Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come certificare numero cellulare Poste Italiane

di

Hai deciso di aderire al servizio PosteID tramite l’invio dell’SMS su un numero di cellulare certificato con Poste Italiane. Nel momento in cui sei andato a effettuare l’operazione, però, ti sei accorto che qualcosa non andava e così hai fatto una brutta scoperta: il tuo numero di cellulare non è certificato da Poste Italiane e così non puoi utilizzarlo per richiedere l’identificazione necessaria per ottenere il tuo SPID, il sistema di identificazione grazie al quale le imprese e i privati cittadini possono accedere a vari servizi messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione (e non solo).

Per questo motivo hai deciso di documentarti online per sapere come certificare un numero di cellulare con Poste Italiane e sei finito qui, sul mio blog. Beh, sappi che sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto! In questa guida, infatti, provvederò a spiegarti come portare a termine la procedura di certificazione del tuo numero di cellulare per PosteID nella maniera più rapida e semplice possibile.

Ti anticipo già che, in linea di massima, per portare a termine la tua “impresa” non dovrai far altro che seguire la procedura prevista, recandoti in ufficio postale e presentare un documento d’identità valido e compilando i moduli che ti verrano dati, grazie ai quali potrai indicare il numero che desideri certificare. In alternativa puoi procedere da uno dei 7000 ATM accreditati a tale scopo. Buona lettura!

Indice

Come certificare numero cellulare Poste Italiane online

Poste

Sei giunto su questa guida per sapere come certificare un numero di cellulare con Poste Italiane online? Nel momento in cui scrivo la cosa purtroppo non è fattibile, in quanto bisogna necessariamente recarsi in ufficio postale o in uno degli ATM abilitati a compiere l’operazione in oggetto. Nei prossimi capitoli trovi spiegato come riuscirci.

L’unica cosa che puoi fare online è modificare il numero che hai eventualmente già certificato. Più avanti ti parlerò anche di questo aspetto.

Come certificare numero cellulare Poste Italiane in ufficio postale

Ufficio postale

Come ti accennavo in apertura del post, per certificare il numero di cellulare Poste Italiane è necessario recarsi personalmente presso un ufficio postale muniti di un documento di identità in corso di validità e richiedere l’associazione del proprio numero di cellulare a una carta PostePay in proprio possesso o, come vedremo più tardi, effettuare tale operazione da uno sportello ATM.

Solitamente questa procedura può essere eseguita nel momento stesso in cui si provvede a effettuare la richiesta di una nuova carta PostePay e il numero di telefono viene certificato compilando degli appositi moduli. Per ciascuna tipologia di carta associabile a un numero di cellulare da certificare, bisogna compilare un modulo apposito che viene fornito all’atto dell’emissione della carta, come illustrato di seguito.

  • PostePay Standard e PostePay Junior — nel momento dell’emissione della carta, è possibile fornire il numero di cellulare che si vuole certificare compilando il campo di testo numero telefono cellulare obbligatorio per l’operatività online sui siti di Poste Italiane presente nel modulo di richiesta della carta o, se lo si vuole fare in un momento successivo, recandosi nuovamente in ufficio postale e compilando l’apposita sezione del modulo Richiesta servizi PostePay.
  • PostePay non contrattualizzate che si desidera evolvere a Postepay standard — nel momento della procedura di “evoluzione” della carta, per certificare il proprio numero di telefono è necessario compilare il campo di testo numero telefono cellulare obbligatorio per l’operatività online sui siti di Poste Italiane, che si trova sempre nel modulo di richiesta della carta, o l’apposita sezione del modulo Richiesta servizi PostePay, nel caso la certificazione del numero avvenga in un momento successivo.
  • PostePay Multibranded Virtual e Incentive, Impresa e Corporate — per certificare il proprio numero di cellulare al momento dell’attivazione della carta, bisogna compilare il campo di testo numero telefono cellulare obbligatorio per l’operatività online sui siti di Poste Italiane, che si trova nel modulo Attivazione carta. Anche in questo caso, se la certificazione del numero avviene in un momento successivo, bisogna compilare l’apposita sezione del modulo Richiesta servizi PostePay che viene fornito in ufficio postale.

Pertanto, se vuoi procedere con la certificazione del numero di cellulare con Poste Italiane, la prima cosa che devi fare è recarti in ufficio postale e portare insieme a te un documento di identità valido. A tale scopo, ti ricordo che puoi utilizzare l’app Ufficio Postale disponibile per Android e iOS/iPadOS che non solo permette di trovare l’ufficio postale più vicino (cosa che si può fare anche dal sito ufficiale di Poste Italiane), ma addirittura di effettuare la prenotazione del ticket a distanza.

Come si fa? Dopo aver installato e avviato l’app, abilita l’accesso alla propria posizione concedendo il permesso richiesto, pigia sul segnaposto giallo corrispondente all’ufficio postale nel quale vuoi recarti, premi sul pulsante Prenota ticket e, quando richiesto, accedi al tuo account Poste.it (se non ne hai ancora uno, puoi crearlo seguendo questa procedura). Dopodiché seleziona la tipologia di ticket che si vuole prenotare (es.Unica operazione) e scegliere la fascia oraria preferita (in base a quelle disponibili).

In alternativa, puoi ritirare il ticket Unica operazione tramite il totem giallo che di solito si trova nei pressi dell’ingresso dell’ufficio postale (o scansionare il QR Code del biglietto elettronico generato dall’app Ufficio Postale, se avevi optato per questa possibilità).

Non appena verrà il tuo turno e avrai modo di parlare con un consulente di Poste Italiane, avanza la tua richiesta dicendogli che desideri effettuare la certificazione del numero di cellulare e compila i moduli di cui ti parlavo nelle righe precedenti, i quali ti saranno forniti prontamente dal consulente in questione.

Come certificare numero cellulare poste italiane: ATM

Come ricaricare Postepay tramite ATM

In alternativa, se non vuoi recarti in ufficio postale, puoi certificare il numero di cellulare con Poste Italiane recandoti presso uno sportello ATM, che puoi individuare tramite l’app Ufficio Postale (Android/iOS/iPadOS) o tramite il sito Web di Poste Italiane.

Una volta che sarai al cospetto dell’ATM, inserisci la tua carta nell’apposito vano e poi seleziona la dicitura Servizi e opzioni presente sullo schermo dell’ATM. Dopodiché premi sul pulsante Sicurezza Internet comparso a schermo e digita il PIN della tua carta avvalendoti del tastierino fisico posto in basso, immediatamente sotto lo schermo dell’ATM. Dopodiché fornisci il numero di cellulare da associare e decidi di stampare o meno il promemoria tramite la pressione del bottone o No. Non è stato per niente complicato, vero?

Come verificare che il numero cellulare sia stato certificato da Poste Italiane

Poste

Dopo aver inoltrato la richiesta di certificazione del tuo numero di cellulare, vuoi accertarti che questo sia stato certificato da Poste Italiane? Ti garantisco che farlo sarà facile come bere un bicchier d’acqua. Per procedere, devi collegarti innanzitutto a questa pagina e accedi al tuo account sul con i dati d’accesso con i quali ti sei registrato al sito Poste.it (se non hai ancora un account, registrati seguendo le istruzioni che ti ho fornito in quest’altra guida).

Ad accesso fatto, fai clic sul pulsante Accedi annesso alla sezione delle tue carte, clicca sul pulsante Accesso annesso alla carta di tuo interesse, clicca sulla scheda Impostazioni e, se vedi un numero di telefono (parzialmente oscurato) nella parte sottostante la dicitura Numero di cellulare securizzato, significa che alla carta in questione corrisponde effettivamente un numero certificato.

Ti segnalo, inoltre, la possibilità di modificare quest’ultimo senza doverti recare in ufficio postale o presso un ATM: dopo esserti recati nella sezione del tuo account che ti ho mostrato prima, clicca sull’icona della matita annessa al numero di cellulare da modificare, compila il modulo che vedi a schermo fornendo il nuovo numero di cellulare nei campi appositi, clicca sul bottone Prosegui e segui le indicazioni che compaiono a schermo per ultimare l’operazione.

In caso di problemi o dubbi

Poste

Nonostante tu abbia seguito scrupolosamente le istruzioni che ti ho fornito nelle righe precedenti, non sei ancora riuscito a certificare il numero di cellulare con Poste Italiane? Allora ti suggerisco di metterti in contatto con Poste Italiane, così da poter esporre le difficoltà e i dubbi riscontrati e cercare di risolverli il prima possibile. Ecco alcuni delle principali opzioni di contatto messe a disposizione dalla società che si occupa del servizio postale in Italia.

  • Telefono — chiama il numero 803 160 da rete fissa (chiamata gratuita) o il numero 199 100 160 da rete mobile (0,60 euro al minuto + 0,15 euro di scatto alla risposta). Il servizio di assistenza telefonica è disponibile dal lunedì al sabato, dalle ore 08:00 alle ore 20:00.
  • Email — invia un messaggio all’indirizzo di posta elettronica servizio.clienti@posteitaliane.it, inserendo nell’oggetto la problematica che ti riguarda (es. Problema certificazione numero di cellulare) e inserendo nel corpo dell’email i tuoi dati personali (codice fiscale, nome, cognome, numero di cellulare da certificare, etc.).
  • Assistenza via social — contatta il customer care di Poste Italiane mediante i suoi account ufficiali di Facebook e Twitter.
  • Ufficio postale — recati direttamente nell’ufficio postale più vicino a te ed esponi le problematiche riscontrate al personale di Poste Italiane.

Se vuoi avere maggiori dettagli su come contattare PosteItaliane, leggi pure il tutorial che ti ho appena linkato: lì troverai informazioni più precise su come usare al meglio le opzioni di contatto che ti ho elencato poc’anzi.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.