Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori notebook convertibili

di

Stai cercando un notebook in grado di soddisfare le tue esigenze, un dispositivo che sia in grado di accompagnarti lungo il corso della tua giornata senza alcun tipo di problema. In particolare, ti sei reso conto del fatto che esiste una particolare tipologia di portatili che sembra proprio essere ideale per la tua routine: i convertibili, a metà strada tra un computer e un tablet. Tuttavia, non sai proprio quale modello scegliere e avresti quindi bisogno di consigli in merito. Le cose stanno proprio così, non è vero? Beh, allora sappi che sei arrivato nel posto giusto!

Oggi ti aiuterò, infatti, nella tua scelta, andando a illustrarti quali sono i migliori notebook convertibili presenti sul mercato. Non mancherò inoltre di fornirti tutti i consigli del caso in merito alla componentistica interna e ti spiegherò anche quali sono i vantaggi di un portatile di questo tipo. Ovviamente, ci sarà anche modo di analizzare i modelli che ritengo più validi, rigorosamente suddivisi in fasce di prezzo, in modo che tu possa scegliere il convertibile che più si adatta alle tue esigenze e al tuo budget.

Che ne dici? Iniziamo la disamina del mondo dei notebook convertibili? Sei pronto per scegliere il portatile che fa per te? Direi di sì, visto che sei arrivato fin qui e stai leggendo con interesse questa guida. Forza allora, tutto quello che devi fare è prenderti un po’ di tempo libero, metterti bello comodo e seguire le indicazioni che trovi di seguito. Ti posso assicurare che non ci vorrà molto per trovare il convertibile ideale per te. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon acquisto!

Indice

Cosa sono i notebook convertibili

Cosa sono i notebook convertibili

Prima di spiegarti nel dettaglio quali sono i migliori notebook convertibili, ritengo possa interessarti saperne di più in merito a questa tipologia di portatili.

Ebbene, la principale caratteristica peculiare di questi dispositivi è la presenza di un display touch-screen, ovvero sensibile al tocco. In parole povere, è possibile eseguire le classiche attività mediante dei tap, proprio come avviene in un comune smartphone/tablet. Nonostante questo, il design rimane fedele al mondo dei notebook e quindi i convertibili sono a tutti gli effetti dei portatili.

Un aspetto importante, relativo a questa tipologia di notebook, è quello delle dimensioni, che spesso sono contenute per rendere più facile il trasporto del portatile. In parole povere, possiamo definire i convertibili come una sorta di via di mezzo tra un comune notebook e un tablet.

Non è però finita qui: è infatti di fondamentale importanza la distinzione tra convertibili e detachable (trasformabili). Un notebook convertibile dispone “semplicemente” di uno schermo touch-screen che può essere ruotato di 360 gradi. In questo modo, la tastiera viene “nascosta” sul retro e l’utente può utilizzare il portatile come se fosse un tablet.

Un detachable, invece, consente di staccare fisicamente la parte dello schermo dal notebook e di utilizzarla in modo a sé stante, come un vero e proprio tablet. I detachable si avvicinano quindi più al mondo dei dispositivi mobili che a quello dei portatili, dato che il collegamento tra schermo e tastiera avviene tramite Bluetooth. In alcuni casi, questo comporta anche che i due componenti non si possano distanziare molto tra di loro, dato che l’hardware potrebbe essere sotto alla tastiera.

In determinati contesti, come ad esempio nei principali negozi online, sia i convertibili che i detachable vengono indicati con il termine “2-in-1”, visto che tecnicamente sono entrambi in grado di fare sia da notebook che da tablet. Tuttavia, come avrai sicuramente già intuito, è bene prestare attenzione a questa importante differenza.

Migliori notebook convertibili: dimensioni dello schermo

Dimensioni schermo Notebook Convertibili

Nella scelta di un notebook convertibile, le dimensioni dello schermo sono di fondamentale importanza. Infatti, uno schermo più ampio può risultare utile per chi deve svolgere lavori di precisione, mentre un display di dimensioni contenute può essere comodo durante il trasporto.

Solitamente le dimensioni dei pannelli touch-screen dei notebook convertibili variano da 10 a 15 pollici. Qui è bene precisare che chiaramente potrebbero esserci delle eccezioni e che la risoluzione dello schermo non è sempre collegata alla sua ampiezza. Infatti, ad una certa diagonale possono corrispondere risoluzioni parecchio differenti, che nella maggior parte dei casi vanno dalla HD (1366×768 o 1280×720 pixel) alla Ultra HD 4K (3840×2160 pixel), passando per la più classica Full HD (1920×1080 pixel). Il mio consiglio è quello di mantenersi su quest’ultima, dato che è la più equilibrata e va bene per la maggior parte delle persone.

  • Da 10 a 12 pollici: i convertibili più diffusi dispongono di diagonali di questo tipo. Il motivo è presto detto: la trasportabilità è ottima e spesso molti utenti non hanno la necessità di un hardware al top, preferendo la comodità alla “potenza bruta”.
  • Da 13 a 14 pollici: se stai cercando un compromesso tra prestazioni e portabilità, dovresti dare un’occhiata a dispositivi con schermi di questa ampiezza. Infatti, spesso questi convertibili dispongono di una scocca leggermente più grande rispetto a quelli “classici” e questo consente ai produttori di inserire componenti hardware più prestanti.
  • 15 pollici: i convertibili con questa diagonale si avvicinano ai notebook tradizionali e sono adatti a coloro che necessitano di uno schermo touch-screen abbastanza grande per riuscire a lavorare, e magari anche giocare, come si deve. D’altronde, molte persone si sono ormai abituate a portatili di queste dimensioni e quindi anche la portabilità non diventa più un problema.

Componenti hardware

Hardware notebook

Come per ogni acquisto tecnologico che si rispetti, la componentistica interna è un parametro di fondamentale importanza per capire la bontà di un convertibile. Infatti, la scheda tecnica fornisce delle indicazioni in merito a quale sarà la velocità di esecuzione delle app, senza contare le utili informazioni relative alle porte disponibili, all’eventuale presenza di lettori di schede di memoria, webcam e quant’altro e all’autonomia. Di seguito ti illustro quali sono i principali componenti su cui dovresti basare la tua scelta.

  • CPU (processore): potremmo definirla come il cervello del computer. Esegue tutti i calcoli ed elabora i dati attraverso delle unità di calcolo chiamate core. Solitamente gli odierni notebook dispongono di un processore a più core, ad esempio Quad-Core (quindi un SoC che dispone di 4 unità di calcolo). Le CPU più comuni, oltre a quelle Quad-Core, sono le Octa-Core e le Six-Core. Le unità di calcolo operano a frequenze, espresse in GHz, che solitamente sono uguali. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni in cui non è così. Ad esempio, un processore Octa-Core potrebbe avere unità di calcolo operanti a frequenze diverse. Queste frequenze rappresentano la potenza bruta di ogni singola unità del processore, mentre un numero di core più elevato solitamente implica una maggiore capacità nell’operare con più incarichi contemporaneamente. In genere, i processori sono prodotti da Intel o AMD e sono suddivisi in varie famiglie: ecco qualche esempio.
    • Intel Core i3/i5 e AMD Serie A: le CPU più diffuse per quanto riguarda i convertibili di fascia media. Sono considerate un ottimo compromesso, visto che sono in grado di fornire buone prestazioni a fronte di un consumo energetico non troppo elevato. I processori Intel Core i3 sono più economici rispetto ai Core i5, ma questi ultimi offrono prestazioni migliori.
    • Intel Core i7 e AMD Ryzen: se si vuole puntare veramente al top, alla fascia alta del mercato, i processori di queste serie offrono tutto ciò che si può desiderare in termini di potenza bruta. Non esiste ovviamente una regola generale per scegliere tra un processore e l’altro, ma solitamente i SoC Intel sono consigliabili per velocità e consumi energetici, mentre i processori di AMD sono più economici a parità di prestazioni.
    • Intel Celeron/Pentium e AMD Serie E: se disponi di un budget relativamente ridotto, probabilmente ti imbatterai in convertibili che dispongono di un processore appartenente a queste famiglie. Si tratta di CPU che offrono prestazioni più basse rispetto alla media, ma che possono comunque soddisfare chi deve semplicemente utilizzare il notebook per navigare sul Web ed effettuare azioni non troppo esose in termini di risorse.
    • Intel Atom o AMD Micro: questi processori sono pensati tenendo bene a mente il risparmio energetico. Infatti, l’autonomia è importante per un convertibile e puntare su portatili che dispongono di queste CPU può avere senso se durante la giornata non hai spesso a disposizione una presa di corrente.
    • Intel Core m: se hai bisogno di un compromesso tra prestazioni e autonomia, questi processori fanno al caso tuo. Infatti, si tratta di CPU che consumano anche meno degli Intel Atom e che, a livello prestazionale, si trovano a metà strada tra questi ultimi e i processori delle famiglie Core.
  • GPU: il processore visivo, ovvero quel componente che viene utilizzato per effettuare tutte le elaborazioni di tipo grafico. Solitamente, nei convertibili le GPU sono integrate nello stesso package del processore, ma se sei un videogiocatore dovresti invece puntare a una scheda video dedicata (con una propria memoria RAM). Infatti, quest’ultima soluzione solitamente offre maggiore potenza, mentre una GPU integrata consuma meno ed è mediamente più economica.
  • RAM: la memoria volatile dove vengono “immagazzinati” temporaneamente i dati delle applicazioni che il computer utilizza in un certo momento. Essenzialmente, più RAM si ha a disposizione e più applicazioni in contemporanea si riescono ad eseguire in contemporanea senza che le prestazioni crollino. Chiaramente, non basta avere molta memoria di questo tipo per ottenere un convertibile prestante, visto che bisogna comunque disporre di una CPU in grado di gestire il carico di lavoro. Se vuoi un consiglio, solitamente sarebbe bene non scendere sotto i 4 GB di RAM, in modo da non avere spiacevoli sorprese durante l’utilizzo.
  • Storage: le periferiche di archiviazione di un computer, memorie non volatili, quelle dove i dati rimangono salvati anche una volta spento il portatile. Possono essere di diverso tipo.
    • SSD: se vuoi puntare sulla velocità, devi assolutamente acquistare un convertibile con un’unità a stato solido. Pensa che molte persone utilizzano questo componente per dare nuova “linfa vitale” ai loro vecchi PC, visto che i miglioramenti a livello di caricamento del sistema operativo e dei programmi possono essere notevoli rispetto a un comune hard disk. Inoltre, gli SSD sono silenziosi e hanno una maggiore resistenza agli urti. L’unica “pecca” consiste nel fatto che costano molto di più, a parità di capacità, rispetto ai dischi meccanici. Da notare il fatto che esistono diversi tipi di SSD: i PCIe (spesso in formato M.2) sono i più veloci, mentre i SATA III sono più lenti, anche se le loro prestazioni rimangono comunque piuttosto valide.
    • eMMC: le memorie flash, ovvero le stesse che troviamo in chiavette USB e schede SD. Solitamente si trovano nei convertibili entry-level, ovvero quelli più economici. Le prestazioni sono medio-basse, inferiori a quelle degli SSD. Possono tuttavia risultare un buon compromesso visto il basso costo.
    • Hard disk: i classici dischi meccanici, quelli a cui solitamente ci si riferisce con il termine “disco fisso”. Sono più lenti delle unità a stato solido ma il loro principale vantaggio consiste nel prezzo piuttosto economico. Esistono ovviamente miriadi di modelli e in questo caso una specifica da tenere d’occhio è la velocità di rotazione dei dischi, che solitamente può variare da circa 4000 fino a 7200 rpm. Più è alto questo valore, più elevate sono le velocità di lettura e scrittura. Questo significa che, ad esempio, con un hard disk da 7200 rpm i caricamenti dei programmi potrebbero essere più veloci rispetti a quelli garantiti da un disco fisso da 5400 rpm (quest’ultimo è un valore piuttosto comune per il mercato PC).
  • Batteria: permette di utilizzare il computer portatile anche quando non è collegato alla presa di corrente. Viene classificata in base al numero di milliampereora (mAh) e di celle di cui dispone. L’autonomia dipende anche dall’hardware e dall’ottimizzazione software del dispositivo, quindi non è detto che una stessa batteria duri lo stesso tempo in tutti i convertibili. In ogni caso, più è alto il numero di mAh, maggiore è la durata di un sistema. In determinati contesti, le specifiche della batteria sono espresse in Wh e in V. Per risalire ai mAh, bisogna dividere i Wh per i Volt e moltiplicare il risultato per 1000.
  • Porte: a livello di connettività, i portatili possono essere molto diversi tra di loro. Solitamente, le porte che non mancano quasi mai sono quelle USB, spesso presenti nel formato standard (USB A, quello delle chiavette per intenderci) oppure in altri formati più compatti (microUSB, miniUSB o USB Type-C, in modo simile a quanto avviene per gli smartphone). A seconda degli standard, le porte USB possono garantire una velocità di trasferimento massima dei dati differente: ad esempio, le porte USB 3.1 di seconda generazione possono trasferire dati fino a 1250 MB/sec, mentre le porte USB 2.0 possono trasferire dati fino a 60MB/sec. Insomma, è bene fare attenzione anche a queste specifiche. Altre porte che si trovano su diversi modelli di portatili sono la porta Ethernet (Fast Ethernet da 100 Mbps o Gigabit Ethernet da 1 Gbps, anche se si trovano raramente sui convertibili, viste le dimensioni contenute) per la connessione ad una rete via cavo, e le HDMI e/o DisplayPort, pensate per la connessione a un monitor esterno. Parlando invece della connettività wireless, ovvero il collegamento a una rete senza fili, sono indispensabili il supporto a Wi-Fi 802.11 (n o ac, anche dual band con supporto alle frequenze 2.5 e 5GHz) e Bluetooth.
  • Altri componenti: durante la scelta di un notebook, non bisogna sottovalutare anche la tastiera, visto che può avere pulsanti ad isola, meccanici (adatti principalmente al gaming) o a membrana e può essere con o senza retroilluminazione. Un altro aspetto da tenere in considerazione è la presenza della webcam, camera utile, ad esempio, per effettuare videochiamate. Da tenere in considerazione anche l’eventuale presenza di un card reader per la lettura e la scrittura di schede SD.
  • Materiali: la solidità costruttiva è sottovalutata da molti. Si tratta invece di un aspetto molto importante, dato che disporre di un convertibile resistente può evitare spiacevoli inconvenienti (come dover acquistare un nuovo notebook). I portatili possono utilizzare materiali differenti per la scocca e il guscio del display. In linea generale, i modelli entry-level solitamente fanno uso del policarbonato, meno resistente e poco piacevole al tatto rispetto all’alluminio o alle leghe metalliche che vengono utilizzate per costruire i convertibili di fascia più alta.

Sistema operativo

Sistemi operativi convertibili

Il sistema operativo, ovvero il software che si interfaccia all’hardware per far funzionare correttamente il computer, è uno degli aspetti che bisogna tenere in considerazione maggiormente durante la scelta di un convertibile. Infatti, buona parte dell’esperienza utente dipende dal sistema operativo, dato che i componenti interni sarebbero inutili senza di esso. Tra la miriade di compiti effettuati dall’OS, c’è anche la gestione dei driver per sfruttare le periferiche. I sistemi operativi presenti sul mercato sono piuttosto diversi tra di loro e consentono di accedere ad applicazioni uniche. Chiaramente, tutti gli OS hanno degli aspetti in comune, come il supporto a determinati file “standard” (ad esempio i JPG per le foto o gli AVI per i video), ma in linea generale le differenze sono parecchie. Qui sotto trovi i principali sistemi operativi disponibili sul mercato.

  • Windows: il sistema operativo più diffuso sul mercato. Solitamente chi punta su un convertibile sceglie un dispositivo con l’OS di Microsoft. È compatibile con essenzialmente tutte le applicazioni e giochi di terze parti più popolari. L’ultima versione, nonché quella che quasi sicuramente troverai preinstallata in molti portatili, è Windows 10. Da sottolineare che l’edizione Modalità S del sistema operativo Microsoft consente di eseguire solo le applicazioni scaricate dal Microsoft Store.
  • ChromeOS: il sistema operativo dei Chromebook, basato sul cloud e sul parco applicazioni e servizi offerto da Google. È un OS che si avvicina per certi versi più ad Android che a Windows, risultando una sorta di via di mezzo. Fai attenzione e informati bene su cosa si può fare tramite ChromeOS prima di acquistare un convertibile di questo tipo.
  • Android: pensato tenendo bene a mente il mondo smartphone, il sistema operativo del robottino verde è stato portato anche su tablet e su sistemi convertibili grazie a delle personalizzazioni effettuate dai produttori. In questo caso, le applicazioni compatibili sono principalmente quelle disponibili sul Play Store, proprio come avviene con gli smartphone. Ti invito a informarti come si deve sulla disponibilità delle applicazioni che ti servono prima di procedere all’acquisto.

Oltre alle classiche soluzioni citate, potrebbe anche capitarti di imbatterti in convertibili che vengono segnalati come FreeDOS. Nonostante sia piuttosto raro trovare prodotti di questo tipo, devi sapere che questa dicitura significa che non è installato alcun tipo di sistema operativo all’interno del notebook. In questo caso, dovrai quindi procedere manualmente all’installazione dell’OS e il mio consiglio è quello di puntare a questi prodotti solamente se hai già effettuato in passato operazioni simili o se ti ritieni abbastanza esperto per riuscire a portarle a termine. Infine, sottolineo che al momento non esistono convertibili Mac, quindi equipaggiati con macOS.

Quale notebook convertibile comprare

Dopo averti spiegato nel dettaglio quali sono i principali parametri da tenere in considerazione quando si cerca un buon notebook convertibile, direi che sei pronto per venire a conoscenza delle mie scelte in merito ai migliori dispositivi presenti sul mercato. Chiaramente, qui si sta parlando di gusti ed esigenze personali, quindi non dimenticarti le indicazioni che ti ho fornito in precedenza. Ho suddiviso i prodotti in base alla fascia di prezzo, in modo che tu possa trovare il modello adatto alla tua disponibilità economica.

Miglior notebook convertibile economico (meno di 300 euro)

La fascia bassa del mercato può risultare interessante per chi non dispone di un elevato budget e non ha molte pretese a livello di prestazioni e qualità costruttiva. I prodotti validi in questo segmento di mercato non sono molti, ma si possono comunque trovare dei modelli interessanti, come quelli che trovi qui sotto.

Mediacom FlexBook Edge 11

Mediacom Flexbook Edge 11

Mediacom FlexBook Edge 11 è un notebook convertibile estremamente economico che dispone di un display touch-screen LCD da 11,6 pollici con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) e di un processore Intel Celeron N3350. Quest’ultimo è affiancato da 4 GB di RAM e 32GB di memoria di archiviazione su standard eMMC. Non è un fulmine a livello prestazionale (il processore fa un po’ da “collo di bottiglia”), ma con un prezzo così ridotto non è chiaramente possibile chiedere di più. Molto interessante il peso ridotto a soli 1,16 kg, che garantisce un’ottima portabilità.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen LCD da 11,6 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Home (64-bit);
  • CPU – Dual-Core Intel Celeron N3350 fino a 2,4 GHz;
  • GPU – Intel HD Graphics 500;
  • RAM – 4 GB;
  • Disco – 32 GB (eMMC, espandibile tramite microSD fino a 128GB o slot SSD M.2 fino a 1TB);
  • Porte e altri componenti – 2 USB 3.0, webcam 2MP, 1 slot microSD, supporto Bluetooth 4.0, 1 Micro HDMI;
  • Batteria – 4800 mAh;
  • Dimensioni e peso – 18,9 x 1,5 x 28,1 cm / 1,16 kg.

Lenovo C340 Chromebook

Lenovo C340 Chromebook è un convertibile di fascia bassa pensato per chi non ha particolari esigenze anche in campo di parco applicazioni, in quanto animato da ChromeOS e non da Windows. Il portatile implementa uno schermo touch-screen IPS da 11,6 pollici con risoluzione HD (1366 x 768 pixel) e un processore Intel Celeron N4000. Troviamo poi 4 GB di RAM e 64GB di memoria di archiviazione su standard eMMC. Le prestazioni non sono esattamente delle migliori, ma anche in questo caso il prezzo contenuto può essere un vantaggio non di poco conto. Lenovo C340 Chromebook ha un peso di 1,18 kg e risulta quindi tranquillamente trasportabile.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS da 11,6 pollici con risoluzione HD (1366 x 768 pixel);
  • Sistema Operativo – Chrome OS;
  • CPU – Dual-Core Intel Celeron N4000 fino a 2,6 GHz;
  • GPU – Intel UHD Graphics 600;
  • RAM – 4 GB;
  • Disco – 64 GB (eMMC);
  • Porte e altri componenti – 2 USB-C 3.1, 2 USB-A 3.1, webcam HD 720p, 1 slot microSD, supporto Bluetooth 4.2;
  • Batteria – 42 Wh;
  • Dimensioni e peso – 29,0 x 20,8 x 1,79 cm / 1,18 kg.
Lenovo C340 Chromebook, Display 11.6" HD Touch IPS, Processore Celeron...
Vedi offerta su Amazon

Miglior notebook convertibile di fascia media (meno di 700 euro)

I convertibili di fascia media sono ritenuti da molti come un ottimo compromesso, visto che dispongono di prestazioni in grado di soddisfare buona parte degli utenti e mantengono un costo non troppo elevato. Di seguito trovi le mie scelte tra i 300 euro e i 700 euro.

Lenovo YOGA 520

Lenovo YOGA 520 è un notebook convertibile di fascia media con un ampio schermo touch-screen IPS da 14 pollici con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) e un processore Intel Core i5-7200U operante alla frequenza massima di 2,5 GHz. Quest’ultimo è affiancato da 4 GB di RAM e 256GB di memoria di archiviazione SSD. Le prestazioni offerte dal portatile sono buone e vanno bene per la maggior parte degli utenti. Inoltre, il prezzo non è esagerato e il peso di 1,75 kg rende facilmente trasportabile il notebook, anche se non stiamo esattamente parlando del dispositivo più “leggero” del mercato.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS da 14 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Home (64-bit);
  • CPU – Dual-Core Intel Core i5-7200U fino a 2,5 GHz;
  • GPU – Intel HD Graphics 620;
  • RAM – 4 GB;
  • Disco – 256GB (SSD);
  • Porte e altri componenti – 2 USB 3.0, 1 USB Type-C, webcam HD 720p, 1 lettore di schede, 1 porta HDMI, supporto Bluetooth 4.1;
  • Batteria – 2-Cell 35 Wh;
  • Dimensioni e peso – 328 x 229 x 19,9 mm / 1,75 kg.

Teclast F5

Teclast F5 è considerato da molti come uno dei migliori compromessi in termini di rapporto qualità/prezzo per quanto riguarda il mercato dei notebook. Infatti, a fronte di un costo aggressivo, il portatile dispone di un display touch-screen IPS da 11,6 pollici con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) e un processore Intel Celeron N4100, affiancato da 8 GB di RAM e 256GB di memoria di archiviazione SSD. Insomma, la dotazione hardware è più che buona a fronte del prezzo a cui Teclast F5 viene venduto. Molto interessante il peso: solamente 1,081 kg, caratteristica che configura questo dispositivo tra i notebook convertibili più leggeri presenti sul mercato.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS da 11,6 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Home (64-bit);
  • CPU – Quad-Core Intel Celeron N4100 fino a 2,4 GHz;
  • GPU – Intel UHD Graphics 600;
  • RAM – 8 GB LPDDR4;
  • Disco – 256GB (SSD);
  • Porte e altri componenti – 1 USB Type-C, 1 Micro HDMI, 1 micro USB, 1 slot microSD, webcam 1MP, supporto Bluetooth 4.2;
  • Batteria – 3850 mAh;
  • Dimensioni e peso – 30,70 x 21,90 x 6,50 cm / 1,081 kg.
Pc portatile Convertibile TECLAST F5 Ultrabook da 11.6 pollici 360°, 8...
Vedi offerta su Amazon

Lenovo IdeaPad C340

Lenovo IdeaPad C340

Lenovo IdeaPad C340 è un notebook convertibile di fascia media realizzato tenendo bene a mente le esigenze di chi vuole un pannello che abbia dimensioni simili a quelle dei classici portatili. Infatti, troviamo uno schermo touch-screen IPS da 14 pollici con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) e un processore Intel Core i3-10110U, affiancato da 8 GB di RAM e 512GB di memoria di archiviazione SSD. Le prestazioni offerte dal portatile sono buone e, in linea generale, il rapporto qualità/prezzo non è per niente male. Il peso a partire da 1,65kg consente di trasportare il notebook senza particolari problemi.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS da 14 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10;
  • CPU – Dual-Core Intel Core i3-10110U fino a 4,1 GHz;
  • GPU – Intel UHD Graphics;
  • RAM – 8 GB;
  • Disco – 512 GB (SSD);
  • Porte e altri componenti – 2 USB Type-A 3.1, 1 USB Type-C 3.1, 1 HDMI, 1 lettore di schede SD, webcam HD 720p, supporto Bluetooth 4.2;
  • Batteria – 45 Wh;
  • Dimensioni e peso – 32,8 x 22,9 x 1,79 cm / 1,65 kg.
Lenovo IdeaPad C340 Notebook Convertibile, Display 14" Full HD IPS, Pr...
Vedi offerta su Amazon

Acer Spin 3

Acer Spin 3

Acer Spin 3 è un portatile convertibile di fascia media che dispone di un ampio pannello touch-screen IPS da 14 pollici con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) e un processore Intel Core i5-8250U. Quest’ultimo è affiancato da 4 GB di RAM e 1TB di HHD. Non mancano 16GB di memoria Intel Optane, che serve per l’accelerazione del notebook. In parole povere, questa memoria fa da “ponte” tra la CPU e l’HDD per rendere molto più veloce l’accesso ai dati. Stiamo quindi parlando di un convertibile pensato per chi ha bisogno di molto spazio di archiviazione. Per il resto, le prestazioni offerte dal portatile sono in linea con la fascia di prezzo a cui appartiene. Il peso è nella norma: 1,7kg.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS LED da 14 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Home (64-bit);
  • CPU – Quad-Core Intel Core i5-8250U fino a 3,4 GHz;
  • GPU – Intel UHD Graphics 620;
  • RAM – 4 GB;
  • Disco – 1TB (HDD), 16 GB Intel Optane;
  • Porte e altri componenti – 1 HDMI, 1 USB 2.0, 2 USB 3.0, webcam HD 720p;
  • Batteria – 5170 mAh;
  • Dimensioni e peso – 33,5 x 23 x 2,1 cm / 1,7 kg.

Miglior notebook convertibile di fascia alta (più di 700 euro)

Se vuoi puntare veramente al top e il budget non è un problema, devi assolutamente tenere in considerazione i modelli di notebook convertibili di cui ti sto per parlare.

HP Spectre X360 13-ap0001nl

HP Spectre x360

HP Spectre X360 13-ap0001nl è un notebook convertibile di fascia alta che dispone di un display touch-screen IPS WLED da 13 pollici con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) e un processore Intel Core i5-8265U, affiancato da 8 GB di RAM e 256GB di SSD. Le prestazioni offerte sono ottime e il portatile ha sicuramente un buon rapporto qualità/prezzo. Interessante il peso di 1,33 kg, che è sotto alla media e consente di trasportare in modo molto semplice il notebook.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS WLED da 13 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Home (64-bit);
  • CPU – Quad-Core Intel Core i5-8265U fino a 3,9 GHz;
  • GPU – Intel UHD Graphics 620;
  • RAM – 8 GB DDR4;
  • Disco – 256GB (SSD);
  • Porte e altri componenti – 2 USB Type-C 3.1, 1 USB 3.1, webcam FHD, supporto Bluetooth 5;
  • Batteria – 61 Wh;
  • Dimensioni e peso – 30,88 x 21,79 x 1,47 cm / 1,33 kg.
HP-PC Spectre x360 13-ap0001nl Convertibile, Intel Core i5-8265U, RAM ...
Vedi offerta su Amazon

Dell XPS 13 9365

Dell XPS 13

Dell XPS 13 9365 è un portatile convertibile pensato per gli utenti più esigenti, sia in termini di prestazioni che per quanto riguarda la memoria interna. Il notebook dispone infatti di un display touch-screen Infinity Edge da 13,3 pollici con risoluzione Full HD e un processore Intel Core i5-8200Y, affiancato da 8 GB di RAM e 256GB di SSD. Le prestazioni sono ottime e l’ampia memoria interna consente di salvare parecchi dati. Da non sottovalutare il peso di appena 1,24 kg, che rende il notebook facilmente trasportabile.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen Infinity Edge da 13,3 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Pro (64-bit);
  • CPU – Dual-Core Intel Core i5-8200Y fino a 3,9 GHz;
  • GPU – Intel HD Graphics 615;
  • RAM – 8 GB LPDDR3;
  • Disco – 256GB (SSD);
  • Porte e altri componenti – 1 slot microSD, 1 USB Type-C 3.1, 1 DisplayPort, 1 Thunderbolt 3, supporto Bluetooth 4.2;
  • Batteria – 46 Wh;
  • Dimensioni e peso – 304 x 200 x 15 mm / 1,24 kg.

HP EliteBook x360 1030 G2

HP EliteBook x360 1030 G2

HP EliteBook x360 1030 G2 è un notebook convertibile che strizza l’occhio a chi cerca un design elegante e raffinato. A livello di caratteristiche tecniche, troviamo uno schermo touch-screen IPS da 13,3 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) e un processore Intel Core i5-7200U, affiancato da 8 GB di RAM e 256GB di SSD. Le prestazioni sono quindi in linea con la fascia alta e sicuramente il portatile vale il prezzo del biglietto. Il peso è di appena 1,28 kg, quindi la portabilità è assicurata.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS da 13,3 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Pro;
  • CPU – Dual-Core Intel Core i5-7200U fino a 3,10 GHz;
  • GPU – Intel HD Graphics 620;
  • RAM – 8 GB;
  • Disco – 256GB (SSD);
  • Porte e altri componenti – 1 USB Type-C con Thunderbolt. 2 USB 3.1 (1 per ricarica), 1 HDMI 1.4, 1 slot micro SD, webcam HD 720p, supporto Bluetooth 4.2;
  • Batteria – 57 Wh;
  • Dimensioni e peso – 21,8 x 31,7 x 1,5 cm / 1,28 kg.
HP Elitebook X360 1030 G2 Notebook PC Convertibile, Intel Core I5-7200...
Vedi offerta su Amazon

Lenovo YOGA 530

Yoga 530

Lenovo YOGA 530 è un notebook convertibile realizzato tenendo bene a mente le esigenze degli utenti più esigenti. Il dispositivo dispone infatti di un display touch-screen IPS da 14 pollici con risoluzione Full HD e un processore Intel Core i5-8250U, affiancato da 8 GB di RAM e 256GB di SSD. Le prestazioni sono ottime e il rapporto qualità/prezzo risulta conveniente. Il peso è nella norma: 1,6 kg.

Caratteristiche tecniche

  • Display – touch-screen IPS da 14 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel);
  • Sistema Operativo – Windows 10 Home;
  • CPU – Quad-Core Intel Core i5-8250U fino a 3,4 GHz;
  • GPU – Intel UHD Graphics 620;
  • RAM – 8 GB;
  • Disco – 256GB (SSD);
  • Porte e altri componenti – 1 USB Type-C, 2 USB 3.0, 1 HDMI, 1 lettore schede 4-in-1, webcam HD 720p, supporto Bluetooth 4.1.
  • Batteria – 45 Wh;
  • Dimensioni e peso – 328 x 229 x 17,6 mm / 1,6 kg.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.