Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Miglior monitor: guida all’acquisto

di

Hai appena finito la configurazione del tuo PC e ti serve solamente scegliere un monitor? Il tuo vecchio modello di monitor ha esalato l’ultimo respiro e vorresti sostituirlo con qualcosa di più moderno e performante? Insomma, se per qualsiasi motivo ti serve un monitor per il tuo computer sei nella pagina giusta. Nelle righe successive, infatti, andrò a segnalarti i migliori monitor disponibili sul mercato e ti spiegherò come individuare quello che si confà maggiormente alle tue esigenze, fornendoti alcune dritte su come effettuare la decisione senza nemmeno avere il minimo dubbio. La scelta è semplicissima, devi solo sapere alcune cose.

Ad esempio, sai già qual è la differenza fra monitor IPS e Tn? E sai in che modalità d’uso uno dei due tipi di monitor è più efficace rispetto all’altro? I monitor possono distinguersi in varie categorie, e ce ne sono alcuni più portati ad eseguire riproduzioni multimediali, come film o fotografie, altri più veloci con le animazioni e che si sposano con i movimenti fulminei dei videogiochi. Come avrai già intuito non esiste la soluzione perfetta per ogni necessità, però se sai già con cosa utilizzerai il tuo nuovo monitor per PC la scelta sarà per te molto più semplice.

Nella fase di acquisto valgono inoltre tutte le definizioni già utilizzate sui televisori: ogni monitor può riprodurre una luminosità più o meno elevata, può avere tempi di risposta differenti, una frequenza di aggiornamento da 60 Hz in poi e altre caratteristiche tecniche che possono essere più o meno utili a seconda dei casi. Ma al bando le ciance e procediamo!

Indice

Come scegliere un monitor

Miglior monitor
Per scegliere il miglior monitor per quanto riguarda le tue personali esigenze devi conoscere anche le definizioni delle caratteristiche che troverai menzionate fra i listini dei vari modelli. In aggiunta, devi capire quanto è grande lo spazio che vuoi occupare sulla tua scrivania e quale diagonale deve avere la superficie di visualizzazione dell’immagine.

Tecnologie: IPS, VA o Tn?

Cominciamo subito a distinguere i vari tipi di schermi disponibili attualmente nei negozi e vediamo quali sono le caratteristiche tecniche da prendere in considerazione prima di acquistarne uno. La prima scelta che devi compiere è sul tipo di pannello: la totalità dei display attualmente in commercio è di tipo LCD (a cristalli liquidi, con retroilluminazione a LED o a fluorescenza). Ma attenzione, non tutti i display LCD sono uguali. In base al tipo di pannello utilizzato, possono distinguersi come riportato di seguito.

  • Monitor TN (abbreviazione di Twisted Nematic) – sono noti per i loro bassissimi tempi di risposta (fino a 1ms) e per il fatto che sono spesso disponibili a buon prezzo. Sono quelli più indicati per i videogiochi e per la visualizzazione di contenuti in 3D.
  • Monitor IPS (abbreviazione di In Plane Switching) – sono più orientati al mondo della produttività e della multimedialità, in quanto rendono i colori in maniera migliore rispetto ai TN e angoli di visione molto più elevati, ma hanno tempi di risposta quasi sempre alti.
  • Monitor VA (abbreviazione di vertical alignment) – offrono un buon angolo di visione e un buon contrasto, ma hanno tempi di risposta non proprio bassissimi e la riproduzione dei colori non è perfetta come sui pannelli IPS. Inoltre possono soffrire del fastidiosissimo effetto ghosting. Si suddividono in PVA (abbreviazione di Patterned Vertical Alignment) e MVA (abbreviazione di  Multi-domain Vertical Alignment) che hanno neri e contrasti ancora più marcati rispetto ai primi. Questo tipo di pannello va preso in considerazione soprattutto in ambito lavorativo.

A differenza del mondo dei televisori, in ambito monitor per PC è difficile, se non quasi del tutto impossibile, trovare modelli con pannelli OLED.

Qualità dell’immagine

Ogni monitor può supportare risoluzioni più o meno elevate, o tecnologie che possono essere utili o meno in determinati ambiti. Qui di seguito ti offro alcune definizioni delle caratteristiche essenziali dei monitor.

  • Dimensioni e risoluzione – nei monitor non bisogna guardare solo la dimensione, ossia il numero dei pollici, ma anche la risoluzione, cioè il numero massimo di pixel che possono comporre le immagini su schermo. Le dimensioni dei display vanno generalmente da 18,5″ a oltre 30″, mentre per quanto riguarda le risoluzioni abbiamo diverse opzioni a nostra disposizione.
    • I monitor HD – i monitor più economici attualmente disponibili sul mercato sono quelli a risoluzione HD, pari a 1280 x 720 pixel nel formato da 16:9. Ad oggi sono un po’ anacronistici e non te li consiglio a meno che tu non sia molto esigente e voglia spendere il minimo indispensabile
    • I monitor Full HD – hanno una risoluzione di 1920 x 1080 pixel e attualmente rappresentano la migliore soluzione in termini di qualità-prezzo. Sono ideali anche per il gaming. Le dimensioni consigliate per questo tipo di display vanno dai 21″ a 27″, anche perché se si gioca troppo da vicino su un monitor grande si rischia un sensibile affaticamento della vista.
    • I monitor 2K – hanno una risoluzione da 2560 x 1440 pixel e sono indicati in maniera particolare per lavorare con foto e video. Le dimensioni consigliate per questo tipo di display vanno da 27″ in su.
    • I monitor 4K o UltraHD – hanno una risoluzione di 3840 × 2160 pixel e sono quanto di meglio il mercato offre attualmente. Possono essere utilizzati in vari ambiti, in primis l’elaborazione di foto e video, ma vanno bene anche per il gaming. Vanno associati a un computer e, soprattutto, a una scheda video molto prestante, altrimenti finiscono con l’essere controproducenti (nel senso che per sfruttare appieno la loro risoluzione si “castrano” le prestazioni di giochi e applicazioni). Le dimensioni consigliate per questo tipo di display sono di almeno 28″.
  • Tempi di risposta – tra le principali caratteristiche a cui bisogna guardare prima di acquistare un monitor ci sono anche i tempi di risposta, ossia il numero di millisecondi che un pixel impiega per cambiare il suo stato sullo schermo (questo parametro è fondamentale per il gaming e deve essere quanto più basso possibile se serve un monitor per giocare).
  • Frame rate – questa misura serve a denotare il numero di fotogrammi “renderizzato” ogni secondo dalla scheda grafica del computer (FPS) e stabilisce la fluidità delle animazioni e di qualsiasi movimento. Viene utilizzato soprattutto nei videogiochi o nei contenuti multimediali. Diversamente dal refresh rate non è fissa, ma può variare in base al carico di lavoro richiesto dal software/videogioco.
  • Refresh rate – rappresenta la frequenza di aggiornamento dell’immagine sullo schermo, cioè il numero di volte che l’immagine viene ridisegnata sul display ogni secondo (si misura in Hz). Gli ultimi due parametri sono migliori quando sono più alti. Inoltre, ultimamente si sono affermate fra i giocatori più esigenti le tecnologie nVidia G-Sync e AMD FreeSync. Consentono di sincronizzare il frame rate al refresh rate dello schermo, in modo da evitare la riproduzione di fastidiosi artefatti (definiti gergalmente tearing o stuttering).
  • HDR – è l’acronimo di High Dynamic Rang e indica la capacità del monitor di riprodurre una più ampia gamma di colori, comprendendo anche sfumature di ombre e luci che i monitor SDR (Standard Dynamic Range) non riescono a mostrare. È una grande innovazione degli ultimi tempi che trovi solo sui monitor di fascia medio-alta e alta e che indica, in breve, che quel particolare modello offre immagini statiche di altissima qualità. Un monitor HDR può ad esempio riprodurre luci molto accese e ombre scure nello stesso fotogramma, senza bruciare le prime o nascondere i dettagli delle seconde.

Caratteristiche

La scelta di un monitor prevede anche una componente personale e non riguarda solo la mera qualità dell’immagine. Come ti dicevo, uno degli elementi che devi prendere in considerazione sono le dimensioni del pannello anche in funzione dello spazio che hai a disposizione, ma ci sono anche altre caratteristiche da prendere in considerazione che ti elenco qui di seguito.

  • Display lucido o opaco – i display possono avere una finitura lucida o opaca. Quelli con la superficie opaca evitano i riflessi, quelli con la finitura lucida, invece, hanno qualche problema in più con i riflessi ma assicurano colori più vividi (quindi, in teoria, stancano anche più facilmente gli occhi).
  • Porte – la maggior parte dei monitor attualmente in commercio dispone di ingressi HDMI e DVI. In molti casi dispongono anche di ingressi VGA e DisplayPort, mentre è più raro trovare display che supportano i collegamenti Thunderbolt. Ad ogni modo, il tipo di collegamento più consigliato al momento è quello tramite HDMI. L’importante, prima di acquistare un monitor, è assicurarsi che quest’ultimo sia compatibile al 100% con le uscite video del computer. Le porte HDMI, ad esempio, hanno varie versioni e ogni versione ha dei valori differenti per quel che concerne data rate massimo, profondità dei colori e risoluzione massima supportata.
  • Altre caratteristiche da prendere in considerazione – sono quelle relative ai consumi energetici del monitor (che devono essere quanto più bassi possibile), la presenza di casse audio integrate (nel caso in cui non si disponesse di speaker esterni) e il supporto touch che attualmente è assai raro ma può tornare utile in sistemi come Windows 10. Inoltre, ti consiglio vivamente di controllare il livello di contrasto e la profondità dei neri del display, due valori che devono essere molto alti per avere una resa migliore delle immagini. Da tenere in considerazione c’è anche il livello di luminosità del display, che è espresso in cd/m².

Quale monitor scegliere

A questo punto, direi che ci siamo! Abbiamo fatto un po’ di chiarezza sulle specifiche tecniche da guardare e quindi possiamo scoprire quali sono i migliori monitor, in termini di qualità-prezzo, che il mercato ci propone attualmente.

Miglior monitor economico (meno di 150 euro)

Philips 223V5LHSB2

Philips 223V5LHSB2

Se la tua priorità è semplicemente il risparmio, il monitor Philips 223V5LHSB2 è il modello fatto apposta per te. Ad un costo imbattibile, offre un pannello da 21,5″ a risoluzione Full HD, un ingresso solo VGA e una porta HDMI. Il pannello è un LCD economico con retroilluminazione W-LED e con un tempo di risposta pari a 5 ms. La frequenza di refresh massima ammonta a 75 Hz.

Philips Monitor 223V5LHSB2 Monitor per PC Desktop 22" LED, Full HD, 19...
Vedi offerta su Amazon

Samsung S24F350FH

Samsung S24F350FH

Un altro modello di monitor economico ma non per questo poco performante è il Samsung S24F350, con un pannello realizzato con tecnologia PLS, da 24″ alla risoluzione Full HD. Ha un refresh rate di 60 Hz, con un tempo di risposta pari a 5 ms. Si tratta di una soluzione che si sposa alla perfezione con la riproduzione dei contenuti multimediali. È presente anche una porta HDMI per la connessione al PC.

Samsung S24F350FH Monitor 24" Full HD, 1920 x 1080, 60 Hz, 5 ms, D-Sub...
Vedi offerta su Amazon

HP 22w / 24w / 27w

HP 22W

Un altro modello che mi sento di consigliarti in questa fascia di mercato è assolutamente l’HP 22w, con pannello IPS, diagonale da 22″ a risoluzione Full HD e ampi angoli di visuale. Nonostante il prezzo ridotto, implementa un design edge to edge e può essere impiegato per una sistemazione multi-monitor. Spendendo molto poco puoi installare in un PC due o tre monitor dalla qualità soddisfacente e diventare super produttivo. Eventualmente, è disponibile anche nelle varianti da 24″ e da 27″, denominate, rispettivamente, 24w e 27w.

HP 27w Monitor, Schermo 27 Pollici IPS Full HD, Risoluzione 1920 x 108...
Vedi offerta su Amazon

Samsung C24F396

Samsung C24F396

Un ulteriore monitor molto venduto su Amazon e con un prezzo inferiore ai 150 euro è il Samsung B01DMDKZTC, dotato di un pannello curvo ed estremamente sottile. La risoluzione è la Full HD, mentre la diagonale è di 24″. Raggiunge i 4 ms come tempo di risposta ed è realizzato con tecnologia VA con curvatura 1800R. Ha la base a V e supporta una speciale funzione che consente di ridurre i consumi e limitare l’impatto ambientale.

Samsung Monitor PC C24F396 Curvo, 24'' Full HD, 1920 x 1080, 60 Hz, 4 ...
Vedi offerta su Amazon

BenQ GW2480

BenQ GW2480

Il BenQ GW2480 è un buon monitor di fascia bassa: costa poco, ma monta un pannello IPS dalle buone qualità e dagli ottimi angoli di visione. La diagonale è di 24″, mentre la risoluzione nativa è la Full HD tradizionale. Fra le peculiarità di questo modello abbiamo: cornice edge to edge sottilissima (ideale per configurazioni multi-monitor), tecnologia Brightness Intelligence, per regolare dinamicamente la luminosità del pannello in base alla luce d’ambiente, e un sistema di gestione dei cavi disponibile sulla parte posteriore.

BenQ GW2480 Monitor LED Eye-Care da 23.8 Pollici, Full HD, 1920 x 1080...
Vedi offerta su Amazon

Miglior monitor di fascia media (tra 150 euro e 400 euro)

Samsung U28E590D

Samsung U28E590D

Il Samsung U28E590D è un ottimo monitor della celebre azienda sud-coreana, dotato di pannello LED e pensato principalmente per la multimedialità e la produttività. Ha una diagonale di 28″ e supporta la risoluzione 4K Ultra HD. I tempi di risposta sono pari a 1 ms, la frequenza di refresh massima ammonta a 60 Hz, offre un livello di luminosità piuttosto elevato pari a pari a 370 cd/m ed è in grado di riprodurre fino a 1 miliardo di colori. Non mancano la compatibilità con la tecnologia FreeSync, il supporto alla modalità Eye Saver, che riduce le emissioni di luce blu, e alla funzione Flicker Free, che va a ridurre lo sfarfallio. Dispone poi di due porte HDMI e di un ingresso DisplayPort.

Samsung Monitor U28E590D Monitor 4K Ultra HD, 28", UHD, 3840 x 2160, 6...
Vedi offerta su Amazon

LG 34WN650

LG 34WN650

L’LG 34WN650 è un modello di monitor piuttosto ampio e performante. È pensato in primo luogo per la produttività, ma può essere impiegato senza problemi anche per la multimedialità e il gaming . Monta un pannello LED IPS, ha una diagonale da ben 34″ e supporta la risoluzione Full HD. Il tempo di risposta offerto è di 5 millisecondi e la frequenza di aggiornamento è di 75 Hz. Dispone altresì delle tecnologie HDR, FreeSync e Flicker Safe, che riduce lo sfarfallio invisibile sullo schermo. Ha un profilo piuttosto sottile su tre lati e dispone anche di altoparlanti stereo da 14 Watt con MaxxAudio. Sul fronte connettività abbiamo due porte HDMI, un ingresso DisplayPort e c’è anche un’uscita jack audio.

LG 34WN650 Monitor 34" UltraWide 21:9 LED IPS HDR 400, 2560x1080, AMD ...
Vedi offerta su Amazon

BenQ BL2420PT

BenQ BL2420PT

BenQ BL2420PT è un monitor per designer, caratterizzato dalla risoluzione QHD (2560 x 1440) all’interno di un pannello LED IPS dalla diagonale di 23,8″. Supporta le modalità CAD / CAM e Animation pensate per i professionisti e offre diverse soluzioni di connettività: una porta VGA, una DVI, due HDMI, una DisplayPort e due porte USB. Il supporto offre regolazione in altezza, pivot e c’è anche un sensore eco per minimizzare il consumo energetico.

BenQ BL2420PT Monitor per Designer, Display da 24 Pollici, Risoluzione...
Vedi offerta su Amazon

AOC 24G2/BK

AOC 24G2/BK

L’AOC 24G2/BK è un monitor per il videogiocatore con diagonale di 23,8″ a risoluzione Full HD. Il tempo di risposta è pari a 1 ms, è supportata la tecnologia FreeSync Premium e il refresh rate massimo è di 144 Hz. Il pannello usato è un LCD di tipo IPS. Sul fronte collegamenti, sono disponibili due porte HDMI, un ingresso DisplayPort e uno VGA. L’angolo di visione è stabile e particolarmente ampio, mentre la luminosità è di 250 cd/m². Ci sono anche gli altoparlanti integranti che hanno una potenza di 4 Watt e producono un suono stereo sufficientemente ricco.

AOC Gaming 24G2 60 cm (23,8 pollici) Monitor (FHD, HDMI, DisplayPort, ...
Vedi offerta su Amazon

MSI Optix G241 / Optix G271

MSI G271

Il monitor MSI Optix G241 è un altro ottimo articolo da gaming che è possibile acquistare in questa fascia di prezzo. È equipaggiato con un pannello IPS da 24″ con risoluzione Full HD, ha un tempo di risposta pari a 1 ms e una frequenza di aggiornamento di 144 Hz. Supporta inoltre l’uso della tecnologia FreeSync e di quella Night Vision, che sintonizza il colore nero mettendo in risalto i dettagli delle aree scure. C’è anche la funzione Anti-Flicker, che consente di ridurre lo sfarfallio. Offre un ampio angolo di visione a 178° e ha un’ottima copertura di colore. Ci sono poi due porte HDMI, una porta DisplayPort e un’uscita audio. Eventualmente, è disponibile anche in variante da 27″, denominata Optix G271.

MSI Optix G241 Monitor Gaming 24", Display 16:9 FHD (1920x1080), Frequ...
Vedi offerta su Amazon
MSI Optix G271 Monitor Gaming 27", Display 16:9 FHD (1920x1080), Frequ...
Vedi offerta su Amazon

Miglior monitor di fascia alta (più di 400 euro)

BenQ EW3270U

BenQ EW3270U

Il BenQ EW3270U è un monitor che si rivolge ai videogiocatori e a coloro che cercano una soluzione per l’intrattenimento video. Monta un pannello LCD con una diagonale di 31,5″ a risoluzione 4K Ultra HD, offre un tempo di risposta di 4 ms e la frequenza d’aggiornamento è pari a 60 Hz. Supporta l’HDR e l’AMD FreeSync, oltre che le tecnologie Brightness Intelligence Plus, che regola la luminosità e la temperatura del colore a seconda dei contenuti sullo schermo e delle condizioni ambientali, e quella Eye-care, che consente di ridurre l’affaticamento degli occhi. Dispone di ingressi HDMI, DisplayPort, USB-C e ci sono anche gli altoparlanti integrati.

BenQ EW3270U Monitor PC per Intrattenimento Video, HDR (UHD), Risoluzi...
Vedi offerta su Amazon

Philips 499P9H/00

Philips 499P9H/00

Il modello di monitor Philips 499P9H/00 utilizza un pannello curvo VA superwide da ben 49″ a risoluzione 5120 x 1440 pixel e con rapporto prospettico di 32:9. I tempi di risposta sono pari a 5 ms e ha una frequenza d’aggiornamento di 70 Hz. Supporta l’HDR e offre la tecnologia LowBlue Mode, che consente di ridurre i raggi dannosi della luce blu, e quella di sincronizzazione adattiva. Dispone di docking station USB di tipo C con rilascio di potenza e ci sono anche la webcam e il microfono.

Philips Monitor Curvo 49", Gaming Superwide 32:9, Risoluzione 5120x144...
Vedi offerta su Amazon

ASUS TUF Gaming VG279QM

ASUS TUF Gaming VG279QM

L’ASUS TUF Gaming VG279QM è un altro prodotto che si rivolge principalmente agli appassionati di gaming. Non costa certamente poco, ma offre alcune fra le migliori tecnologie in tal ambito. Utilizza una pannello IPS con diagonale di 27″ con risoluzione Full HD, il tempo di risposta è pari a 1 ms e il refresh rate massimo è di 280 Hz. Non mancano l’HDR e il supporto alle tecnologie G-Sync, per un’esperienza di gioco perfetta e senza strappi, e Extreme Low Motion Blur Sync, che elimina immagini fantasma e lacerazioni. Dispone poi di due HDMI, DisplayPort e un’uscita jack audio.

ASUS TUF Gaming VG279QM HDR Gaming Monitor - 27 inch Full HD (1920 x 1...
Vedi offerta su Amazon

LG 27UL850

LG 27UL850

Un altro monitor degno di nota è l’LG 27UL850. Presenta un profilo elegante e sottile, è da 27″ con risoluzione 4K Ultra HD e offre una modalità ad hoc per agevolare il multitasking. Il pannello è un IPS e l’audio è integrato attraverso due altoparlanti stereo da 10 Watt. Per quanto riguarda la connettività, abbiamo una DisplayPort, due HDMI, una USB e anche una porta USB-C. Da notare che supporta la tecnologia AMD FreeSync, l’HDR e che, pur non trattandosi di una soluzione pensata specificamente per il gaming, offre delle speciali modalità per ottimizzare le eventuali sessioni di gioco.

LG 27UL850 Monitor 27" UltraHD 4K LED IPS HDR 400, 3840x2160, AMD Free...
Vedi offerta su Amazon

Apple Pro Display XDR

Apple Pro Display XDR

L’Apple Pro Display XDR è un monitor pensato per le esigenze dei professionisti e dunque – come da prassi – estremamente costoso. Presenta caratteristiche tagliate sulle esigenze di creativi e di chi più generalmente lavora con i colori. Nello specifico, abbiamo un pannello LCD IPS da 32″ realizzato con tecnologia Oxide TFT, avente una risoluzione di ben 6016 x 3384 pixel, quindi con una densità di 218 pixel per pollice. La luminosità massima è di 1000 nit con un’immagine bianca a tutto schermo, 1600 nit di picco, abbinata a un contrasto tipico di 1000:1. Il pannello ha una profondità di 10 bit per i colori e supporta lo standard DCI-P3 (da qui il nome XDR, Extreme Dynamic Range), il tutto con angoli di visione elevati. Da notare che viene commercializzato anche in variante con vetro con nanotexture, che riduce al minimo riflettività e riverbero. Può essere montato sia sull’apposito stand che fissato tramite adattatore VESA, entrambi venduti in via separata.

Apple PRO Stand
Vedi offerta su Amazon
Apple Adattatore VESA
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.