Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare CU INPS

di

Hai bisogno di scaricare la certificazione unica dal sito dell’INPS per compilare la tua dichiarazione dei redditi, tuttavia non sai come riuscirci. Il problema è che prima d’ora si era sempre occupato di tutto il tuo commercialista e, dunque, non hai la benché minima idea di come procedere. Le cose stanno così, dico bene? Allora lasciati dire che oggi è il tuo giorno fortunato.

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti spiegherò come scaricare CU INPS da computer, smartphone e tablet. Per prima cosa, ti fornirò le indicazioni necessarie per accedere ai servizi online dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale; successivamente, troverai la procedura dettagliata per effettuare il download della tua certificazione unica, sia quella più recente che quelle relative agli anni passati.

Come dici? È proprio quello che volevi sapere? Allora non dilunghiamoci oltre e passiamo all’azione. Mettiti comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Ti assicuro che, seguendo le indicazioni che sto per darti e provando a metterle in pratica, riuscirai a scaricare la tua certificazione unica senza riscontrare alcun tipo di problema. Scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

Logo INPS

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e spiegarti, per filo e per segno, come scaricare CU INPS, potrebbe esserti utile sapere quali sono le modalità per accedere ai servizi online dell’ente in questione e, soprattutto, quale tipologia di utenza può scaricare la propria certificazione unica dal sito dell’INPS.

Devi sapere, infatti, che non tutti i cittadini possono scaricare la CU (precedentemente chiamata certificato unico dipendente o CUD) accedendo ai servizi online dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale: possono farlo solo i pensionati, i lavoratori in cassa integrazione e i disoccupati.

Per quanto riguarda le modalità d’accesso al sito INPS, invece, ti sarà utile sapere che dal 1° ottobre 2020 il PIN INPS necessario per l’accesso alla propria area personale sul sito dell’ente in questione è stato sostituito dalle credenziali SPID, un sistema di identificazione unico che offre ai cittadini e alle imprese la possibilità di accedere a determinati servizi della Pubblica Amministrazione (e non solo) usando le medesime credenziali.

Gli utenti che sono in possesso del PIN INPS, potranno continuare a utilizzarlo per accedere ai servizi INPS fino al 30 settembre 2021. Coloro che, invece, non sono in possesso del PIN, possono accedere al sito INPS utilizzando le proprie credenziali SPID. Se questo è il tuo caso e non hai ancora ottenuto la tua identità digitale, potrebbe esserti utile la mia guida su come creare lo SPID.

In alternativa, puoi effettuare l’accesso al sito INPS tramite la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), lo strumento telematico adibito al riconoscimento dei cittadini/imprese sui siti della Pubblica Amministrazione, o la Carta di identità elettronica (CIE). Per maggiori informazioni, ti lascio alla mia guida su come entrare nel sito INPS.

Come scaricare CU INPS da computer

Come scaricare CU INPS da computer

Se fai parte di una delle categorie di utenti che ti ho indicato nelle righe iniziali di questa guida e ti stai chiedendo, per esempio, come scaricare CUD INPS pensionati o come scaricare CUD INPS disoccupazione, devi sapere che la procedura da seguire è identica per tutti gli utenti.

Per procedere da computer, collegati dunque al sito ufficiale dell’INPS, clicca sul pulsante Entra in MyINPS e, nella nuova schermata visualizzata, seleziona l’opzione d’accesso di tuo interesse tra PIN, SPID, CIE e CNS. Inserisci, quindi, i dati richiesti nei campi appositi e segui le indicazioni mostrate a schermo per accedere alla schermata Bacheca della tua area personale

A questo punto, nella sezione Servizi per te, individua il box Certificazione unica [anno] (Cittadino), clicca sul relativo pulsante Accedi e, nella nuova pagina aperta, premi sul pulsante Apri, per scaricare l’ultima certificazione unica disponibile.

Scaricare la certificazione unica

Se non visualizzi il box relativo alla tua ultima certificazione unica o ti stai chiedendo come scaricare CUD INPS anni precedenti, seleziona l’opzione Prestazioni e servizi collocata nel menu in alto e premi sulla voce Servizi nel menu che si apre. Adesso, seleziona l’opzione I più utilizzati e clicca sulla voce Fascicolo previdenziale del cittadino.

Se non riesci a trovare il servizio in questione che consente di accedere al tuo cassetto previdenziale, individua la voce Testo libero, digita “Fascicolo previdenziale del cittadino” nel campo Nome servizio, clicca sul pulsante Filtra e, nei risultati della ricerca, premi sulla voce Fascicolo previdenziale del cittadino.

Nella nuova schermata visualizzata, clicca sulla voce Modelli collocata nella barra laterale a sinistra, seleziona l’opzione Certificazione unica dal menu che si apre e seleziona l’anno relativo alla certificazione unica che intendi scaricare. Clicca, quindi, sul pulsante Apri, per avviare il download, e il gioco è fatto.

Come scaricare CU INPS da smartphone e tablet

Scaricare CU da app INPS Mobile

Se preferisci scaricare CU INPS da smartphone e tablet, sarai contento di sapere che puoi farlo tramite l’app INPS Mobile (disponibile per dispositivi Android e iPhone) che consente di accedere ai servizi online dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

Dopo aver scaricato l’app in questione dallo store del tuo dispositivo (cercandola, selezionandola dai risultati ottenuti, premendo sul pulsante Ottieni/Installa e verificando — se necessario — la tua identità), avviala facendo tap sulla sua icona (la scritta INPS bianca su sfondo blu), dopodiché premi sul pulsante Tutti i servizi e, nella nuova schermata visualizzata, fai tap sull’icona dell’omino collocata in alto a destra.

Adesso, seleziona una delle opzioni d’accesso disponibili tra Entra con SPID e Entra con CIE e segui le indicazioni mostrate a schermo. Se, invece, sei in possesso del codice PIN INPS, inserisci i dati richiesti nei campi Codice Fiscale e PIN e premi sul pulsante Accedi, per accedere alla tua area personale.

Fatto ciò, individua la sezione Con PIN, nella quale sono elencati tutti i servizi INPS che richiedono l’autenticazione da parte dell’utente, e fai tap sulla voce Certificazioni unica. Nella nuova schermata visualizzata, premi sul pulsante Avanti e seleziona l’opzione di tuo interesse tra Scarica ultimo certificato, per scaricare l’ultima certificazione unica disponibile, e Storico certificati, per scaricare i certificati precedenti.

In quest’ultimo caso, nella schermata Anni consultabili, fai tap sull’anno di tuo interesse e premi sul pulsante OK, per scaricare e visualizzare la certificazione unica relativa all’anno selezionato. Semplice, vero?

Altre soluzioni per ottenere CU INPS

Certificazione unica

Se non hai la possibilità di accedere ai servizi online dell’INPS, devi sapere che esistono altre soluzioni per ottenere la propria certificazione unica. Se hai una PEC e vuoi ottenere una copia della CU in formato elettronico, puoi inviare un’email all’indirizzo richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it.

Se, invece, non hai una PEC (in tal caso, potrebbe esserti utile la mia guida su come fare la posta elettronica certificata), puoi richiedere la certificazione unica sia tramite email, inviando un messaggio di posta elettronica all’indirizzo richiestacertificazioneunica@inps.it, che telefonicamente.

In quest’ultimo caso, puoi chiamare il numero verde gratuito 800.434.320, attivo sia da rete fissa che mobile, e seguire le indicazioni della voce registrata, mentre se preferisci parlare con un operatore in carne e ossa puoi contattare il numero verde 803.164 (da cellulare 06.164164, con costi variabili in base al piano tariffario applicato dal tuo gestore telefonico).

Sia per le richieste tramite email ordinaria che per quelle avvenute telefonicamente, la certificazione unica viene spedita tramite posta presso il domicilio del richiedente.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.