Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come ottenere rimborso volo in ritardo o ritardato

di

Dopo un anno di duro lavoro, le ferie sono finalmente arrivate e tu sei pronto per la vacanza dei tuoi sogni. Ce l’hai fatta: finalmente visiterai quella meta che desideri raggiungere da tanto tempo. Sei già in aeroporto e dopo aver fatto il check-in, aver imbarcato il bagaglio ed aver passato il controllo sicurezza, sei fermo davanti al gate. Sei in attesa dell’imbarco e sei impaziente di arrivare a destinazione, irrequieto come un bambino al suo primo giorno di scuola.

Dlin-dlon. Dovrebbe essere il suono che precede l’annuncio dell’inizio dell’imbarco per il tuo volo, ma invece è un avviso che non ti aspettavi proprio di sentire: il tuo volo è in ritardo. Sbuffando, incroci le dita, speranzoso che si tratti soltanto di un imprevisto temporaneo. Da un momento all’altro annunceranno l’imbarco e tu arriverai a destinazione soltanto con un minimo ritardo, rispetto a quanto programmato. Peccato solo che il minuto passa e si trasforma in un quarto d’ora, mezz’ora, un’ora, un’ora e mezza…alla fine hai aspettato il tuo volo per più di tre ore.

Come ti capisco! Viaggiando spesso per lavoro è capitato anche me. È veramente fastidioso un ritardo di questo tipo, specialmente se per colpa del ritardo hai perso la coincidenza di uno scalo o ti sei trovato costretto ad annullare prenotazioni. Se il tuo volo è arrivato a destinazione in ritardo, nessuno potrà restituirti il tempo perso ad aspettare in aeroporto. Ciò non toglie che tu, in quanto passeggero aereo, possiedi dei diritti che possono tutelarti e farti ricevere un rimborso, in alcuni casi specifici. Come dici? Non lo sapevi? Allora non puoi assolutamente perderti la lettura di questa mia guida. Ti spiegherò nei minimi dettagli come puoi ottenere un rimborso per un volo in ritardo o ritardato, per qualsiasi volo da te acquistato negli ultimi tre anni, usufruendo del servizio gratuito messo a disposizione dal portale Web AirHelp. Ti auguro una buona lettura.

Le Normative Europee sui diritti dei passeggeri

Come indicato nella sezione I tuoi diritti del sito Web AirHelp, a seconda di alcuni dettagli che riguardano il ritardo del tuo volo, potresti aver diritto a un risarcimento. Tale risarcimento viene infatti regolamentato da una legge della Comunità europea (Regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’11 febbraio 2004), che impartisce le regole in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri, in caso di negato imbarco, di cancellazione di un volo o di un ritardo prolungato.

La suddetta legge europea (il cui testo puoi leggere per intero anche sul sito ufficiale dell’ENAC) afferma che, se arrivi alla destinazione finale con un ritardo di oltre 3 ore, hai diritto al risarcimento, a meno che il ritardo del tuo volo non sia dovuto a circostanze eccezionali. 

Tra le circostanze eccezionali, che non garantiscono il risarcimento, vi sono tutti quei casi che, anche con le dovute precauzioni, non si sarebbero potute evitare. Rientrano per esempio le condizioni meteorologiche avverse o i rischi per la sicurezza. Non sono invece considerate circostanze eccezionali (e quindi sono risarcibili) le motivazioni quali i problemi tecnici e le circostanze operative.

Tieni inoltre presente che l’ammontare del risarcimento dipende inoltre da altri fattori, come il tuo itinerario, la distanza del viaggio e la durata del ritardo che deve ammontare ad almeno 3 ore.

Se ad esempio, hai deciso di acquistare un volo Roma – New York da una compagnia europea, in caso di ingiustificato ritardo di oltre 3 ore, che non rientra nelle circostanze eccezionali, puoi chiedere un risarcimento alla compagnia, attraverso il servizio di AirHelp.

In sostanza, qualsiasi volo parta da un aeroporto europeo, a prescindere dalla sua destinazione e dalla compagnia aerea, può essere rimborsabile. I voli che invece partono da un aeroporto non europeo, sono rimborsabili se serviti da una compagnia di volo europea e se l’aeroporto di destinazione è in Europa.

Per ulteriori informazioni riguardo i diritti dei passeggeri europei e ai voli per il quale è possibile applicare il regolamento CE 261/2004, ti invito anche alla lettura attenta dell’articolo informativo pubblicato sul sito Web AirHelp.

La procedura da seguire per ottenere il rimborso

Tramite il servizio offerto dal sito Internet AirHelp, puoi verificare in maniera autonoma se il tuo volo è eleggibile per il risarcimento e, in caso affermativo, valutare l’ammontare del tuo risarcimento. AirHelp intercederà per fare in modo che la compagnia aerea rispetti i tuoi diritti e ti riconosca il risarcimento che ti è dovuto per legge.

Effettuare questa verifica utilizzando il servizio di AirHelp è molto semplice e veloce. A mio avviso, il punto di forza del servizio offerto sta nel suo sito Web caratterizzato da un’interfaccia utente chiara e pulita. Risulta molto intuitivo effettuare la procedura di rimborso, la quale è anche correlata da didascalie esplicative.

Per ottenere un rimborso per un volo in ritardo o ritardato, utilizzando il servizio gratuito offerto da AirHelp, collegati per prima cosa alla pagina Web ufficiale del servizio.

Una volta che la Home Page si sarà caricata, dovrai indicare alcuni dati che fanno riferimento al tuo volo. Nel campo di testo Partito da, indica l’aeroporto di partenza del tuo volo (per esempio Roma – Fiumicino), nel campo di testo Destinazione finale, indica l’aeroporto della tua destinazione (per esempio New York – John F. Kennedy) e poi, per confermare, premi sul pulsante Controlla il tuo volo.

Nella schermata che si apre, verifica i dati inseriti e poi rispondi alla domanda Avevi altri voli in coincidenza? premendo sul pulsante o No, per indicare rispettivamente la risposta affermativa o negativa. In caso di risposta affermativa, dovrai indicare da dove partiva il volo in coincidenza, indicandolo nell’apposito campo di testo. Se ne avevi più di uno, premi sul pulsante +Aggiungi un’altra coincidenza. Per proseguire, premi sul pulsante verde Continua.

Adesso dovrai indicare la causa per la quale richiedi il rimborso; in questo caso fai clic sulla voce Volo in Ritardo. Indica poi il ritardo complessivo che ha accumulato il tuo volo tra le voci disponibili: meno di 3 ore, più di 3 ore oppure mai arrivato. Infine, tramite il menu a tendina, indica la motivazione che la compagnia aerea ti ha indicato come giustificazione per il ritardo del tuo volo. Se per esempio la compagnia aerea non ti ha fornito alcuna motivazione, premi sulla voce Nessuna motivazione adottata. Prosegui premendo sul pulsante verde Continua.

Il passaggio successivo prevede l’indicazione precisa del tuo itinerario di volo; dovrai quindi indicare il nome della compagnia aerea nel campo di testo Compagnia aerea, oltre che il numero del volo e la data di partenza nei rispettivi campi di testo. Prosegui premendo nuovamente sul pulsante verde Continua.

Nella schermata successiva, se hai diritto al rimborso, comparirà un avviso indicante la dicitura buone notizie, sembra che tu abbia diritto al risarcimento. Poco più sotto ti verrà indicato l’ammontare del risarcimento per passeggero.

A questo punto, per proseguire con la procedura che ti permetterà di ottenere il rimborso per il tuo volo in ritardo, dovrai inserire il tuo indirizzo email. Digitalo nel campo di testo che vedi a schermo, in corrispondenza della voce Indirizzo email e premi poi su Continua.

Il passaggio successivo ti permetterà di eseguire la pratica per far ottenere il rimborso anche ai tuoi compagni di viaggio che viaggiavano con te e con il tuo stesso codice di prenotazione. Se premi sul pulsante Sì, vorrei aggiungere i miei compagni di viaggio, potrai indicare i dati di chi viaggiava con te, inserendo nome e cognome e, facoltativamente, anche il loro indirizzo email. Premendo invece sul pulsante No, viaggiavo da solo, indicherai di essere il solo a richiedere il rimborso. Prosegui premendo sul pulsante verde Continua.

Per proseguire, indica a questo punto il codice di prenotazione; questo è solitamente indicato sul tuo biglietto elettronico, oppure sulla conferma di prenotazione. Il codice di prenotazione è solitamente presente anche sugli altri documenti di viaggio che ti sono stati forniti quando hai effettuato la prenotazione del volo. Non sai come trovare il codice di prenotazione? Non preoccuparti, premi sulla voce Dove lo trovo. Una piccola didascalia ti mostrerà un esempio di codice di prenotazione, spiegandoti esattamente che cosa ti viene richiesto. In parole semplici, infatti, il codice di prenotazione non è altro che un codice alfanumerico che serve alla compagnia per tenere traccia delle prenotazioni. Indica quindi il codice di prenotazione nell’apposito campo di testo, assicurandoti di non inserire spazi.

Il campo di testo successivo è opzionale. Se lo desideri, puoi raccontare ad AirHelp dettagli sul tuo viaggio e sull’accaduto, spiegando in modo chiaro tutto ciò che riguarda il ritardo del tuo volo.

Ci siamo quasi. Tra le ultime procedure richieste per l’avvio di una pratica di rimborso con AirHelp, dovrai compilare il modulo di assegnazione. Per autorizzare AirHelp a gestire la tua richiesta di indennizzo, dovrai infatti firmare il documento Modulo di Delega (puoi leggerlo facendo clic sulla voce Controlla il modulo di delega). Per sottoscriverlo, una volta valutato, dovrai apporre la tua firma nel riquadro che trovi al centro dello schermo. Mi raccomando, firma in maniera leggibile; questa deve coincidere a quella riportata sul tuo documento di identità.

Assicurati inoltre di riportare, nei campi di testo che trovi poco più sotto, anche i tuoi dati anagrafici, così come appaiono sul tuo biglietto aereo. Indica quindi il tuo nome e cognome ma anche il tuo indirizzo ed eventualmente anche un numero di telefono; quest’ultimo è facoltativo ma può aiutare AirHelp a gestire più velocemente la tua pratica di rimborso.

Per completare la procedura, premi poi sul pulsante Invia un reclamo; potrai così inoltrare la tua pratica di rimborso.

A questo punto hai eseguito tutte le procedure obbligatorie per l’invio della tua pratica di rimborso, utilizzando il servizio di AirHelp. Se tutto è andato per il meglio, comparirà un avviso che ti indicherà dell’effettivo inoltro con successo della tua pratica. Per monitorare lo stato della tua pratica, premi sul collegamento Puoi anche visualizzare la tua richiesta qui.

Le informazioni che vengono richieste in seguito sono opzionali, ma aiutano a velocizzare la richiesta di risarcimento. Ti suggerisco infatti di caricare il tuo biglietto elettronico per inviare ad AirHelp il documento che confermi la tua prenotazione aerea. Facoltativamente puoi anche rispondere alle altre domande che visualizzi a schermo (che riguardano la lingua in cui desideri comunicare e come hai conosciuto il servizio) e poi premi Continua per terminare la procedura.

Adesso non ti resta che attendere la valutazione della tua pratica da parte di AirHelp. All’indirizzo email che hai fornito, ti sarà infatti arrivata un’email; quest’ultima contiene la conferma dell’avvenuta apertura di una pratica di rimborso. In caso di esito positivo, verrai contattato tramite email. AirHelp, inoltre tratterà il 25% (IVA inclusa) come commissione per le spese amministrative eseguite per tuo conto.

Per maggiori informazioni, puoi contattare il supporto clienti tramite Live Chat, disponibile direttamente sul sito Web, oppure inviare un’email all’indirizzo info@airhelp.it. Per ulteriori dettagli su come contattare AirHelp, puoi visitare l’apposita sezione Contatti.

Per ottenere un rimborso per un volo in ritardo, puoi anche usufruire dell’applicazione di AirHelp disponibile per Android e iOS.

Articolo scritto in collaborazione con AirHelp