Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come calibrare il touch screen Android

di

Hai come l’impressione che lo schermo del tuo dispositivo Android non risponda correttamente ai comandi? Quando digiti un testo sul tastierino del telefono la pressione dei tasti non è reattiva e precisa come dovrebbe essere? Non temere, forse è un problema che si può correggere senza portare il terminale in assistenza, andando a calibrare il touch screen di Android a livello software.

Partendo dal presupposto che la perdita di precisione era comune soprattutto nei dispositivi più datati ed economici, che fino a qualche anno fa presentavano spesso dei display resistivi di scarsa qualità (ormai, fortunatamente, caduti quasi in disuso), effettuare la calibrazione del touch screen può rivelarsi qualche volta utile anche sui terminali più recenti… a patto, chiaramente, che sotto non ci sia un qualche problema di natura hardware, quindi legato alla rottura del display o a quella di altri componenti interni del dispositivo.

Detto ciò, visto che tentar non nuoce, ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero e di provare a seguire le indicazioni su come calibrare il touch screen Android che sto per fornirti con questa guida. Se sei fortunato, riuscirai a risolvere i problemi di reattività del tuo device senza sostituirlo o portarlo a riparare. Pronto a fare questo tentativo? Sì? Benissimo! Allora mettiamo al bando le ciance e procediamo sùbito!

Indice

Informazioni preliminari

Telefono

Prima di addentrarci nel vivo della guida e vedere nel dettaglio come calibrare il touch screen Android, mi sembra doveroso fornirti alcune informazioni preliminari che riguardano il funzionamento della tecnologia in questione.

Come ti accennavo nell’introduzione del tutorial, lo schermo dei dispositivi è solitamente dotato di touch screen capacitivo (quello resistivo ormai è usato solo in ambito industriale per la realizzazione degli schermi di impianti e macchinari). Questa tecnologia permette di interagire con i vari elementi presenti sullo schermo effettuando degli sfioramenti che avvengono su una superficie molto sensibile al tocco delle dita e, più in generale, a tutto ciò che è in grado di condurre elettricità, come penne e guanti capacitivi (se ricordi, nell’approfondimento in cui spiego come funziona il touch screen ti ho illustrato la cosa in modo dettagliato).

Quando il touch screen di un dispositivo non risponde correttamente, ciò può essere dovuto a due possibili motivi: problemi di tipo software, facilmente risolvibili con una procedura di calibrazione del touch screen (da effettuare dalle impostazioni o con applicazioni ad hoc), oppure problemi di tipo hardware, che invece richiedono la sostituzione del componente danneggiato.

In questo articolo, quindi, ti mostrerò come risolvere la prima tipologia di problema; per la seconda, non c’è altra soluzione che portare a riparare il dispositivo presso l’assistenza ufficiale o un tecnico specializzato.

Come calibrare il touch screen su Android

Se sei d’accordo, andiamo al sodo e vediamo sùbito come calibrare il touch screen su Android agendo dalle impostazioni del sistema operativo o sfruttando un’applicazione di terze parti adatta allo scopo. Trovi spiegato tutto nel dettaglio proprio qui sotto.

Impostazioni di Android

Come calibrare il touch screen Android

Se preferisci agire dalle impostazioni di Android, sappi che l’unica opzione che permette di calibrare il touch screen è quella inerente la tastiera virtuale. Quindi, se riscontri problemi durante la digitazione del testo, molto probabilmente le indicazioni che sto per fornirti potranno rivelarsi utili. In caso contrario, puoi testare in maniera avanzata il grado di precisione e reattività del display e, a seconda dell’esito della cosa, decidere se portare oppure no il tuo device in assistenza.

Per eseguire una calibrazione della tastiera, apri l’app Impostazioni, facendo tap sull’icona con l’ingranaggio situata nella schermata Home o nel drawer (la schermata contenente le icone di tutte le app installate) e, nel menu che si apre, seleziona la voce Lingua e testo, Lingua e inserimento oppure Lingua e immissione (dipende dal modello di smartphone o tablet Android e dalla versione del sistema operativo in uso). Se non riesci a vedere le voci Lingua e testo o Lingua e inserimento, molto probabilmente devi prima fare tap sulla scheda Controlli che risulta collocata nella parte alta della schermata che ti viene mostrata (dipende sempre dal device in uso comunque).

Nel menu che si apre, seleziona il nome della tastiera usata sul telefono (è quella contrassegnata con il segno di spunta oppure quella che viene indicata in corrispondenza della voce Predefinito) dopodiché recati nel menu con le impostazioni generali e seleziona la voce relativa alla calibrazione.

A questo punto, ti verrà chiesto di digitare un testo sulla tastiera di Android e, successivamente, di pigiare sulla dicitura Salva o Fatto, per salvare le impostazioni di calibrazione. Se dopo aver eseguito la procedura in questione la situazione non migliora, prova a ripetere la calibrazione del tastierino mettendo lo schermo dello smartphone in modalità landscape (orizzontale).

Tieni presente che l’opzione di calibrazione non è presente in tutte le tastiere di Android, quindi potresti anche non trovarla. In tal caso, per cercare di rimediare ai problemi di digitazione che hai riscontrato, potrebbe essere utile installare una nuova tastiera sul dispositivo. Se non sai come si fa e se non sai quali tastiere scaricare, consulta la mia guida su come cambiare la tastiera Android per scoprire in che modo procedere. Una volta che avrai scaricato un’altra tastiera, potrai ripetere i passaggi appena menzionati, così da provvedere a calibrarla nel modo corretto.

In alternativa, puoi eseguire alcuni test per verificare se sia necessario o meno calibrare il touch screen di Android sfruttando degli appositi tool integrati nativamente in alcune versioni della piattaforma mobile del “robottino verde”.

Tali strumenti possono essere richiamati avviando la schermata di composizione della chiamata (il dialer dell’app Telefono) e componendo uno dei seguenti codici *#0*# oppure *#*#2664#*#*. Per uscire dalle schermata di test e tornare alla home screen di Android, basta premere il tasto Home sul telefono.

Tieni presente che gli strumenti per verificare il corretto funzionamento del touch screen Android non possono essere richiamati con entrambi i codici su tutti i dispositivi. Inoltre, su alcuni smartphone e tablet tali tool non sono integrati. In tal caso, per poter verificare se risulti necessario o meno calibrare il touch screen Android dovrai necessariamente ricorrere all’utilizzo di apposite app come quella che sto per indicarti.

App per calibrare il touch screen su Android

Come calibrare il touch screen Android

Purtroppo, come ti ho già accennato poc’anzi, non esistono tanti metodi efficaci per calibrare il touch screen Android a livello software, ma prima di portare il dispositivo in assistenza forse faresti bene a testare in maniera avanzata il grado di precisione e reattività del display.

Ci sono vari modi per testare il touch screen di un telefono o un tablet Android. Il primo sistema, quello più semplice, consiste nello scaricare delle app adatte allo scopo e utilizzarle per verificare se lo smartphone recepisce in maniera corretta gli input ricevuti su schermo. Una delle migliori in ambito free è Multi-touch Benchmark Test, la quale permette di visualizzare su uno sfondo nero i punti dello schermo in cui il telefono riconosce il tocco dell’utente e, di conseguenza, di testare il funzionamento del touch screen in maniera estremamente semplice.

Per scaricare Multi-touch Benchmark Test sul tuo dispositivo, accedi alla home screen del tuo smartphone o tablet, pigia sull’icona di Play Store, scrivi “multi-touch benchmark test” nel campo di ricerca posto in alto e fai tap sul pulsante a forma di lente di ingrandimento annesso alla tastiera visualizzata a fondo schermo. Se vuoi velocizzare l’esecuzione di questi passaggi puoi fare tap su questo link direttamente dal tuo dispositivo (se stai leggendo l’articolo sul device oggetto della calibrazione).

Successivamente, pigia sul primo risultato presente nell’elenco di ricerca che ora ti viene mostrato dopodiché fai tap prima sul bottone Installa. Attendi quindi alche istante affinché la procedura di download e quella di installazione dell’app vengano avviate e completate. Se utilizzi un device sprovvisto dei servizi Google, puoi cercare l’app su uno store alternativo.

Ad installazione completata, avvia Multi-touch Benchmark Test facendo tap sulla sua icona. Una volta visualizzata la schermata principale dell’app, premi dunque sulla voce OK, per chiudere l’avviso comparso a schermo relativo alla ricerca di nuovi update, e pigia in un punto qualsiasi dello schermo, in modo tale da potertene cominciare a servire.

Come potrai notare, ti verrà mostrata una schermata nera con scritto TOUCH SCREEN: tutto ciò che devi fare è pigiare sullo schermo con le dita per testare i punti del display in cui il dispositivo riconosce il tocco. Eventualmente puoi anche testare il numero di tocchi contemporanei che supporta il display pigiando sullo schermo con più dita in simultanea. Ogni volta che effettui una pressione sul display vengono visualizzati dei cerchi colorati indicanti il fatto che il tocco è stato effettivamente riconosciuto.

Testare touch screen Android

Per visualizzare le informazioni sul numero di punti simultanei, quello totale dei tocchi e i dati relativi a EPA e FPS, da’ uno sguardo alle statistiche riportate nella parte in alto a sinistra nella schermata dell’app.

Cosa fare se il touch screen non funziona

Riavviare Android

Dai test che hai eseguito poc’anzi, il touch screen non funziona? In tal caso, come ti dicevo nelle battute introduttive dell’articolo, il problema potrebbe essere legato a un malfunzionamento hardware. Prima di giungere a questa conclusione, però, prova a effettuare un’ultima operazione: riavvia il dispositivo. Così facendo, potrai effettivamente escludere che il problema sia legato a un malfunzionamento software.

Per procedere, premi e tieni premuto per una decina di secondi il tasto di accensione o, se ciò non funziona, premi e tieni premuto il tasto di accensione unitamente al tasto volume (–) o, ancora, il tasto di accensione insieme al tasto Home. Mantieni la pressione delle dita su questi tasti per una decina di secondi circa e vedi se, alla riaccensione del dispositivo, il touch screen risponde ai comandi in modo corretto oppure no. Maggiori info qui.

Se al riavvio del dispositivo i problemi di funzionamento del touch screen non si risolvono, prova con un ripristino completo del sistema operativo. Se neanche così risolvi, è praticamente certo che il problema abbia una genesi hardware. In questo caso, l’unica cosa che ti rimane da fare è portare il dispositivo in assistenza, così che possa essere riparato da un tecnico specializzato.

Per trovare il centro assistenza più vicino a te, prova a fare una ricerca su Internet, digitando “riparazione touch screen [marca/modello del dispositivo]” oppure contatta direttamente il customer care del produttore, così che possa esserti fornita l’assistenza di cui necessiti.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.