Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare una webcam senza CD

di

Hai da poco acquistato una webcam da collegare al computer per fare videochiamate con amici, parenti e colleghi ma ti sei accorto che nella confezione di vendita non è presente alcun dischetto per installare programmi e driver necessari per far funzionare il dispositivo e, dunque, vorresti capire come ovviare alla cosa?

Se le cose stanno così, direi che sei capitato sul tutorial giusto, in un momento che non poteva essere migliore. Se mi dedichi un po’ della tua attenzione, infatti, posso spiegarti dettagliatamente come installare una webcam senza CD sia su Windows che su macOS e sia su computer fisso che su portatile. Ti anticipo già che è molto più facile di quel che tu possa pensare.

Se sei d’accordo, direi di mettere finalmente le chiacchiere da parte e di cominciare a darci da fare. Posizionati, dunque, bello comodo, concediti qualche minuto libero soltanto per te e concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo che, alla fine, potrai poi dirti soddisfatto di aver raggiunto il tuo obiettivo.

Indice

Operazioni preliminari

Foto di una webcam

Prima di entrare nel vivo della guida, andandoti a spiegare come installare una webcam senza CD, ci sono alcune operazioni preliminari che devi effettuare, per fare in modo che tutto fili per il verso giusto.

In primo luogo, tieni presente che sulla maggior parte dei notebook di più recente produzione la webcam è inclusa. Sui PC fissi, invece, solitamente non è così e, di conseguenza, occorre acquistare una webcam da collegare esternamente.

Diverso, invece, è il discorso per i Mac. Sui computer a marchio Apple, siano essi MacBook o iMac, la webcam è sempre integrata.

Ciò detto, nel caso di una webcam “di serie” non occorre effettuare alcuna installazione e configurazione, in quanto già pronta per essere usata sin dalla prima accensione del computer. Per una webcam collegata esternamente, invece, per poterla usare bisogna prima rimuoverla dalla confezione di vendita e poi connettere il dispositivo al computer, tramite cavo USB, inserendo l’estremità più stretta dello stesso nella porta presente sulla webcam (quando il filo non è integrato) e l’altra estremità in una porta del PC.

Se il tuo computer ha tutte le porte USB occupate, per connettere la webcam potrebbe farti comodo comprare un hub USB, in grado di ottenere più porte da un singolo connettore, mentre se stai usando un Mac dotato di sole porte USB-C e la webcam in tuo possesso è dotata di connettore USB standard dovrai preoccuparti di reperire un apposito adattatore o hub da USB-C a USB-A.

Anker Hub USB 3.0 4 Porte per Trasferimento Dati - Hub USB Multiporta ...
Vedi offerta su Amazon
Adattatore Apple da USB‐C a USB
Vedi offerta su Amazon
TP-Link UC400 - Adattatore USB C a USB 3.0, Connettore Tipo C a USB A ...
Vedi offerta su Amazon

Dopo aver stabilito il collegamento, l’uso di un CD tramite cui reperire i driver per far funzionare la webcam si rivela solitamente superfluo, in quanto sia Windows che macOS sono in grado, in totale autonomia, di reperire tutto il necessario per far funzionare correttamente il dispositivo.

A volte, però, può capitare che il sistema operativo non riesca a trovare automaticamente i driver. In tal caso, se il dischetto d’installazione della webcam non è disponibile oppure non è possibile usarlo, si possono comunque reperire i file necessari per l’installazione facendo qualche ricerca su Google con parole chiave del tipo “download driver [marca e modello webcam]” oppure visitando direttamente la sezione dedicata al download o al supporto del sito Internet del produttore del dispositivo.

Esistono anche dei software adibiti allo scopo, come quelli che ti ho segnalato nella mia rassegna sui programmi per driver. Ad ogni modo, è consigliabile verificare l’attendibilità della fonte cui reperire i driver, così da evitare il download di programmi non adatti al dispositivo impiegato o, ancor peggio, di malware. Personalmente, ti suggerisco di prediligere il materiale proveniente dal sito Internet del produttore.

Come installare una webcam senza CD su PC

A questo punto, direi che possiamo finalmente passare all’azione e andare a scoprire come installare una webcam senza CD su PC. Qui di seguito, dunque, trovi indicato come riuscirci su Windows, sia agendo sul computer fisso che su quello portatile.

PC fisso

Gestione dispositivi Windows 10

Se ti interessa capire come installare una webcam su un PC fisso, il primo passo che devi compiere è quello di collegare il dispositivo al computer.

Successivamente, attendi la comparsa sul desktop della notifica indicante che la webcam è stata riconosciuta automaticamente dal sistema operativo e che i relativi driver sono stati installati su Windows. In seguito, potrai cominciare a servirti del dispositivo all’interno dei vari programmi che ne fanno uso.

Se la procedura non viene avviata in automatico, procedi tu “manualmente”, mediante Gestione dispositivi, lo strumento incluso in Windows tramite il quale è possibile visualizzare e gestire le periferiche connesse al computer.

Per cui, avvia quest’ultimo facendo clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) che trovi nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, selezionando il collegamento Pannello di controllo presente nel menu Start e poi la voce Hardware e suoni e/o quella Gestione dispositivi (a seconda del tipo di visualizzazione impostata), nella finestra comparsa sul desktop.

Nella nuova finestra che a questi punto ti viene mostrata sullo schermo, individua la voce Fotocamere e clicca sulla freccetta posta accanto, così da espandere il relativo elenco. Se nell’elenco dei dispositivi che ti viene mostrato è riportato il nome della webcam collegata al PC, non devi fare nulla, in quanto il dispositivo è correttamente collegato al PC e viene rilevato senza problemi.

Invece, se non viene elencata la webcam oppure se l’icona è semi-trasparente o presenta un simbolo giallo in sua corrispondenza, evidentemente c’è qualche problema nel rilevamento e/o nella configurazione del dispositivo.

Per risolvere, nel caso di dispositivo non in elenco, assicurati innanzitutto di aver collegato correttamente la webcam al computer, dopodiché fai clic destro sulla dicitura Fotocamere, seleziona la voce Rileva modifiche hardware dal menu contestuale visualizzato e aspetta che l’elenco dei dispositivi venga aggiornato.

Se c’è l’icona semi-trasparente o il simbolo giallo, invece, fai clic destro sul nome della webcam e seleziona la voce Attiva o Aggiornamento software driver (non disponibile su tutte le versioni di Windows) dal menu contestuale, al fine di abilitare il dispositivo e aggiornare i relativi driver. Per quanto riguarda l’aggiornamento dei driver, se disponibile, dovrai altresì indicare a Windows di cercare automaticamente i driver più aggiornati.

In alternativa, se hai scaricato i driver della fotocamera da Internet, puoi installare il dispositivo avviando tu stesso il relativo file eseguibile e seguendo le istruzioni fornite sullo schermo: solitamente, è sufficiente cliccare più volte sui bottoni Avanti/Next e Installa/Install e attendere che i file necessari vengano copiati sul disco. A setup ultimato, se richiesto, riavvia il PC e collega nuovamente la webcam.

Purtroppo non posso essere più preciso nelle mie indicazioni, in quanto la procedura da seguire varia da dispositivo a dispositivo; ad esempio installare una webcam Logitech senza CD non prevede la stessa procedura di installare una webcam Trust senza CD o quella di un altro produttore, anche se le indicazioni “generiche” che ti ho appena dato dovrebbero valere un po’ per tutti i dispositivi di questo tipo.

PC portatile

Laptop

Se possiedi un PC portatile e vuoi installare una webcam senza CD, ti informo che i passaggi da compiere per riuscirci sono praticamente gli stessi di quelli che ti ho già indicato nel passo precedente relativo ai computer fissi.

L’unica sostanziale differenza sta nel fatto che, poiché in genere i notebook dispongono di una webcam integrata direttamente sulla parte superiore dello schermo, se non desideri usare quest’ultima, essendo impostata come predefinita devi intervenire sulle impostazioni del programma in cui intendi servirtene e/o sulle impostazioni di Windows per modificare questo comportamento.

Per quel che concerne la modifica delle impostazioni all’interno dei programmi, il procedimento da attuare varia a seconda del software di riferimento. Per fare un esempio pratico, su Skype è possibile selezionare una specifica webcam facendo clic sul pulsante (…) che si trova nella parte in alto della schermata principale, selezionando la voce Impostazioni dal menu che si apre, raggiungendo la sezione Audio e video tramite la laterale di sinistra e usando il menu a tendina Videocamera.

Per selezionare la webcam predefinita tramite le impostazioni del sistema operativo, invece, avvia Gestione dispositivi, facendo clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) che trovi nella parte in fondo a sinistra della taskbar, cercando e avviando il Pannello di controllo e selezionando, nella finestra che intanto è comparsa sullo schermo, la voce Hardware e suoni e/o quella Gestione dispositivi (in base al tipo di visualizzazione impostata).

Ora che visualizzi la schermata di Gestione dispositivi, fai clic sulla freccetta accanto alla voce Fotocamere, in modo da espandere il relativo elenco, dopodiché fai clic destro sul nome della webcam che non vuoi più venga usata come predefinita, seleziona la voce Disabilita dal menu contestuale che si apre e premi sul bottone , per confermare le tue intenzioni.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, la webcam integrata non sarà più visibile ai programmi né al sistema operativo e, dunque, verrà data priorità in automatico a quella esterna.

Nel caso in cui dovessi avere dei ripensamenti, potrai abilitare nuovamente la webcam integrata, ripetendo i passaggi che ti ho già indicato ma avendo cura, in tal caso, di scegliere l’opzione Abilita dispositivo dal menu contestuale visibile dopo aver fatto clic destro sul nome del dispositivo in Gestione dispositivi.

Come installare una webcam senza CD su Mac

iMac

Se possiedi un computer a marchio Apple e vorresti capire come installare una webcam senza CD su Mac, ti comunico che tutto quello che devi fare è collegare al computer il dispositivo che intendi usare e attendere che macOS lo riconosca in automatico e lo renda disponibile all’interno delle varie applicazioni.

Qualora il riconoscimento automatico del dispositivo non dovesse andare a buon fine, provvedi a scaricare da Internet il pacchetto contenente i driver per Mac dedicati al modello di webcam in tuo possesso, solitamente si tratta di un file .dmg.

Successivamente, apri l’eseguibile presente nel pacchetto dmg e segui le istruzioni visualizzate sullo schermo per procedere con l’installazione dei componenti necessari. Nella maggior parte dei casi, è sufficiente cliccare sui pulsanti Continua/Continue e Installa/Install e digitare, quando richiesto, la password di amministrazione del Mac.

Dopo aver provveduto a effettuare l’installazione della webcam, potrai cominciare a servirtene all’interno delle varie applicazioni che ne fanno uso. È stato facile, vero?

Se avviando le applicazioni in cui intendi usare la webcam che hai appena installato continua comunque a esserti proposta la webcam predefinita (es. FaceTime HD), per risolvere la cosa ti basta selezionare il dispositivo di acquisizione video da usare, generalmente tramite un menu a tendina dedicato o una voce specifica delle impostazioni dell’applicazione.

Per fare un esempio pratico, in Photo Booth devi selezionare il menu Fotocamera presente in alto a sinistra e poi il nome della webcam da quest’ultimo. Facile e veloce.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.