disco rigido presente nei risultati della ricerca.

Nella finestra principale di Gestione Disco, clicca con il tasto destro del mouse sull’icona dell'hard disk o della partizione che vuoi formattare e poi scegli la voce Formatta dal menu che si apre.

Come formattare hard disk Windows

Ora, seleziona il file system con cui formattare il disco (NTFS, ExFAT o FAT32), digita il nome che vuoi assegnare a quest'ultimo nel campo Etichetta di volume, regola le impostazioni relative alle dimensioni unità di allocazione tramite l'apposito menu a tendina (se non sai dove mettere le mani, lascia attive le impostazioni predefinite) e clicca sul pulsante OK per avviare la formattazione dell'unità.

Come formattare hard disk Windows

Se non è tua intenzione formattare un hard disk esterno collegato al computer ma vorresti formattare quello su sui è presente Windows ti suggerisco di leggere la mia guida su come formattare il PC.

Se, invece, vuoi cancellare una singola partizione, fai clic destro sul riquadro relativo a quest'ultima e seleziona la voce Elimina volume dal menu che si apre. Rispondi quindi all'avviso che compare sullo schermo e, a cancellazione completata, provvedi ad assegnare lo spazio non allocato rilasciato dalla partizione eliminata a una delle partizioni adiacenti.

Per fare ciò, fai clic destro sul riquadro della partizione da estendere e seleziona la voce Estendi volume dal menu che si apre. Per maggiori dettagli sull'intera procedura, leggi le indicazioni contenute nel mio tutorial su come estendere una partizione.

Soluzioni alternative

MiniTool Partition Wizard Free Edition

Se le soluzioni incluse "di serie" in Windows non ti soddisfano o hai bisogno di formattare un'unità usando dei file system diversi rispetto a NTFS, ExFAT e FAT32 (ad esempio EXT3 ed EXT4 di Linux), puoi rivolgerti a soluzioni alternative, come ad esempio MiniTool Partition Wizard Free Edition, uno dei migliori programmi di partizionamento disponibili in ambito gratuito.

Per scaricare MiniTool Partition Wizard Free Edition sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Download. Dopodiché avvia l'eseguibile appena scaricato (pwxx-free.exe) e, nella finestra che si apre, fai clic prima su e poi su OK. Metti, quindi, il segno di spunta accanto alla voce I accept the agreement, premi su Next per quattro volte consecutive, togli la spunta dalle voci relative all'installazione di software aggiuntivi (es. Opera Browser) e concludi il setup cliccando prima su Next e poi su Install e Finish.

Ora, avvia MiniTool Partition Wizard Free Edition tramite la sua icona presente sul desktop di Windows, rispondi all'avviso che compare sullo schermo, clicca sul riquadro MiniTool Partition Wizard Free e seleziona la partizione che desideri formattare (se il disco ha una sola partizione, seleziona quella). Fatto ciò, clicca sulla voce Format partition che si trova nella barra laterale di sinistra e, nella finestra che si apre, scegli il file system da utilizzare, usando l'apposito menu a tendina. Puoi scegliere tra FAT32, ExFAT, NTFS, EXT2, EXT3 ed EXT4 (oltre che il formato partizione swap per Linux, in caso di disco interno destinato all'installazione di Linux).

Per finire, digita il nome che vuoi assegnare alla partizione nel campo Partition label e clicca prima sul pulsante OK (in basso a destra) e poi sul pulsante Apply (in alto a sinistra) per avviare la procedura di formattazione dell'unità. Rispondi in maniera affermativa a tutti i messaggi che compaiono sullo schermo.

Se vuoi cancellare una singola partizione, puoi selezionarla dal menu principale di MiniTool Partition Wizard Free Edition e cliccare sulla voce Delete partition collocata nella barra laterale di sinistra. Dopodiché seleziona una delle partizioni rimanenti ed estendila, selezionando la voce Extend partition dalla barra laterale di sinistra (la partizione deve essere adiacente allo spazio non allocato ottenuto dalla partizione cancellata). Infine, per applicare i cambiamenti, clicca sul pulsante Apply collocato in alto a sinistra e rispondi in maniera affermativa a tutti gli avvisi che compaiono sullo schermo.

Formattare un hard disk su Mac

Se hai l’esigenza di formattare hard disk usando un Mac, sappi che puoi effettuare questa operazione sfruttando Utility Disco, lo strumento integrato "di serie" in macOS, grazie al quale è possibile formattare e masterizzare dischi ed eseguire numerose altre operazioni. Puoi accedere a Utility Disco dalla cartella Altro del Launchpad, pigiando sulla voce Vai della barra dei menu e poi su Applicazionioppure cercando l’applicazione mediante Spotlight.

Dopo aver avviato Utility Disco, fai clic sul nome dell’hard disk (o della partizione) che desideri formattare nella barra laterale di sinistra, dopodiché pigia sul pulsante Inizializza collocato in alto.

Come formattare hard disk Mac

Seleziona ora il file system che intendi utilizzare per formattare l’hard disk indicandolo dal menu a tendina Formato: APFS, MacOS esteso journaled (che sarebbe HFS+), MS-DOS FAT (che sarebbe FAT32), ExFAT o Microsoft NTFS (disponibile solo se sul sistema sono presenti driver NTFS di terze parti). Successivamente, digita il nome che vuoi assegnare al disco nel campo Nome e poi fai clic sul pulsante Inizializza per avviare l’operazione. Come schema, se stai formattando in FAT32, ExFAT o NTFS è consigliabile scegliere Master Boot Record (MBR).

Come formattare hard disk Mac

Entro qualche secondo, l'operazione verrà portata a termine. Naturalmente, più è capiente l’hard disk da formattare e più lunga risulterà la procedura di inizializzazione.

Tieni conto del fatto che un altro fattore che influisce significativamente sulla durata del processo di formattazione dell’hard disk è il grado di sicurezza con il quale viene eseguita l’operazione, vale a dire il numero di volte che i dati presenti sul disco rigido formattato vengono sovrascritti.

Come probabilmente già saprai, infatti, più volte un file viene sovrascritto e minori diventano le possibilità che quest’ultimo possa essere recuperato attraverso software ad hoc per il recupero di dati cancellati te ne ho parlato nella mia guida su come recuperare file cancellati).

Utility Disco di macOS permette di regolare facilmente questa impostazione. Se ti stai chiedendo come, prima di avviare la procedura per formattare hard disk usando Mac fai clic sul pulsante Opzioni di sicurezza. Fatto ciò, ti verrà mostrata una barra di regolazione che ti permetterà di scegliere se eseguire una formattazione molto veloce ma poco sicura (ossia che consente abbastanza facilmente il recupero dei dati cancellati) oppure molto sicura ma più lenta. In tutto ci sono quattro modalità di durata e sicurezza crescenti fra cui scegliere.

Come formattare hard disk

Il resto della procedura va eseguito in maniera analoga a quanto già visto prima ovvero scegliendo nome e file system da usare per l’hard disk e cliccando poi per due volte consecutive sul pulsante Inizializza.

Se non è tua intenzione formattare un hard disk esterno collegato al Mac, bensì vorresti formattare il disco su cui è presente macOS, ti suggerisco di leggere la mia guida su come formattare un Mac.

Altre soluzioni utili

GParted

Se le soluzioni elencate in precedenza non ti hanno soddisfatto o, ad esempio, hai bisogno di agire sulle partizioni di sistema, potresti provare GParted: si tratta di una distro Linux che, al suo interno, include un avanzato strumento di gestione dei dischi. Supporta tutti i tipi di dischi e i file system più diffusi, tra cui FAT32, exFAT, NTFS e HFS/HFS+, e si avvia comodamente da chiavetta USB o CD/DVD. Te ne ho parlato più in dettaglio nel mio tutorial su come estendere una partizione.