Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per riconoscere oggetti

di

Recentemente, hai visitato un museo e hai scattato tantissime foto alle vetrine che esponevano oggetti di culture o epoche diverse. Tornato a casa, hai cercato un po' di informazioni su quanto “immortalato”, in modo da approfondire le tue conoscenze al riguardo, ma per alcuni oggetti hai dimenticato di inquadrare i cartellini con le descrizioni, dunque non sai come riuscire a strutturare bene le tue ricerche.

E se ti dicessi che esistono delle app per riconoscere oggetti e ottenere informazioni su questi ultimi semplicemente inquadrandoli con la fotocamera del proprio smartphone/tablet o importando delle immagini che li raffigurano. Come dici? Ti sembrano proprio la soluzione ideale al tuo problema? Allora lascia che te ne consigli alcune, illustrandotene anche il funzionamento nel dettaglio.

Prenditi, dunque, qualche minuto di tempo libero, leggi attentamente le informazioni che sto per fornirti e vedrai che, seguendo le mie “dritte”, troverai la soluzione più adatta all'intento che ti sei proposto. Ti auguro una buona lettura!

Indice

App per riconoscere oggetti da foto

Fatte le premesse iniziali, passiamo alla parte pratica di questo tutorial. Nei capitoli che seguono trovi illustrate alcune app per riconoscere oggetti disponibili per Android e iOS/iPadOS; inoltre, trovi spiegato nel dettaglio i passaggi da compiere per impiegarle e utilizzare le loro funzionalità principali. Buona lettura!

Google (Android/iOS/iPadOS)

Google (Android/iOS)

La prima app per riconoscere oggetti che ti consiglio di impiegare è anche quella più semplice e più facile da utilizzare: l'app Google, disponibile per Android e iOS/iPadOS la quale integra la funzionalità Lens dedicata alla ricerca per immagini.

Ti consiglio di impiegare questa soluzione perché ritengo una tra le migliori, specialmente se hai bisogno un'app per riconoscere oggetti antichi che sia quanto più precisa possibile nel riconoscimento. Infatti, grazie alla funzione di ricerca per immagini, puoi riconoscere qualsiasi oggetto semplicemente inquadrandolo con la fotocamera del tuo dispositivo oppure importando una foto dalla galleria del tuo smartphone/tablet.

Dopo aver scaricato l'app di Google sul tuo smartphone/tablet (su Android è spesso preinstallata), avviala, fai tap sull'icona della fotocamera, poi pigia sulla voce Cerca con la tua fotocamera e, infine, premi sul pulsante di scatto per riconoscere l'oggetto inquadrato, ottenendo i risultati da Google Immagini, visualizzati nella scheda sottostante.

Se, invece, vuoi riconoscere un oggetto da un'immagine presente nella galleria del tuo dispositivo, premi sull'anteprima della stessa: in questo modo, verrà eseguita la scansione e potrai ottenere lo stesso risultato.

Ti ricordo che se non vuoi impiegare l'app Google, puoi eseguire la ricerca per immagini in maniera ancora più semplice, utilizzando il browser (procedendo da computer o attivando la visualizzazione desktop su mobile). Per farlo, collegati al sito Web di Google Immagini e premi sull'icona della fotocamera per caricare una foto e riconoscere l'oggetto presente nella stessa, tramite i risultati di prodotti simili sul Web.

In caso di dubbi o problemi, oltre che per maggiori informazioni, leggi il mio tutorial su come cercare per immagini.

ImageSearchMan (Android)

ImageSearchMan Android

Stai cercando un'applicazione Android per riconoscere oggetti? In tal caso ti suggerisco di rivolgerti a ImageSearchMan, un'app gratuita che permette di eseguire la ricerca per immagini su Google in maniera davvero semplice, veloce e immediata grazie a un'interfaccia utente minimale.

Scaricabile tramite il Play Store di Android e ottenibile anche da store alternativi, quest'app è davvero facilissima da usare, tuttavia dispone soltanto della funzionalità di ricerca per immagini partendo da una foto presente nella galleria del proprio dispositivo.

Per avvalente, dopo averla scaricata e avviata, premi sull'icona del menu in alto a sinistra e poi fai tap sulla dicitura Search by Images. Seleziona, quindi, la foto presente nella galleria che vuoi riconoscere e, infine, attendi il riconoscimento automatico dell'oggetto presente nella stessa.

Reversee (iOS/iPadOS)

Reversee

Se, invece, sei alla ricerca di un'app per iPhone per riconoscere oggetti, una valida soluzione che fa per te è Reversee, disponibile a costo zero su App Store e compatibile anche con iPad.

Quest'app, come detto, è gratuita ma, facoltativamente, vi è la possibilità di estendere alcune funzionalità a pagamento, come la ricerca su più motori di ricerca contemporaneamente e la possibilità di fare una ricerca utilizzando il link di un'immagine presente su Google. Il prezzo della versione Pro è di 3,99€ una tantum.

Dopo aver installato l'app, avviala e premi sul pulsante Choose a Picture per caricare l'immagine che contiene l'oggetto che vuoi riconoscere, selezionandola tramite la galleria del tuo dispositivo.

Fatto ciò, premi sul pulsante Search, in alto a destra, e poi attendi il riconoscimento dell'immagine dell'oggetto, tramite la ricerca per immagini di Google. Facile, vero?

Altre app per riconoscere oggetti

Ricerca immagini inversa

Le app per riconoscere oggetti che ti ho consigliato, non hanno soddisfatto a pieno le tue aspettative? In tal caso dai un'occhiata alle altre soluzioni utili che ti consiglio nelle righe che seguono.

  • Identify Anything (Android/iOS): un'app gratuita utile per identificare oggetti persone, piante, animali o qualsiasi altra cosa, tramite un'immagine scattata sul momento o importata dalla galleria, che funziona grazie a un'intelligenza artificiale con deep learning.
  • Cerca per immagine (Android): un'altra soluzione per riconoscere oggetti tramite una ricerca per immagine, grazie a un'app dall'interfaccia utente in italiano semplice da utilizzare per cercare tramite la fotocamera o una foto presente in galleria.
  • Ricerca immagini inversa (iOS/iPadOS): grazie a quest'app per iPhone e iPad puoi fare una ricerca dell'oggetto da riconoscere partendo dalla sua immagine, avendo la possibilità di cercare su più motori di ricerca, oltre a Google. Per eliminare la pubblicità, oltre che usufruire di funzionalità aggiuntive, come la ricerca tramite immagini negli appunti o tramite URL, è necessario attivare l'abbonamento al costo di 1,99€/mese.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.