Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come formattare exFAT

di

Hai mai sentito parlare di exFAT o FAT64? Si tratta di un file system pensato per le chiavette USB (e più in generale per le unità portatili) che rappresenta una valida alternativa ai ben più noti FAT32 ed NTFS. Come vantaggi rispetto al file system FAT32 offre la possibilità di gestire file più grandi di 4GB (più precisamente fino a 16EB), mentre si fa preferire all'NTFS per la sua piena compatibilità con i sistemi Mac e con dispositivi quali Smart TV, decoder multimediali, console per videogiochi ecc. sia in lettura che in scrittura.

Se hai l'esigenza di scambiare file di grosse dimensioni fra PC Windows, Mac e altri dispositivi come quelli menzionati in precedenza, non c'è file system più flessibile e affidabile al quale tu possa rivolgerti, credimi. Come dici? Saresti interessato a formattare le tue unità in exFAT ma non sai qual è la procedura corretta da seguire? Nessun problema. Prenditi cinque minuti di tempo libero, leggi le indicazioni che sto per proporti e in men che non si dica imparerai come formattare exFAT sia su Windows che su macOS e Linux.

Ti ricordo che la formattazione di un drive comporta la completa cancellazione delle informazioni presenti in esso, quindi prima di procedere assicurati che la chiavetta, l'hard disk o la partizione che stai per formattare in exFAT non contenga dati di cui hai ancora bisogno. Fatta anche questa doverosa precisazione, non ci resta che rimboccarci le maniche e metterci all'opera!

Indice

Formattare exFAT su Windows

Se utilizzi un PC Windows, puoi formattare chiavette e dischi in exFAT sfruttando le funzioni di formattazione incluse nel sistema operativo Microsoft. Il primo passo che devi compiere è collegare l'unità da formattare al computer, dopodiché devi aprire l'Esplora File (l'icona della cartella gialla collocata in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni) e selezionare la voce Computer/Questo PC dalla barra laterale di sinistra. A questo punto, fai click destro sull'icona dell'unità da formattare e seleziona la voce Formatta dal menu che compare. Nella finestra che si apre, scegli la voce exFAT dal menu a tendina File system, digita il nome che vuoi assegnare al volume nel campo Etichetta di volume e clicca sul bottone Avvia per avviare la formattazione del drive.

Come formattare exFAT

Windows utilizza di default la formattazione veloce per trattare chiavette USB e dischi, questo significa che rimuove tutti i dati dall'unità senza però controllarne l'integrità. Se vuoi che in seguito alla formattazione venga analizzato il volume in maniera più accurata per individuare eventuali settori danneggiati, rimuovi la spunta dalla voce Formattazione veloce. Sappi però che così facendo aumenterai di molto i tempi necessari per la formattazione.

Procedura alternativa

Il drive che vuoi formattare in exFAT non viene visualizzato nell'Esplora File di Windows? Non vuoi formattare l'intero drive ma solo una partizione di quest'ultimo? Nessun problema. Rivolgendoti all'utility Gestione Disco inclusa in Windows puoi risolvere facilmente questi problemi e formattare le tue unità in exFAT senza passare per l'Esplora File.

Per accedere all'utility Gestione Disco di Windows, fai clic sul pulsante Start (l'icona della bandierina collocata nell'angolo in basso a sinistra dello schermo), digita partizioni nel menu che si apre e seleziona la voce Crea e formatta le partizioni del disco rigido dai risultati della ricerca.

Come formattare exFAT

Nella finestra che si apre, fai clic destro sul riquadro relativo alla partizione da formattare (se l'unità è composta da una singola partizione, seleziona il riquadro relativo a quest'ultima), seleziona la voce Formatta dal menu che compare e rispondi all'avviso che compare sullo schermo.

Dopodiché imposta l'opzione exFAT nel menu a tendina File System, digita il nome che desideri assegnare alla partizione o all'unità che stai formattando nel campo Etichetta di volume, scegli se effettuare o meno una formattazione veloce selezionando o deselezionando l'apposita opzione e pigia sul pulsante OK per completare l'operazione.

Come formattare exFAT

Formattare in exFAT in maniera sicura

Come ho avuto modo di spiegarti in numerose occasioni, quando si formatta un'unità, i dati presenti all'interno di quest'ultima non vengono realmente cancellati. L'unità (sia essa un hard disk, una chiavetta USB o altro) viene semplicemente predisposta ad accogliere nuovi dati. I vecchi dati vengono realmente eliminati solo quando i blocchi di memoria che li ospitavano vengono sovrascritti con nuove informazioni (quindi con i nuovi file che si vanno a copiare sull'unità). Questo significa che utilizzando dei software di recupero dati, se si agisce prima che i banchi di memoria vengano occupati da nuovi dati, è possibile recuperare i vecchi dati dalle unità formattate. Per evitare che ciò accada bisogna effettuare una bonifica del drive (detta anche wiping). Effettuando il wiping, l'unità viene sovrascritta una o più volte in modo da rendere irrecuperabili i dati che prima erano presenti su di essa.

Uno dei modi più semplici per effettuare il wiping su Windows è affidarsi a CCleaner: un famosissimo software gratuito per la cancellazione dei file inutili e l'ottimizzazione del sistema che, forse non tutti lo sanno, al suo interno include anche una funzione per la bonifica dei drive.

Per scaricare CCleaner sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sulla voce Piriform.com che si trova nella colonna Free. A download completato, apri l'eseguibile ccsetupxx.exe e, nella finestra che si apre, fai clic sul pulsante . Imposta quindi la lingua italiana nel menu a tendina collocato in alto a destra e concludi il setup cliccando prima su Installa e poi su Avvia CCleaner.

Come formattare exFAT

A questo punto, avvia CCleaner, recati nella scheda Strumenti del programma, seleziona la voce Bonifica drive dalla barra laterale di sinistra e metti il segno di spunta accanto all'icona della chiavetta o del disco che vuoi bonificare.

Compiuta anche quest'operazione, imposta l'opzione Intero drive dal menu a tendina Bonifica, scegli il numero di scritture da effettuare sul drive tramite il menu a tendina Sicurezza (io ti consiglio 3) e clicca sul pulsante Bonifica per avviare la bonifica del drive. L'operazione potrebbe durare un bel po' di tempo.

Come formattare exFAT

Dopo aver bonificato il drive, formattalo normalmente in exFAT come spiegato in precedenza e nessuno potrà recuperare i dati che erano presenti in esso. Se qualche passaggio non ti è chiaro o vuoi maggiori informazioni su come scaricare e utilizzare CCleaner, leggi il tutorial che ho dedicato al programma.

Nota: Windows supporta il file system exFAT a partire da Vista SP1. Se utilizzi ancora Windows XP (molto male! Si tratta di un sistema operativo obsoleto e insicuro), per utilizzare il file sistema exFAT devi scaricare l'aggiornamento KB955704 che, però, mi spiace dirtelo non è più disponibile sul sito Internet di Microsoft.

Formattare exFAT su Mac

Se utilizzi un Mac, puoi formattare exFAT le tue unità rimovibili utilizzando l'applicazione Utility Disco che si trova nella cartella Altro del Launchpad. La sua interfaccia è talmente intuitiva che non ci sarebbe nemmeno bisogno di spiegare come funziona.

Sulla sinistra, infatti, trovi una barra con l'elenco di tutte le unità collegate al computer mentre sulla destra ci sono tutte le funzioni per gestirle. Per formattare un drive o una partizione, non devi far altro che selezionare il suo nome dalla barra laterale di sinistra, pigiare sul pulsante Inizializza che si trova in alto e scegliere l'opzione ExFAT dal menu a tendina Formato. Per aumentare la compatibilità del drive con Windows, imposta uno schema di tipo Master Boot Record (MBR).

Come formattare exFAT

In ultimo, se lo desideri, digita un nome da assegnare al volume nell'apposito campo di testo e clicca per due volte consecutive sul pulsante Inizializza per avviare il processo di formattazione del drive. La durata dell'operazione non dovrebbe essere eccessivamente lunga.

Formattare in exFAT in maniera sicura

Se vuoi bonificare un drive per evitare che qualcuno possa recuperare i file che erano presenti in esso, dopo aver cliccato sul pulsante Inizializza fai clic sul pulsante Opzioni di sicurezza e imposta la sovrascrittura a 1 o 3 passaggi usando la barra di regolazione che compare sullo schermo.

Come formattare exFAT

A questo punto, clicca sul pulsante OK, procedi con la formattazione del drive in exFAT come spiegato in precedenza e il gioco è fatto.

Formattare exFAT su Linux

Se utilizzi Linux e più in particolare Ubuntu, puoi formattare un drive in exFAT andando ad abilitare il supporto a questo file system nel Terminale e agendo dall'utility Dischi installata "di serie" nel sistema operativo.

Per abilitare il supporto ad exFAT nel Terminale, avvia quest'ultimo, dai il comando sudo apt install exfat-fuse exfat-utils e digita la password del tuo account utente su Ubuntu (quella che usi per accedere al sistema).

Come formattare exFAT

Ad operazione completata, avvia l'utility Dischi di Ubuntu cercandola nella Dash del sistema operativo (il pulsante con il logo di Ubuntu che si trova nella barra laterale di sinistra) e seleziona l'icona relativa al drive che vuoi formattare dalla finestra che si apre.

A questo punto, seleziona la partizione da formattare, clicca sull’icona dei due ingranaggi che si trova in basso e seleziona la voce Formatta partizione dal menu che compare. Nella finestra che si apre, seleziona la voce Personalizzato dal menu a tendina Tipo, digita exfat nel campo File System e digita il nome che vuoi assegnare all'unità nel campo Nome.

Come formattare exFAT

Per concludere, scegli se effettuare una formattazione rapida o una formattazione sicura del drive selezionando l'opzione Non sovrascrivere dati esistenti o Sovrascrivere i dati esistenti con zeri dal menu a tendina Cancella, clicca sul pulsante Formatta per due volte consecutive e il gioco è fatto.

Il drive ottenuto dopo la formattazione dovrebbe essere riconosciuto come drive exFAT e dovrebbe essere accessibile sia da Ubuntu sia dagli altri dispositivi/sistemi operativi che supportano exFAT.