Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare DNS Windows 10

di

Avendo problemi di navigazione sul tuo PC, hai chiesto consiglio a un tuo amico e questo ti ha consigliato di cambiare i DNS, spiegandoti anche velocemente come riuscirci. Tornato a casa, hai quindi provato a compiere l’operazione in oggetto ma non ci sei riuscito e ora, per evitare di fare brutta figura con il tuo amico, stai cercando una guida online per raggiungere il tuo obiettivo e capirne un po’ di più sul tema.

Ho indovinato? Bene: se Le cose stanno esattamente in questo modo e vorresti quindi capire come cambiare DNS Windows 10, lascia che sia io a chiarirti le idee in merito. Se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero, infatti, posso illustrarti per filo e per segno come riuscire in questa “impresa”; inoltre ti spiegherò cosa sono di preciso questi server DNS, a cosa servono e quali sono i migliori ai quali puoi rivolgerti.

Se sei pronto per “metterti all’opera”, posizionati comodamente dinanzi al tuo fido computer e leggi con la massima attenzione tutto quanto riportato qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso. Buona lettura!

Indice

Cosa sono i DNS

Foto che mostra un cavo ethernet su una tastiera per PC

Come anticipato in apertura, tanto per cominciare desidero spiegarti cosa sono esattamente questi DNS, o per meglio dire server DNS. Senza girarci troppo attorno, sono una specie di “intermediari” fra noi e i siti Internet che vogliamo visitare.

È infatti grazie a loro se possiamo visitare, ad esempio, Google digitando semplicemente google.it o google.com nella barra degli indirizzi del browser anziché l’indirizzo IP del motore di ricerca, che sarebbe una sfilza lunghissima di numeri (che poi sarebbero le reali coordinate del sito di riferimento).

Digitare ogni volta l’indirizzo IP di un sito Web sarebbe praticamente impossibile da ricordare oltre che decisamente un’operazione poco pratica per fare una ricerca “al volo” in rete. Insomma, come puoi notare tu stesso hanno la loro gran bella utilità!

I server DNS non sono unici, ce ne sono tantissimi disponibili nel mondo, e ognuno di essi offre prestazioni differenti. Cambiarli, scegliendone di più veloci e magari rispettosi della privacy, può essere utile per ridurre i tempi di risposta dei siti Internet, velocizzandone dunque l’apertura. Permette inoltre di accedere a quei portali per i quali il provider locali hanno eventualmente imposto dei blocchi.

Quali sono i migliori DNS

Cambiare DNS

Ma quali sono i server DNS IPv4 più apprezzati attualmente presenti sulla piazza? La risposta è presto data! Ci sono quelli di Cloudflare, quelli di Google e quelli di OpenDNS. Li trovi tutti indicati qui di seguito.

Server DNS di Cloudflare

  • Server DNS predefinito: 1.1.1.1
  • Server DNS alternativo: 1.0.0.1

Server DNS di Google

  • Server DNS predefinito: 8.8.8.8
  • Server DNS alternativo: 8.8.4.4

Server DNS di OpenDNS

  • Server DNS predefinito: 208.67.222.222
  • Server DNS alternativo: 208.67.220.220

Quelli di Cloudflare e di Google sono celebri soprattutto per la loro velocità e per il fatto che, essendo internazionali, permettono di accedere anche ai siti che vengono oscurati dai provider italiani. Quelli di Cloudflare, inoltre, promettono un maggior grado di privacy, non mantenendo memorizzati i dati dei siti visitati dagli utenti.

Anche quelli di OpenDNS sono sufficientemente veloci e consentono di accedere ai siti bloccati in Italia, ma vengono utilizzati in primo luogo per la loro funzione di parental control tramite cui si può inibire la visualizzazione di specifiche categorie di siti (es. siti per soli adulti, siti dedicati alle scommesse ecc.). Maggiori informazioni qui.

Considerato però che, così come già detto qualche riga più su, di server DNS ne esistono tantissimi e che oltre a quelli menzionati ce ne sono anche altri che possono rivelarsi molto validi, se vuoi un consiglio per scovarne di ulteriori puoi affidarti a quelli che ti ho indicato nella mia guida dedicata all’argomento. In questo mio articolo ho infatti provveduto a indicarti un mucchio di ulteriori strumenti appositi che possono esserti d’aiuto nell’identificare i server DNS più performanti.

Cambiare i DNS su Windows 10

Ora che hai finalmente le idee più chiare riguardo la natura dei server DNS, direi che possiamo finalmente andare al nocciolo vero e proprio della questione e cercare di capire come fare per cambiarli su Windows 10.

Per riuscirci, puoi percorrere due differenti strade in base a quelle che sono le tue preferenze. Puoi scegliere di agire dalle impostazioni di Windows oppure dal Prompt dei comandi. Il risultato finale sarà identico in entrambi i casi.

Procedura standard

Come cambiare DNS Windows 10

Se hai scelto di cambiare i DNS su Windows 10 agendo dalle impostazioni di sistema, il primo passo che devi compiere per riuscire nel tuo intento è fare clic sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata sulla barra delle applicazioni) e poi selezionare la voce Impostazioni (contraddistinta dall’icona dell’ingranaggio) nel menu che ti viene mostrato.

Nel pannello delle impostazioni di Windows 10, seleziona dunque le voci Rete e Internet > Modifica opzioni scheda e scegli il nome della connessione in uso nella schermata che ti viene mostrata. Ad esempio, se vuoi cambiare DNS Windows 10 in Wi-Fi scegli la rete denominata Wi-Fi; per quella LAN, invece, generalmente è nominata Ethernet.

Dopo aver individuato la scheda di rete, fai clic con il tasto destro su di essa e scegli la voce Proprietà nel menu contestuale. Adesso, individua la dicitura Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) nella schermata che visualizzi: assicurati del fatto che la relativa casella risulti selezionata (in caso contrario provvedi tu), fai clic sul bottone Proprietà che trovi in basso e attiva la casella Utilizza i seguenti indirizzi server DNS.

Per concludere, digita l’indirizzo dei server DNS che intendi impiegare nei campi collocati accanto alle voci Server DNS preferito e Server DNS alternativo, metti il segno di spunta sulla casella che trovi in corrispondenza della dicitura Convalida impostazioni all’uscita e fai clic sul pulsante OK per salvare e applicare le modifiche apportate. Fatto!

Ad esempio, per cambiare DNS Windows 10 con Cloudflare, nella casella Server DNS preferito digita 1.1.1.1, mentre in Server DNS alternativo indica il valore 1.0.0.1; spunta la casella Convalida impostazioni all’uscita e premi su OK.

Qualora poi desiderassi modificare nuovamente i server DNS impostati su Windows 10, potrai cambiarli in qualsiasi momento e tutte le volte che lo vorrai semplicemente effettuando da capo la procedura che ti ho appena segnalato.

Se invece ci hai ripensamento e vuoi fare in modo che il tuo PC con su installato Windows 10 acquisisca in modo automatico i server DNS del provider Internet della connessione che usi (o comunque quelli impostati nel modem/router), provvedi semplicemente a spuntare la voce Ottieni indirizzo server DNS automaticamente dopo aver selezionato la voce Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) e dopo aver fatto clic sul pulsante Proprietà previa scelta della connessione in uso nel centro connessone del sistema.

Procedura alternativa

Come cambiare DNS Windows 10

Se invece preferisci cambiare i DNS su Windows 10 agendo tramite Prompt dei comandi, provvedi innanzitutto ad accedervi facendo clic sulla lente di ingrandimento annessa alla barra delle applicazioni nella parte in fondo a sinistra.

Adesso, digita i termini “prompt dei comandi” nella casella di ricerca che ti viene mostrata e fai clic destro sul risultato pertinente, selezionando poi Esegui come amministratore dal menu contestuale. In questo modo avvierai il Prompt con permessi più elevati.

Una volta visualizza la finestra del Prompt di comandi sul desktop, digita il comando netsh e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera. Successivamente, digita il seguente comando.

interface ip set dns name=“nome interfaccia di rete” static [server DNS]

Al posto di nome interfaccia di rete devi inserire il nome dell’interfaccia di rete di riferimento. Al posto di [server DNS] devi digitare il server DNS primario che desideri usare. Premi poi il tasto Invio sulla tastiera per impostare il server DNS primario con quello desiderato. Successivamente digita il seguente comando.

interface ip add dns name=“nome interfaccia di rete” [server DNS] index=2

Anche in questo caso sostituisci a nome interfaccia di rete il nome dell’interfaccia di rete di riferimento e a [server DNS] il server DNS secondario che desideri usare. Premi il tasto Invio per impostare anche il server DNS secondario.

Le modifiche apportate saranno applicate all’istante. Chiudi dunque la finestra del prompt dei comandi e potrai cominciare sin da subito a navigare in rete dal tuo PC Windows 10 usando i server DNS impostati.

Come cambiare DNS Windows 10 IPv6

DNS IPv6

Quanto ti ho illustrato nel capitolo precedente è relativo al protocollo IPv4. Se il tuo provider di rete invece supporta il protocollo IPv6 ed è stato abilitato sulla tua linea, devi allora utilizzare i server DNS in IPv6. Ti starai chiedendo magari quale differenza c’è tra i due protocolli. La risposta è presto detta!

Per semplificarti il discorso, devi sapere che l’IPv4, essendo a 32 bit, consente di generare circa 4 miliardi di indirizzi unici. Puoi capire che, considerati i siti Web e portali generati in tutto il globo, non si hanno molti IP da assegnare. In questo caso, entra in gioco l’IPv6, che aumenta esponenzialmente (2¹²⁸) gli indirizzi IP (sono davvero tanti!).

Per quanto riguarda i migliori servizi DNS che ti ho citato in questo capitolo, puoi fare riferimento sempre a quelli menzionati, avendo cura però di usare i server DNS corretti, che trovi qui di seguito. Puoi verificare se la tua linea Internet è in IPv6 raggiungendo questo link e visualizzando il responso che ti viene dato a schermo.

Server DNS di Cloudflare

  • Server DNS predefinito: 2606:4700:4700::64
  • Server DNS alternativo: 2606:4700:4700::6400

Server DNS di Google

  • Server DNS predefinito: 2001:4860:4860::8888
  • Server DNS alternativo: 2001:4860:4860::8844

Server DNS di OpenDNS

  • Server DNS predefinito: 2620:119:35::35
  • Server DNS alternativo: 2620:119:53::53

Detto ciò, per modificare i server DNS devi procedere allo stesso modo di come ti ho spiegato in questo capitolo relativo alla procedura standard su Windows 10.

Pertanto, nel pannello di configurazione della scheda di rete, seleziona invece la voce Protocollo Internet versione 6 (TCP/IPv6) e digita poi, nella caselle modificabili spuntando l’opzione Utilizza i seguenti indirizzi server DNS, i server DNS in IPv6 menzionati sopra.

Come cambiare DNS Windows 10 da router

DNS router

Devi sapere che non è necessario cambiare i DNS agendo dalle impostazioni del tuo computer, ma puoi procedere anche direttamente dal router. In questo modo, non solo cambierai i DNS per il tuo PC Windows 10, ma anche per qualsiasi dispositivo che collegherai alla tua rete locale.

Ovviamente, questa procedura è valida solo se il tuo router supporta la gestione dei DNS e, pertanto, ti invito a verificare sul manuale d’utente del tuo apparecchio di rete. Detto ciò, accedi al pannello d’amministrazione del tuo router (se non sai come fare, consulta questo articolo) per procedere!

Ti avviso che ogni router ha una sua interfaccia Web e, pertanto, la procedura che ti illustrerò potrebbe differire in base all’apparecchio di reto in tuo possesso. Per questo mio tutorial mi sono affidato al mio router ASUS della serie RT.

Dopo aver eseguito l’accesso al router, seleziona la voce relativa alla WAN dal menu principale e individua la sezione per l’Impostazione DNS WAN. Adesso quello che devi fare è digitare i server DNS nelle caselle sottostanti o selezionarli dagli appositi menu a tendina.

Nel caso di rete in IPv6, seleziona la voce IPv6 dal menu a tendina e individua la sezione Impostazione DNS IPv6 per compilarla con i server DNS IPv6 di tua scelta.

In caso di problemi

Donna che lavora al computer

Se hai cambiato i DNS dal tuo computer Windows 10, affinché le impostazioni vengano acquisite, potrebbe essere necessario anche svuotare la cache DNS del sistema. Infatti, in alcuni casi potrebbero intervenire degli errori che non ti consentono di vedere miglioramenti durante la navigazione Web nonostante i DNS cambiati.

Per risolvere questo inconveniente, devi aprire il Prompt dei comandi: dalla barra di ricerca nella barra delle applicazioni, digita “prompt dei comandi” e fai clic con il tasto destro sull’apposito risultato, selezionando poi la voce Esegui come amministratore, dal menu che visualizzi.

A questo punto, nella schermata che ti viene mostrata, digita il comando ipconfig /flushdns, seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera, per eseguirlo. Così facendo verrà svuotata la cache DNS del sistema che verrà ricostruita con i nuovi dati DNS precedentemente inseriti.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.