Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come disinstallare i driver della scheda video

di

Da qualche giorno a questa parte, hai riscontrato dei problemi con la scheda video del tuo computer: oscuramenti dello schermo improvvisi e inaspettati, caratteri sgranati e artefatti grafici sono ormai all’ordine del giorno e, ormai esasperato da questa situazione, stai pensando di sostituire l’hardware grafico o, peggio ancora, l’intero computer. Capisco il tuo stato… ma aspetta un attimo, non essere così drastico!

La soluzione al problema potrebbe essere più semplice (ed economica) di quella che sembra: problemi del genere, infatti, sono spesso causati da driver diventati instabili con il tempo, o inadatti agli ultimi aggiornamenti del sistema operativo. Nella maggior parte dei casi, l’eliminazione dei vecchi driver e l’installazione di quelli più aggiornati si rivela risolutiva.

Come dici? Non sei un grosso esperto in materia e non hai la più pallida idea di come disinstallare i driver della scheda video? Beh, non hai di che temere, sono qui proprio per darti una mano: nelle righe a venire, infatti, avrò cura di spiegarti in maniera semplice e dettagliata come procurarti i driver più aggiornati per la tua scheda video, come eliminare quelli vecchi e come installare il software aggiornato. Provaci sùbito e ti assicuro che non te ne pentirai!

Indice

Operazioni preliminari

Come disinstallare i driver della scheda video

Le schede video, soprattutto quelle dedicate (o, in gergo, discrete), funzionano in modo ottimale se equipaggiate con i driver messi a disposizione dai rispettivi produttori. Può capitare, in rari casi, che l’installazione di un nuovo driver, oppure di un aggiornamento, comprometta la stabilità del sistema operativo: quando ciò accade, l’eliminazione dei driver e la successiva reinstallazione di quelli più aggiornati può risolvere il problema.

Pertanto, prima ancora di procedere, è bene scaricare in anticipo il software più aggiornato per la propria scheda video: affinché il tutto vada a buon fine, è necessario conoscere perfettamente la marca e il modello dell’hardware in uso.

Se non disponi di questa informazione e utilizzi Windows, puoi risalirvi con facilità servendoti di un programma per individuare l’hardware installato, come Speccy: per scaricarlo, collegati a questo sito Web, pigia sul bottone Download Free Version e, giunto alla pagina successiva, clicca sui pulsanti Free Download e Download.

A download ultimato, esegui il programma ottenuto e clicca sui pulsanti e Install, per installare Speccy sul computer; infine, rimuovi il segno di spunta dalla casella situata accanto alla voce View release notes e clicca sul pulsante Run Speccy, per avviare il software.

Giunto alla schermata iniziale del programma, puoi tradurne l’interfaccia in italiano, recandoti nel menu View > Options… collocato in alto, scegliendo la lingua Italiano dal menu a tendina Language e cliccando sul pulsante OK. Per finire, attendi qualche secondo affinché venga analizzato l’hardware del computer e, a controllo ultimato, clicca sulla voce Grafica situata a destra, per ottenere indicazioni precise sulla scheda video installata.

Una volta ottenuta questa informazione, recati sul sito Internet del produttore della GPU (mi raccomando, non andare su siti terzi, o rischi di imbatterti in qualche malware), raggiungi la pagina dedicata a supporto e download e, dopo aver indicato il modello dell’hardware, scarica il pacchetto driver più adatto allo stesso.

Ti faccio un esempio: se disponi di una scheda grafica prodotta da NVIDIA, puoi recarti su questa pagina Web e utilizzare il riquadro relativo alla ricerca manuale per specificare tipo, serie e famiglia della scheda video; successivamente, indica il sistema operativo in uso, la lingua dello stesso e il tipo di driver da scaricare e clicca sul pulsante Download posto in corrispondenza del pacchetto di driver apposito.

Se hai una scheda video ATI/AMD, scarica l’utility di riconoscimento automatico, scaricabile da questa pagina; uno strumento abbastanza simile è disponibile anche per le GPU Intel, presso questo sito Web.

Qualora non riuscissi a trovare i driver più adatti al tuo dispositivo tramite la procedura guidata della pagina di supporto, prova a cercare su Google frasi come driver [marca e modello scheda video]; ti consiglio nuovamente di scaricare tutto il necessario esclusivamente dal sito Web del produttore dello stesso, onde evitare di incappare in malware e altri programmi indesiderati di vario tipo.

Dopo aver effettuato il download del software aggiornato, se disponi di una scheda video ATI/AMD, provvedi a scaricare anche l’utility di pulizia automatica messa a disposizione dal produttore, la quale permette di eliminare tutti i driver ATI/AMD presenti nel sistema in un solo clic. Lo strumento è compatibile con Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10 a 64 bit e può essere scaricato da questa pagina (cliccando sulla voce AMD Cleanup Utility for Windows® 7, Windows 8.1, and Windows 10 64-bit).

Su Mac, invece, l’operazione di download dei driver video non è necessaria: nella quasi totalità dei casi, essi sono parte integrante del sistema operativo e possono essere aggiornati mediante lo strumento “di serie”. Maggiori info qui.

Come eliminare i driver della scheda video

Come disinstallare i driver della scheda video

Dopo aver scaricato l’occorrente, è arrivato il momento di eliminare i driver della scheda video. Per una riuscita migliore, questa operazione dovrebbe essere svolta dalla modalità provvisoria di Windows: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di una particolare modalità di boot del sistema operativo, la quale carica soltanto i driver strettamente necessari all’avvio di Windows.

Per la gestione della grafica, in luogo dei driver del produttore, la modalità provvisoria utilizza i driver generici integrati in Windows: in questo modo, è possibile eliminare con sicurezza qualsiasi file connesso alla scheda video, poiché non sarà “occupato” dal sistema operativo.

Ti dico fin da subito che, a seguito dell’eliminazione dei driver grafici, all’avvio successivo di Windows la risoluzione dello schermo potrebbe essere particolarmente bassa (in alcuni casi, anche di soli 800 x 600 pixel) e impedirti di visualizzare correttamente tutti gli elementi del desktop, del menu Start o di altre parti del sistema operativo; la successiva installazione dei nuovi driver riporterà le cose alla normalità.

Per questo motivo, ti consiglio di posizionare i nuovi driver e l’utility di pulizia automatica di quelli vecchi (se disponibile) nell’angolo in alto a sinistra del desktop, che resterà sicuramente accessibile, anche a bassa risoluzione.

Chiarito questo aspetto, è il momento di passare all’azione. Per prima cosa, riavvia il computer in modalità provvisoria: per riuscirci, premi la combinazione di tasti Win+R, digita il comando shutdown -r -o all’interno del pannello che compare e premi il tasto Invio della tastiera, per confermare.

A seguito di questa operazione, il computer verrà riavviato e, se impieghi Windows 10 oppure Windows 8.1, ti proporrà la schermata relativa alle opzioni d’avvio: clicca dunque sul pulsante Risoluzione dei problemi, poi su Opzioni avanzate e, subito dopo, su Impostazioni di avvio e Riavvio. Al boot successivo, premi il tasto 5 della tastiera, per entrare nella modalità provvisoria con rete.

Se, invece, impieghi Windows 7, utilizza le frecce direzionali della tastiera per evidenziare la voce Modalità provvisoria con rete e premi il tasto Invio, per confermare. Per saperne di più su come avviare il computer in modalità provvisoria, ti rimando alla lettura del tutorial che ho dedicato all’argomento.

L’avvio in modalità provvisoria potrebbe richiedere anche qualche minuto, a seconda del sistema operativo e delle prestazioni del computer; lo schermo, durante la fase di boot, potrebbe visualizzare delle scritte e poi diventare nero: non preoccuparti, è del tutto normale.

Ad ogni modo, ultimata la sequenza d’avvio, dovresti visualizzare la schermata di login di Windows, a bassa risoluzione: effettua dunque l’accesso a un profilo utente con privilegi da amministratore e attendi che il desktop venga caricato completamente.

Quando ciò avviene, premi la combinazione di tasti Win+R, digita il comando devmgmt.msc nel box comparso sullo schermo e premi il tasto Invio, in modo da richiamare la finestra di Gestione dispositivi. Da lì, espandi la sezione relativa alle Schede video, fai clic destro sul nome della scheda grafica da disinstallare e seleziona la voce Disinstalla dispositivo, dal menu contestuale proposto. Per finire, apponi il segno di spunta accanto alla voce Elimina il software per il dispositivo e clicca sul pulsante Disinstalla.

Anche se ti viene chiesto, scegli di non riavviare il computer: chiudi tutte le finestre di Gestione Dispositivi ed elimina le restanti tracce dei driver dal sistema, attenendoti alla procedura più adatta alla scheda video da te in uso.

Come disinstallare driver scheda video NVIDIA e Intel

Come disinstallare driver scheda video NVIDIA/Intel

Se disponi di una GPU NVIDIA, premi la combinazione di tasti Win+R, schiaccia il tasto Invio della tastiera, digita il comando appwiz.cpl nel box che compare sullo schermo e dai nuovamente Invio, per accedere all’area del Pannello di Controllo dedicata a programmi e applicazioni.

Ora, clicca sulla scheda Nome per ordinare gli elementi in ordine alfabetico e individua, nella lista proposta, qualsiasi voce relativa a NVIDIA (ad es. NVIDIA Driver Grafico, NVIDIA PhysX, NVIDIA Control Panel e così via).

Successivamente, clicca sul nome di uno dei pacchetti NVIDIA, poi sul pulsante Disinstalla/Cambia situato in alto e segui le indicazioni che ti vengono proposte, per eliminare il software: generalmente, tutto si riduce alla pressione dei pulsanti e Continua/Avanti oppure Disinstalla, per alcune volte consecutive.

A disinstallazione conclusa, scegli di non riavviare il computer e ripeti le medesime operazioni per tutti i pacchetti NVIDIA disponibili. Dopo aver eliminato tutti i driver disponibili, puoi riavviare il computer nella maniera classica, aprendo il menu Start e scegliendo l’opzione Riavvia.

Come disinstallare i driver della scheda video

I passaggi da seguire per le schede video Intel sono del tutto simili a quelli visti poc’anzi: l’unico programma da eliminare, in questo caso, è denominato Driver di grafica Intel. Lascia intatti tutti gli altri software di Intel, soprattutto quelli relativi a chipset, CPU o altri componenti, altrimenti potresti incorrere in futuri malfunzionamenti del computer.

Come disinstallare driver scheda video AMD/ATI

Come eliminare i driver della scheda video

Come ti ho già spiegato nel capitolo iniziale di questa guida, AMD mette a disposizione un software che consente di eliminare automaticamente tutte le tracce di driver e software dedicati alla scheda video e al relativo chipset audio (lasciando intatti invece i driver della scheda madre, se in uso).

Dunque, apri il programma scaricato in precedenza, clicca sul pulsante e, per disinstallare driver scheda video AMD, schiaccia il bottone OK e attendi che la procedura venga portata a termine; in questa fase, lo schermo potrebbe oscurarsi per alcuni secondi: non preoccuparti, è del tutto normale.

Al termine della disinstallazione dei driver, verrà mostrata una finestra d’avviso indicante la riuscita dell’operazione; a questo punto, clicca sui pulsanti Fine e , per uscire dal programma e riavviare il computer.

Come installare i nuovi driver

Come installare i nuovi driver

Ultimata la disinstallazione dei driver, al boot successivo di Windows, la risoluzione dello schermo potrebbe essere più bassa, anche di molto, rispetto a quella che la scheda video è in grado di supportare: non preoccuparti, è del tutto normale.

Ad ogni modo, quando il desktop ritorna a tua disposizione, apri il file contenente i driver aggiornati oppure lo strumento di riconoscimento automatico che dovresti aver scaricato in precedenza, facendo doppio clic sulla sua icona, e segui le indicazioni che ti vengono fornite, per procedere con l’installazione del software.

La procedura da seguire varia in base alla marca e al modello della scheda video a tua disposizione, oltre che alla versione precisa dei driver scaricati: tanto per farti un esempio, ti illustro, a grandi linee, gli step da seguire per installare i più recenti driver messi a disposizione da NVIDIA, AMD/ATI e Intel

  • NVIDIA: clicca sui pulsanti e OK, scegli se procedere con l’installazione rapida oppure con quella personalizzata, apponendo il segno di spunta accanto all’apposita voce e, nell’ultimo caso, indica se installare il driver grafico e il software GeForce Experience oppure soltanto il driver grafico. Fatte le tue scelte, clicca sui pulsanti Avanti, Accetta e continua e Avanti, per avviare l’installazione dei driver. Al termine della stessa, premi sul pulsante Chiudi e, se necessario, riavvia il computer.
  • AMD/ATI: clicca sui pulsanti e Install, attendi che il software analizzi la configurazione del sistema operativo e, quando richiesto, clicca sul nome il del driver di tuo interesse dalla lista visualizzata; personalmente, ti consiglio di optare per le versioni raccomandate e dotate di certificazione Microsoft. Fatto ciò, premi sul pulsante Installa, apponi il segno di spunta accanto alla casella Riavvia il computer e clicca sul pulsante Fine, per ultimare il tutto e riavviare il PC.
  • Intel: accetta i termini e le condizioni d’uso spuntando l’apposita casella, clicca sui pulsanti Installa, Accetta, e Lancia e attendi che il programma analizzi l’hardware del computer. Ora, fai clic sul pulsante Scarica tutto e, a download ultimato, premi sui pulsanti Installa e , in modo da avviare il setup vero e proprio dei driver. Ora, fai clic sui pulsanti Avanti, e ancora Avanti per due volte consecutive e premi sul bottone Fine, per concludere e riavviare il computer.

Durante la fase d’installazione dei driver, lo schermo potrebbe oscurarsi alcune volte, modificare automaticamente la risoluzione in uso e visualizzare, in alcuni casi, immagini non nitide oppure caratteri sgranati: è un comportamento del tutto normale, che terminerà al riavvio successivo del computer.

Se qualche passaggio non ti è chiaro, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come installare i driver della scheda video, nel quale ti ho spiegato il tutto in maniera ancora più dettagliata.

Come disinstallare driver scheda video su Mac

Come disinstallare driver scheda video su Mac

Come già accennato nelle battute iniziali di questa guida, per quanto riguarda i Mac, i driver grafici sono parte integrante del sistema operativo, pertanto non è possibile rimuoverli, almeno non in via ufficiale.

Tuttavia, se riscontri qualche malfunzionamento di macOS, puoi verificare la disponibilità di aggiornamenti per i driver grafici (o per altri componenti del sistema operativo) servendoti dell’utility dedicata agli aggiornamenti di macOS: per accedervi, apri le Preferenze di sistema cliccando sul simbolo dell’ingranaggio residente sulla barra Dock, fai clic sull’icona di Aggiornamento software e premi il pulsante Avanzate…, collocato in basso a destra.

Ora, assicurati che tutte le voci, inclusa Installa i file dei dati di sistema e gli aggiornamenti di sicurezza, siano selezionate (altrimenti fallo tu), clicca sul pulsante OK attendi che il sistema operativo verifichi la disponibilità di aggiornamenti. Qualora ve ne fossero, clicca sul pulsante Scarica e riavvia/Installa e riavvia, per applicarli e, successivamente, riavviare il Mac. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.