Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare la tastiera Android

di

L’avvento dei telefonini dotati di touch-screen ha reso la scrittura di testi in mobilità molto più agevole rispetto a quella che si aveva con i vecchi tastierini numerici con T9. Questo però non vuol dire che la situazione non si possa migliorare ulteriormente.

Se si utilizza uno smartphone Android, ad esempio, è possibile sostituire il tastierino virtuale predefinito del sistema operativo con uno personalizzato scaricato dal Play Store. Se ti stai quindi chiedendo come cambiare la tastiera Android, sarai felice di sapere che sei capitato nel posto giusto! Nella guida di oggi, infatti, ti spiegherò come effettuare questa semplice operazione e come personalizzare alcune caratteristiche della tastiera stessa.

Tutto quello che devi fare è prenderti cinque minuti di tempo libero e dare un’occhiata ai suggerimenti che sto per darti: sono sicuro che troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno. Detto ciò, non mi resta altro che augurarti una buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Smartphone Android

Come ti ho già anticipato nell’introduzione di questo mio tutorial, puoi trovare tante tastiere nel Play Store di Android. Basta avviare quest’ultimo sullo smartphone o sul tablet del famoso robottino verde e, nel motore di ricerca, digitare i termini generici “tastiera” o “keyboard” per trovarne a centinaia, sia gratis che a pagamento, ed è proprio per questo ti dico di fare molta attenzione prima di scaricarne una.

Una tastiera “confezionata” da malintenzionati potrebbe, infatti, spiare le tue attività e tenere traccia di tutti i testi che digiti sul tuo telefonino, comprese le password che usi per accedere alle tue caselle email, ai social network e ad altri servizi Web.

Sebbene il Play Store effettui verifiche sulla sicurezza delle app presenti nel catalogo, prima di installare qualunque tastiera aggiuntiva sul tuo device, verifica che lo sviluppatore sia affidabile e controlla che nei commenti non siano segnalati comportamenti sospetti della app (es. l’installazione di software aggiuntivi inutili o la visualizzazione di banner pubblicitari invasivi).

Altra regola fondamentale che devi seguire per dormire sonni relativamente tranquilli è evitare l’installazione di tastiere che non provengono dal Play Store (quelle che si scaricano da siti esterni e si installano “manualmente” sotto forma di pacchetti APK).

Il mio consiglio, in ogni caso, è quello di utilizzare la tastiera predefinita di Android — che in molti casi è quella fornita direttamente da Google — oppure quella di Microsoft (SwiftKey), che risultano essere quelle più utilizzate e più affidabili in termini anche di sicurezza e privacy. Ad ogni modo, troverai tutte le informazioni che ti servono nei capitoli che seguono, così da riuscire a installare la tastiera sul tuo smartphone o tablet Android e personalizzarla come preferisci.

Come cambiare la tastiera predefinita su Android

Come impostare la tastiera predefinita su Android

Quasi tutte le tastiere alternative per Android, una volta scaricate, propongono all’utente una pratica procedura guidata che permette di impostarle come tastiera predefinita sul dispositivo e scaricare il dizionario per la lingua (se necessario). Puoi saperne di più dando un’occhiata al mio post sulle migliori tastiere gratis per Android.

Ad ogni modo, per completezza di informazione, adesso ti voglio mostrare come cambiare la tastiera Android in maniera “universale”, tramite il pannello delle impostazioni del sistema operativo.

Innanzitutto, devi aver prima scaricato la tastiera dal Play Store. Come ti ho già anticipato, le migliori tastiere per Android sono Gboard di Google, che puoi scaricare da questo link, oppure SwiftKey di Microsoft, reperibile anch’essa dal Play Store. Fai tap sui link che ti ho fornito direttamente dal tuo smartphone o tablet Android e premi sul tasto Installa per avviarne l’installazione.

Per attivare e impostare una tastiera appena scaricata dal Play Store, recati nel menu Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio), seleziona le voci Sistema > Lingua e inserimento dalla schermata che visualizzi e fai tap sulla voce Tastiera virtuale.

Nella schermata che ti viene mostrata, vedrai l’elenco di tutte le tastiere virtuali installate sul tuo dispositivo. Nel caso in cui non dovessi vedere quella appena installata, premi sul tasto Aggiungi una tastiera virtuale e sposta su ON la levetta a fianco al nome della tastiera precedentemente scaricata. Al messaggio di sicurezza, rispondi OK, per completare l’operazione.

A questo punto, torna al menu precedente Lingua e inserimento e fai tap sulla voce Tastiera predefinita. Apponi il segno di spunta accanto al nome della tastiera da attivare (es. SwiftKey) e il gioco è fatto! Da questo momento, la nuova tastiera virtuale verrà richiamata ogni volta che dovrai digitare del testo.

Per passare da una tastiera all’altra mentre stai digitando un testo, pigia sull’icona della tastiera che si trova in fondo a destra e seleziona il nome della tastiera che intendi utilizzare dal riquadro che compare. Se non vedi il suddetto pulsante, prova a tenere premuto il dito per qualche secondo sull’icona del mappamondo o sulla barra spaziatrice.

Come cambiare la lingua della tastiera Android

Se vuoi aggiungere altri dizionari e lingue alla tastiera che stai utilizzando, dovrai procedere dalle impostazioni dell’app stessa.

Gboard

Cambiare lingua su Gboard

Per cambiare la lingua d’inserimento sulla tastiera Gboard, quello che devi fare è pigiare innanzitutto sulla sua icona che trovi in home screen o nel drawer. Fatto ciò, premi sulla voce Lingue, per accedere all’elenco di tutte le lingue installate su Gboard.

Nel caso volessi aggiungere una nuova lingua, premi sul tasto Aggiungi tastiera, in basso, e seleziona una delle lingue in elenco. Nel caso, invece, volessi rimuoverne una, premi sull’icona della matita posta in alto, metti un segno di spunta a fianco della lingua da cancellare e, infine, premi sull’icona del cestino, in alto.

Il passaggio da una lingua all’altra può essere effettuato facilmente direttamente dall’interfaccia di Gboard. Dopo aver richiamato la tastiera in questione, tieni premuta la barra spaziatrice e seleziona una delle lingue in elenco. Facile, no?

SwiftKey

Cambiare lingue SwiftKey

Sulla tastiera SwiftKey di Microsoft, la possibilità di aggiungere nuove lingue d’inserimento è molto semplice. Per prima cosa, avvia l’app SwiftKey tramite la sua icona in home screen o nel drawer. Fatto ciò, nella schermata principale dell’app, seleziona la voce Lingue.

In questa nuova sezione che ti viene mostrata, puoi vedere le lingue installate nella sezione Le tue lingue, mentre nelle sezioni in basso (Lingue preinstallate e Tutte le lingue) sono presenti tutte le altre lingue che puoi aggiungere alla tastiera. Puoi eseguire quest’ultima operazione facilmente, pigiando su una lingua di tua scelta.

Come già anticipato nel paragrafo precedente, le lingue installate vengono mostrate nella sezione Le tue lingue. Puoi decidere di disabilitare provvisoriamente l’adozione di una lingua sulla tastiera virtuale, semplicemente spostando su OFF la levetta a fianco della stessa. Per cancellarla, invece, dopo averla disabilitata, tieni premuto sul suo nome e poi premi il tasto Elimina dal riquadro a schermo.

Come cambiare il layout della tastiera Android

Quando selezioni una lingua d’inserimento, così come ti ho spiegato nel precedente capitolo, potrebbe esserti utile anche cambiare il layout della tastiera, cioè la disposizione dei tasti. Troverai tutti i dettagli a seguire.

Gboard

Cambiare layout Gboard

Cambiare il layout della tastiera per specifiche lingue su Gboard è davvero un gioco da ragazzi! Tutto quello che devi fare è avviare l’app della tastiera virtuale in questione e, nella schermata principale, selezionare la voce Lingue.

A questo punto, fai tap su una delle lingue installate per cui vuoi cambiare il layout. Nella nuova sezione in cui vieni rimandato, scorri i diversi layout proposti nell’area in alto e metti un segno di spunto a fianco del nome di quello che vuoi utilizzare (ad esempio QWERTY o AZERTY).

Per cambiare poi il layout in fase di digitazione, dopo aver richiamato la tastiera virtuale, tieni premuta la barra spaziatrice e seleziona uno dei layout in elenco. Semplice, no?

SwiftKey

Cambiare layout SwiftKey

Per cambiare il layout della tastiera SwiftKey per la lingua impostata, quello che devi fare è avviare l’app della tastiera virtuale e selezionare, dalla schermata principale, la voce Lingue. A questo punto, fai tap sulla lingua installata, che trovi nella sezione Le tue lingue.

Fatto ciò, ti verranno mostrati nell’area in basso diversi layout selezionabili. Tutto quello che devi fare è scorrerli con degli swipe laterali e, quando hai trovato quello che ti serve (ad esempio QWERTY o AZERTY), fai tap sullo stesso, per confermare.

Per cambiare layout della tastiera in fase di digitazione, tieni premuta la barra spaziatrice e, velocemente, fai uno swipe laterale, per scorrere i layout delle lingue installate. Facile, no?

Come cambiare il suono della tastiera Android

Come cambiare il suono della tastiera Android

Vuoi cambiare il suono che la tastiera produce ogni volta che digiti un carattere? Devi sapere che non tutte le tastiere virtuali consentono di eseguire quest’operazione. Infatti, ad esempio, la tastiera Gboard di Google non consente di cambiare la tipologia di suono emesso alla digitazione dei caratteri.

La tastiera SwiftKey di Microsoft, al contrario, consente di cambiare il suono di digitazione potendolo scegliere tra alcuni predefiniti. Tutto quello che devi fare è avviare l’app SwiftKey e pigiare, dalla schermata principale, la voce Suono e vibrazione.

A questo punto, sposta innanzitutto la levetta su ON a fianco della dicitura Volume suono tasti e poi fai tap sulla voce Profilo suono tasti. Fatto ciò, scegli uno tra i suoni in elenco e il gioco è fatto! Se vuoi prima testare i suoni, premi sull’icona della tastiera in basso a destra, così da richiamare la tastiera virtuale di prova.

Come cambiare colore e sfondo della tastiera Android

Vuoi personalizzare il tema della tastiera virtuale? Sappi che alcune tastiere virtuali ti consentono di effettuare quest’operazione. Vediamo insieme come agire in tal senso nelle più famose app di tastiera virtuale.

Gboard

Cambiare tema Gboard

La tastiera Gboard è personalizzabile sia nello sfondo che nei colori. Come? Semplicemente avvia l’app Gboard e, nella schermata principale, seleziona la voce Tema. A questo punto, se vuoi cambiare il colore, scegline uno tra quelli presenti nella sezione Colori oppure Gradiente scuro o Gradiente chiaro.

Dopo aver pigiato su quello che più ti piace, ti verrà mostrata un’anteprima: scegli se evidenziare i bordi dei tasti tramite l’apposita levetta e premi poi sul tasto Applica.

Se, invece, vuoi cambiare lo sfondo, ne trovi alcuni nella sezione Paesaggi. Puoi anche decidere di importare un’immagine presente sul tuo dispositivo: in questo caso, pigia sull’icona + presente sotto la dicitura I miei temi, importa la foto e fai tap sul tasto Avanti. Infine, premi sul tasto Fine, per confermare l’operazione.

SwiftKey

Cambiare tema SwiftKey

Anche sull’app SwiftKey di Microsoft puoi cambiare il colore dei tasti e lo sfondo della tastiera virtuale. Per eseguire quest’operazione, avvia l’app in questione e seleziona la voce Temi nella schermata principale.

Fatto ciò, nella scheda Galleria puoi selezionare uno dei tantissimi preset: pigia su quello che più ti piace e premi il tasto Scarica. Ti ricordo che per poter effettuare il download di questi preset, è necessario che tu abbia effettuato l’accesso con un account Microsoft o Google nell’app SwiftKey.

Nel caso tu voglia creare un tema personalizzato, spostati sulla scheda Personalizzato e fai tap sul tasto Inizia. A questo punto, premi sul tasto Aggiungi immagine, per caricare un’immagine presente sul tuo dispositivo. Infine, premi sul tasto Salva, per completare la creazione del nuovo tema.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.