Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori schede audio: guida all’acquisto

di

Stai assemblando un nuovo computer, sei arrivato alle decisioni legate al comparto audio e una domanda ti assale: mi accontento della scheda audio integrata oppure ne compro una dedicata? Del resto ogni soluzione ha i suoi vantaggi, tuttavia è chiaro che con una scheda audio dedicata, sia essa interna o esterna, avrai una maggiore versatilità, spesso una migliore qualità audio, e la possibilità di ottenere funzioni non disponibili nelle più semplici schede audio integrate.

Se, in genere, una scheda audio integrata nella scheda madre può andar più che bene per l’ascolto musicale, una scheda audio di qualità, con abbondanza di porte e soluzioni di connettività, è spesso fondamentale per registrare musica o audio, soprattutto se si hanno esigenze di tipo professionale o semi-professionale. Proprio per questo la scelta della scheda audio può diventare un argomento molto delicato. Ma niente paura, ci sono qua io per questo.

Oggi mi occuperò, infatti, delle migliori schede audio, spiegandoti come riconoscerle e come acquistare i modelli che si adattano maggiormente alle tue esigenze. Ti consiglio di leggere tutto attentamente, soprattutto se non sei molto esperto in materia. Insomma, se non conosci termini come DAC, canali, S/PDIF e bitrate, dai un’occhiata ai prossimi paragrafi e, dopo aver fugato tutti i tuoi dubbi, passa alla scelta della tua nuova scheda audio!

Indice

Scheda audio, a cosa serve

Diversi anni fa non era così semplice trovare schede madri con una scheda audio integrata e, quando presente, la qualità di talli componenti era molto bassa. Di fatto. le prime schede audio integrate godevano di funzioni solo essenziali, avevano una latenza evidente e spesso riproducevano interferenze per via della vicinanza alle altre componenti elettroniche presenti dentro il case del PC. Oggi è invece difficilissimo trovare una scheda madre senza scheda audio integrata, ma in alcune circostanze ha ancora senso comprarne una dedicata.

Migliori schede audio

Quando ha senso farlo? Ad esempio quando c’è la necessità di registrare dell’audio con qualità professionale; inoltre una scheda audio dedicata ha spesso una qualità superiore dei componenti rispetto alle integrate e, di conseguenza, permette una qualità audio migliore: se possiedi un impianto audio di qualità o un paio di cuffie costose, ti consiglio di abbinarli a una scheda audio in grado di garantire una buona qualità audio.

Infine, se giochi spesso, considera l’acquisto di una buona scheda audio da gaming, specifica per i videogiochi. Di solito, queste ultime si distinguono perché offrono bassa latenza in riproduzione e registrazione, supporto all’audio multi-canale (sia via digitale, quindi con porte RCA o S/PDIF, sia via analogico, con porte mini-jack), funzionalità di elaborazione in tempo reale del suono, e molte altre caratteristiche specifiche per i videogiochi.

Migliori schede audio

Ci sono poi le schede audio per i musicisti, utili per collegare uno o più strumenti al PC, a un iPhone o a un iPad, o ancora per la registrazione audio della voce da un microfono ad alta qualità. Sono quasi sempre esterne per via della necessità di implementare porte o connettori di grosse dimensioni, e possono offrire amplificatori per cuffie o preamplificatori microfonici in base alle esigenze.

Scheda audio interna o esterna

Prima di passare alle caratteristiche che individuano le qualità di una scheda audio, devi compiere la scelta sul formato: oltre alle schede audio integrate, che sono presenti nella scheda audio, ci sono infatti due ulteriori tipi di scheda audio che puoi acquistare separatamente: interne ed esterne. Ti ricordo, inoltre, che una scheda audio dedicata non va in conflitto con quella integrata nella scheda madre, quindi puoi installarne una anche se già presente “di serie” nel tuo computer.

Migliori schede audio

Le schede audio interne si installano all’interno del computer e si collegano direttamente alla scheda madre attraverso uno slot PCI Express. In passato erano molto diffuse anche le schede audio con il vecchio slot PCI, ma ad oggi è molto difficile trovare in commercio questi modelli. Le schede audio interne possono offrire ottime qualità audio, con l’inconveniente che richiedono l’apertura del case per la primissima installazione. Inoltre, la collocazione delle porte, una volta installate, non è comodissima (nella parte posteriore del case), soprattutto se non dispongono di un pannellino dedicato da collegare al pannello frontale del PC.

Migliori schede audio

Le schede audio esterne in passato non erano molto comuni, anche perché le prime versioni dello standard USB non erano molto versatili. Ad oggi, però, le schede audio esterne sono molto diffuse e convenienti: le puoi collocare in qualsiasi punto della scrivania, puoi gestire porte e impostazioni di base direttamente dal pannello di controllo, e non costringono a compromessi sul piano della qualità. Le più diffuse utilizzano, per collegarsi al PC, lo standard USB e spesso non hanno bisogno di alimentazione esterna, mentre in passato erano popolari le schede audio FireWire (oggi sono rare, e richiedono alimentazione esterna). Uno standard che sta prendendo piede in questi anni è invece il Thunderbolt, già molto diffuso sui computer Apple. Alcune schede audio esterne sono compatibili anche con iPhone e iPad: controlla se hanno una porta MFi (Made for iPhone).

Caratteristiche

Schede audio interne ed esterne utilizzano le stesse “regole” per quanto riguarda le caratteristiche e le funzioni presenti: dispongono, insomma, degli stessi chip, possono avere le stesse porte, e possono offrire le stesse doti qualitative. Quello che cambia, di base, è l’interfaccia usata per il collegamento al computer e il fatto che quelle esterne vengono proposte con un telaio esterno che copre la componentistica. Ecco i termini che devi conoscere prima di affrontarne l’acquisto.

Canali e audio surround

Le schede audio che trovi in commercio oggi possono avere la capacità di riprodurre contemporaneamente due canali o più canali: nel primo caso possono quindi gestire la riproduzione audio di tipo stereo, nel secondo caso supportano la riproduzione audio multi-canale.

Migliori schede audio

Non c’è un approccio migliore dell’altro: di solito le schede audio stereo offrono dei componenti realizzati in maniera migliore e una maggiore qualità audio, mentre le schede audio multi-canale sono pensate per l’intrattenimento. Le prime sono migliori per l’ascolto musicale o per la registrazione musicale, le seconde – invece – per videogiochi o film.

Le schede audio multi-canale possono supportare sei oppure otto canali, nei casi più diffusi. Si affidano a degli standard consolidati nel settore: il 5.1, ad esempio, indica la presenza di cinque canali posizionali (due frontali, due posteriori e un canale centrale frontale) più un canale dedicato per le basse frequenze (LFE, Low Frequency Effects); il 7.1 invece indica la presenza di sette canali posizionali (gli stessi di prima più due canali surround laterali) e un canale dedicato per le basse frequenze.

DAC e risoluzione

Il DAC, o per meglio dire il Convertitore digitale-analogico (dall’inglese Digital-Analog Converter), è il chip principale di una scheda audio. Potremmo definirlo il suo cuore. La scheda audio infatti non fa che trasformare il segnale audio generato dal PC, che è digitale, in un segnale analogico che cuffie e diffusori possono trasformare in suoni o melodie. Il convertitore DAC è la componente che più interviene nella qualità audio finale in uscita, e le schede audio di maggiore qualità potrebbero avere un DAC dedicato per ogni canale.

Migliori schede audio

Ogni registrazione musicale viene eseguita seguendo degli standard di mercato, che ne stabiliscono la qualità. Ad esempio per i CD si è scelto una frequenza di campionamento di 44.100Hz (Hertz, quindi numero di campioni al secondo) con una risoluzione di 16-bit (quindi ogni campione è grande 16 bit), ma ciò non toglie che alcune registrazioni su altri formati digitali possono spingersi oltre.

Ad oggi le schede audio possono supportare anche lo standard di 192kHz e 24-bit, sfruttandolo sia con i file compatibili che con quelli registrati a più bassa risoluzione. L’operazione per migliorare artificiosamente la qualità dell’audio registrato viene chiamata upsampling, ma non ti aspettare miracoli!

Rapporto segnale-rumore (SNR)

Le migliori schede audio dovrebbero inoltre offrire un elevato rapporto segnale-rumore. Di cosa si tratta? Indicato spesso anche come SNR ed espresso in dB (decibel), questa unità di grandezza viene usata per indicare il rapporto tra la tensione del segnale in uscita e la tensione di uscita prodotta dalle diverse componenti del rumore.

Idealmente un segnale perfetto dovrebbe trasmettere quanto emesso dalla sorgente in maniera identica, tuttavia è inevitabile ottenere un’alterazione minima che, nell’audio, viene trasmessa come rumore. Le migliori schede audio hanno un SNR superiore a 100dB, fattore che indica – in breve – che il rumore è percepibile solo a volumi di ascolto estremamente elevati.

Latenza

La latenza è un aspetto che deve interessarti soprattutto se ti serve una scheda audio per la registrazione musicale e per il cosiddetto Home Recording. Viene promossa sui modelli professionali per indicare il ritardo che c’è fra l’input generato dall’utente (ad esempio dalla voce o da uno strumento) e l’avvenuta registrazione da parte del sistema.

Una latenza anche superiore a qualche millisecondo può infatti compromettere le prestazioni dell’artista: immagina di suonare una chitarra elettrica e di sentire l’elaborazione audio (ad esempio l’applicazione di un effetto) con un ritardo di qualche istante. Suonare lo strumento potrebbe diventare addirittura impossibile! Se sei un professionista vai alla ricerca dei modelli a latenza zero.

Porte

Quello delle porte è un aspetto fondamentale, sia per i professionisti sia per gli utenti tradizionali. Prima di tutto bisogna fare distinzione fra porte in entrata (o porte in ingresso) e porte in uscita. Le prime, dette anche servono per inviare un segnale dall’ambiente esterno al PC, quindi permettono di collegare un microfono o uno strumento ed effettuare una registrazione.Le seconde servono invece per inviare un segnale elaborato dal computer verso l’esterno attraverso un apparato di riproduzione (impianto audio, mixer, cuffie). Le schede audio professionali dispongono di abbondanza di porte in ingresso, quelle multi-canale in uscita.

Migliori schede audio

Nelle schede audio consumer troverai quasi sempre una sovrabbondanza di jack audio da 3.5mm, porte analogiche che possono essere utilizzate sia in ingresso (line in), sia in uscita (line out), quindi ci saranno porte dedicate a cuffie/impianti audio e a microfono che all’apparenza sono identiche. Attento però! Ovviamente non puoi collegare le cuffie nella stessa porta del microfono: anche se identiche ogni porta di una scheda audio ha una sua funzione specifica.

I jack audio sono anche utilizzati per la connessione degli impianti multicanale, se si sceglie per una connessione analogica (di solito conviene con i videogiochi). Il jack audio è tipicamente un connettore di tipo stereo, quindi supporta due canali: nelle schede audio 5.1 si avrà una porta per i due frontali, una per i due posteriori e un’altra per canale centrale e per il canale LFE.

Migliori schede audio

Inoltre, puoi trovare porte RCA con connettore coassiale, anch’esse analogiche e pensate con lo stesso scopo del jack audio. In passato erano molto usate in ambito audio, ma non sono facili da trovare sulle schede audio più moderne. La porta S/PDIF (Sony/Philips Digital Interface Format) è invece uno standard digitale estremamente diffuso, il quale utilizza un cavo ottico. È ampiamente utilizzato per la connessione di impianti multi-canale per l’intrattenimento.

Migliori schede audio

Per quanto riguarda, invece, l’ambito professionale, oltre ai connettori che ti ho appena indicato abbiamo anche altri sistemi: ad esempio la porta MIC o XLR, per la connessione analogica di un microfono; la porta MIDI, per la connessione di strumenti o tastiere elettroniche e la porta TDIF (molto utile ad esempio per i DJ), che consente di gestire fino a otto tracce con un unico cavo.

Funzioni e compatibilità

Le schede audio vengono fornite con un driver e una suite di software che permettono di interagire in maniera profonda con la riproduzione e la registrazione audio del sistema in uso. Il software può contenere ad esempio un equalizzatore, un programma di gestione degli effetti surround e l’elaborazione ambientale di tutto l’audio che fuoriesce dall’impianto collegato, o ancora può gestire l’upsampling (il miglioramento della qualità audio mediante elaborazione in tempo reale). Se ti servono delle funzioni specifiche dai un’occhiata a questo aspetto.

I driver invece intervengono in maniera più profonda e, non solo rappresentano l’interfaccia fra hardware e sistema operativo con tutti i software utilizzati, ma possono anche garantire il supporto di determinate funzionalità. Software e driver devono essere naturalmente compatibili con il sistema operativo in uso sul computer, quindi verifica sempre la compatibilità della scheda audio con Windows, se usi un PC Windows, o con macOS o Linux se usi un computer con i suddetti sistemi operativi.

Quali schede audio comprare

Adesso che hai le idee chiare passiamo alle migliori schede audio che puoi trovare in commercio in questo periodo. Come al solito ti indicherò prima di tutto le migliori schede audio economiche, poi quelle di fascia media e poi le schede audio di fascia alta più convenienti in questo momento.

Migliori schede audio economiche (fino a 60€)

Docooler Sound Card 5.1

Migliori schede audio
Questa scheda audio PCI Express supporta l’audio multicanale nel formato 5.1 ed è compatibile anche con i sistemi operativi Microsoft più vecchi (come Windows XP e Windows 7). Si tratta di una scheda audio abbastanza versatile con possibilità collegare un impianto audio multi-canale via analogica. Attento alla compatibilità: con alcuni computer potrebbero funzionare solo i due canali stereo frontali.

Docooler PCI-E Express Carte 5.1 Son 5 Port scheda audio surround Ster...
Vedi offerta su Amazon

Behringer U-Phoria UM2 2×2

Migliori schede audio
La Behringer U-Phoria UM2 2×2 costa poco ed è una scheda audio pensata principalmente per chi deve effettuare registrazioni microfoniche. Dispone di due interfacce audio USB da 48kHz e offre due input e due output a bassa latenza per macOS e Windows. Al suo interno implementa un preamplificatore microfonico Xenix con potenza di 48V, e si collega al PC via USB. Un buon modello per iniziare con l’home recording ed eseguire registrazioni di tipo semi-professionale.

Behringer U-PHORIA UM2 2 x 2 interfacce audio USB 2.0
Vedi offerta su Amazon

Creative Sound Blaster Audigy FX

Migliori schede audio
La Sound Blaster Audigy FX di Creative è la scheda audio che ti consiglio se hai bisogno di abilitare l’audio in un computer sprovvisto di scheda audio integrata o con integrata di scarsa qualità. Offre due linee in ingresso, di cui una dedicata al microfono, e supporto per impianti 5.1 da collegare via analogica. Il profilo è basso, quindi può essere installata anche su sistemi di piccole dimensioni, e c’è il supporto ai 24-bit con 192kHz di frequenza di campionamento.

Creative Soundblaster Audigy Fx Scheda Audio Interna, Argento
Vedi offerta su Amazon

Asus Xonar Dg

Migliori schede audio
La Asus Xonar Dg è una scheda audio entry-level che si caratterizza per lo slot PCI. Non sono molte le schede audio che fanno uso di questa interfaccia oggi, ma se ne cerchi una questo è un modello molto affidabile. Implementa un preamplificatore per cuffie, tre modalità di suono fra cui una dedicata ai videogiochi, supporto al Dolby Headphones per l’audio posizionale in cuffia e un motore dedicato per abilitare effetti sonori tridimensionali con elaborazione in tempo reale.

Asus Xonar Dg Pci, Scheda Audio
Vedi offerta su Amazon

Asus Xonar SE 5.1

Migliori schede audio
Anche questa è una scheda audio interna, ma fa uso di un’interfaccia più moderna. Ha, nello specifico, uno slot PCI Express compatibile con i sistemi più moderni, e viene fornita anche con staffa per l’installazione su PC con porte d’espansione a basso profilo. Oltre alle consuete porte analogiche dispone anche di una porta S/PDIF per il collegamento a un impianto con connessione digitale.

ASUS Xonar SE Interno 5.1 canali PCI-E
Vedi offerta su Amazon

Asus Xonar U5

Migliori schede audio
Un’altra scheda video a buon mercato pensata per esigenze di base. La Asus Xonar U5 è una scheda audio compatta che si interfaccia al PC via USB. Supporta una frequenza di campionamento massima di 192kHz con risoluzione a 24-bit e offre un rapporto segnale-rumore di 104dB. Fra le porte abbiamo anche una digitale S/PDIF (con connettore coassiale) e preamplificatore per le cuffie.

Asus Xonar U5 Scheda Audio 5.1 Canali, PCI, Nero
Vedi offerta su Amazon

Alesis Core 1

Migliori schede audio
Anche la Alesis Core 1 è una scheda audio USB compatta, solo che si rivolge più a chi deve registrare che non a chi deve solo riprodurre. Puoi collegare uno strumento o un microfono a questa scheda, con possibilità di registrazione ad una risoluzione audio di 24-bit e 48kHz di frequenza di campionamento. Attraverso uno switch hardware puoi anche passare da Line a Guitar, in modo da cambiare impedenza in base al tipo di strumento collegato.

ASUS Xonar AE

Migliori schede audio
Se disponi di un impianto audio 7.1, o semplicemente vuoi una scheda audio di buona qualità senza dover spendere troppo, la ASUS Xonar AE può essere il modello giusto per te. Offre cinque connettori line out per otto canali (7.1) e cuffie, e due connettori line in per il microfono. In più presenta anche una porta S/PDIF per la connessione di un impianto via connessione digitale. Si collega internamente via slot PCI Express.

ASUS Xonar AE Interno 7.1 canali PCI-E
Vedi offerta su Amazon

Migliori schede audio di fascia media (da 60€ a 200€)

Creative SBX Pro Studio v3

Migliori schede audio
Un’ottima scheda audio per esigenze di riproduzione audio, in una scocca di dimensioni compatte. La Creative SBX Pro Studio v3 dispone di diversi tipi di connettori: due RCA per il fronte anteriore stereo, due mini-jack audio per i canali posteriori e centrale/LFE, e anche una porta S/PDIF per la connessione digitale. Non manca la porta per le cuffie e due line in, di cui una dedicata al microfono. Ci sono anche il supporto al Dolby Digital Live e un telecomando per il controllo delle funzioni di base da remoto.

Creative SB X-Fi Surround 5.1 Pro v3 Scheda Audio USB per Windows 10
Vedi offerta su Amazon

M-Audio M-Track Hub

Migliori schede audio
La M-Audio M-Track Hub è una scheda audio abbastanza economica per quanto riguarda le esigenze professionali. Si collega via USB al sistema e offre diversi tipi di porte a cui collegare periferiche, anche USB MIDI a 24-bit. Si configura come un’interfaccia per il monitoraggio dei segnali e si rivolge a chi lavora con l’audio. Dispone inoltre di due uscite bilanciate da 1/4″ e può essere collegata anche a iPhone e iPad. La manopola dedicata consente di regolare il volume in uscita in cuffia.

M-Audio M-Track Hub Interfaccia e Hub USB Portatile con 3 Porte USB + ...
Vedi offerta su Amazon

Creative Sound Blaster Z

Migliori schede audio
La Creative Sound Blaster Z è una scheda audio che si rivolge ai gamer, e viene venduta con o senza modulo di comando esterno, che serve per la gestione del volume o per aumentare la connettività. Utilizza un processore audio dedicato Sound Core3D pensato per accelerare gli effetti SBX Studio Pro senza gravare sulla CPU del sistema, migliorando la resa sonora nei videogiochi (e non). Si collega al computer via porta PCI Express. L’amplificatore integrato supporta cuffie con un’impedenza fino a 600Ohm.

Creative Sound Blaster Zx Scheda Audio Interna PCI-Express con Audio C...
Vedi offerta su Amazon

Presonus AudioBox iOne

Migliori schede audio
La Presonus AudioBox iOne è una scheda audio USB di tipo semi-professionale, pensata per essere collegata al PC o a un iPad. Implementa un preamplificatore microfonico da 48V, un ingresso instrument ad alta impedenza (puoi collegare ad esempio una chitarra o un basso) e due uscite bilanciate. Non manca l’uscita cuffie per ascoltare la registrazione. Fra le porte abbiamo due jack stereo, una USB MFi (per la connessione ad iPhone e iPad) e una USB 2.0 per la connessione al PC.

Presonus AudioBox iOne Scheda Audio USB
Vedi offerta su Amazon

Asus Gaming Strix Soar

Migliori schede audio
Un’ottima scheda audio per PC, soprattutto per i giocatori. La Asus Gaming Strix Soar offre un’uscita con un rapporto segnale-rumore di 116dB, supporto alle funzioni SonicStudio per avere il controllo completo nelle impostazioni sonore e la modalità Sonic Pro Radar che consente di individuare l’esatta ubicazione dei suoni di gioco. Nella scheda è presente un amplificatore per cuffie con impedenza massima di 600Ohm. Supporta fino a 7.1 canali.

ASUS PCI-Ex Gaming Strix Soar. Scheda Audio a 7.1 Canali, Nero/Antraci...
Vedi offerta su Amazon

Creative Sound Blaster E5

Migliori schede audio
La Creative Sound Blaster E5 è un’altra scheda audio di buona qualità con amplificatore portatile per cuffie, capace di supportare modelli da massimo 600Ohm di impedenza. Questo modello è funzionante con i Mac e può essere utilizzato anche con i dispositivi iOS, offrendo un rapporto segnale/rumore di 120dB con frequenza di campionamento da 192kHz e risoluzione fino a 24-bit. Integrata in questa scheda audio c’è anche una batteria da 3.200mAh, che consente di utilizzare il dispositivo fino a un massimo di 8 ore se collegato alla sorgente via Bluetooth.

Creative Sound Blaster E5 DAC USB e Amplificatore Portatile per Cuffie...
Vedi offerta su Amazon

Creative Sound BlasterX AE-5

Migliori schede audio
Che questa scheda video sia gaming si capisce dai LED RGB personalizzabili integrati. La Creative Sound BlasterX AE-5 appartiene alla serie Pro Gaming e dispone di un DAC di classe SABRE Ultra capace di supportare l’audio ad alta risoluzione per i videogiochi. Dispone di un amplificatore per cuffie e, attraverso l’applicazione Scout 2.0 può mostrare su un radar a schermo la presenza dei nemici nell’ambiente circostante. Il processore integrato consente di elaborare l’audio in tempo reale, migliorandolo con effetti esclusivi. Fra le porte anche la S/PDIF.

Creative Sound BlasterX AE-5 - Scheda audio PCIe e DAC da gioco ad alt...
Vedi offerta su Amazon

Creative Sound BlasterX G6

Migliori schede audio
La Creative Sound BlasterX G6 è un’altra scheda audio per i giocatori, questa volta nel formato esterno, pensata per le cuffie. Può essere utilizzata, oltre che per PC, anche per console di ultima generazione come PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch. Supporta diverse funzionalità specifiche per i giochi, e può essere utilizzata con qualsiasi tipologie di cuffie. Il DAC integrato può inoltre riprodurre con una risoluzione di 32-bit e una frequenza di campionamento di 384kHz, mentre il processore integrato può elaborare l’audio virtualizzandolo in 7.1.

DAC da gioco HD 7.1 e scheda audio USB esterna Sound BlasterX G6 con a...
Vedi offerta su Amazon

Asus Gaming Strix Raid DLX

Migliori schede audio
Torniamo ai modelli tradizionali con la Asus Gaming Strix Raid DLX, una scheda audio interna con interfaccia PCI Express. Questo modello di fascia medio-alta offre diversi tipi di connettore e una modalità Raid che può essere selezionata attraverso un clic sul pannellino di controllo esterno. Il DAC può offrire un rapporto segnale-rumore di 124dB, mentre nella scheda è presente un amplificatore per cuffie capace di gestire modelli fino a 600Ohm. Questa scheda audio può gestire fino a 7.1 canali, e una manopola nel pannello di controllo consente di passare da speaker a cuffie rapidamente, e controllarne il volume.

ASUS PCI-Ex Gaming Strix Raid DLX. Scheda Audio a 7.1 Canali, Nero/Ant...
Vedi offerta su Amazon

Focusrite Scarlett 2i4 di 2° gen.

Migliori schede audio
La Focusrite Scarlett 2i4 di 2° gen. appartiene a una famiglia di schede audio di tipo professionale. Qui trovi due interfacce in ingresso e quattro in uscita, con possibilità di connessione al PC via porta USB. Al suo interno trovi due preamplificatori microfonici, porte MIDI in ingresso e in uscita, connettori bilanciati e non bilanciati, e capacità di gestire flussi a risoluzione 24-bit con frequenza di campionamento fino a 192kHz. Non manca la possibilità di gestire il Gain dalle porte di registrazione e il volume in uscita. Questa scheda audio può essere trovata anche in versione più avanzata, con più interfacce integrate.

Migliori schede audio di fascia alta (da 200€ in su)

Creative Sound Blaster AE-7

Migliori schede audio
Se cerchi una scheda audio di fascia alta progettata per offrire un’elevata qualità audio soprattutto con i contenuti multimediali, allora ti suggerisco la Sound Blaster AE-7. Questo modello offre DAC ad alta risoluzione e un amplificatore per cuffie di ottima qualità: supporta inoltre l’audio multi-canale 5.1 e 7.1, e il processore SoundCore 3D garantisce un’elaborazione audio in tempo reale. Grazie a Dolby Digital Live e DTS Connect puoi usare la connessione digitale anche con i videogiochi, senza perdere l’audio multi-canale nativo.

Sound Blaster AE-7 - Scheda audio Hi-Res PCI-E DAC e AMP con cuffie Xa...
Vedi offerta su Amazon

Asus Essence STX II

Migliori schede audio
Scheda audio interna molto particolare, che ti suggerisco se ami l’audio Hi-Fi e disponi di un impianto di alta qualità. La Asus Essence STX II è pensata per chi ama l’ascolto musicale stereo, e vuole la qualità audio possibile in stereofonia. Offre un rapporto segnale-rumore di 124dB, condensatori low-dropout e un amplificatore di alto livello per cuffie con un’impedenza fino a 600Ohm. Gli op-amp sono intercambiabili a piacere dell’utente. C’è anche una versione 7.1, o per meglio dire la stessa scheda viene venduta in bundle con una scheda “figlia” aggiuntiva per abilitare i restanti sei canali. Il massimo per chi vuole godere l’audio in maniera più simile possibile all’originale.

Asus Essence STX II Scheda Audio, PCIe, Nero
Vedi offerta su Amazon
Asus Essence STX II 7.1 Scheda Audio, PCIe, Nero
Vedi offerta su Amazon

Creative Sound Blaster ZxR con scheda Dbpro

Migliori schede audio
La Creative Sound Blaster ZxR è una scheda audio che punta a offrire una grande qualità sonora, con funzionalità multi-canale. Implementa il processore Sound Core 3D per migliorare la qualità audio attraverso elaborazioni calcolate internamente, e presenta anche un amplificatore per cuffie ad alta qualità. Si tratta di una scheda audio con sole connessioni analogiche ma, attraverso la scheda figlia Dbpro interconnessa, implementa anche entrate e uscite digitali. C’è il supporto a Dolby Digital Live e DTS Connect, per la gestione dell’audio posizionale dei giochi anche in digitale, e la compatibilità ASIO consente di registrare a bassissima frequenza. Il rapporto segnale-rumore è di 124dB.

EVGA Nu Audio

Migliori schede audio
Un’ottima scheda audio di alta qualità. La EVGA Nu Audio supporta anche l’illuminazione attraverso LED RGB, e presenta op-amp che possono essere sostituiti a piacere dell’utente in base all’audio desiderato. Fra le porte a disposizione abbiamo due RCA analogiche, una porta jack per le cuffie, due ingressi (fra cui uno dedicato al microfono) e una porta S/PDIF di tipo ottico. Questa scheda audio è realizzata in collaborazione con Audio Note, e necessita di alimentazione USB dalla scheda madre. L’interfaccia usata, però, è la PCI Express.

Audient iD22

Migliori schede audio
Da qui in avanti passiamo ai modelli professionali per registrazioni di alta qualità: la Audient iD22 si collega al computer via USB e supporta 10 linee in ingresso e 14 linee in uscita. Si rivolge ai musicisti o ai professionisti dell’audio, con supporto a una risoluzione massima di 24-bit e una frequenza di campionamento di 96kHz. Fra le peculiarità due preamplificatori di classe A per microfoni, convertitori AD/DA Burr Brown ad alte prestazioni, e un pannello di controllo dedicato per offrire massima versatilità.

Id22 AUDIENT - INTERFACCIA AUDIO USB
Vedi offerta su Amazon

Presonus Quantum 2

Migliori schede audio
Salendo ancora di livello abbiamo la Presonus Quantum 2, un’interfaccia audio di altissima qualità compatibile con lo standard di trasmissione Thunderbolt 2. Supporta la risoluzione a 24-bit e una frequenza di campionamento massima di 192kHz, con un rapporto segnale-rumore di 120dB. Fra le connessioni abbiamo 2 ingressi per microfono, porte MIDI in e out, preamplificatori integrati e latenza ai livelli minimi. Si tratta della scheda audio più veloce di PreSonus, capace di gestire 22 canali in ingresso e 24 in uscita. Si possono collegare insieme fino a quattro Quantum 2 per ottenere 80 canali in ingresso e 80 canali in uscita.

Motu 624

Migliori schede audio
L’ultima scheda professionale che ti consiglio è la Motu 624, ma non credere che questa sia la più costosa! In ambiti professionale ci si può spingere ancora molto oltre! Questo modello utilizza l’interfaccia USB 3.0 e supporta la modalità di trasmissione Thunderbolt e può gestire l’audio in registrazione fino a 24-bit con frequenza di campionamento di 192kHz. Si può collegare anche ad iPad, e la latenza offerta è bassissima (intorno al millisecondo).

MOTU 624 AVB · Scheda audio
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.