Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per tastiera

di

Hai da poco acquistato un nuovo smartphone e vorresti sfruttare a fondo tutte le funzionalità del tuo dispositivo tecnologico. In particolare, hai sentito parlare della possibilità di installare app per tastiera. Non hai ben capito a cosa i tuoi amici e conoscenti si riferiscano e prontamente, cercando su Internet, hai trovato l'articolo che ora stai leggendo, nel tentativo di far luce sulla questione. Scommetto che ci ho preso, vero? Beh, se le cose stanno così puoi continuare tranquillamente a leggere questa guida, perché sei nel posto giusto.

Iniziamo dicendo che le app per la tastiera, più comunemente chiamate tastiere virtuali, sono delle tastiere “alternative” che è possibile scaricare sul proprio dispositivo Android o iOS/iPadOS, al fine di sostituire la tastiera predefinita. Lo scopo è quello di ottenere un'esperienza di digitazione personalizzata. Per esempio, utilizzando una tastiera virtuale alternativa a quella preinstallata, è possibile digitare del testo attraverso uno swipe sulle lettere, cercare GIF, personalizzarne l'aspetto, etc.

Dato che alcune tastiere di terze parti nel corso del tempo si sono dimostrate pericolose per quanto riguarda la privacy degli utenti (di fatto potrebbero registrare tutto quello che viene digitato su di esse, comprese password e dati di pagamento), ti suggerisco di affidarti solo a quelle che ti indicherò in questo tutorial: quando si tratta della propria sicurezza la prudenza non è mai troppa!

Indice

Gboard (Android/iOS/iPadOS)

Gboard

La prima app per tastiera che ti consiglio di provare è Gboard. Qualora non lo sapessi, si tratta della tastiera virtuale di Google tramite la quale è possibile digitare testi in mobilità, andando a personalizzare l'aspetto della stessa per migliorarne l'esperienza d'uso.

Ti segnalo che è possibile installare l'app di Gboard sia su Android (dove dovrebbe risultare installata e attivata di default, nel caso in cui si possegga un dispositivo che possiede i servizi di Google) che su iOS/iPadOS. In seguito, attiva la tastiera (magari aiutandoti le indicazioni contenute più avanti se non dovessi riuscirci autonomamente) e poi inizia a utilizzarla.

Se prima di avvalertene vuoi personalizzarla, sappi che puoi farlo agendo dalle sue impostazioni. Provvedi, quindi, a richiamarla (se non l'hai ancora fatto) e, se necessario, fai tap sul pulsante (>) collocato in alto a sinistra della tastiera; dopodiché pigia sul simbolo dell'ingranaggio.

Dopodiché premi sulla dicitura Lingue per aggiungere (se ne hai bisogno) una lingua di immissione diversa da quella impostata di default dal sistema: basta fare tap sul pulsante Aggiungi tastiera e selezionare l'idioma di tuo interesse.

Andando in Preferenze, invece, puoi andare ad attivare o disattivare la riga dei numeri, modificare l'altezza della tastiera, scegliere se usare o meno la modalità one-hand per usare la tastiera a una sola mano (utile nel caso il proprio smartphone abbia uno schermo ampio), personalizzare il suono dei tasti, etc. Le modifiche sono fattibili agendo sulle apposite levette ON/OFF relative a ciascuna impostazione.

Vuoi personalizzare l'aspetto della tastiera? Beh, sappi che è possibile agire sul colore e sullo sfondo della stessa in modo alquanto semplice. Come si fa? Innanzitutto, recati nella sezione Tema delle impostazioni di Gboard e poi scegli i colori, le immagini o i gradienti che gradisci maggiormente. Se vuoi caricare una foto da usare come sfondo della tastiera, premi sul bottone (+) ed effettua l'upload dell'immagine di tuo interesse.

Agendo sulle altre impostazioni puoi modificare le opzioni riguardanti la correzione del testo, la digitazione a scorrimento, la digitazione vocale, l'uso di emoji, adesivi e GIF, la personalizzazione del dizionario, e molto altro ancora.

Microsoft SwiftKey (Android/iOS/iPadOS)

Microsoft SwiftKey

L'alternativa a Gboard che ti consiglio di provare è Microsoft SwiftKey. Come puoi ben immaginare, si tratta della soluzione ideata da Microsoft, il che dà una certa garanzia sulla qualità e anche sulla privacy nell'adoperarla.

Dal momento che è possibile scaricarla su Android tramite il Google Play Store e mediante store alternativi (come HUAWEI AppGallery) e su iOS/iPadOS tramite l'App Store, praticamente chiunque può avvalersene, a prescindere dal device in proprio possesso e dal sistema operativo in uso.

Dopo averla installata e attivata richiamala per iniziare a digitare e, se lo desideri, personalizzane l'aspetto e le funzionalità. Per recarti nelle impostazioni di Microsoft SwiftKey, premi sul simbolo dell'ingranaggio situato in alto e poi fai tap sulla voce Lingue, così da andare a gestire le lingue da usare nella tastiera. Tramite la sezione Le tue lingue puoi vedere la lingua in uso (che dovrebbe essere quella predefinita di sistema), mentre tramite le sezioni Lingue consigliate e Tutte le lingue, puoi andare a sceglierne delle altre. Per attivare/disattivare una determinata lingua, usa le levette degli appositi interruttori, spostandole su ON/OFF, in base alle tue esigenze.

Che dire, invece, dell'aspetto della tastiera? Andando nella sezione Temi, puoi scaricare dei temi dalla relativa Galleria: per riuscirci devi accedere con il tuo account Microsoft o Google, trovare il tema di tuo interesse e poi effettuarne il download facendo tap sul simbolo freccia rivolta verso il basso. Puoi anche creare un tema personalizzato recandoti nella scheda apposita e pigiando sul pulsante Inizia.

Tornando nella schermata delle impostazioni della tastiera di Microsoft e recandoti poi nella sezione Digitazione, invece, puoi andare a personalizzare le impostazioni che riguardano l'autocorrezione, l'uso dell'iniziale maiuscola automatica, il controllo del cursore, e molto altro ancora.

Recandoti nella sezione Emoji, Layout e tasti puoi agire previsioni emoji, sull'uso di un tasto emoji dedicato, sul layout dei tasti, etc.; agendo nella scheda Suono e vibrazione, invece, puoi agire sulla regolazione del suono e della vibrazione dei tasti quando si digita sulla tastiera. Regola queste e altre impostazioni in base alle tue preferenze.

Come cambiare la tastiera

Una volta scelta la tastiera da usare, hai provato ad attivarla, ma senza successo? Non preoccuparti: ora ti spiego io come cambiare la tastiera. Trovi tutto spiegato qui sotto.

Android

Tastiera Microsoft

Per procedere su Android, devi per forza di cose recarti nelle impostazioni di sistema e procedere da quelle che riguardano le tastiere e l'immissione del testo. Tieni presente una cosa: le voci e i passaggi da compiere potrebbero differire un po' in base al device in uso e alla versione di Android installata su di esso.

Apri, dunque, l'app Impostazioni (quella caratterizzata dal simbolo dell'ingranaggio, che si trova in Home screen o nel drawer), pigia sulla dicitura Lingua e immissione e seleziona la voce Gestisci tastiere o Scegli tastiere.

Fatto ciò, spunta il nome della tastiera da usare, premi sulla dicitura OK nel riquadro contenente l'avviso di sicurezza che dovrebbe essere comparso sullo schermo e, quindi, recati nuovamente nella schermata Lingua e immissione. Successivamente, pigia sulla dicitura Tastiera corrente e metti la spunta sul nome della tastiera che desideri usare come predefinita.

Ti segnalo che, nel caso tu voglia cambiare la tastiera mentre digiti un testo, puoi farlo premendo sul simbolo della tastiera o del mappamondo collocato in fondo a destra (oppure pigiando sul simbolo della barra spaziatrice) e selezionando poi la tastiera da utilizzare.

iOS/iPadOS

Cambiare tastiera su iPhone

Se hai un device Apple, che sia un iPhone o un iPad, sappi che anche nelle impostazioni di iOS/iPadOS è presente una funzione che consente di aggiungere tastiere di terze parti con una certa facilità.

Provvedi, dunque, ad aprire l'applicazione Impostazioni (quella grigia con gli ingranaggi presente nella schermata Home o nella Libreria app), recati in Generali > Tastiera > Tastiere > Aggiungi nuova tastiera… e, in conclusione, seleziona la tastiera che desideri utilizzare agendo dal menu apposito.

In fase di digitazione, per passare da una tastiera all'altra, premi sul simbolo del mappamondo (in fondo a sinistra della tastiera in uso) e, infine, scegli la tastiera da utilizzare.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.