Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come giuntare un cavo TV

di

Hai cambiato la predisposizione del salotto e ora il cavo dell’antenna TV non arriva più alla presa del televisore? Potresti acquistarne uno più lungo, ma questo vorrebbe dire spostare nuovamente i mobili e, soprattutto, spendere altri soldi (e, a quanto pare, tu non hai alcuna intenzione di farlo!). Allora che ne dici di creare una “prolunga” per il cavo TV usando uno spezzone preso da un altro cavo? Come dici? Ignoravi totalmente la possibilità di fare un’operazione del genere? Beh, ora non più!

L’operazione non è tra le più consigliate, in quanto porta a una piccola dispersione del segnale (questo è bene specificarlo fin da subito), ma può comunque essere un compromesso accettabile. Se vuoi, tramite questo tutorial posso spiegarti come giuntare un cavo TV utilizzando due tecniche differenti: la prima soluzione, quella più “pulita”, consiste nell’unire due spezzoni di cavo mediante l’utilizzo di appositi spinotti reperibili nei negozi di elettronica o nei negozi online; la seconda, come potrai notare leggendo l’ultima parte della guida, è un po’ più “manuale”, anche se ugualmente efficace.

Vedo che l’argomento ti interessa molto e vorresti cercare di capire quale delle due tecniche fa al caso tuo. Beh, allora mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Vedrai, se seguirai in modo scrupoloso i miei suggerimenti, non avrai alcun problema nel portare a termine la tua “impresa” di oggi, senza dover chiamare un antennista professionista. A me non resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, buon lavoro!

Indice

Giuntare un cavo TV con degli adattatori

Il primo metodo che ti consiglio di adottare per giuntare un cavo TV, consiste nell’impiegare due o più connettori maschi di tipo F (quelli tipici del SAT) e unirli con un giunto per connettori F. Questo metodo, anche se può risultare un po’ scomodo per via delle dimensioni degli spinotti, è quello che permette di evitare problemi ricorrenti, come quelli inerenti l’usura del cavo, l’ossidazione dei vari componenti e altre problematiche che sono riscontrabili se si decide di optare per il metodo “manuale” (di cui ti parlerò più tardi).

Per quanto riguarda l’acquisto degli adattatori e dei connettori, sappi che puoi reperirli facilmente sia nei negozi di elettronica della tua città sia in quelli online, come Amazon ed eBay.

Fracarro 289544 - Giuntacavo RG59 per connettori F
Amazon.it: 0,83 €Vedi offerta su Amazon
Aerzetix - 10 x connettori, spine ad avvitamento (Twist-on) di tipo F ...
Amazon.it: 6,99 €Vedi offerta su Amazon

Una volta che avrai reperito tutto il materiale necessario per effettuare la giunzione al cavo della tua antenna TV, non dovrai fare altro che unire i cavi tra di loro con un giunto “femmina-femmina” e coprirli (per precauzione) con del nastro isolante in corrispondenza del bordo metallico degli spinotti che vengono messi a contatto con il cavo (soprattutto se fuoriesce un po’ di calza metallica). Lo schema che devi seguire è il seguente.

Cavo > Connettore F maschio > Giunto femmina/femmina < Connettore F maschio < Cavo

Per procedere, incidi e rimuovi la guaina di protezione del primo cavo sfilandola molto delicatamente (facendo attenzione a non rimuovere anche la calza interna), accorcia poi il foglio in alluminio, arrotola la calza su quest’ultimo in modo che sia ben stretta e poi incidi anche la seconda guaina per sfilare anche questa. Se vuoi assicurare la presa in modo che lo spinotto non si stacchi, poi, avvolgi un po’ di nastro isolante attorno ad esso.

Ora, dopo aver “preparato” il primo cavo, avvita il connettore F maschio al cavo e, se necessario, taglia la parte di filo di rame in eccesso che fuoriesce da quest’ultimo. Dopodiché ripeti le operazioni che ti ho descritto poc’anzi anche sul secondo spezzone di cavo che hai a disposizione: sfila, quindi, le guaine di protezione presenti sul cavo e poi avvita su quest’ultimo il connettore F maschio. Per terminare il lavoro, prendi il giunto per connettori F e avvitalo ai due cavi accertandoti che sia ben saldato su entrambi.

Se vuoi avere una dimostrazione “visiva” dei passaggi che ti ho descritto poc’anzi, puoi affidarti ai tantissimi video-tutorial che sono reperibili online. Su YouTube, ad esempio, puoi trovare alcuni contenuti interessanti su come giuntare un cavo TV collegandoti alla home page del servizio o avviando la sua app per Android e iOS e poi digitando nel campo di ricerca situato in alto i termini “giuntura cavo TV con spinotti F” o “video tutorial su come unire cavo antenna TV con spinotti“.

Dopo aver eseguito la ricerca, scorri la pagina contenente i risultati che sono stati trovati, individua il video che ti sembra essere più esplicativo (magari cercane qualcuno che duri almeno 10-15 minuti) e pigia sul pulsante Play per visualizzarlo. Sono certo che anche queste risorse “extra”  ti saranno molto utili per riuscire a portare a termine il tuo lavoro.

Giuntare un cavo TV “manualmente”

Se vuoi giuntare un cavo TV “manualmente”, invece, tutto quello di cui hai bisogno per portare a termine il lavoro sono uno spezzone di cavo d’antenna, un paio di forbici, del nastro isolante e un connettore (se non già presente nello spezzone di cavo da usare come “prolunga”). Per tutto il resto, ecco i vari passaggi che devi eseguire.

Il primo passo che devi compiere per fare la giuntura è prendere il cavo collegato nella presa a muro e rimuovere il connettore esterno da quest’ultimo (quello che va inserito nel decoder o nel TV). Per riuscirci, basta svitare lo spinotto e poi sfilarlo delicatamente verso l’alto, in modo che fuoriescano i filamenti di massa (che devi attorcigliare su sé stessi) e il filo di rame del cavo. Qualora i fili interni risultassero danneggiati, taglia la parte “marcia” del cavo e usa delle forbici per sfilettarlo e far uscire nuovamente fuori i filamenti di massa più il filo di rame.

Adesso, prendi il cavo d’antenna da usare come “prolunga” di quello originale ed elimina la guaina di protezione alle due estremità di quest’ultimo, in modo che fuoriescano da entrambi i lati il filo di rame e i filamenti di massa (anche in questo caso devi attorcigliare su sé stessi i filamenti). Successivamente, applica il connettore all’estremità del cavo che andrà collegato alla TV o al decoder predisponendo con cura il filo di rame all’interno di quest’ultimo e avvitando lo spinotto con molta delicatezza.

Per giuntare il cavo TV, poi, procedi collegando l’altra estremità della “prolunga” al cavo originale unendo i due fili di rame e i vari filamenti di massa tra di loro. Fai entrare bene in contatto gli elementi dei due cavi (rame con rame e filamenti con filamenti) stando estremamente attento a non far toccare i filamenti di massa con il rame perché, se dovesse avvenire ciò, il segnale verrebbe certamente disturbato.

Per concludere l’operazione, avvolgi la parte in cui i due cavi si collegano fra di loro con abbondante nastro isolante (mi raccomando, solo nastro isolante, non scotch o altre tipologie di nastri adesivi!) e, se tutto è andato per il verso giusto, la missione dovrebbe essere compiuta. Per verificare che sia così, inserisci il connettore della prolunga nel televisore o nel decoder e accertati che tutti i canali si vedano correttamente.

Qualora dovessi notare che alcuni canali TV si vedono in modo disturbato o non si vedono affatto, prova a muovere delicatamente il cavo e, se questa operazione risultasse vana, prova a sintonizzare il digitale terrestre, magari aiutandoti con le “dritte” che ho provveduto a fornirti nella guida che ti ho appena linkato.

Anche in questo caso, se vuoi avere una dimostrazione “pratica” di come effettuare i passaggi indicati nelle righe precedenti, affidati a uno dei tanti video-tutorial presenti su YouTube: puoi trovarne di molto utili semplicemente cercando termini come “video guida come fare giuntura cavo TV”.