Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Ascoltare la segreteria telefonica di altre persone

di

Tutti gli operatori di telefonia mobile offrono ai loro clienti il servizio di segreteria telefonica: se il nostro cellulare è spento o non è raggiungibile, chi ci chiama potrà lasciarci un messaggio vocale che possiamo ascoltare quando accendiamo il nostro cellulare.

Per ascoltare i messaggi della segreteria, possiamo chiamare dal nostro cellulare il numero telefonico che ogni operatore dedica alla segreteria telefonica oppure chiamare un certo numero telefonico per ascoltare la nostra segreteria da un qualsiasi cellulare o telefono fisso.

Questo numero è solitamente composto dal nostro numero di cellulare, al quale dobbiamo aggiungere un codice di due o tre cifre prima del numero di telefono oppure fra il prefisso ed il numero di telefono. In entrambi i casi, per ascoltare la segreteria occorre inserire un codice di accesso.

Il problema consiste proprio nel fatto che il codice di accesso, di quattro o sei cifre, è preimpostato, per tutti i clienti, dal gestore di appartenenza con la sola eccezione, per i gestori di telefonia mobile, di 3 e TIM.

Deve essere il cliente a modificarlo quando accede per la prima volta alla segreteria: solitamente questo non accade mai perché si pensa che non si farà più ricorso alla segreteria e poi, dal secondo accesso, non viene più richiesto di modificare il codice di accesso.

Qualunque persona, dunque, potrebbe accedere alla vostra segreteria approfittando della vostra dimenticanza, chiamando il numero della segreteria ed inserendo il codice di accesso preimpostato. Questo post è tratto da un articolo di Davide Maggio, che riporta i codici di accesso preimpostati ed i link alle sezioni dei vari operatori per conoscere come cambiare il codice di accesso.