Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come fare foto 3D Facebook

di

Scorrendo il feed di Facebook, ti sei imbattuto in una bellissima foto 3D postata da uno dei tuoi amici. Sei rimasto piacevolmente colpito dal contenuto visto e non ti dispiacerebbe affatto poter realizzarne uno simile: il problema, però, è che non sai proprio come riuscirci. Le cose stanno così, vero? Allora non ti preoccupare, perché ti trovi proprio nel posto giusto al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi di questa guida, infatti, ti spiegherò passo dopo passo come fare foto 3D su Facebook. Contrariamente a quanto tu possa pensare, riuscire nell’operazione in oggetto non è affatto complicato: basta avere un dispositivo compatibile con questa funzione del noto social network e, in pochi tap, il gioco è fatto. In alternativa, è possibile procedere da PC, seppur la procedura da seguire in questo caso sia un po’ più lunga e articolata da seguire.

Se sei pronto per iniziare, direi di non perdere altro tempo in chiacchiere e di passare all’azione. Forza: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura delle prossime righe e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che ti darò, così da non avere problemi nel realizzare foto 3D da condividere su Facebook. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Informazioni preliminari

Foto 3D Facebook

Prima di vedere nel dettaglio come fare foto 3D su Facebook, permettimi di fornirti alcune informazioni preliminari che devi assolutamente conoscere prima di procedere. A cosa mi riferisco? Al fatto che, come accennato in apertura del tutorial, per adoperare la funzione in questione bisogna disporre di un dispositivo compatibile con la stessa.

Per quanto riguarda il panorama Android, i dispositivi che supportano le foto 3D su Facebook sono i seguenti: Samsung Galaxy Note 8, Note 9, S9+, S10, S10E, S10+, S10 5G e Galaxy Fold; Google Pixel e modelli successivi, Pixel XL e modelli successivi e, infine, vari smartphone commercializzati dal 2014 in poi (specialmente se hanno una configurazione dual-camera). Qui puoi trovare l’elenco aggiornato.

Sul fronte iPhone, invece, i “melafonini” che supportano le foto 3D su Facebook sono quelli a partire dal 6s e tutti i modelli successivi (quindi anche iPhone 7 e 7 Plus, iPhone 8 e 8 Plus, iPhone X, Xs, Xs Max, iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max, iPhone SE 2020, etc.). Qui puoi trovare l’elenco aggiornato.

Per quanto concerne il versante desktop, non c’è bisogno di fare un discorso di compatibilità, in quanto la creazione delle foto tridimensionali avviene mediante la realizzazione di una mappa di profondità che chiunque può creare usando dei software adatti allo scopo: più avanti ti spiegherò meglio di cosa si tratta.

Sappi, inoltre, che le foto 3D non possono essere modificate, è possibile condividere solo una foto tridimensionale per volta e, nel momento in cui scrivo, non è possibile aggiungere questa tipologia di contenuti agli album. Inoltre, non è possibile sponsorizzare i post su Facebook che contengono una foto 3D (se questa viene pubblicata su una pagina Facebook).

Per quanto concerne la scelta della foto da rendere tridimensionale, ti consiglio di usarne una in cui i soggetti siano distanti tra loro e ben definiti, così da facilitare all’algoritmo di Facebook l’elaborazione dell’immagine e ottenere un risultato apprezzabile. Chiariti questi aspetti, direi che possiamo finalmente procedere!

Come fare foto 3D Facebook Android

Foto 3D Facebook

Iniziamo questa disamina vedendo come fare foto 3D su Facebook da Android. Per riuscirci, bisogna caricare una foto già salvata sul dispositivo e, una volta effettuato il suo upload su Facebook, bisogna premere sul bottone che permette di renderla tridimensionale.

Per prima cosa, dunque, accedi a Facebook dalla sua app ufficiale, fai tap sul campo di testo A cosa stai pensando? presente nella schermata principale di Facebook (in alto) e, se non vedi già il menu in basso, pigia sulla voce Aggiungi al tuo post/Crea un post. Scegli poi sulla voce Foto 3D contenuta nel menu, per scegliere la foto da caricare in 3D.

Per le pagine e i gruppi puoi seguire la stessa procedura, ma cliccando sui campi Crea un post e Scrivi qualcosa… al posto di “A cosa stai pensando?”.

Una volta selezionata l’immagine, attendi che questa venga elaborata dall’algoritmo di Facebook e resa tridimensionale. Terminata l’elaborazione, inclina il dispositivo per provare in tempo reale l’effetto 3D applicato e, se sei soddisfatto del risultato ottenuto, pigia sulla voce Condividi o Pubblica per postare il contenuto. Più semplice di così?!

Come fare foto 3D Facebook iPhone

Fare foto 3D Facebook su iPhone

La procedura che permette di realizzare una foto 3D su Facebook da iPhone non si discosta molto da quella che ti ho illustrato nel capitolo su Android.

Se non l’hai già fatto, quindi, accedi a Facebook dalla sua app ufficiale, fai tap sul campo di testo A cosa stai pensando? per pubblicare la foto sul tuo profilo, pigia sul bottone Crea un post se vuoi pubblicarla nella tua pagina oppure premi sul campo di testo Scrivi qualcosa… se hai deciso di condividerla in un gruppo.

Ora, pigia sulla voce Foto/video presente nel menu apertosi, fai tap sull’anteprima della foto da rendere tridimensionale e premi sulla voce Fine (in alto a destra). Ora, premi sul pulsante Rendi 3D situato nella parte superiore dell’immagine e attendi che l’algoritmo di Facebook la elabori, rendendola tridimensionale.

Quando sei pronto, se il risultato finale ti soddisfa, puoi pubblicare il contenuto facendo tap sulla voce Condividi o su quella Pubblica (in alto a destra).

Come fare foto 3D Facebook PC

Fare foto 3D Facebook su PC

Per quanto riguarda la realizzazione di foto tridimensionali su Facebook agendo da PC, le cose si fanno leggermente più complicate. Sulla versione Web del social network, infatti, non è presente una funzione che rende 3D le foto in modo automatico (almeno non nel momento in cui scrivo).

Per procedere, bisogna dunque creare una mappa di profondità, ovvero un’immagine in bianco e nero che mostra la profondità di un’immagine 2D, avvalendosi di soluzioni esterne. In questo caso, le parti in nero verranno riconosciute come quelle più lontane, quelle bianche come quelle più vicine, mentre le gradazioni di grigio creano livelli di profondità intermedi.

Per realizzare una mappa di profondità bisogna rivolgersi a software di grafica o fotoritocco. Per questo tutorial ho scelto di utilizzare Photoshop, che integra vari strumenti adatti allo scopo. Se non l’hai ancora scaricato, in quest’altra guida trovi spiegato come effettuarne il download gratis e testarlo per 7 giorni (poi costa 12,19 euro/mese).

Dopo aver avviato Photoshop e aver importato al suo interno la foto sulla quale intendi agire (basta trascinarla nella finestra del programma per riuscirci), richiama lo strumento Seleziona rapida cliccando sull’icona del pennello con l’ovale tratteggiato presente nella toolbar collocata sulla sinistra (se non lo vedi, fai clic destro sul simbolo del quadrato con la freccia o della bacchetta magica posta sulla sinistra e selezionalo dal menu apertosi).

Successivamente, imposta le dimensioni del pennello tramite il menu posto in alto (basta cliccare sul pallino bianco e scegliere la dimensione che si ritiene migliore per selezionare il soggetto, tramite l’apposita barra di regolazione) e passa il cursore sul soggetto, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse.

Se nella selezione dovesse essere inclusa qualche porzione indesiderata (magari parte dello sfondo), premi il tasto Alt (su Windows) o Option (su macOS) e passa il cursore nelle aree da escludere dalla selezione, tenendo premuto sempre il tasto sinistro del mouse.

Per migliorare la selezione ti consiglio di sfruttare la maschera veloce: per attivarla, premi il tasto Q sulla tastiera, così da evidenziare in rosso tutte le porzioni della foto che hai escluso dalla selezione.

Maschera di selezione Photoshop

Esegui poi uno zoom sull’immagine (tramite il menu % situato in basso a sinistra) e fai un lavoro “di fino”, includendo o escludendo porzioni di foto dalla selezione. Per riuscirci, puoi richiamare lo strumento Pennello dalla toolbar collocata sulla sinistra e, dopo aver impostato il colore nero o bianco (rispettivamente utili per rimuovere o includere porzioni di foto nella selezione), “passalo” sui bordi della selezione fatta.

Ora, premi di nuovo il tasto Q sulla tastiera, per togliere la maschera veloce, e crea un nuovo livello, facendo clic sul pulsante (+) situato in basso a destra. Visto che la porzione dell’immagine che hai selezionato poc’anzi è quella più vicina (trattandosi del soggetto della foto), devi colorarla di bianco.

Per riuscirci, richiama lo strumento secchiello dalla barra degli strumenti situata sulla sinistra, imposta il colore bianco tramite il selettore dei colori (in basso a sinistra) e fai clic all’interno della selezione. Seleziona poi il nuovo livello contenente il soggetto colorato di bianco, fai clic sull’icona della cartella (in basso a destra), così da creare un nuovo gruppo, e trascinalo all’interno di quest’ultimo, per includerlo nel gruppo stesso.

Adesso, crea un nuovo livello, facendo clic sul pulsante (+) situato in basso a destra, e trascina il nuovo livello sotto quello che hai creato precedentemente. Richiama, dunque, lo strumento Pennello dalla toolbar situata sulla sinistra, clicca sul quadratino situato in basso a sinistra e, nel riquadro che si apre, imposta il colore grigio per definire le aree più vicine (dopo il soggetto principale).

Ripeti i passaggi appena indicati finché non colori tutti gli “strati di profondità” della foto (ricordandoti di aumentare l’intensità del nero man mano che ti allontani dal soggetto).

Creare una maschera di profondità su Photoshop

Quando avrai terminato l’operazione, disattiva la visualizzazione del gruppo (cliccando sull’occhio situato vicino all’icona della cartella presente nel pannello dei livelli posto sulla destra), seleziona il livello Sfondo, recati nel menu File > Salva con nome (in alto a sinistra) e, dopo aver scelto il nome da assegnare al file, salva l’immagine sotto forma di file PNG o JPG (gli unici formati supportati da Facebook per la funzione in oggetto), cliccando sul pulsante Salva.

Successivamente, attiva nuovamente il gruppo creato precedentemente, facendo clic sull’icona dell’occhio posta vicino alla cartella (in basso a destra), recati nuovamente nel menu File > Salva con nome e, nell’apposito campo di testo, scrivi lo stesso nome del file salvato prima e aggiungi a quest’ultimo la scritta _depth. Dopodiché seleziona il formato in cui salvare l’immagine (che dev’essere uguale a quello dell’immagine salvata poc’anzi) e fai clic sul pulsante Salva.

A questo punto il più è fatto. Non ti resta che importare le due immagini in Facebook e attendere che vengano elaborate dall’algoritmo del social network. Pertanto, accedi a Facebook dalla sua pagina principale, clicca sulla voce Foto/video situata in alto, scegli i due file da importare (ovvero l’immagine e la relativa mappa di profondità) e attendi che vengano elaborate e “fuse” in una foto tridimensionale.

Foto 3D Facebook su computer

Per concludere, non ti resta che fare clic sul pulsante Pubblica, così da procedere alla pubblicazione della foto tridimensionale. Hai visto che non è stato così difficile riuscirci?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.