Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare WiFi a Google Home

di

Dopo aver cambiato gestore telefonico sulla linea di casa, hai collegato con successo tutti i tuoi dispositivi alla rete Wi-Fi generata dal router fornito dal nuovo provider. Purtroppo, però, non hai avuto la stessa fortuna quando hai tentato di farlo con Google Home poiché non hai trovato l’opzione giusta per cambiare la rete al quale è collegato il dispositivo intelligente di Google.

Se le cose stanno così, lasciati dire che sei capitato nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi di questo tutorial, infatti, ti spiegherò come cambiare WiFi a Google Home fornendoti tutte le indicazioni necessarie per riuscire nel tuo intento. Oltre alla procedura dettagliata per dissociare il dispositivo dalla “vecchia” rete Wi-Fi e avviarne una nuova configurazione, troverai anche le istruzioni per resettare Google Home in caso di problemi.

Se è proprio quello che volevi sapere, non perdiamo altro tempo prezioso ed entriamo nel vivo di questo tutorial. Mettiti comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura delle prossime righe. Così facendo, ti assicuro che riuscirai a cambiare la rete associata al tuo Google Home senza riscontrare alcun tipo di problema. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come cambiare WiFi Google Home

Google Home

La procedura per cambiare WiFi a Google Home è semplice e veloce. Tutto quello che devi fare è avviare l’app di Google Home per Android o iOS/iPadOS, accedere alle impostazioni del dispositivo di tuo interesse e selezionare la nuova rete Wi-Fi alla quale collegarlo.

Per procedere, prendi dunque il tuo smartphone o tablet, avvia l’app Google Home (la stessa che hai utilizzato per configurare Google Home) e, se hai configurato più case, assicurati di aver selezionato quella di tuo interesse. In caso contrario, premi sul nome della casa visualizzato in alto e seleziona quella nella quale è presente il Google Home per il quale intendi cambiare Wi-Fi dal menu che compare.

Fatto ciò, individua la stanza nella quale hai installato Google Home e fai tap sul nome associato al dispositivo in questione. Nella nuova schermata visualizzata, premi sull’icona della rotella d’ingranaggio, in alto a destra, seleziona l’opzione Informazioni del dispositivo dal menu che ti viene proposto e, nella sezione Wi-Fi, fai tap sul nome della rete Wi-Fi al quale è attualmente collegato il tuo Google Home.

Nella schermata Impostazioni Wi-Fi, premi sui pulsanti Elimina questa rete ed Elimina rete Wi-Fi e attendi pochi istanti affinché il tuo Google Home venga scollegato dalla rete Wi-Fi alla quale è attualmente collegato.

A questo punto, è necessario avviare la configurazione di Google Home come se fosse un nuovo dispositivo. Per prima cosa, assicurati dunque che il telefono/tablet che stai utilizzando per configurare Google Home sia connesso alla rete Wi-Fi alla quale intendi collegare lo speaker intelligente prodotto da Google.

Fatto ciò, avvia nuovamente l’app Google Home e, nella sua schermata principale, fai tap sul pulsante +, in alto a sinistra. Seleziona, poi, l’opzione Configura dispositivo visibile in prossimità della voce Aggiungi alla casa, premi sull’opzione Nuovi dispositivi, seleziona la casa di tuo interesse tra quelle visibili nella schermata Scegli una casa e fai tap sul pulsante Avanti, per avviare la scansione dei dispositivi da configurare.

Non appena il tuo Google Home viene rilevato (visualizzerai a schermo il messaggio Dispositivo trovato: Google Home), premi nuovamente sul pulsante Avanti, per mettere in comunicazione il dispositivo in questione con lo smartphone/tablet che stai utilizzando per la configurazione. Se tutto è andato per il verso giusto, il Google Home che stai configurando dovrebbe emettere un suono, mentre nell’app Google Home dovresti visualizzare il messaggio Hai sentito il suono?: premi, quindi, sul pulsante a indicare di aver sentito il suono emesso dal dispositivo.

Google Home

A questo punto, non devi far altro che seguire le indicazioni mostrate a schermo per completare la configurazione di Google Home e collegare quest’ultimo alla rete Wi-Fi di tuo interesse. Premi, dunque, sull’opzione OK, seleziona la stanza nella quale è installato il dispositivo e, nella schermata Scegli la rete Wi-Fi, apponi il segno di spunta accanto alla rete alla quale intendi collegarlo.

Il messaggio Connesso ti confermerà di aver collegato con successo Google Home alla rete selezionata in precedenza. Fatto ciò, dovresti visualizzare la schermata Conferma le tue preferenze e, premendo sul pulsante Conferma, potrai completare la configurazione del dispositivo mantenendo le “vecchie” preferenze e impostazioni.

Se, invece, vuoi procedere con una nuova configurazione, seleziona l’opzione Configura come nuovo e segui le indicazioni mostrate a schermo per completare la configurazione, attivando le impostazioni e i servizi di tuo interesse (es. puoi collegare Spotify a Google Home).

In caso di problemi

Google Home

Se hai seguito per filo e per segno le indicazioni che ti ho fornito nei paragrafi precedenti, dovresti essere riuscito a cambiare Wi-Fi a Google Home.

Se così non fosse poiché, nel momento di eliminare la rete associata al dispositivo, visualizzi il messaggio Impossibile comunicare con il dispositivo [nome dispositivo], è necessario resettare Google Home. In tal caso, la procedura varia a seconda del modello in tuo possesso.

  • Google Home: tieni premuto il tasto microfono (l’icona del microfono barrato) che si trova sul retro del dispositivo per circa 15 secondi, fino a quando l’assistente vocale ti confermerà che stai reimpostando il dispositivo.
  • Google Nest Mini: dopo aver disattivato il microfono del dispositivo tramite l’apposito tasto, tieni premuto per circa 15 secondi sulla parte superiore del Nest Mini (dove sono presenti i LED) finché un suono non ti confermerà l’avvio della reimpostazione del dispositivo.
  • Google Home Mini: premi per circa 15 secondi il pulsante di reset che si trova in corrispondenza del cavo d’alimentazione sulla parte inferiore del dispositivo.
  • Google Nest Audio: per prima cosa, disattiva il microfono tramite l’apposito l’interruttore posto sul retro del dispositivo. Fatto ciò, premi per circa 15 secondi al centro nella parte frontale superiore del dispositivo.
  • Google Nest Hub: premi per circa 10 secondi entrambi i pulsanti del volume posti sul retro del dispositivo, fino a quando l’assistente vocale ti confermerà la reimpostazione.

Dopo aver ripristinato il tuo Google Home alle impostazioni di fabbrica, non devi far altro che avviare l’app Google Home sul tuo smartphone o tablet, premere sul pulsante +, in alto a sinistra e selezionare l’opzione Nuovo dispositivo, per rilevare nuovamente Google Home e avviare la procedura di configurazione, così come ti ho indicato nelle righe precedenti di questa guida.

Se anche così facendo non dovessi riuscire a cambiare rete Wi-Fi a Google Home, ti consiglio di contattare il servizio clienti di Google e richiedere assistenza. Per farlo, avvia l’app di Google Home, fai tap sulla foto associata al tuo account Google, in alto a destra, seleziona l’opzione Guida dal menu che si apre e, nella nuova schermata visualizzata, premi sulla voce Speaker e display.

Nella sezione Assistenza, fai tap sull’opzione Contattaci, seleziona Google Home nel menu a tendina Seleziona la tua famiglia di prodotti e descrivi la tua problematica nel campo Indica il problema per cui hai bisogno di assistenza.

Fatto ciò, premi sul pulsante Passaggio successivo per due volte consecutive e, nella sezione Opzioni di contatto, seleziona una delle opzioni disponibili tra Ricevi una chiamata, Chiamaci, Facebook e Twitter, per metterti in contatto con un operatore Google in carne e ossa. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come contattare Google.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.