Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come rilevare hard disk esterno

di

Il tuo computer non riconosce un hard disk esterno che su altri PC sembra funzionare regolarmente? Hai provato a collegarlo a varie porte ed anche a cambiare il cavo USB ma nessuna di queste soluzioni ha sortito gli effetti desiderati? Evidentemente c’è un problema di configurazione che impedisce a Windows di riconoscere correttamente il drive.

Forse c’è bisogno di assegnare al disco una nuova lettera di unità, oppure, se il problema si presenta su più computer, potresti dover correggere gli errori presenti sul disco o inizializzare il dispositivo. Roba da “smanettoni”? Assolutamente no! Segui le indicazioni su come rilevare hard disk esterno che trovi qui sotto e dovresti riuscire a risolvere il problema in maniera completamente autonoma senza chiamare il tuo amico esperto di informatica.

L’assegnazione di una lettera al disco e la correzione dei problemi presenti in esso non comportano la cancellazione dei dati, mentre l’inizializzazione purtroppo prevede l’eliminazione di tutti i file presenti sull’unità: ricorri a questa soluzione solo quando strettamente necessario e solo se il disco non contiene dati di importanza vitale. In caso contrario faresti bene a tentare un recupero dei dati dal disco tramite soluzioni ad hoc (ne parleremo in maniera più dettagliata fra un po’) e/o a rivolgerti a dei centri che si occupano del recupero dei dati dai dischi danneggiati. Ora però non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e passiamo subito al sodo, vediamo come rilevare i dischi esterni che fanno “i capricci”.

Assegnare una lettera all’unità

Se vuoi sapere come rilevare hard disk esterno che sembra accendersi regolarmente quando lo connetti al PC ma non risulta accessibile dalle risorse del computer, il primo tentativo che puoi fare è accedere all’utility di gestione disco inclusa in Windows e provare ad assegnare una lettera al drive del disco, il quale potrebbe essere andato in conflitto con altre unità configurate nel sistema.

Per fare ciò, accedi all’utilità di gestione disco presente in Windows cercando il termine partizione nel menu Start e clicca sulla voce Crea e formatta le partizioni del disco rigido che compare fra i risultati della ricerca.

Come rilevare hard disk esterno

Nella finestra che si apre, fai click destro sull’icona relativa all’hard disk esterno che non viene riconosciuto da Windows (es. Disco 1 – SENZA TITOLO e seleziona la voce Cambia lettera e percorso di unità dal menu che compare.

A questo punto, clicca sul pulsante Cambia, seleziona dal menu a tendina Assegna questa lettera di unità la lettera dell’unità che intendi assegnare al disco esterno (es. J:) e fai click prima su OK e poi su per salvare i cambiamenti. A questo punto, il disco dovrebbe risultare accessibile anche da Risorse del computer.

Utilizzi un Mac? In questo caso, anziché assegnare una lettera all’unità potresti aver bisogno di “montarla” in Utility Disco, l’applicazione inclusa “di serie” in macOS che permette di gestire tutte le partizioni e i dischi.

Per avviare Utility Disco, apri il Launchpad del tuo Mac e clicca sull’icona dell’applicazione presente nella cartella Altro. Nella finestra che si apre, seleziona il nome dell’unità dalla barra laterale di sinistra (dovrebbe essere quella collocata immediatamente sotto il nome dell’hard disk USB scritta in grigio) e clicca sul pulsante Attiva che si trova in alto a destra.

Come rilevare hard disk esterno

Ora l’unità dovrebbe risultare attiva e quindi dovresti riuscire ad accedere al suo contenuto tramite il Finder (o qualsiasi altra applicazione installata sul tuo Mac).

Inizializzare il disco

Se il tuo PC non riesce a rilevare hard disk esterno appena acquistato, probabilmente il dispositivo ha bisogno di essere inizializzato: altra operazione molto semplice che può essere effettuata dall’utility per la gestione del disco inclusa in Windows.

Per inizializzare un disco con l’utilità di gestione disco di Windows, fai click destro sul riquadro relativo al drive esterno (in cui dovrebbe campeggiare la scritta Non allocata) e seleziona la voce Nuovo volume semplice dal menu che compare. Nella finestra che si apre, clicca su Avanti per due volte consecutive (assicurati che le dimensioni del volume semplici siano uguali alla quantità di spazio che risultava precedentemente non allocato), scegli la lettera da assegnare all’unità dall’apposito menu a tendina, imposta il nome e il file system da usare per il volume (FAT/FAT32/NTFS, a seconda delle tue esigenze) e clicca prima su Avanti e poi su OK e Fine per avviare la formattazione dell’hard disk esterno. Attenzione, perché questa operazione cancellerà ogni eventuale file salvato sul disco!

Come rilevare hard disk esterno

Se accedendo all’utility di gestione disco ti viene chiesto automaticamente di inizializzare il disco (È necessario inizializzare un disco per consentire a Gestione Dischi Logici di accedervi), assicurati che ci sia il segno di spunta accanto alla voce MBR (Master Boot Record) nella finestra che si è aperta e clicca sul pulsante OK per eseguire l’inizializzazione del drive.

Utilizzi un Mac? In questo caso, per inizializzare l’hard disk che il computer non riconosce devi aprire l’applicazione Utility Disco che si trova nella cartella Altro del LaunchPad e devi richiamare il comando Inizializza che si trova in alto a destra. Per essere più precisi, devi selezionare l’icona del disco da formattare dalla barra laterale di sinistra e devi cliccare sul pulsante Inizializza che si trova in alto a destra, dopodiché devi digitare il nome da assegnare all’unità nell’apposito campo di testo, devi scegliere il file system da utilizzare (es. MS-DOS FAT OS X esteso) dal menu a tendina Formato e devi pigiare sul bottone Inizializza per completare l’operazione.

Come rilevare hard disk esterno

Se il pulsante Inizializza non risulta cliccabile, seleziona la partizione elencata sotto l’icona del disco, attivala (se necessario) e formatta quella seguendo la procedura appena illustrata.

Cosa fare se il problema persiste

Nonostante i miei suggerimenti non sei ancora riuscito a rilevare il tuo hard disk esterno? Mi spiace, ma non gettare ancora la spugna, forse c’è ancora qualche soluzione che puoi mettere in pratica.

  • Prova ad accedere al pannello per la gestione dei dispositivi e a disinstallare i driver relativi al disco esterno. In questo modo forzerai Windows a riscaricare i driver da Internet, e chissà che quest’operazione non possa risolvere il problema. Per entrare più in dettaglio, quello che devi fare è cliccare sul pulsante Start, cercare il termine dispositivi e cliccare sull’icona Gestione dispositivi che compare fra i risultati della ricerca. Nella finestra che si apre, fai click destro sull’icona del disco esterno e seleziona la voce Disinstalla dal menu che compare. Dopodiché ricollega il disco al computer e attendi che vengano scaricati nuovi driver da Internet.
  • Assicurati che il disco esterno sia formattato con un file system riconosciuto da Windows. Se il tuo disco non è formattato con uno dei file system più diffusi in ambiente Windows (FAT32, exFAT ed NTFS) ma con un file system differente, come ad esempio l’EXT3/EXT4 di Linux o l’HFS+ del Mac, potrebbe essere questa la causa del problema. Per risolvere dovresti installare dei driver per leggere i file system HFS+ ed EXT4/EXT3 su Windows come ti ho spiegato nella mia guida su come formattare HFS.
  • Prova a correggere gli errori presenti sul disco. Se riesci a visualizzare il disco esterno nell’Esplora File di Windows ma non ad accedere al suo contenuto, apri il Prompt dei comandi e dai il comando chkdsk x: /f /r dove al posto della “x” devi inserire la lettera dell’unità del disco. In questo modo potrai analizzare il disco e correggere eventuali errori presenti in esso. Se Windows non riesce ad analizzare il disco, probabilmente l’unità è danneggiata e quindi è consigliabile usare un software di recupero dati.
  • Utilizza un software di recupero dati. Se la situazione sembra disperata, prima di formattare completamente il disco o portarlo in un centro specializzato, prova a recuperare i dati presenti in esso usando TestDisk o uno degli altri software per il recupero dati che ti ho consigliato nel mio tutorial su come recuperare file cancellati.
  • Verifica che il cavo USB che stai utilizzando non sia rotto e che il disco non abbia bisogno di alimentazione esterna per funzionare (quindi che non abbia bisogno di essere collegato alla presa della corrente). Lo so, sono consigli banali, ma spesso è proprio in queste piccolezze che ci si distrae e si commettono degli errori. Capita a tutti!