Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare una webcam al PC

di

Hai finalmente acquistato la tua prima webcam, intenzionato a sfruttarla per partecipare alle riunioni di famiglia o, quando necessario, anche alle videoconferenze indette periodicamente dal tuo gruppo di lavoro. Non essendo mai stato una cima in termini di tecnologia, però, non hai la più pallida idea di quali siano passaggi da compiere per collegarla al computer e, onde evitare di combinare qualche guaio, hai deciso di effettuare una ricerca su Internet per scoprire il da farsi.

Se ti trovi proprio in questa situazione, sappi che ho tutta l’intenzione di aiutarti a riuscire in questa – apparentemente – ardua impresa! Nel corso di questo tutorial, infatti, intendo spiegarti per filo e per segno come collegare una webcam al PC in poco tempo ma, soprattutto, in maniera semplicissima.

Come dici? Ti ho proprio incuriosito e, adesso, non vedi l’ora di iniziare? Benissimo! In questo caso, ritaglia un po’ di tempo libero per te, mettiti bello comodo e leggi attentamente tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: ti garantisco che il tutto è molto più semplice di quanto sembra e sono sicuro che riuscirai a raggiungere l’obiettivo che ti eri prefissato in men che non si dica. Scommettiamo?

Indice

Come collegare una webcam al PC fisso

Come collegare una webcam al PC

Contrariamente a quanto tu possa pensare, collegare una webcam al PC fisso è un’operazione tutt’altro che complicata. Tanto per cominciare, rimuovi la webcam dalla confezione d’imballaggio, prendi il connettore USB posto sulla stessa e inseriscilo in una delle porte USB libere del computer.

Ora, a seconda del modello di webcam in tuo possesso e alla versione del sistema operativo da te in uso, possono succedere due cose: nella migliore delle ipotesi, la webcam verrà riconosciuta automaticamente dal sistema operativo, senza la necessità di installare alcunché, e potrà essere subito utilizzata all’interno dei vari programmi che ne fanno richiesta. In casi del genere, dovresti visualizzare un messaggio di notifica indicante l’avvenuta installazione del dispositivo collegato.

Laddove il riconoscimento automatico non dovesse avere successo, devi procedere con l’installazione manuale del driver della periferica, cioè del “programma” che consente di mettere in comunicazione i due dispositivi.

Per poterci riuscire, prendi il CD ricevuto in dotazione con la webcam, inseriscilo nel lettore del computer e attendi che il file d’installazione del driver venga eseguito automaticamente. Se ciò non dovesse succedere, avvia l’Esplora File/Esplora Risorse di Windows, cliccando sull’icona raffigurante una cartella gialla collocata nella barra delle applicazioni, clicca sull’icona Questo PC/Computer residente nella barra laterale di sinistra, fai doppio clic sull’icona del CD-ROM ed esegui manualmente il file d’installazione dei driver, che potrebbe avere un nome simile a install.exesetup.exeinstalla.exe.

Superato anche questo step, concludi l’installazione dei driver seguendo le istruzioni che ti vengono fornite: in genere, il tutto si riduce a cliccare più volte sul pulsante Avanti/Next e poi su Installa/Install e ad attendere che i file necessari vengano copiati sul disco. A installazione conclusa, se richiesto, riavvia il computer, collega nuovamente la webcam e avvia uno dei programmi che ne fanno uso (ad es. Fotocamera di Windows 10): con un pizzico di fortuna, il dispositivo dovrebbe essere correttamente riconosciuto e risultare subito utilizzabile.

Come collegare una webcam al PC senza CD

Come collegare una webcam al PC

Se non possiedi il CD contenente i driver della webcam o, ancora, hai a disposizione un computer non dotato di lettore CD, puoi facilmente porre rimedio alla cosa scaricando i file necessari dal sito Web del produttore, precisamente dalla sezione Download o Supporto/Support o, ancora, cercando su Google frasi come download driver [marca e modello webcam].

Prima di procedere con il download e l’installazione di qualsiasi cosa, ti consiglio di verificare l’attendibilità del sito dal quale ti appresti a scaricare il materiale, onde evitare di incappare in file non adatti alla webcam in tuo possesso o, peggio ancora, in malware. Personalmente, ti consiglio di prediligere sempre il materiale disponibile sui siti Internet dei produttori dei dispositivi.

Come collegare una webcam al PC portatile

Come collegare una webcam al PC portatile

I passaggi da compiere per collegare una webcam al PC portatile non sono affatto dissimili da quelli già visti per i computer desktop: anche in questo caso, tutto ciò che devi fare è inserire il connettore USB della webcam nell’apposita porta di collegamento situata sul portatile e, successivamente, procedere con l’installazione dei driver avvalendoti del dischetto fornito in dotazione, oppure dell’apposito file di setup scaricato da Internet.

Qualora la quantità di porte USB a bordo del tuo notebook non fosse sufficiente a coprire l’inserimento di una webcam aggiuntiva, ti consiglio di valutare l’acquisto di un hub USB, in grado di “ricavare” più porte da un singolo connettore.

Sabrent a 4 porte Hub USB 3.0 con interruttori di alimentazione indivi...
Vedi offerta su Amazon
Anker Hub USB 3.0 4 Porte per Trasferimento Dati - Hub USB Multiporta ...
Vedi offerta su Amazon

La maggior parte dei notebook, tuttavia, integra già una “videocamera digitale” direttamente sulla parte superiore del display che verrà quasi sicuramente usata, per impostazione predefinita, dal sistema operativo e dai programmi installati, nonostante tu abbia provveduto a configurarne un’altra. Per alterare questo comportamento e far sì che la scelta ricada invece sulla webcam “esterna”, nella maggior parte dei casi, devi agire all’interno del programma o dell’applicazione che fa uso della stessa.

Su Skype, per esempio, puoi selezionare una webcam anziché l’altra nel seguente modo: dopo aver avviato il software e aver effettuato l’accesso, clicca sul pulsante (…) che si trova in alto (accanto al tuo nome), seleziona la voce Impostazioni dal menu visualizzato sullo schermo e recati nella sezione Audio e video, collocata sulla barra laterale di sinistra. Infine, utilizza il menu a tendina posto accanto alla dicitura Videocamera per selezionare il dispositivo da utilizzare durante le conferenze.

Nell’applicazione Fotocamera di Windows 10, invece, puoi ottenere lo stesso risultato cliccando sul pulsante Cambia fotocamera, collocato in alto a destra.

Come collegare una webcam al PC

Laddove il programma di tuo interesse non prevedesse possibilità di scelta o, ancora, se la webcam integrata nel computer è rotta e vuoi disattivarla definitivamente, “forzando” dunque il sistema operativo e i programmi a usare quella esterna, devi agire dalla sezione Gestione dispositivi di Windows.

Per accedervi, se impieghi Windows 10, fai clic destro sul pulsante Start (il pulsante a forma di bandierina collocato nell’angolo in basso a sinistra dello schermo) e seleziona la voce Gestione dispositivi dal menu che ti viene proposto. Se, invece, utilizzi una versione precedente di Windows, apri il menu o la schermata Start, digita le parole “gestione dispositivi” nell’apposito campo di ricerca e clicca sul primo risultato proposto.

Giunto alla schermata di Gestione Dispositivi, espandi la voce Fotocamere, fai clic destro sul nome della webcam da disattivare (ad es. ASUS USB2.0 WebCam), clicca sulla voce Disabilita dispositivo collocata nel menu contestuale visualizzato e premi poi il pulsante , per confermare la volontà di procedere: a partire da questo momento, la webcam integrata non sarà più visibile ai programmi né al sistema operativo e, in automatico, verrà data priorità a quella esterna.

In caso di ripensamenti, puoi attivare nuovamente la fotocamera integrata, ripetendo i passaggi visti poc’anzi e selezionando, questa volta, la voce Abilita dispositivo.

Come collegare una webcam al Mac

Come collegare una webcam al Mac

Se non possiedi un PC con sistema operativo Windows ma un Mac, in genere, il problema dei driver non si pone, poiché tutto il necessario è già presente in macOS: tutto ciò che devi fare è inserire il cavo USB della webcam nell’omonima porta collocata sul computer e attendere che il computer riconosca automaticamente il dispositivo e lo renda disponibile all’interno delle varie applicazioni.

Se possiedi un Mac dotato di sole porte USB-C e la webcam in tuo possesso è dotata di connettore USB standard, dovrai mettere in comunicazione i dispositivi avvalendoti di un apposito adattatore o hub da USB-C a USB-A.

NOVOO 5 in 1 Hub USB C Adattatore Tipo C con HDMI 4K, 2 x USB 3.0, Let...
Vedi offerta su Amazon
ICZI Hub USB C 11 in 1 Adattatore HDMI 4K VGA PD 100W Ethernet 1000Mbp...
Vedi offerta su Amazon

In genere non è richiesto alcun tipo di configurazione aggiuntiva, ma nel caso in cui, per qualche motivo, il riconoscimento automatico dovesse fallire, ti consiglio di recarti sul sito del produttore del dispositivo, precisamente nell’area dedicata al supporto o ai download, e di cercare il pacchetto contenente i driver per Mac dedicati al modello di webcam in tuo possesso.

Dopo aver scaricato il file di setup, avvialo e segui le istruzioni visualizzate su schermo per procedere con l’installazione dei componenti necessari: in genere, tutto si riduce alla pressione del pulsante Continua e all’inserimento, quando richiesto, della password del Mac.

Come dici? Il tuo Mac è già dotato di fotocamera FaceTime HD, FaceTime o iSight e, in luogo di queste ultime, vorresti utilizzare la cam appena installata? Non temere, ciò è del tutto fattibile: come ti ho spiegato nel mio tutorial dedicato alla registrazione dei filmati con la webcam del Mac, la maggior parte dei programmi sviluppati per macOS consente di selezionare il dispositivo di acquisizione video da usare, generalmente tramite un menu a tendina dedicato o una voce specifica delle impostazioni dell’applicazione.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.