Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare ripartizione dell’hard disk

di

Bravo, ci sei riuscito. Hai messo KO il sistema operativo del tuo PC ed ora ti tocca formattare l’hard disk per l’ennesima volta. E dei dati, che mi dici? Anche questa volta sarai costretto a copiare foto, film, file musicali e documenti su supporti esterni e poi ricopiarli sul disco fisso al termine della formattazione.

Che ne dici di dire basta a questa inutile perdita di tempo e tenere il sistema operativo separato dai dati? No, tranquillo, non ti sto consigliando di acquistare un nuovo hard disk. Voglio semplicemente aiutarti a comprendere l'utilità di avere un hard disk partizionato: suddividendo il disco del tuo computer in due o più volumi, potrai infatti avere il sistema operativo da una parte e i dati da un'altra, in modo da evitare la perdita di documenti, foto e video in caso di problemi con Windows o macOS.

Come dici? Ti sembra effettivamente un'ottima idea ma credi di non avere le competenze necessarie a portare a termine una procedura del genere? Non ti preoccupare: fare la ripartizione dell’hard disk è un'operazione molto più semplice di quello che si può immaginare, basta usare gli strumenti giusti. Se vuoi sapere quali sono questi strumenti e, soprattutto, vuoi imparare ad adoperarli al meglio, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto!

Indice

Fare ripartizione dell’hard disk su Windows

Se utilizzi un PC equipaggiato con Windows, puoi fare la ripartizione dell’hard disk affidandoti a varie soluzioni: una è inclusa direttamente nel sistema operativo, altre si possono reperire gratuitamente in Rete. Scegli quella più adatta alle tue esigenze e usala seguendo le indicazioni che sto per darti.

Gestione Disco

Gestione Disco

Gestione Disco è l'utility predefinita di Windows per la gestione dei dischi. Permette di gestire hard disk meccanici ed SSD creando, cancellando e modificando le partizioni di questi ultimi. Per avviarla sul tuo PC, clicca sul pulsante Start di Windows (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), cerca il termine "partizioni" nel menu che si apre e seleziona la voce Crea e formata le partizioni del disco rigido dai risultati della ricerca.

Nella finestra che si apre, troverai la lista dei volumi presenti nel PC (o collegati a quest'ultimo) in alto e dei riquadri relativi alle partizioni esistenti in basso. Per modificare le partizioni, devi fare clic destro sui riquadri che riguardano queste ultime e selezionare una delle opzioni presenti nel menu che ti viene proposto.

Partendo dal presupposto che adesso hai una sola partizione (C:) in cui sono presenti sistema operativo, programmi e dati, quello che devi fare è ridurre le dimensioni di quest'ultima, ottenere dello spazio non allocato (cioè dello spazio libero da riutilizzare per la creazione di nuovi volumi) e creare una partizione per i dati.

Clicca, quindi, con il tasto destro del mouse sul riquadro relativo alla partizione che vuoi restringere (presumibilmente C:), seleziona la voce Riduci volume dal menu che compare e attendi qualche secondo affinché venga esaminata la struttura del disco.

Gestione Disco

Nella finestra che si apre, usa il campo Specificare la quantità di spazio da ridurre, in MB per specificare lo spazio che desideri riservare alla nuova partizione da creare (devi scegliere tu, in ogni caso ti consiglierei 60% per sistema operativo e dati e 40% per i dati) e clicca sul pulsante Riduci per avviare la riduzione del volume.

Gestione Disco

Al termine dell'operazione (che dovrebbe durare pochi secondi), in Gestione Disco comparirà un riquadro nero relativo allo spazio non allocato, quindi allo spazio libero da usare per creare la nuova partizione.

Per creare la nuova partizione, fai clic destro sul riquadro nero relativo alla porzione di disco non allocata e seleziona la voce Nuovo volume semplice dal menu che si apre. Nella finestra che compare successivamente sullo schermo, pigia sul pulsante Avanti e utilizza il campo Dimensioni volume semplice in MB per indicare la quantità di spazio non allocato da sfruttare per la creazione del volume (personalmente ti consiglio di utilizzare tutto lo spazio non allocato che hai ottenuto in precedenza). Dopodiché clicca sul pulsante Avanti per proseguire.

Gestione Disco

Adesso devi scegliere la lettera di unità da assegnare alla nuova partizione usando l'apposito menu a tendina, dopodiché devi cliccare sul pulsante Avanti e devi scegliere il nome da assegnare alla partizione (campo Etichetta di volume) e il file system da utilizzare per formattarla: ti consiglio di scegliere NTFS se non devi condividere la partizione con altri sistemi, altrimenti scegli exFAT.

Una volta regolate anche queste preferenze, clicca sui pulsanti Avanti e Fine e la tua nuova partizione verrà creata in pochi secondi.

Gestione Disco

In caso di ripensamenti, potrai cancellare una partizione creata in precedenza facendo clic destro sul riquadro che la riguarda, selezionando la voce Elimina volume dal menu che si apre e dando conferma (rispondendo dunque all'avviso che compare sullo schermo).

Gestione Disco

Una volta eliminata una partizione, otterrai del nuovo spazio non allocato da accorpare alle partizioni rimaste. Per aggiungere dello spazio non allocato a una partizione esistente, fai clic destro sul riquadro che riguarda quest'ultima e seleziona la voce Estendi volume dal menu che compare.

Nella finestra che viene visualizzata sullo schermo, fai clic sul pulsante Avanti, dopodiché usa il campo Selezionati per indicare la quantità di spazio non allocato da aggiungere alla partizione e clicca prima su Avanti e poi su Fine per completare la procedura.

Gestione Disco

Affinché l'operazione vada a buon fine, la partizione da estendere dev'essere adiacente allo spazio non allocato nello schema delle partizioni (quindi nel grafico con i riquadri che si trova in fondo alla finestra di Gestione Disco).

MiniTool Partition Wizard Free Edition

MiniTool Partition Wizard Free Edition

Se l'utility di gestione del disco inclusa "di serie" in Windows non ti ha soddisfatto e/o ti ha restituito dei messaggi d'errore, puoi rivolgerti a delle soluzioni di terze parti. Tra le tante disponibili, io ti consiglio MiniTool Partition Wizard Free Edition, che è molto semplice da usare, supporta tutti i principali file system, gli hard disk meccanici, gli SSD ed è gratuito. Ne è disponibile anche una versione a pagamento (utilizzabile per fini commerciali), che per 39$ offre funzioni extra come la conversione dei dischi dinamici e la creazione di dischi auto-avvianti, ma per il momento a te non dovrebbe interessare.

Per scaricare MiniTool Partition Wizard Free Edition, collegati dunque al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante Download collocato al centro della pagina. A download completato, avvia l'eseguibile pwxx-free.exe e, nella finestra che si apre, fai clic prima sul pulsante e poi su OK.

Apponi, quindi, il segno di spunta accanto alla voce I accept the agreement per accettare le condizioni d'uso del software, e clicca su Next per quattro volte consecutive. Dopodiché rimuovi la spunta dalle opzioni relative all'installazione di software aggiuntivi (es. Avast Free Antivirus) e concludi il setup pigiando prima su Next e poi su Install e Finish.

MiniTool Partition Wizard Free Edition

Ora, per ripartizionare l’hard disk del tuo PC con MiniTool Partition Wizard Free Edition, avvia il programma e clicca sul riquadro MiniTool Partition Wizard Free.

Nella finestra che si apre, troverai una barra laterale, sulla sinistra, con la lista di tutte le operazioni che si possono compiere con il software e un elenco, al centro, con tutti i dischi e le partizioni disponibili. Per modificare una partizione, non devi far altro che selezionarla e cliccare sull'operazione che desideri compiere, scegliendola dalla barra laterale di sinistra.

Ad esempio, se partendo dalla partizione principale C: vuoi creare una nuova partizione da dedicare ai dati, devi per prima cosa ridurre le dimensioni della partizione già esistente. Clicca, quindi, sul nome della partizione C: e seleziona la voce Move/Resize partition dalla barra laterale di sinistra.

Nella finestra che viene visualizzata sullo schermo, usa gli indicatori che si trovano ai lati del grafico o il campo Unallocated space after per indicare lo spazio da riservare alla nuova partizione e clicca prima su OK (in basso a destra) e poi su Apply (in alto a sinistra) e Yes (al centro dello schermo) per applicare i cambiamenti.

Quasi sicuramente ti verrà chiesto di riavviare il PC per rendere effettive le modifiche: accetta, cliccando sul pulsante Restart now.

MiniTool Partition Wizard Free Edition

Al nuovo accesso a Windows, avvia nuovamente MiniTool Partition Wizard Free Edition e troverai dello spazio non allocato (Unallocated) da usare per la creazione di un nuovo volume.

Per creare la nuova partizione, seleziona la voce Unallocated e clicca sull'opzione Create partition che si trova nella barra laterale di sinistra. Nella finestra che si apre, digita il nome che desideri assegnare alla partizione nel campo Partition label e assicurati che il grafico Size And Location sia impostato in modo da usare tutto lo spazio non allocato (nel campo Unallocated space after deve esserci il valore 0).

Dopodiché scegli il File system con il quale formattare la partizione usando l'apposito menu a tendina (ti consiglio NTFS se intendi usare la partizione solo su Windows o exFAT se desideri condividerla con altri sistemi, FAT32 offre altresì ampia compatibilità con tutti i sistemi ma impone un limite di 4GB per file), seleziona la lettera di unità da assegnare al volume tramite il menu a tendina Drive letter e clicca prima su OK e poi su Apply e Yes per salvare i cambiamenti e creare la partizione.

MiniTool Partition Wizard Free Edition

In caso di ripensamenti, per cancellare una partizione creata in precedenza, seleziona quest'ultima dalla finestra principale di MiniTool Partition Wizard Free Edition, clicca sulla voce Delete partition presente nella barra laterale di sinistra e pigia prima sul pulsante Apply (in alto a sinistra) e poi su Yes (al centro dello schermo) per completare l'operazione.

Otterrai dello spazio non allocato da riassegnare alle partizioni esistenti (presumibilmente C:). Per compiere quest'operazione, seleziona la partizione alla quale aggiungere lo spazio non allocato (es. C:), clicca sulla voce Extend partition presente nella barra laterale di sinistra e sposta la levetta How much free space do you want to take? presente nella finestra che si apre verso l'estremità destra. Per concludere, clicca sul pulsante OK, su Apply e poi su Yes.

Fare ripartizione dell’hard disk su Mac

Utility Disco

Se hai un Mac, puoi effettuare una ripartizione dell’hard disk usando Utility Disco, l'applicazione per la gestione di dischi e partizioni inclusa "di serie" in macOS. Per richiamare Utility Disco, apri il Launchpad (l'icona del razzo situata sulla barra Dock), apri la cartella Altro e seleziona l'icona dell'utility che si trova in quest'ultima. In alternativa, se preferisci, puoi avviare Utility Disco cercando il suo nome in Spotlight (l'icona della lente d'ingrandimento collocata in alto a destra sulla barra dei menu).

Ora, per creare un nuovo volume in cui archiviare i tuoi dati, seleziona il nome dell'hard disk del tuo Mac (es. Macintosh HD) dalla barra laterale di sinistra, pigia sul pulsante Partiziona che si trova in alto e scegli come procedere: puoi creare un nuovo volume formattato in APFS (il file system più recente di casa Apple) che condivide lo spazio di archiviazione con la partizione primaria del disco o creare una vera e propria partizione del disco.

Utility Disco

Nel primo caso, fai clic sul bottone Aggiungi volume e, nella finestra che si apre, digita il nome che desideri assegnare a quest'ultimo nell'apposito campo di testo, assicurati che menu a tendina Formato ci sia selezionato il file system APFS e clicca sul pulsante Aggiungi per completare l'operazione.

Se vuoi, cliccando sul pulsante Opzioni dimensioni puoi impostare le dimensioni massime che può raggiungere il volume e lo spazio del disco da riservare a quest'ultimo (entrambe sono parametri opzionali in quanto, come già detto, i volumi APFS condividono lo spazio di archiviazione all'interno del contenitore).

Utility Disco

Se hai scelto di partizionare il disco, clicca prima sul bottone Partiziona e poi sul pulsante [+] presente nella finestra che si apre. Indica, quindi, la quantità di spazio da riservare alla nuova partizione usando il campo dimensioni (oppure il grafico a torta), digita il nome da assegnare al volume nell'apposito campo di testo, scegli il file system con cui formattarla (es. APFS o Mac OS esteso) tramite il menu a tendina Formato e clicca sui pulsanti Applica, Partiziona e Continua per completare l'operazione.

Poiché stai partizionando il disco principale del tuo Mac, il sistema potrebbe sembrare bloccato per qualche minuto: non ti preoccupare, è tutto normale.

Utility Disco

Successivamente, in caso di ripensamenti, potrai cancellare un volume APFS creato in precedenza semplicemente facendo clic destro sul suo nome (nella barra laterale di Utility Disco), selezionando la voce Elimina volume APFS dal menu che si apre e dando conferma.

Per eliminare una partizione, invece, devi selezionare il nome dell'hard disk del tuo Mac (es. Macintosh HD) dalla barra laterale di sinistra e pigiare sul pulsante Partiziona che si trova in alto. Nella finestra successiva, clicca sul bottone Partiziona, seleziona la partizione da cancellare dal grafico a torta ed eliminala pigiando prima sul pulsante [-] collocato in basso a sinistra e poi sui pulsanti Applica, Partiziona e Continua.

Utility Disco

Anche in questo caso, vale lo stesso avvertimento di prima: poiché stai partizionando il disco principale del tuo Mac, il sistema potrebbe risultare bloccato per qualche minuto.

Altre soluzioni per fare la ripartizione dell’hard disk

GParted

Se le soluzioni elencate in precedenza non ti hanno soddisfatto appieno e/o vai alla ricerca di una soluzione completa per il partizionamento degli hard disk, ti consiglio vivamente di provare GParted: si tratta di una distro Linux che va eseguita in modalità live da CD, DVD o chiavetta USB e che, agendo al di fuori del sistema operativo del PC, permette di gestire in maniera libera tutte le partizioni del disco.

È completamente gratuita, supporta tutti gli hard disk e gli SSD più diffusi ed è compatibile con tutti i principali file system. Per usufruirne, scarica la sua immagine ISOmasterizzala su un dischetto o su una chiavetta USB (seguendo le indicazioni presenti in questa pagina) . Dopo aver ottenuto il dischetto o la chiavetta USB con GParted, effettua il boot da quest'ultimo (potresti dover modificare le impostazioni del BIOS cambiando l'ordine d'avvio e disattivando il Secure Boot).

Nel menu iniziale di GParted, seleziona la prima opzione, poi Don't touch keymap, la lingua numero 14 (cioè l'italiano) e premi Invio per accedere allo strumento di partizionamento vero e proprio. Da qui risulta tutto molto semplice: selezionando una partizione dal menu della distro e cliccando sul pulsante Ridimensiona/Sposta puoi ridimensionarla, selezionando dello spazio non allocato e cliccando sul pulsante Nuova puoi creare una nuova partizione, mentre pigiando sul pulsante Delete puoi cancellare la partizione selezionata.