Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare scheda video

di

Da buon appassionato di videogiochi, hai di recente acquistato il tuo titolo preferito e non vedi l’ora di provarlo sul computer, così da poterne apprezzare la grafica e gli effetti visivi. Purtroppo però, subito dopo l’avvio, un’amara verità si è palesata davanti ai tuoi occhi: il computer che usi non riesce a garantirti prestazioni sufficienti per darti l’esperienza di gioco che desideri, poiché sei costretto a tenere le impostazioni grafiche al minimo per non incappare in cali di frequenza di aggiornamento tanto gravi da impedirti di giocare.

Questa cosa ti ha spinto ad aggiornare il PC e renderlo all’altezza di giochi come questo, ma vorresti una mano per riuscire nel tuo intento, quindi acquistare una scheda video di buona qualità e montarla nel computer. Se le cose stanno in questo modo, sappi che sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto: in questa guida, infatti, ti mostrerò come cambiare scheda video del tuo computer, così da poter beneficiare di una potenza superiore e poter così godere dei tuoi giochi con una risoluzione maggiore e tenendo le impostazioni grafiche al massimo.

In particolare, avrò cura di darti delle dritte per scegliere una nuova scheda video, per poi spiegarti come smontare fisicamente un computer fisso e installare il tuo nuovo acquisto. Inoltre, ti spiegherò come gestire la stessa situazione su un computer portatile e in che modo “forzare” l’uso della scheda grafica dedicata al posto di quella interna (prassi abbastanza comune sui portatili). Dunque, senza esitare un attimo in più, ritaglia qualche minuto di tempo libero per te e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sul tema: posso garantirti che, al termine di questo tutorial, disporrai delle competenze necessarie per poter applicare la soluzione a te più congeniale. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come scegliere la scheda video

Come scegliere la scheda video

Per scegliere una nuova scheda video, devi prima di tutto conoscere le caratteristiche della scheda madre e dell’alimentatore installati nel tuo computer, così da poter scegliere un nuovo componente che sia compatibile con la prima e che riesca a ottenere sufficiente energia dal secondo (che, nel caso, potrai sempre cambiare).

Per ricavare il modello di scheda madre in tuo possesso, puoi scaricare il programma Speccy, disponibile gratuitamente per Windows. Dopo esserti collegato alla sua home page, fai clic sul link FileHippo.com, premi sul pulsante Download Latest Version e attendi che il file venga scaricato sul disco.

A download ultimato, lancia il file appena ottenuto (ad es. spsetupXXX.exe), premi sul pulsante e configura il programma di setup in modo da effettuare un’installazione “pulita”, priva di software aggiuntivo: apponi, dunque, il segno di spunta accanto alla voce  No thanks, I don’t need CCleaner e clicca sui pulsanti Install e Run Speccy, per installare e avviare il programma.

Una volta giunto nella finestra principale del software, recati nella sezione Motherboard, da cui potrai ricavare preziose informazioni riguardo la marca e il modello della scheda madre in uso: cerca quindi la scheda tecnica del componente che possiedi, per verificare il tipo di slot utilizzabili per installare una nuova scheda video: PCIe/PCI-Express 8x o 16x o, nel caso di computer datati, PCI o addirittura AGP.

Qualora avessi già una scheda video dedicata, puoi risalire a questa informazione recandoti nella sezione Graphics di Speccy e dando un’occhiata alla dicitura Bus Information. Abbi cura di annotare le informazioni recuperate in questa fase, poiché ti torneranno molto utili in fase di scelta della nuova scheda video.

Concluso questo controllo, devi poi assicurarti che l’alimentatore sia abbastanza potente per “reggere” la nuova scheda video che ti accingi ad acquistare: per fare ciò, spegni il computer, rimuovi la presa di corrente, attendi qualche minuto affinché la temperatura interna si abbassi, quindi smonta il pannello laterale del case opposto a quello su cui è installata la scheda madre (che, di solito, si trova a destra del case, se lo guardi frontalmente).

L’alimentatore si trova, in genere, in basso a sinistra o in alto a destra, a seconda del modello di case in proprio possesso. In sua corrispondenza, dovresti vedere un’etichetta su cui è indicata la potenza massima che esso è in grado di erogare, espressa in Watt: per poter montare una nuova scheda video ed essere pronto anche a futuri aggiornamenti, assicurati di possedere un alimentatore da almeno 600 W.

Qualora dovesse portisi la necessità di acquistare una nuova unità di questo tipo, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata alla scelta di un nuovo alimentatore per PC, in cui ti ho fornito preziose informazioni al riguardo.

Dopo aver effettuato le opportune verifiche, è finalmente giunto il momento di scegliere una nuova scheda video per il computer: personalmente, se il tuo obiettivo è poter giocare con il computer oppure effettuare complessi calcoli per l’elaborazione grafica, ti consiglio di orientarti verso modelli di fattura relativamente recente, così da essere pronto a eseguire anche i software che saranno sviluppati in futuro.

Asus ROG STRIX RTX 2060 Advanced Edition 6 GB GDDR6 con LED RGB, Aura ...
Vedi offerta su Amazon
Asus ROG-STRIX-RXVEGA64-O8G-GAMING Scheda Video, Nero
Vedi offerta su Amazon

In fase di scelta, dunque, considera fondamentali parametri come la potenza di elaborazione complessiva, il numero di processori grafici attivi, la quantità di RAM video, la presenza o meno di raffreddamento indipendente, il wattaggio richiesto, le dimensioni fisiche e, soprattutto, la compatibilità con gli slot video presenti sulla scheda madre. Per approfondire ulteriormente questo discorso, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata all’acquisto di una nuova scheda video, in cui ho analizzato il tutto nei minimi dettagli.

Come cambiare scheda video PC

Come cambiare scheda video PC

Hai acquistato la nuova scheda video ma non sai come installarla nel tuo PC? Allora questa è la parte della guida più adatta a te: di seguito, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come muoverti all’interno del tuo case.

Prima ancora di procedere, però, è bene farti qualche fondamentale raccomandazione: per prima cosa, scegli un piano di lavoro stabile, su cui poggiare il case in posizione orizzontale. Inoltre, assicurati di agire in assenza di corrente e munito di guanti di lattice, di nitrile o di altro materiale, che fungono sia da isolanti (tenendoti quindi al riparo da eventuali scosse elettriche) che da protezione per i materiali metallici. Infine, abbi cura di spegnere il computer almeno 15 minuti prima di metterti all’opera, così che l’ambiente interno possa raffreddarsi in modo opportuno.

Se non ti senti sicuro, non esitare a farti assistere da un tecnico esperto o da un amico con competenze specifiche in materia, poiché un errore durante l’assemblaggio potrebbe condurre a danni sia per la nuova scheda video che per l’intera scheda madre.

Detto ciò, è il momento di passare all’azione: dopo aver staccato l’alimentazione e aver atteso il raffreddamento del PC, rimuovi tutti i cavi posteriori dal case, incluso quello del monitor connesso alla vecchia scheda video (DVI, HDMI o DisplayPort). Dopo aver svolto quest’operazione, posiziona il case sul piano di lavoro e smonta il pannello laterale dello stesso, così da avere una visione d’insieme di tutte le componenti interne del computer.

Ora, rimuovi il cavo d’alimentazione ausiliario della scheda video (è collegato al lato visibile della stessa), quindi procurati un piccolo cacciavite e svita la piccola vite che tiene in posizione la scheda video al case (giusto dietro la maschera di metallo che mostra le uscite video). Una volta rimossa questa vite, puoi sfilare la scheda video sollevandola delicatamente verso l’alto, finché non perde contatto con lo slot PCI-Express.

Una volta rimossa la vecchia scheda, puoi procedere con l’installazione di quella nuova: rimuovi ogni tipo di etichetta o pellicola posta sulle ventole della nuova scheda video, ripeti l’operazione anche con le altre eventuali protezioni per i connettori o per le porte, quindi posiziona delicatamente la scheda video fino a incastrarla nel connettore PCI-Express (ricordando sempre che le ventole devono andare verso la parte inferiore del case).

Infine, avvita nuovamente la piccola vite che tiene in posizione la maschera di metallo e riconnetti il cavo d’alimentazione ausiliario (alcune potenti schede video necessitano di ben due connettori ausiliari: controlla il manuale della scheda video per scoprire se questo è il tuo caso).

Ora puoi tirare un sospiro di sollievo: la scheda è in posizione, puoi chiudere il pannello laterale del case, riconnettere i cavi rimossi in precedenza e accendere finalmente il computer. Tieni presente che il primo avvio potrebbe essere più lungo del solito, poiché la scheda verrà riconosciuta come nuova periferica dal sistema operativo.

A logon effettuato, ti consiglio di rimuovere il driver della vecchia scheda video e di installare l’ultimo disponibile per la nuova scheda grafica, come ti ho suggerito nella mia guida su come aggiornare il driver della scheda video.

Come cambiare scheda video portatile

Come cambiare scheda video portatile

Sui portatili la cosa si complica un bel po’, dato che la scheda video è solitamente saldata sulla superficie della scheda madre. Alcuni notebook dalle altissime prestazioni, dispongono di slot esterni per l’installazione di schede video dedicate ma, al giorno d’oggi, imbattersi in una soluzione del genere è piuttosto raro.

Poiché la scheda video dei notebook non è rimovibile, laddove volessi aggiornare le prestazioni video del computer, dovrai valutare una soluzione ben diversa rispetto a quella vista in precedenza, come l’acquisto di un case per schede video esterne, compatibile con tutti i notebook dotati di porta Thunderbolt 3 (simili alle porte USB 3.1 Type-C e identificate dal simbolo di un fulmine).

Razer Core X Custodia per Schede Grafiche Esterne Compatibile con Comp...
Vedi offerta su Amazon

Tieni ben presente che, optando per questa soluzione, avrai inoltre bisogno di un secondo monitor da collegare direttamente alla scheda video esterna (poiché essa non è in grado di indirizzare il segnale verso il display nativo del portatile).

Qualora il tuo notebook fosse dotato di porta Thunderbolt 3, puoi facilmente installare la nuova scheda video: inserisci quest’ultima all’interno del case (sfruttando il connettore PCI-Express), quindi collega il portatile al case esterno attraverso un cavo Thunderbolt 3 da 40 Gbps.

A collegamento avvenuto, installa i driver forniti con il case, collega un monitor esterno a quest’ultimo tramite la porta più adatta (HDMI, DisplayPort e così via), quindi avvia il gioco di tuo interesse direttamente dal notebook: in questo modo, puoi godere di una grafica molto simile a quella ottenibile con un PC fisso, senza smontare il notebook.

Il gioco, in particolare, utilizzerà la CPU, la RAM, il disco fisso e la scheda madre del portatile e la scheda video inserita nel case esterno (che si occuperà di gestire anche il segnale verso il monitor).

Tieni altresì presente che molte GPU esterne possono funzionare, e quindi danno frutti concreti, solo con determinati software e giochi con cui sono ufficialmente compatibili: controlla attentamente anche queste informazioni prima di procedere con l’acquisto.

Come cambiare scheda video predefinita

Come dici? Hai installato la seconda scheda video, affiancandola a quella già presente sulla scheda madre, e ora proprio non sai come far sì che il tuo nuovo acquisto venga impiegato dal sistema operativo durante i giochi o le attività che richiedono più elaborazione grafica?

Nessun problema: usando gli strumenti opportuni, puoi cambiare da un chip grafico all’altro quando esegui determinati giochi o programmi. Qui sotto ti spiego tutto nel dettaglio.

Sistema integrato in Windows 10

Come cambiare scheda video predefinita

Se utilizzi un computer dotato di Windows 10, puoi cambiare la scheda video predefinita da usare per ogni singolo programma: per prima cosa, apri il menu Start cliccando sul pulsante a forma di bandierina collocato in basso a sinistra, premi il bottone a forma d’ingranaggio presente al suo interno e, tramite il pannello delle impostazioni, recati nelle sezioni Sistema e Schermo.

Successivamente, individua la voce Impostazioni grafica, utilizza l’apposito menu a tendina per scegliere se agire su un app universale o su un programma (app classica) e, a seconda del caso, scegli il software di tuo interesse selezionandolo dalla lista proposta o cliccando sul pulsante Sfoglia). Fatto ciò, clicca sul pulsante Aggiungi per aggiungere il programma alla lista dei software personalizzabili.

Fatto ciò, clicca sul nome del programma, poi sul pulsante Opzioni e, se intendi utilizzare la scheda video dedicata per la sua esecuzione, apponi il segno di spunta accanto voce Prestazioni elevate, altrimenti seleziona la casella Risparmio energia per usare la scheda integrata. Quando hai finito, clicca sul pulsante Salva per memorizzare l’impostazione: a partire da questo momento, il sistema operativo passerà in automatico alla scheda video da te scelta quando utilizzerai il programma in questione.

Pannello di controllo NVIDIA

Scegliere la scheda video NVIDIA su PC

Se disponi, invece, di un computer dotato di scheda video NVIDIA affiancata a una scheda video integrata, puoi scegliere quella che ritieni più adeguata servendoti del Pannello di controllo NVIDIA, solitamente disponibile insieme ai driver della stessa. Se non ce l’hai, puoi ottenerlo installando il driver NVIDIA aggiornato sul tuo computer, così come ti ho spiegato nel mio tutorial su come aggiornare i driver scheda video.

Dopo aver aggiornato i driver, puoi scegliere la scheda video da usare per un preciso programma nel seguente modo: fai clic destro sull’icona del software di tuo interesse, spostati sulla voce Avvia con processore grafico che compare nel menu proposto e clicca sull’opzione Processore NVIDIA ad alte prestazioni.

Scegliere la scheda video NVIDIA su PC

In alternativa, puoi agire direttamente dal Pannello di controllo NVIDIA: apri il menu Start, cerca la voce “Pannello di controllo NVIDIA”, clicca sul primo risultato che ti viene proposto e, una volta giunto nell’interfaccia principale del software, recati nella sezione Impostazioni 3D > Gestione impostazioni 3D.

Da qui, puoi scegliere la scheda video da usare in due modi differenti: se intendi forzare l’utilizzo di una precisa scheda video per tutti i programmi installati (e per l’intero sistema operativo), scegli il suo nome dal menu a tendina Processore grafico preferito situato nella scheda delle Impostazioni globali.

Altrimenti, puoi regolare l’impostazione per ciascun programma presente nel computer: recati nella scheda Impostazioni programma, seleziona il programma dal menu a tendina Seleziona un programma da personalizzare e imposta il processore grafico da usare tramite il menu a tendina Seleziona il processore grafico preferito per questo programma.

Pannello di controllo AMD

Pannello di controllo AMD

Se, invece, disponi di un computer con una scheda video AMD affiancata dal chip video integrato, puoi scegliere quale scheda utilizzare tramite il Radeon Software, che solitamente viene aggiunto in automatico in fase d’installazione dei driver. Se non ce l’hai, puoi facilmente ottenerlo dal sito ufficiale del produttore e installarlo come faresti con qualsiasi altro programma.

A installazione avvenuta, apri il menu Start, cerca il programma “AMD Radeon Settings”, quindi clicca sul primo risultato ricevuto. Una volta aperta la schermata del software, clicca sul menu System e successivamente sulla sezione Switchable Graphics.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovrebbero comparire automaticamente i programmi in esecuzione e quelli rilevati automaticamente dalla scheda video come compatibili per lo scambio. Se il software di tuo interesse non è presente nella lista, clicca sul pulsante Browse per indicare la cartella e l’eseguibile da configurare.

Quando hai finito, clicca sulla punta di freccia verso il basso in corrispondenza del nome del programma da configurare e, per utilizzare la scheda video AMD durante la sua esecuzione, seleziona la voce High Performance nel menu a tendina proposto.

Scegliere la scheda video su Mac

Scegliere la scheda video su Mac

Alcuni modelli di MacBook dispongono di una doppia scheda grafica: una per il risparmio energia e l’altra per le applicazioni 3D più pesanti. Il sistema è in grado di scegliere in maniera del tutto automatica la migliore scheda da utilizzare, anche in base alla presenza o meno del cavo d’alimentazione.

Per evitare questo comportamento e “forzare” manualmente l’uso della scheda video dedicata (più potente), devi, invece, recarti nelle Preferenze di Sistema (l’icona dell’ingranaggio annessa alla barra Dock) e cliccare sull’icona del Risparmio Energia.

In seguito, deseleziona la casella relativa all’opzione Cambio automatico scheda grafica e il gioco è fatto: d’ora in avanti, il Mac utilizzerà sempre la scheda video dedicata, fornendo la massima potenza (a discapito dell’autonomia). Se la voce in questione non è presente, il Mac in tuo possesso dispone di una sola scheda grafica.

Su alcuni modelli di MacBook Pro (ad es. quelli prodotti tra il 2008 e il 2012), puoi inoltre servirti di gfxCardStatus, un piccolo programma integrabile nella barra di sistema, in grado di mostrare la scheda grafica utilizzata dai programmi in primo piano.

In alcuni casi, gfxCardStatus permette anche di passare da una scheda all’altra “al volo”, così da ottenere subito la massima potenza con i programmi più pesanti o un buon risparmio energetico quando si utilizza la batteria del Mac.