Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare un grafico su Word

di

Hai appena finito di redigere un documento in Word e ora, per dare un tocco di professionalità in più al tuo lavoro, vorresti inserire un grafico al suo interno. Ottima idea… c’è un solo problema: non hai la minima idea di come realizzare il grafico in questione, né di come inserirlo nel tuo documento. Le cose stanno così, vero? Allora sono felice di dirti che posso aiutarti nel tuo intento.

Continuando nella lettura di questo tutorial, infatti, ti spiegherò come fare un grafico su Word utilizzando la storica applicazione di Word disponibile per PC Windows e macOS. Quanto alle altre versioni di Word disponibili, se ad esempio usi Word Online, mi spiace informarti che, in questo caso, non è possibile inserire grafici. Con le app di Word per dispositivi mobili, invece, potrai creare un grafico su Excel e copiarlo all’interno del tuo documento Word, come ti mostrerò in seguito.

Comunque, con qualche dritta giusta, riuscirai nel tuo intento e renderai il tuo progetto ancora più accurato. Quindi, a questo punto, mettiamo al bando le ciance e diamoci da fare! Leggi attentamente quanto ho da dirti e prova a seguire le procedure che ti indicherò. In pochissimo tempo, sono sicuro che riuscirai a inserire il tuo grafico in Word e che non avrai più problemi anche in tutte le situazioni future in cui ti servirà fare qualcosa del genere.

Indice

Come fare un grafico cartesiano su Word

Grafico cartesiano su Word

Per realizzare un grafico cartesiano, in Microsoft Word è necessario utilizzare l’opzione Grafico a dispersione (XY). Si tratta, in poche parole, di un grafico che visualizza, all’interno di uno spazio cartesiano, il modo in cui le due variabili (X e Y) interagiscono tra loro, tracciando punti di dati sull’asse orizzontale e verticale. Per realizzarlo all’interno del tuo documento Word, ti servirà anche Microsoft Excel, mediante il quale potrai inserire i dati relativi alle variabili (passaggio fondamentale anche in tutti gli altri tipi di grafico che ti mostrerò). Comunque, trovi tutto spiegato dettagliatamente nelle prossime righe.

PC

Grafico cartesiano Word

Per fare un grafico XY su Word, come prima cosa, apri l’applicazione presente sul tuo PC Windows o sul tuo Mac e scegli se creare un nuovo documento oppure se modificarne uno già esistente.

Una volta aperto il file di tuo interesse, fai clic nel punto del documento nel quale collocare il grafico, seleziona la scheda Inserisci (in alto) e premi il pulsante Grafico. Nella nuova finestra che si è aperta, seleziona l’opzione Dispersione (XY) dall’elenco presente e scegli se utilizzare il modello a punti, a linee (Curve con indicatori, Curve, Rette con indicatori, Rette) o a bolle (con possibilità di Bolle 3D).

Una volta trovato il grafico che si adatta maggiormente alle tue esigenze, premi sul pulsante OK, per inserirlo e cominciare a realizzarlo. A questo punto, all’interno del documento, comparirà il grafico selezionato. Oltre a questo, si aprirà anche un file di Excel collegato allo stesso, all’interno del quale riportare i valori delle variabili X e Y.

Modifica, dunque, nel documento di Excel, i valori predefiniti con i numeri che desideri utilizzare e, nel documento di Word, si modificheranno in automatico anche le variabili X e Y, mostrando la relativa collocazione dei punti (o delle linee/bolle, in base al grafico scelto).

Una volta finita la modifica dei dati, chiudi il file Excel (lo potrai riaprire e modificare in ogni momento, cliccando sull’icona Modifica dati, o Modifica dati su Excel se utilizzi un Mac) e personalizza il tuo grafico scegliendo tra le diverse opzioni messe a disposizione dalla versione desktop di Word, sotto la voce Struttura grafico (un menu che puoi aprire cliccando sull’omonima scheda).

Ora puoi, premendo sull’icona Aggiungi elemento grafico, inserire ulteriori assi, assegnargli dei titoli e delle etichette dati, oppure, ad esempio, dare un titolo al grafico, aggiungere barre di errore o una legenda.

Cliccando sull’icona Layout rapido, invece, puoi scegliere un layout già impostato tra quelli disponibili: in questo modo, senza dover aggiungere nulla manualmente, potrai decidere velocemente quali elementi del grafico mostrare.

Per modificare lo stile del grafico, invece, puoi cliccare sull’icona Cambia colori e scegliere il set di colori che preferisci tra le opzioni Monocromatico e Policromatico. Infine, puoi modificarne lo Stile cliccando sulle anteprime di quelli disponibili o passando su di esse il cursore del mouse per visualizzare il risultato finale (senza, però, impostarlo).

Invece, cliccando sull’icona Inverti righe e colonne, puoi invertire i dati degli assi, spostando i dati presenti sull’asse X nell’asse Y e viceversa. Ancora, premendo sull’icona Seleziona dati, invece, ne puoi modificare l’intervallo. Per ultimo, se la tua necessità è quella di modificare il tipo di grafico, riportandone gli stessi dati in una tipologia diversa (ad esempio in un grafico a torta), puoi cliccare sull’icona Cambia tipo di grafico e selezionare un altro tipo di grafico tra quelli disponibili.

Premendo sulla scheda Formato, invece, puoi eseguire ulteriori modifiche selezionando uno specifico elemento grafico da formattare e andando ad aggiungere delle Forme, (potendone modificare anche gli stili), degli Stili WordArt o un Testo alternativo per identificare i vari oggetti. Inoltre, mediante le funzionalità Posizione e Testo a capo, puoi modificare la collocazione del grafico, mentre puoi cambiare le dimensioni del grafico selezionando i centimetri desiderati di altezza e larghezza.

Per modificare ulteriormente il tuo lavoro, su PC, puoi avvalerti anche dei tasti rapidi posti accanto al grafico, alla sua destra. Premendo sul pulsante Opzioni layout, ne potrai modificarne la collocazione, mentre cliccando sui tasti Elementi Grafico, potrai inserire elementi aggiuntivi, su Stili grafici potrai modificarne lo stile e i colori e, infine, su Filtri grafico, potrai cambiare i dati e i nomi visibili.

Smartphone e tablet

Grafico cartesiano smartphone

Utilizzi l’app di Word per dispositivi mobili disponibile per Android e iOS/iPadOS (di cui ti ho parlato dettagliatamente in questa guida)? Allora, come ti ho anticipato in precedenza, non è possibile inserire grafici direttamente nel documento.

Puoi, però, realizzare un grafico nell’app di Excel per Android o iOS/iPadOS (magari seguendo le indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come creare un grafico cartesiano su Excel) e copiarlo all’interno del tuo documento di Word.

Una volta realizzato, fai quindi tap sul grafico nel foglio Excel e seleziona l’icona Copia (quella rappresentata da due fogli sovrapposti) dal menu che si è aperto, dopodiché apri una nuova scheda del tuo dispositivo, avvia l’app di Word e apri il documento dove desideri inserirlo.

Fatto questo, premi sull’icona della matita, per poter eseguire le modifiche, e successivamente, nel punto del foglio in cui vuoi che venga incollato il grafico, fai tap sull’icona Incolla (la cartella con accanto un foglio).

A questo punto, il grafico comparirà all’interno del documento e potrai modificarlo utilizzando i tasti rapidi o premendo sul menu Home e selezionando la scheda Grafico tra quelle comparse (oppure, ancora, facendo tap sul grafico e attendendo che il menu Grafico si apra da solo). In alternativa, se utilizzi un tablet, clicca direttamente sulla scheda Grafico (in alto a destra).

Ora, in qualsiasi caso, puoi eseguire le modifiche relative al Layout, agli Elementi, al Colore e allo Stile, cliccando sulle relative icone e scegliendo tra le varie impostazioni disponibile. Puoi, inoltre, modificarne la collocazione (utilizzando le funzioni Testo a capo e Disponi) le dimensioni e aggiungere un testo alternativo (premendo sempre sulle relative opzioni presenti nel menu), con le stesse modalità che ti ho descritto in precedenza. Facile, vero?

Come fare un grafico a torta su Word

Grafico a torta Word

Il grafico che meglio si adatta al tuo progetto è quello a torta, chiamato anche areogramma, che rappresenta i dati sotto forma di “spicchi”? Se la tua risposta è affermativa e, dunque, ti stai chiedendo come fare un grafico su Word utilizzando questo schema, segui le istruzioni che trovi di seguito.

PC

Grafico a torta Word PC

Se la tua necessità è quella di inserire un grafico a torta all’interno di un tuo documento di Word, non devi far altro che aprire il documento in questione, selezionare il punto in cui inserire il grafico (facendo clic su di esso), e premere sulla scheda Inserisci. Dopodiché, clicca sull’opzione Grafico e, dall’elenco che si è aperto, premi sulla voce Torta.

A questo punto, scegli la modalità di grafico a torta che preferisci tra Torta, Torta 3D, Torta della torta o Barre della torta (consigliabili se si hanno più di 7 categorie di dati da inserire nel grafico) e Anello. Una volta selezionato, fai clic sul pulsante OK, per inserirlo all’interno del documento.

Potrai così andare a lavorare sul set di dati all’interno del documento di Microsoft Excel che si è aperto, necessario per creare il grafico. Per farlo, nella prima riga delle colonne del foglio Excel (Colonna A e Colonna B), inserisci le etichette dei dati, dopodiché nella Colonna A indica le categorie di dati di cui sei in possesso, mentre nella Colonna B inserisci le percentuali relative a tali dati.

In questo modo, modificando i dati presenti nel foglio di Excel, potrai visualizzarli rappresentati nel diagramma a torta, che si suddividerà automaticamente in base alle percentuali che hai indicato nelle varie righe della colonna B. Una volta fatto, chiudi il foglio di Excel cliccando sull’icona X o sul pallino rosso (se utilizzi un Mac).

A questo punto, puoi procedere con l’aggiunta di elementi grafici per rendere il grafico a torta ancora più completo di informazioni e con la modifica del layout e dello stile, per personalizzarlo, mediante gli stessi tasti e le stesse funzionalità che ti ho indicato in precedenza.

Smartphone e tablet

Grafico a tornata smartphone

Se gli unici mezzi che hai a disposizione sono le app per dispositivi mobili di Excel e Word, per inserire un grafico a torta all’interno del tuo documento devi innanzitutto creare quest’ultimo in Excel. Per farlo, ti consiglio di leggere attentamente la mia guida su come fare un grafico a torta su Excel, al fine di realizzarlo velocemente e nel miglior modo possibile.

Una volta creato, fai tap su esso e, dal menu apertosi, premi l’icona Copia (quella rappresentata da due fogli sovrapposti). Dopodiché, apri una nuova scheda, fai tap sull’app di Word presente sul tuo dispositivo e scegli se aprire un documento tra quelli già presenti o se incollare il grafico in un nuovo documento.

Ora, all’interno del documento scelto, premi l’icona della matita (per poter eseguire delle modifiche), seleziona il punto dove inserire il grafico, fai tap su di esso e primi sul pulsante Incolla (la cartella con un foglio accanto). In questo modo, il grafico verrà incollato all’interno del foglio.

Non ti resta, a questo punto, che modificarlo per renderlo ancora più funzionale e ricco di particolari, al fine di migliorarne la lettura e la comprensione. Per compiere queste azioni, puoi seguire le istruzioni che ti ho fornito precedentemente.

Come fare un grafico a linee su Word

Grafico a linee Word

La tua necessità è quella di realizzare un grafico a linee su Word, per rappresentare il flusso dei tuoi dati su scala temporale, il relativo andamento e le tendenze? Allora, anche in questo caso, non c’è nessun problema. Lo puoi realizzare facilmente seguendo le indicazioni presenti nei prossimi paragrafi.

PC

Grafico a linee Word PC

Per serviti del grafico a linee e utilizzarlo all’interno di un tuo documento di Word, seleziona, come prima cosa, il punto del documento in cui desideri inserirlo, facendo clic su di esso poi. Dopodiché premi sulla scheda Inserisci, clicca sul pulsante Grafico e seleziona, dalla nuova finestra che si è aperta, l’opzione Linee.

A questo punto, devi scegliere la tipologia di grafico a linee che meglio rappresenta i tuoi dati tra quelli presenti in elenco: puoi scegliere tra i grafici in 2D (Linee, Linee in pila, Linee in pila 100%, Linee con indicatori, Linee in pila con indicatori e Linee in pila 100% con indicatori) oppure tra i grafici con Linee in 3D, Area 2D (Area, Area in pila, Area in pila 100%) e Area 3D (Area 3D, Area 3D in pila e Area 3d in pila 100%). Dopo aver selezionato il tipo di grafico di tua scelta, premi sul pulsante OK, per inserirlo all’interno del tuo documento.

Una volta fatto ciò, il grafico comparirà nel punto selezionato e si aprirà un nuovo documento di Excel connesso a quest’ultimo, nel quale modificare il set di dati contenete i valori predefiniti di esempio.

Ora, quindi, nella pagina di Excel apertasi, inserisci nella prima riga delle Colonne A e B (e successive, se necessario) le etichette dei tuoi dati. Dopodiché, sotto la Colonna A, riporta le Categorie da utilizzare. Sotto la Colonna B, invece, riporta i dati che possiedi. Automaticamente, al variare dei dati presenti in Excel si modificherà anche il grafico contenuti nel documento di Word.

Per aggiungere altre linee, puoi servirti della Colonna C e delle successive, inserendo ulteriori dati e utilizzando la stessa scala di misura decisa in precedenza (ricordandoti, inoltre, di inserire nella prima riga l’etichetta relativa alla tipologia di dato). Quando avrai finito con l’inserimento dei dati, chiudi il foglio Excel, cliccando sul pulsante con la X su Windows oppure sul pallino rosso, su macOS.

Fatto questo, non ti resta che migliorare la rappresentazione del grafico mediante l’apposito menu Struttura Grafico o utilizzando i tasti rapidi (disponibili nella versione per PC Windows): modifica, quindi, gli elementi grafici inserendone di ulteriori, il layout e lo stile, come ti ho mostrato nel capitolo dedicato alla creazione del grafico cartesiano e il gioco è fatto. Facile vero?

Smartphone e tablet

Grafico a linee Word smartphone e tablet

Se utilizzi uno smartphone o un tablet, puoi seguire le stesse procedure che ti ho indicato nei capitoli precedenti, andando a realizzare il grafico all’interno dell’app di Excel e incollandolo, successivamente, nel documento Word in cui ti serve che sia presente.

Per farlo, quindi, apri l’app di Excel e segui i suggerimenti che ti ho fornito in questa guida, relativa alla realizzazione di un grafico a linee su Excel. Una volta creato, fai tap sull’immagine del grafico e premi sull’icona Copia, per copiarlo negli appunti.

Ora, puoi aprire l’app di Word presente nella tua Home screen, facendo tap su di essa, e scegliere il documento e il punto nel quale inserire il grafico (premendo, prima, l’icona della matita per poterlo modificare). Una volta fatto, fai tap nel punto selezionato e, dal menu apertosi, premi sull’icona Incolla, per incollare l’immagine del grafico.

Adesso, seguendo i consigli che ti ho fornito in precedenza, puoi modificare il tuo grafico a linee scegliendo di agire sul layout, lo stile, gli elementi, il colore e tutti gli altri elementi modificabili e migliorabili.

Come fare un grafico ad albero su Word

Grafico ad albero su Word

Il grafico ad albero, invece, è una particolare tipologia di grafico che consente di visualizzare i dati in maniera gerarchica, mediante rettangoli colorati. Si tratta, in sostanza, di un grafico utile in caso di raffigurazioni di grandi quantità di dati e di specifiche proporzioni all’interno della gerarchia che si vuole rappresentare. Per realizzarlo, puoi seguire le procedure descritte nelle prossime righe.

PC

Grafico ad albero PC

Per realizzare un grafico ad albero e inserirlo all’interno di un documento Word, seleziona il punto in cui desideri visualizzarlo, facendo clic su di esso; dopodiché premi la scheda Inserisci, scegli l’opzione Grafico e, dalla finestra apertasi, seleziona dall’elenco la voce Albero poi premi, per concludere, il pulsante OK. Se utilizzi un Mac, invece, segui il percorso Inserisci > Grafico > Gerarchico > Albero.

Una volta fatto, il grafico verrà riportato nel documento e si aprirà anche il file Excel connesso, da utilizzare per eseguire la modifica del set di dati da visualizzare all’interno del grafico.

Per farlo, puoi modificare l’impostazione predefinita, inserendo le categorie principali all’interno della Colonna A (cioè i rami) e le sottocategorie nelle Colonne B e C (steli e foglie, procedendo gerarchicamente); per concludere, puoi modificare la Colonna D, inserendo i dati di cui sei in possesso (o aggiungendone altri anche nelle colonne successive, se è necessario).

Per spiegare meglio, ecco il file Excel utilizzato per la realizzazione del grafico d’esempio “Consumo di alimenti”.

File Excel grafico ad albero

Come puoi vedere, nella Colonna A, a partire dalla seconda riga, sono presenti le categorie principali, cioè i rami (Ramo 1: Colazione, Ramo 2: Pranzo). Nella Colonna B, invece, sono presenti gli steli, cioè la prima sottocategoria utile ai fini della rappresentazione grafica (Stelo 1: Bevande, Stelo 2: Cibo). Nella Colonna C, invece, sono riportate le foglie, cioè l’ultima sottocategoria da valutare (Foglia 1: Caffè, Foglia 2: Tè, Foglia 3: Pasta, etc). Infine, nella Colonna D, sono presenti le quantità da rappresentare all’interno del grafico ad albero, relative alle varie foglie.

Una volta modificato il file Excel, puoi chiuderlo, cliccando sull’icona X (o sul pallino rosso, se utilizzi un Mac), e procedere modificando gli elementi del grafico come ti ho mostrato in precedenza, utilizzando le schede Strutta grafico e Formato.

Smartphone e tablet

Grafico ad albero smartphone

Vuoi realizzare un grafico ad albero utilizzando le app di Word ed Excel presenti sui tuoi dispositivi mobili? Allora, come prima cosa, devi avviare Excel e aprire un nuovo documento.

Dopodiché devi ricreare una tabella simile a quella che ti ho mostrato nel capitolo precedente, inserendo nella Colonna A i rami del grafico (cioè le categorie principali), nella Colonna B gli steli e nella Colonna C le foglie. Infine, nella Colonna D, i dati da visualizzare all’interno del grafico, relativi alle foglie.

Una volta fatto, seleziona la tabella appena realizzata, fai tap sull’icona del triangolo (o i tre puntini orizzontali se utilizzi un iPhone), premi sul menu Home e seleziona, tra quelle presenti, la voce Inserisci. Dopodiché, fai tap sull’opzione Grafico e scegli, tra quelle disponibili, la voce Albero e seleziona l’anteprima del grafico. A questo punto il grafico comparirà all’interno della pagina di Excel.

Per inserirlo nel tuo documento di Word, ora, fai tap su di esso e premi sull’icona Copia. Una volta fatto, apri una nuova scheda, avvia Word e seleziona il documento all’interno del quale desideri inserire il grafico ad albero (usando l’icona della matita per poterlo modificare).

Successivamente, fai tap sul punto del documento dove inserire il grafico e, dal menu apertosi, premi sull’icona Incolla, per incollare il grafico. A questo punto, premendo su di esso, si aprirà il menu Grafico, per modificarlo seguendo le indicazioni che ti ho fornito in precedenza. Più semplice di quanto pensassi, vero?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.