Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Prime Day 2018
Scopri le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2018. Vedi le offerte Amazon

Come proteggere una cartella Mac

di

Il tuo Mac finisce spesso fra le mani di amici e parenti impiccioni, che non perdono occasione per mettere il “becco” nei tuoi file personali? E allora spiegami cosa aspetti ad adottare delle contromisure e proteggere le tue cartelle più importanti con una bella password.

Come dici? Non ti va di usare software complicati per la cifratura dei dati? Sei fuori strada, non ti serve nulla di tutto ciò. Se vuoi scoprire come proteggere una cartella Mac, ti bastano uno strumento incluso “di serie” in macOS e cinque minuti di tempo libero. Se poi riterrai questo strumento non all’altezza del compito, potrai rivolgerti a delle soluzioni esterne che, comunque, te l’assicuro, non ti daranno alcun problema e potrai usare senza difficoltà.

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Prenditi cinque minuti di tempo libero, analizza tutte le soluzioni elencate di seguito, individua quella che ti sembra più adatta alle tue esigenze e utilizzale seguendo le indicazioni che trovi di seguito. Ti garantisco che, indipendentemente dalla versione di macOS e dal modello di Mac in tuo possesso, riuscirai a raggiungere il tuo scopo in men che non si dica. Buona lettura e in bocca al lupo per la tua missione odierna!

Indice

Proteggere una cartella su Mac con Utility Disco

Se vuoi imparare come proteggere una cartella Mac senza installare programmi aggiuntivi sul tuo computer, puoi creare un’immagine disco cifrata all’interno della quale conservare tutti i file e le cartelle che vuoi tenere lontani da sguardi indiscreti. Avvia quindi l’Utility disco che si trova nella cartella Altro del Launchpad di macOS e seleziona le voci File > Nuova immagine > Immagine vuota dalla barra dei menu che si trova in alto.

Come proteggere una cartella Mac con Utility Disco

Adesso, imposta l’opzione Immagine disco Sparse Bundle nel menu a tendina Formato immagine, l’opzione Partizione singola – Mappa delle partizioni Apple nel menu a tendina Partizioni e scegli il tipo di cifratura Criptatura 128-bit AES dal menu Codificazione, per poi digitare la password con cui proteggere l’immagine disco (nei due rispettivi campi di testo che compaiono sullo schermo) e cliccare sul pulsante Scegli.

Digita ora il nome che vuoi assegnare all’immagine disco da creare nei campi Salva col nome e Nome, scegli le dimensioni massime che deve raggiungere l’archivio dal menu a tendina Dimensioni e clicca sul pulsante Salva per avviare la creazione dell’immagine disco.

Utility Disco

A procedura ultimata, per inserire dei file o delle cartelle all’interno dell’immagine disco che hai creato, non dovrai far altro che “montare” quest’ultima facendo doppio clic su di essa (dovrebbe trovarsi nella cartella Documenti), digitare la password per accedere al suo contenuto e trascinare i dati al suo interno come se si trattasse di una cartella qualsiasi. Non apporre il segno di spunta accanto alla voce relativa alla memorizzazione della password nel portachiavi o macOS ricorderà la password di accesso al file immagine, rendendo parzialmente vano il tuo operato.

Ad operazione completata, espelli l’immagine disco da macOS cliccando sul pulsante ⏏ collocato accanto al suo nome nella barra laterale del Finder, trascinando la sua icona dalla Scrivania al Cestino o, in alternativa, facendo clic destro sula sua icona sul desktop e selezionando la voce Espelli [nome immagine] dal menu che si apre. Le versioni originali dei file che hai copiato al suo interno, possono essere cancellate senza problemi.

Immagine disco cifrata

Indipendentemente dalle dimensioni massime che hai impostato per l’immagine disco, questa occuperà sull’hard disk del Mac solo lo spazio pari alle dimensioni dei dati copiati al suo interno. Purtroppo, però, cancellando i file non si “rimpicciolirà” automaticamente.

Proteggere una cartella su Mac con VeraCrypt

VeraCrypt

Utility Disco non ti sembra abbastanza comodo? Allora puoi provare VeraCrypt, un programma gratuito e open source che permette di creare volumi cifrati protetti da password, all’interno dei quali andare poi a custodire file e cartelle da mantenere privati. Il suo funzionamento è molto intuitivo e, nonostante la sua interfaccia sia in lingua inglese, ti assicuro che non avrai il benché minimo problema nell’utilizzarlo.

L’unica “noia” che bisogna affrontare, se così vogliamo definirla, è che per far funzionare VeraCrypt bisogna installare un software aggiuntivo gratuito, FUSE for macOS, che puoi scaricare da questo sito Internet cliccando sulla voce FUSE for macOS x.x.x che si trova nella barra laterale di destra.

A download completato, apri il pacchetto d’installazione di FUSE for macOS (quello in formato pkg) e clicca prima su Continua per tre volte consecutive e poi su Accetta, di nuovo Continua e Installa. Digita poi la password di amministrazione del tuo Mac e vai avanti cliccando prima sul pulsante Installa software e poi su OK e Open Security & Privacy System Preferences. Si aprirà una finestra di Preferenze di sistema.

Clicca quindi sul pulsante Consenti (in fondo alla finestra) e clicca prima su Chiudi e poi su Sposta per concludere il processo d’installazione di FUSE for macOS.

FUSE for macOS

Ora puoi passare al download e all’installazione di VeraCrypt sul tuo Mac. Per procedere, collegati al sito Internet del programma e clicca sulla voce VeraCrypt_xx.dmg. Dopodiché apri il pacchetto dmg appena scaricato, avvia l’eseguibile VeraCrypt_lnstaller.pkg contenuto al suo interno e clicca prima su Continua per due volte consecutive e poi su Accetta e Installa.

Digita, infine, la password di amministrazione del tuo Mac e termina il setup cliccando prima sul pulsante Installa software e poi su Chiudi e Sposta.

Installazione VeraCrypt

Adesso è giunto il momento di creare il volume cifrato in cui andare a salvare i tuoi dati più sensibili. Avvia quindi VeraCrypt selezionando la sua icona dal Launchpad o dalla cartella Applicazioni di macOS e clicca sul pulsante Create volume presente nella finestra che si apre.

Nella schermata successiva, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Create an encrypted file container e pigia su Next. Dopodiché scegli l’opzione Standard VeraCrypt volume, vai ancora avanti cliccando su Next e clicca sul pulsante Select file per scegliere nome e destinazione in cui salvare il file del volume cifrato. Superato anche questo step, clicca sul pulsante Next per proseguire.

VeraCrypt

A questo punto devi scegliere il tipo di cifratura e di hash da usare per il volume cifrato: se non sai dove mettere le mani, lascia selezionate le impostazioni predefinite (AES e SHA-512) e vai avanti pigiando su Next.

Successivamente, usa il campo Volume size e il menu a tendina adiacente per specificare le dimensioni massime che potrà raggiungere il tuo volume, in KB, MB o GB. Inizialmente, il volume occuperà poco spazio sul disco e poi, man mano che si riempirà di dati, si “ingrandirà” fino al limite impostato. Per andare avanti, clicca ancora una volta su Next.

VeraCrypt

Ora viene una delle parti più importanti: digita la password che vuoi usare per proteggere il tuo volume nei campi Password e Confirm password e clicca su Next per proseguire.

Dopodiché specifica il file system che intendi utilizzare per la creazione del volume tra FAT, Mac OS Extended ed exfAT (usando l’apposito menu a tendina) e vai ancora avanti. Ti consiglio di scegliere exFAT se intendi usare il volume anche su Windows e non vuoi un limite di 4GB per file (come invece avviene con il file system FAT).

VeraCrypt

Per concludere, sposta il puntatore del mouse nel campo Randomness Collected From Mouse Movements fino a quando la barra di avanzamento azzurra non arriva all’estremità destra e pigia sul bottone Format per ottenere il tuo volume cifrato.

VeraCrypt

Missione compiuta! Ora puoi cliccare su Exit per chiudere la finestra di VeraCrypt e cominciare ad archiviare dati nel tuo volume segreto. Per procedere in tal senso, torna nella finestra principale di VeraCrypt, clicca sul pulsante Select file che si trova in basso a destra e seleziona il file del tuo volume cifrato.

Fatto ciò, seleziona uno slot dalla schermata principale di VeraCrypt, pigia sul pulsante Mount, digita la password che hai scelto precedentemente per la protezione del volume e clicca sul pulsante OK.

VeraCrypt

Il volume verrà “montato” nel Finder come se si trattasse di un disco esterno o una chiavetta. Provvedi, quindi, a copiare i tuoi file e le tue cartelle in esso e, ad operazione completata, “smontalo” selezionando la sua icona dalla finestra principale di VeraCrypt e cliccando sul pulsante Dismount che si trova in basso a sinistra.

Proteggere una cartella su Mac con MacPaw Hider

MacPaw Hider

Se le procedure di cui sopra ti sembrano un po’ troppo articolate e per proteggere una cartella su Mac sei disposto a spendere qualche soldo, ti consiglio di provare MacPaw Hider: si tratta di un’applicazione estremamente facile da usare che permette di nascondere file e cartelle sumacOS con un semplice clic. Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 15 giorni.

Per scaricare la versione di prova di MacPaw Hider sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sulla voce Free download. A download completato apri, facendo doppio clic su di esso, il file appena scaricato (es. MacPawHider2.dmg) e trascina l’applicazione di MacPaw Hider nella cartella Applicazioni di macOS.

Installazione MacPaw Hider

A questo punto, clicca sui pulsanti Apri e Accept e segui la presentazione di MacPaw Hider cliccando sempre su Next. Digita, quindi, la password che intendi utilizzare per proteggere i tuoi file nei campi Password e Repeat password e clicca sul pulsante Create vault per creare l’archivio cifrato in cui archiviare i tuoi dati. Non mettere il segno di spunta accanto alla voce Backup password to keychain o macOS memorizzerà la password, rendendola potenzialmente rintracciabile da parte dei ficcanaso.

A questo punto, scegli la cartella in cui salvare il tuo archivio protetto (scegli una destinazione non propriamente a portata di clic), digita il nome che vuoi assegnare a quest’ultimo e pigia sul bottone Save vault per completare la procedura.

Password MacPaw Hider

Lo step successivo consiste nell’attivare la trial gratuita di MacPaw Hider. Digita, dunque, il tuo indirizzo email nella finestra che si apre e clicca sul pulsante Start trial.

Adesso, per nascondere una cartella o un file con MacPaw Hider, trascina l’elemento da proteggere nella finestra del programma, sposta su OFF la levetta collocata accanto alla voce Visible e il gioco è fatto. Gli elementi selezionati verranno nascosti dal Mac e sarà possibile accedervi solo digitando la password giusta.

Quando vorrai accedere nuovamente ai dati nascosti e renderli visibili, non dovrai far altro che aprire MacPaw Hider, digitare la password che hai impostato precedentemente per proteggere la app, selezionare la cartella da “sbloccare” e impostare la levetta dell’opzione Visible su ON. Per rimuovere un elemento dal programma, invece, fai clic destro su di esso e seleziona la voce Remove item from list dal menu che si apre. Facile, vero?!