Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere in standby il PC

di

Devi allontanarti dal PC e, dato che non vuoi lasciarlo accesso, hai pensato se è possibile metterlo in standby, così da ridurre i consumi energetici, dato che, appunto, non lo utilizzerai per un po'. Sicuramente potresti spegnerlo, ma vuoi che le tue sessioni rimangano attive, così da non dover riaprire tutti i software e poter dunque riprendere da dove hai lasciato.

Le cose stanno in questo modo, dico bene? Allora sarei felice di sapere che, nella guida di oggi, ti spiegherò nel dettaglio come mettere in standby il PC sia che tu ne possieda uno equipaggiato con Windows, sia che tu abbia un Mac. Nello specifico, ti indicherò come eseguire questa operazione manualmente oppure in modo automatico, senza che tu debba in alcun modo intervenire sul PC.

È ciò che stavi cercando, dico bene? Allora mettiamoci subito all'opera e iniziamo immediatamente. Tutto quello che devi fare è metterti bello comodo e leggere con attenzione tutti i suggerimenti che ho preparato per te. Detto ciò, non mi resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Come mettere in standby il PC: Windows 10

Windows10 logo

Se possiedi un PC animato da Windows 10 o Windows 11, puoi metterlo facilmente in standby tramite le funzionalità integrate nel sistema operativo.

Puoi procedere con l'arresto, ma in questo caso, spegneresti completamente il sistema, chiudendo l'attuale sessione (e quindi anche tutti i software in esecuzione) e riaprendone poi una nuova al riavvio.

Dato che non è ciò che stai cercando, quello che ti serve è proprio mettere in standby il PC e, per tale obiettivo, puoi usufruire sia della sospensione che dell'ibernazione. Concettualmente sono molto simili: in entrambi i casi, il PC salva l'attuale sessione di lavoro sul disco fisso e nella RAM e puoi proseguire da dove hai lasciato alla riattivazione del sistema.

La differenza tra le due modalità però sta sul fatto che con la sospensione alcuni componenti del PC rimangono accesi ma con consumi energetici ridotti rispetto a tenere accesso il computer. Uscendo dalla sospensione, il PC si riattiva immediatamente riprendendo il lavoro da dove hai lasciato.

L'ibernazione, invece, è una funzionalità che non è disponibile su tutti i PC e non è immediatamente accessibile di default. Inoltre, il PC viene spento, ma senza perdere il vantaggio offerto dalla sospensione, potendo dunque riprendere l'attività dal punto che hai lasciato. Ovviamente, puoi capire che la sessione di lavoro si riattiverà più lentamente rispetto alla sospensione.

Quando un PC entra in stato di sospensione o ibernazione può essere riattivato premendo un qualsiasi tasto della tastiera, facendo clic oppure premendo sul tasto di accensione sul case del PC (dipende dalla tipologia di PC in uso).

Fatta questa premessa, vediamo nei prossimi capitoli come mettere in standby il PC Windows sia manualmente che automaticamente, impostando alcuni comportamenti specifici che consentono l'attivazione di questa modalità quando non sei al computer.

Come mettere in standby il PC manualmente

Come mettere in standby il PC: Windows 10

Prima di spiegarti come procedere con l'attivazione della modalità di sospensione o ibernazione del PC, vediamo come abilitare proprio quest'ultima in modo che appaia poi nei menu di spegnimento del sistema.

Innanzitutto, utilizza la barra di ricerca che trovi nel menu Start di Windows 11 o sulla barra delle applicazioni di Windows 10. Nella casella di testo, digita “pannello di controllo” e fai clic sul corrispondente risultato.

Fatto ciò, seleziona le voci Hardware e suoni > Opzioni risparmio energia e fai clic sulla voce Specifica comportamento pulsanti di alimentazione. Adesso, premi sulla voce Modifica le impostazioni attualmente non disponibili e metti un segno di spunta sulla casella Ibernazione, presente nella sezione Impostazioni di arresto. Fai poi clic sul pulsante Salva cambiamenti per concludere quest'operazione.

Sempre in questa schermata del Pannello di Controllo di Windows, se hai un notebook, alla voce Quando viene chiuso il coperchio, seleziona l'opzione Sospensione o Iberna e premi sul tasto Salva cambiamenti. Così facendo, ti basta chiudere il coperchio del notebook per mettere il sistema in standby e riattivarlo semplicemente risollevandolo.

Adesso che hai abilitata la funzionalità di ibernazione dal Pannello di Controllo, puoi abilitare una delle due modalità di standby dai menu di arresto del sistema: fai clic sul tasto Start di Windows e poi seleziona l'icona di arresto; nel riquadro che visualizzi, scegli l'opzione Sospendi o Iberna, rispettivamente per sospendere o ibernare il PC.

come mettere in standby il PC con la tastiera

Se vuoi sapere come mettere in standby il PC con la tastiera, puoi agire facilmente tramite la combinazione di tasti Alt+F4 (non deve esserci alcuna schermata in primo piano). In questo caso, un riquadro ti verrà mostrato sul desktop con alcune opzioni di fine sessione.

Dall'apposito menu a tendina, seleziona la voce Sospensione o Ibernazione e fai clic sul tasto OK. Puoi riattivare la sessione di lavoro premendo semplicemente sul tasto di accensione del PC o premendo un tasto della tastiera. Facile, dico bene?

Ti segnalo che nel Pannello di Controllo di Windows, nella sezione Hardware e suoni > Opzioni risparmio energia > Specifica comportamento pulsanti di alimentazione sono disponibili ulteriori metodi di standby: a fianco delle diciture Quando viene premuto il pulsante di alimentazione e Quando viene premuto il pulsante di sospensione puoi indicare se il PC deve essere sospeso o ibernato, scegliendo se tali operazione devono essere eseguire quando è il PC è alimentato a batteria (in caso di notebook) o con alimentazione alla rete elettrica (qualsiasi computer).

Come mettere in standby il PC automaticamente

Come mettere in standby il PC automaticamente

Nel caso in cui volessi che il PC vada in sospensione automaticamente quando non ci sei davanti, magari perché sei andato a fare una pausa, puoi agire sulle impostazioni dell'alimentazione del PC.

Per fare ciò, fai clic sul tasto Start di Windows e poi premi sull'icona dell'ingranaggio. Nel pannello delle Impostazioni di Windows, seleziona la voce Sistema e poi premi su quella denominata Schermo e sospensione (su Windows 11) o Alimentazione e sospensione (su Windows 10).

Alle voci Se alimentato a batteria, il PC passa allo stato di sospensione dopo e Se collegato alla rete elettrica, il PC passa allo stato di sospensione dopo indica un valore temporale tra quelli indicati nell'elenco. Le modifiche verranno immediatamente salvate e applicate.

Ad esempio, se hai impostato 1 ora, il PC passerà allo stato di sospensione non appena sarà trascorsa quel frangente di tempo da quando sul computer non viene rilevata più alcuna attività dell'utente.

Come mettere in standby il PC: Windows 7

Come togliere lo standby dal PC Windows 7

Se possiedi un PC Windows 7, puoi abilitare la sospensione, così come l'ibernazione, dal menu di spegnimento annesso al menu Start oppure modificando le impostazioni automatiche sull'alimentazione dal Pannello di controllo del sistema operativo.

Inoltre, non c'è alcuna differenza tra queste modalità su Windows 7 e tra quelle presenti nelle edizioni successive dei sistemi operativi di casa Microsoft. Pertanto, sentiti libero di attivarle seguendo le stesse indicazioni che ti ho fornito nei capitoli precedenti. Nel caso della modalità standby automatica, puoi agire dalle Opzioni risparmio energia del Pannello di Controllo.

Come mettere in standby il Mac

Come mettere in standby il Mac

Su Mac puoi interrompere l'attività che stai svolgendo e sospendere il computer tramite la modalità Stop. In altre parole, si tratta di una funzionalità molto simile a quella sospensione presente sui PC Windows, che consente di consumare meno energia, con il vantaggio che la sessione di lavoro non viene chiusa e, dunque, puoi riprendere da dove hai lasciato.

Per utilizzare questa funzionalità su Mac, fai clic sull'icona con il logo di Apple sulla barra dei menu (in alto a sinistra) e seleziona, dal riquadro che visualizzi, la voce Stop. Lo stato di sospensione può essere abilitato su un notebook Mac anche con la semplice chiusura del coperchio. Da tastiera, puoi attivare la sospensione premendo la combinazione di tasti option+command+eject.

La riattivazione dalla sospensione può essere effettuata premendo un qualsiasi tasto della tastiera o un clic sul mouse/trackpad e, nel caso in cui tu abbia chiuso il coperchio del tuo notebook Mac, semplicemente rialzalo.

Nel caso tu voglia regolare — o anche evitare — lo standby automatico del Mac, ti invito a leggere le indicazioni che trovi in quest'altro tutorial.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.