Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare screenshot su Windows 10

di

Hai necessità di “immortalare” lo schermo del tuo PC con Windows 10, ma non sai come riuscirci? Non ti preoccupare, è abbastanza semplice. Non devi far altro che utilizzare degli strumenti ad hoc già inclusi nel sistema operativo e il gioco è fatto. Se poi sei un amante delle scorciatoie da tastiera, puoi fare tutto usando delle apposite combinazioni di tasti. In alternativa, puoi rivolgerti a dei programmi di terze parti. Insomma, fare screenshot su Windows 10 è tutt’altro che impossibile.

Come dici? Non vedi l’ora di approfondire la questione, ma non essendo molto esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie temi che le operazioni da compiere per riuscire nell’impresa siano fuori dalla tua portata? Ma dai, non fare il fifone! Posso assicurarti che realizzare uno screenshot su Windows 10 è un vero e proprio gioco da ragazzi, e nelle prossime righe te lo dimostrerò.

Se, dunque, sei pronto a scoprire come catturare l’intero desktop del PC, singole finestre, porzioni di schermo personalizzate e persino intere pagine Web, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto. Ti auguro una buona lettura e un buon divertimento!

Indice

Come si fa lo screenshot su PC Windows 10

Come ti dicevo in apertura, se vuoi fare screenshot su Windows 10 puoi in primo luogo avvalerti delle funzioni predefinite utili allo scopo, fruibili mediante appositi tool “di serie” oppure usando delle scorciatoie da tastiera dedicate. Per maggiori spiegazioni al riguardo, continua a leggere.

Strumento Cattura e annota

Cattura e annota Windows 10

Tanto per cominciare, andiamo a scoprire come fare screenshot su Windows 10 usando lo strumento Cattura e annota, che è integrato direttamente nel sistema operativo (qualora rimosso, può essere scaricato nuovamente e gratuitamente dalla relativa sezione del Microsoft Store) ed è stato concepito in via specifica per compiere l’operazione in questione.

Per potertene servire, provvedi in primo luogo ad avviare il tool, facendo clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) presente nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, digitando “cattura e annota” nel campo di ricerca e selezionando il primo suggerimento pertinente nel menu che si apre.

Ora che visualizzi la schermata principale del tool sul desktop, per avviare la cattura dello schermo, fai clic sul pulsante Nuovo collocato in alto a sinistra. Se lo desideri, puoi anche impostare un timer da 3 o 10 secondi tra la selezione dell’area da catturare e l’effettiva realizzazione della foto, facendo preventivamente clic sulla freccia verso il basso situata accanto al pulsante Nuovo e scegliendo l’opzione che preferisci dal menu che si apre.

Successivamente, traccia il rettangolo per la cattura dello screenshot, facendo clic nel punto d’inizio e, continuando a tenere premuto, spostando il mirino appena comparso sino al punto di tuo interesse.

Se lo ritieni necessario, puoi selezionare una modalità di cattura differente da quella rettangolare, semplicemente facendo clic sui pulsanti presenti sulla barra degli strumenti mostrata in alto: quello con il disegno curvo permette realizzare uno screenshot tracciando una forma personalizzata, quello con i due rettangoli sovrapposti consente di effettuare l’acquisizione di una specifica finestra di cui sopra, mentre quello raffigurante un rettangolo con gli angoli in evidenza permette di acquisire immediatamente una schermata dell’intero desktop. Per reimpostare la funzione di cattura predefinita, ti basta cliccare sul pulsante con il rettangolo che trovi sempre sulla toolbar.

Ad acquisizione completata, si aprirà automaticamente l’editor del programma, tramite cui potrai visualizzare l’immagine acquisita. Se lo ritieni necessario, puoi altresì ritagliare lo screenshot e/o modificarlo aggiungendovi annotazioni, tratti ed evidenziazioni, usando i pulsanti appositi presenti in alto.

A modifiche ultimate o comunque per salvare l’immagine ottenuta, fai clic sul pulsante con il floppy disk in alto a destra e indica la posizione, il nome e il formato che preferisci. Puoi anche copiare lo screenshot nella clipboard di Windows 10, in modo da incollarlo ove ritieni più opportuno, cliccando sul pulsante con i due fogli che si trova sempre nella parte in alto della finestra di Cattura e annota.

Xbox Game Bar

Programmi per registrare lo schermo del PC

Un altro strumento che puoi usare per fare screenshot su Windows 10, in special modo se sei un appassionato videogiocatore e stai cercando un sistema per realizzare schermate durante le tue sessioni di gioco, è la Xbox Game Bar. Si tratta di un’utility “di serie” pensata per registrare filmati delle sessioni di gioco e realizzare screenshot degli stessi, ma che all’occorrenza può essere sfruttata per acquisire qualsiasi altra attività si svolga sullo schermo.

Ciò detto, per usare la Xbox Game Bar devi in primo luogo assicurarti che questa risulti abilitata su Windows 10. Per riuscirci, clicca sul pulsante Start che trovi sulla barra delle applicazioni, fai clic sull’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio) presente nel menu che si apre e poi clicca sulla dicitura Giochi nella finestra comparsa sul desktop. In seguito, seleziona la voce Xbox Game Bar nel menu a sinistra e verifica che l’interruttore in alto a destra sia impostato su Attivato (altrimenti provvedi tu).

Una volta compiuti i passaggi di cui sopra, puoi finalmente passare all’azione e richiamare la Xbox Game Bar, facendo clic sul pulsante Start sulla taskbar, digitando “xbox game bar” nel campo di ricerca visualizzato e selezionando il suggerimento pertinente dal menu. In seguito, vedrai comparire sul desktop i vari componenti dell’utility.

Per realizzare uno screenshot, dunque, fai clic sul pulsante con la macchina fotografica presente nella scheda Acquisisci (se non è visibile, per rimediare fai clic pulsante con la telecamera che trovi sulla barra degli strumenti nella parte in alto al centro dello schermo). Gli screenshot ottenuti saranno poi salvati automaticamente come file PNG nella cartella Video\Acquisizioni del PC.

Acquisisci schermata Web di Edge

Acquisisci schermata Web di Edge

Hai bisogno di acquisire lo screenshot di una pagina Web nella sua interezza o una porzione di un sito Internet? In tal caso, puoi valutare di usare la funzione Acquisisci schermata Web inclusa in Edge, il browser predefinito di Windows 10.

Una volta visualizzata la finestra di Edge sul desktop, recati sulla pagina Web di tuo interesse, fai clic sul pulsante (…) posto in alto a destra e seleziona l’opzione Acquisisci schermata Web dal menu che compare.

A questo punto, se desideri realizzare un’istantanea di una porzione esatta della pagina Web, assicurati che sulla barra degli strumenti comparsa in alto risulti selezionata l’opzione Selezione libera (altrimenti provvedi tu, facendo clic sulla relativa voce), dopodiché traccia il rettangolo per la cattura dello screenshot, facendo clic nel punto d’inizio e, continuando a tenere premuto, spostando il mirino comparso sullo schermo sino al punto di tuo interesse.

Successivamente, serviti del menu che ti viene mostrato e decidi se copiare lo screenshot negli appunti, facendo clic sulla voce Copia, oppure se aggiungervi eventuali annotazioni, facendo clic sulla voce Aggiungi note. Salva poi l’immagine ottenuta premendo sull’icona del floppy disk.

Invece, se la tua necessità è quella di catturare lo screenshot di un’intera pagina Web, dopo aver richiamato lo strumento per la cattura delle schermate di Edge, seleziona l’opzione Pagina intera presente sulla toolbar che compare in alto e attendi che venga realizzata l’istantanea, dopodiché aggiungi eventuali annotazioni e/o effettuane il salvataggio, procedendo così come ti ho già indicato poc’anzi.

Combinazioni di tasti

Come fare screenshot su Windows 10

Se prediligi l’uso delle scorciatoie da tastiera, sono felice di comunicarti che puoi fare uno screenshot su Windows 10 anche usando delle apposite combinazioni di tasti.

Per cui, se hai bisogno di “immortalare” l’intero schermo, tutto quello che devi fare è premere contemporaneamente i tasti Win+Stamp sulla tastiera del tuo computer. La corretta esecuzione del comando dovrebbe essere segnalata da un rapido oscuramento del desktop.

Qualora non lo sapessi, il tasto Win è quello con la bandierina di Windows che si trova in basso a sinistra. Invece, il tasto Stamp, che su alcune tastiere viene indicato come Prnt, Prt Scr, Prnt oppure Print e che in alcuni casi è collocato su un tasto multifunzione (per cui per poterlo usare bisogna premere anche il tasto Fn), si trova in alto a destra.

Tutti gli screenshot realizzati usando le combinazioni di tasti vengono salvati automaticamente in formato PNG nella cartella Immagini\Screenshots del sistema. Se lo preferisci, puoi comunque cambiare il percorso di destinazione delle schermate acquisite facendo clic destro sulla cartella Screenshots e selezionando poi la voce Proprietà dal menu che ti viene mostrato. Successivamente, recanti nella scheda Percorso della finestra che si è aperta, fai clic sul pulsante Sposta e indica la nuova cartella in cui intendi conservare gli screenshot.

In alternativa a come ti ho appena indicato, puoi realizzare uno screenshot di tutto lo schermo premendo il solo tasto Stamp, in modo di copiare un’istantanea del desktop negli appunti di Windows, la quale potrà successivamente essere incollata in un qualsiasi programma per grafica (es. Paint) premendo la combinazione di tasti Ctrl+V.

Ti segnalo, inoltre, che esistono delle combinazioni di tasti per richiamare gli strumenti predefiniti per la cattura delle schermate di cui ti ho parlato nelle righe precedenti: usando la combinazione di tasti Win+Maiusc+S puoi avviare rapidamente lo strumento Cattura e annota per realizzare lo screenshot di una specifica finestra di cui sopra; usando la combinazione di tasti Win+G puoi richiamare la Xbox Game Bar, mentre usando Win+Alt+Stamp puoi richiamare la funzione per catturare la finestra attiva. Servendoti, infine, della combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+S puoi richiamare la funzione Acquisisci schermata Web di Edge.

Puoi altresì fare in modo che in concomitanza della pressione del tasto Stamp, invece che copiare nella clipboard di Windows 10 un’istantanea del desktop, venga richiamato lo strumento Cattura e annota. Per riuscirci, clicca pulsante Start che trovi sulla barra delle applicazioni, seleziona l’icona delle Impostazioni presente nel menu che si apre e clicca sulla dicitura Accessibilità nella finestra sul desktop, dopodiché seleziona la voce Tastiera dal menu a sinistra e sposta su Attivato l’interruttore sotto la dicitura Collegamento Stamp presente a destra.

Programmi per fare screenshot su Windows 10

Oltre che così come ti ho indicato nelle righe precedenti, puoi catturare screenshot su Windows 10 ricorrendo all’aiuto di strumenti di terze parti. Se la cosa ti interessa, qui di seguito trovi quindi segnalati quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori della categoria. Mettili subito alla prova, sono certo che non te ne pentirai.

SnapGrab

SnapGrab

Un ottimo programma per fare screenshot su Windows 10 è senza dubbio alcuno SnapCrab, che è gratuito, perfettamente compatibile con il più recente sistema operativo di casa Microsoft (oltre che con le versioni precedenti dello stesso) e grazie al quale è possibile realizzare delle istantanee dell’intero desktop del computer, di singole porzioni dello stesso oppure di specifiche finestre; il tutto in maniera tanto rapida quanto pratica. Le immagini ottenute vengono salvate localmente, ma eventualmente è disponibile anche una funzione che consente di condividere gli screenshot online.

Per scaricare il programma sul tuo PC, visita il relativo sito Web e fai clic sul pulsante con la freccia verso il basso e il disco fisso che trovi in alto al centro.

A download avvenuto, avvia il file .exe ottenuto e, nella finestra che si apre sul desktop, clicca sul pulsante , accetta le condizioni d’uso selezionando la voce I accept the agreement e procedi facendo clic sui bottoni Next (per tre volte consecutive), Install e Finish, in modo da portare a conclusione il setup.

A programma avviato, per realizzare lo screenshot di una determinata area dello schermo (da definire con il cursore del mouse), premi il pulsante con il rettangolo di selezione presente nella barra degli strumenti di SnapCrab, clicca in un qualsiasi punto del desktop, trascina il cursore continuando a tenere premuto il clic sinistro e rilascialo una volta terminata la selezione. Infine, decidi se salvare la cattura, facendo clic sul bottone con la macchina fotografica, oppure se scartarla, facendo clic sul pulsante con la “x”.

Per realizzare altre tipologie di screenshot, invece, ti basta cliccare sugli altri pulsanti che trovi sempre sulla toolbar di SnapCrab: quello con la finestra permette di “immortalare” la finestra selezionata, quello con le due finestre di fotografare la finestra in primo piano e quello con il computer di fare uno screenshot di tutto il desktop. In tutti i casi, dopo aver fatto clic sul pulsante relativo alla funzione che ti interessa, porta il cursore del mouse sull’elemento che vuoi fotografare, cliccaci sopra e attendi che il breve conto alla rovescia indicato nella parte in basso a sinistra dello schermo giunga al termine.

Per impostazione predefinita, tutti gli screenshot effettuati vengono salvati sul desktop in formato PNG. Eventualmente, però, puoi modificare questo comportamento facendo clic sull’icona con la ruota dingranaggio collocata sulla toolbar del programma e selezionando la voce Details dal menu che compare. In seguito, dovrai selezionare il formato di file in cui salvare le istantanee dal menu a tendina Image format e la cartella in cui archiviare queste ultime mettendo il segno di spunta accanto a una delle voci collocate sotto la dicitura Save a capture in.

Non vuoi salvare gli screenshot catturati sul desktop, ma preferisci condividerli via Web? In tal caso, fai clic clic sul pulsante con la doppia freccia sempre annesso alla barra degli strumenti di SnapGrab e seleziona l’opzione che più preferisci dal menu che ti viene mostrato.

Altri programmi per fare screenshot su Windows 10

Come fotografare lo schermo del PC: Windows 10

Il software per fare screenshot su Windows 10 di cui ti ho già parlato non ti ha convinto in maniera particolare e ti piacerebbe allora che ti suggerissi altri programmi di terze parti utili allo scopo? Ti accontento subito: li trovi nell’elenco qui sotto!

  • ShareX — si tratta di un programma a costo zero e di natura open source, il quale permette di realizzare screenshot di varia tipologia ed eventualmente di effettuarne l’upload anche nel cloud. Permette di personalizzare in maniera piuttosto completa le modalità di acquisizione e salvataggio delle immagini e l’interfaccia dell’editor.
  • Greenshot — ottimo software per acquisire screenshot in vari modi e che offre anche delle interessanti funzioni di modifica, grazie al pratico editor integrato. È gratis.
  • LightShot — strumento leggero che consente di catturare liberamente quanto visibile sullo schermo del computer e di elaborare dettagliatamente le immagini ricavate, mediante l’editor integrato. Consente anche di caricare gli screenshot catturati online e di cercare sul Web le immagini simili.
  • FastStone Capture — è un software gratuito abbastanza minimale, il quale si presenta sotto forma di una piccola barra degli strumenti da tenere sempre a portata di mano sul desktop e tramite cui è possibile catturare screenshot dell’intero desktop, finestre singole oppure porzioni di schermo personalizzate.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.