Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla Scopri il programma

Miglior hi fi: guida all’acquisto

di

L’Hi-Fi per molti non è la semplice alta fedeltà sonora, ma uno stile di vita. Forse non lo sai ma ci sono persone che riescono a distinguere i dettagli minimi di una composizione canora e hanno l’orecchio così allenato che riescono a scorgere la presenza di ogni singolo strumento musicale all’interno di un brano. Queste persone cercano quindi caratteristiche ben precise per il loro impianto audio e non si accontentano facilmente, ma per godere della tua musica preferita puoi anche spendere poco e ottenere molto. Da tempo sono estremamente diffusi i cosiddetti impianti hi fi, cioè sistemi già pronti per l’uso che contengono tutto il necessario per adempiere al loro scopo.

L’obiettivo di un impianto hi fi è principalmente riprodurre la musica, e in un sistema che può essere più o meno compatto il sistema hi fi integra la sorgente, quindi il lettore CD, una radio, la compatibilità con chiavette USB o altre tipologie di sorgenti, l’amplificatore e i diffusori. Ultimamente molti sistemi Hi-Fi possono riprodurre via Bluetooth anche la musica proveniente da un dispositivo mobile, sia esso uno smartphone o un tablet, e sono quindi capaci di riflesso di attingere al database musicale presente su servizi in streaming come Spotify, e altri. Ci sono tanti tipi di impianti hi fi, e tante considerazioni da fare prima dell’acquisto.

Ti serve un sistema compatto? Ti piace un audio bilanciato? Vuoi potenziare l’uscita sonora del televisore ma non vuoi spendere molto? In questa guida ti spiegherò come orientarti nella scelta del tuo impianto hi fi e capire quali caratteristiche osservare per andare a colpo sicuro. I fanatici preferiscono selezionare componente per componente, ma in quel caso la scelta è molto più complessa e richiede tempo e fatica molto maggiori. Anche con un impianto stereo hi fi compatto puoi ottenere ottimi risultati, senza stare ad impazzire nel capire qual è l’abbinamento corretto fra tutti gli elementi della catena sulla base dei tuoi specifici gusti.

Indice

Perché scegliere un Hi-Fi


L’impianto Hi-Fi è lo strumento più semplice che hai per ascoltare la tua musica preferita. Con gli ultimi modelli presenti in commercio, poi, all’interno di un unico strumento hai tutto quello di cui puoi aver bisogno. Gli impianti moderni dispongono spesso di connessione Bluetooth con cui collegare senza fili lo smartphone e il tablet: utilizzando un dispositivo mobile come sorgente hai accesso ad una lista di contenuti davvero sterminata come la semplice libreria musicale del dispositivo, così come un servizio di streaming su internet. In questo modo potrai disporre di una quantità di musica virtualmente illimitata. Esistono tanti tipi di stereo hi-fi compatti che partono da un prezzo di poche decine di euro fino a superare anche i mille euro. Se poi ti vuoi affidare ad un sistema con componenti scelti da te non esiste un tetto massimo di spesa e puoi arrivare davvero a cifre folli, per pochi appassionati. In questa guida tuttavia ti spiegherò come scegliere il miglior hi-fi adatto alle tue esigenze fra i sistemi già pronti per l’uso. Se invece vuoi costruire il tuo hi-fi da zero ti consiglio di leggere la guida all’acquisto sulle casse e la guida all’acquisto sull’amplificatore.

I componenti di un Hi-Fi

All’acquisto, un impianto hi-fi può sembrare un unico prodotto. Viene venduto in grosse scatole spesso in cartone che contengono tutto il necessario, in diversi componenti suddivise in un corpo centrale e nei due diffusori. Ogni componente ha un suo scopo ben specifico e si unisce in maniera certosina alle restanti componenti integrate. Il grosso vantaggio di un impianto hi-fi rispetto ad un sistema assemblato con componenti a scelta è che tutto il sistema è progettato per funzionare in simbiosi con il resto della catena. I tecnici del produttore riescono così a costruire un amplificatore pensato per le casse, e viceversa casse con caratteristiche tecniche affini ai requisiti dell’amplificatore. Se un sistema hi-fi compatto integra un paio di casse di piccole dimensioni, l’amplificatore dedicato avrà una potenza in uscita ridotta in modo da non danneggiare gli altoparlanti e i delicati tweeter. Viceversa se le casse saranno più grandi e capaci di gestire un elevato carico di potenza il produttore probabilmente abbinerà un amplificatore molto potente, in modo da far fuoriuscire tutto il potenziale delle casse.

Corpo centrale e amplificatore


La parte principale di un hi-fi è il sistema centrale che integra tutta l’elettronica necessaria per il corretto funzionamento. Al suo interno troviamo quasi sempre sorgenti, amplificatore, porte e tutte le opzioni di connettività che, per la maggior parte, sono posizionate nella parte posteriore e non sono visibili durante l’ascolto. Si tratta di elementi tutti molto importanti ai fini della riproduzione musicale, senza i quali le casse non potrebbero riprodurre alcun suono. Partiamo ad esempio dalla sorgente: nel corpo centrale troverai spesso un lettore CD per l’ascolto della musica salvata su un supporto fisico. Se hai qualche anno sulle spalle ti ricorderai certamente gli impianti stereo con i registratori di cassette, mentre alcuni modelli ancora oggi hanno il supporto per i mai dimenticati dischi in vinile. Niente di vintage o antiquato, in realtà molti audiofili al giorno d’oggi preferiscono ascoltare il vinile per le sue doti sonore calde e coinvolgenti, preferendolo alla musica in formato digitale, considerata asettica, tipica dei file MP3 o del CD. Sorgenti e opzioni di connettività possono andare di pari passo. In un impianto hi-fi puoi usare come sorgente una chiavetta USB, da collegare se sono presenti nel corpo delle porte USB, oppure il Bluetooth abbinando uno smartphone o un tablet. In quest’ultimo caso tutto quello che riproduce il dispositivo mobile verrà riprodotto a sua volta dall’impianto hi-fi, con un considerevole aumento nella qualità sonora rispetto ai piccoli speaker integrati su smartphone e tablet.

Nel corpo centrale c’è spazio anche per l’amplificatore, che puoi considerare come l’organo essenziale del tuo intero impianto hi-fi. L’amplificatore offre e gestisce la corrente elettrica da consegnare alle altre componenti dell’impianto, soprattutto ai diffusori: più è potente e più avrà la capacità di pilotare diffusori grandi e difficili da gestire. La potenza di un amplificatore si misura in W RMS, anche se molti produttori utilizzano metriche differenti per misurare la potenza dei loro impianti. Orientarsi solamente sulla base di questo dato infatti è difficile, se non del tutto impossibile. Altri valori da considerare per valutare la bontà di un amplificatore sono ad la distorsione armonica totale e l’SNR, che misurano rispettivamente la capacità di non colorare il suono con elementi non esistenti nella sorgente originale e il rumore di fondo prodotto dall’elettronica e diramato anche ai diffusori.

Diffusori


I diffusori rappresentano il componente fondamentale dell’impianto hi-fi e insieme all’amplificatore formano la timbrica del suono e il suo volume massimo. Ci sono varie tipologie di casse per gli impianti hi-fi: sebbene negli anni ’90 andassero di moda i sistemi compatti con tanti altoparlanti e dall’aspetto molto appariscente, adesso sono veramente tante le soluzioni con aspetto più sobrio e qualità sonore più equilibrate. I diffusori di un impianto hi-fi sono formati da diversi componenti che hanno il compito di riprodurre una parte dello spettro delle frequenze sonore e, non da ultimo, anche unirsi in maniera sinergica alle restanti componenti della cassa.

Gli altoparlanti che emettono i suoni sono di diversi tipi: ci sono i woofer che servono a riprodurre le frequenze basse e quelle medio-basse e sono gli altoparlanti più grandi. Spiegato in breve: per una questione fisica un altoparlante più grande è in grado di spostare un quantitativo d’aria maggiore, riuscendo così a suonare più forte. Se hai bisogno di un hi-fi capace di dare fastidio ai tuoi vicini, in altre parole, dovrai scegliere un sistema con casse di generose dimensioni. I mid-range sono gli altoparlanti che possono riprodurre le tonalità medie dello spettro sonoro. Sono molto simili ai woofer, ma si differenziano per avere un’escursione (la capacità di muoversi avanti e indietro dell’altoparlante) inferiore. In alcuni sistemi più avanzati ci sono sia il woofer che il midrange.

Un’altra tipologia di altoparlante molto diffusa è il tweeter, che è molto più piccolo del woofer ma non meno utile: riproduce nello specifico le tonalità alte dello spettro sonoro, e non ha quindi bisogno di essere di grosse dimensioni per suonare forte. Un sistema è definito a due vie quando il messaggio sonoro viene spezzato in due parti e smistato alle diverse componenti della cassa, e molti impianti hi-fi hanno due altoparlanti (solitamente un mid-range e un tweeter) e un’impostazione proprio a due vie. Quasi tutti gli hi-fi di oggi dispongono anche di una porta bass-reflex, un condotto interno alla cassa che serve a potenziare la resa delle basse frequenze.

Accessori

Un impianto Hi-Fi è un sistema che ti consente di ascoltare la musica senza aver bisogno di altri prodotti o sistemi, quindi deve contenere tutto quello che ti è necessario. Durante l’acquisto devi prestare attenzione a tutti gli accessori che il produttore ti offre. Ad esempio è molto importante la presenza di un telecomando: quando ascolti la musica non stai a distanze ravvicinate dal corpo centrale o dall’amplificatore, e solo con un telecomando potrai gestire la riproduzione dei brani e il volume del sistema. Fra gli accessori che devi considerare ci sono anche le opzioni di connettività varie: oltre a Bluetooth e USB puoi ad esempio scegliere modelli con dock Lightning inclusa se hai un iPhone o un iPod, o la presenza di un sintonizzatore per la radio FM/AM o DAB. Gli impianti Hi-Fi migliori hanno anche il supporto per il Wi-Fi in modo che potrai ascoltare servizi online come Spotify senza avere la necessità di abbinare lo smartphone via Bluetooth.

Quali Hi-Fi comprare

Tutti gli Hi-Fi sono più o meno simili a livello di fattezze e caratteristiche, ma non ti posso consigliare un unico modello che va bene per tutte le esigenze. La scelta di un Hi-Fi dipende da quanto per te è importante la qualità audio e, di riflesso, da quanto vuoi spendere per l’acquisto di un sistema compatto già pronto per l’uso. Come ti ho spiegato fino ad ora è estremamente importante anche la presenza delle connessioni che ti interessano, con il tuo impianto Hi-Fi che deve risultare così compatibile con tutti i prodotti di cui già disponi in casa e con cui intendi ascoltare la musica migliorandone le doti sonore.

Miglior Hi-Fi economico (meno 100€)

Blaupunkt MS5BK


Se per te lo spazio è tutto, e vuoi occuparne il meno possibile, il sistema Blaupunkt MS5BK è quello che fa per te. In uno spazio estremamente ridotto integra un lettore CD compatibile con file in formato MP3, una radio FM con 30 preselezioni, un ingresso USB per riprodurre la musica anche da chiavetta USB. Eroga una potenza massima di 5W per due canali, e ha anche un ingresso audio da 3,5 millimetri per ascoltare la musica in cuffia. Non mancano il telecomando e un equalizzatore con quattro preselezioni.

Blaupunkt MS5BK, Micro HiFi con lettore CD/MP3/USB, display LED blu, N...
Amazon.it: 68,00 €Compra ora

Panasonic Stereo Micro SC-PM250


Panasonic Stereo Micro SC-PM250 è anch’esso un modello compatto con un design sobrio e con supporto alla tecnologia Bluetooth per collegarsi ad una sorgente esterna senza fili. Dispone di controlli separati per le tonalità basse e per quelle alte e integra una modalità surround. La potenza in uscita dichiarata dal produttore è di 10 W per canale, ed presente anche una porta USB per ascoltare la musica da chiavetta. Il sistema D.Bass integrato aggiunge armoniche per consentire la riproduzione di frequenze inferiori agli 80Hz.

Panasonic Stereo Micro SC-PM250 - Sistema Hi-Fi, Argento
Amazon.it: 81,99 €Compra ora

Sony CMT-SBT20


Sony CMT-SBT20 è anch’esso un sistema Micro Hi-Fi con supporto a una modalità per accentuare la resa delle basse frequenze. Ha una potenza di 12W per canale, un lettore CD, e un ingresso USB per ascoltare la musica con una chiavetta. Il sistema integra il supporto al Bluetooth ed anche per la tecnologia NFC, che consente di abbinare uno smartphone compatibile in pochissimi istanti. Il sistema dispone della radio FM e anche di un ingresso audio per utilizzare un paio di cuffie la notte, o per non disturbare chi ti sta intorno.

Sony CMT-SBT20B Sistema Micro Hi-Fi con Mega Bass, Potenza totale 12W,...
Amazon.it: 150,00 € 126,01 €Compra ora

Miglior Hi-Fi di fascia media (meno 300€)

Samsung MX.J630


Finora ti ho mostrato stereo Hi-Fi dall’aspetto esteriore sobrio e poco appariscente. Ma se invece ti piace il design carico e complesso, il modello Samsung MX-J630 può essere quello giusto per te. Il sistema riproduce musica da lettore CD e da chiavetta USB, ed è compatibile con la tecnologia Bluetooth sia con smartphone iOS che con dispositivi Android. Lo stereo di Samsung è in grado di leggere file audio MP3 e WMA con una potenza dichiarata pari a 115W suddivisa in tre altoparlanti per ognuna delle due casse integrate.

Samsung MX-J630 Sistema Home Audio
Amazon.it: 119,16 €Compra ora

Philips FX25


È molto particolare esteticamente lo stereo Mini Hi-Fi Philips FX25, con un corpo centrale dal design ricercato e con inserti in color oro. Il sistema utilizza un sistema a doppia amplificazione per ottimizzare le prestazioni audio, con una potenza totale in uscita pari a 300 W RMS, secondo i dati rilasciati dalla società. Lo stereo dispone di diverse modalità di riproduzione, di playlist programmabili e di una radio FM con sintonizzatore di frequenza digitale. Anche in questo caso ci sono Bluetooth e USB.

Philips FX25 Sistema Mini Hi-Fi con Bluetooth e NFC, 300 W, Nero
Amazon.it: 249,99 € 224,99 €Compra ora

Pioneer X-HM32V-S


Ritorniamo ai modelli con estetica tradizionale con il sistema Pioneer X-HM32V-S, un sistema Micro Hi-Fi con porta USB e lettore ottico capace di leggere sia i CD che i DVD. Il sistema di Pioneer integra anche una porta HDMI e supporta la tecnologia Bluetooth per collegarsi a varie tipologie di sorgenti senza richiedere la connessione via cavo. I due diffusori da 30W RMS ciascuno hanno una configurazione a due vie e un bass-reflex, con il sistema che può essere collegato ad un televisore esterno anche per la riproduzione di film e video.

Pioneer X-HM32V-S Micro Hi-Fi, USB, CD/DVD, HDMI, Bluetooth, Argento
Amazon.it: 299,90 € 238,99 €Compra ora

Miglior Hi-Fi di fascia alta (più di 300€)

Yamaha PianoCraft 470


Il sistema Yamaha PianoCraft 470 DAB è un Micro Hi-Fi di fascia alta con supporto alla tecnologia Multiroom MultiCast per condividere la musica in tutta la casa. Ha un lettore CD, supporto alle reti, radio DAB e servizi in streaming. L’impianto si caratterizza per la presenza di due altoparlanti a due vie e un telecomando, si può collegare a smartphone e tablet iOS e Android tramite app dedicata e a tutti i dispositivi con supporto a Bluetooth. È ampia la compatibilità i formati audio, e può essere collegato anche a PC e NAS per la riproduzione in streaming della musica.

Yamaha PianoCraft 470 DAB Sistema Micro Hi-Fi, Argento
Amazon.it: 499,00 € 453,99 €Compra ora

Denon D-M39BKBKE2


Denon D-M39BKBKE2 è un sistema Home Audio che può essere utilizzato anche come sistema Hi-Fi grazie alle sue doti tecniche. Integra un lettore CD e due diffusori audio a due vie con woofer da 12 centimetri e tweeter separato. Fra le connessioni troviamo il classico stereo RCA, ma anche il digitale ottico e la possibilità di collegare un subwoofer esterno per enfatizzare la resa delle basse frequenze. Il sistema della società, che è ben nota nell’ambito dei sistemi audio e dell’home-entertainment, è compatibile con i formati MP3 e WMA, e si può collegare anche via Bluetooth.

Pioneer P1-S


Pioneer P1-S è un sistema Hi-Fi estremamente raffinato con un prezzo piuttosto elevato. Si compone di due diffusori a due vie con bass-reflex e può essere collegato ad iPod e iPhone tramite la porta USB integrata anteriormente. Non manca il supporto per la radio FM, una porta digitale ottica e la possibilità di collegare un paio di cuffie attraverso il jack da 3,5 millimetri. Lo stereo è gestibile da distanza grazie al telecomando offerto in dotazione, ma purtroppo non è supportata la tecnologia Bluetooth per il controllo della riproduzione da dispositivo esterno.

Pioneer P1-S Sistema Pure Compact HiFi, CD, FM, Riproduzione iPod, iPh...
Amazon.it: 753,15 €Compra ora