Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere gli effetti su Google Meet

di

È ormai da qualche tempo che per le tue videoconferenze utilizzi la piattaforma Google Meet, la soluzione gratuita di “big G” finalizzata a semplificare le comunicazioni a distanza. A tal proposito, durante l’ultimo meeting hai notato che un tuo amico riusciva ad abbellire la sua immagine con effetti e filtri molto particolari: incuriosito dalla cosa, vorresti imparare a farlo a tua volta, ma proprio non sai da dove iniziare.

Come dici? Le cose stanno esattamente così e, dunque, vorresti sapere come mettere gli effetti su Google Meet? Allora sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questa guida, infatti, avrò cura di spiegarti come personalizzare la tua immagine e l’aspetto visivo dell’intera conferenza impiegando le funzionalità integrate in Google Meet.

Coraggio: mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento. Sono sicuro che, nel giro di pochi minuti, avrai acquisito le competenze necessarie per riuscire nella tua piccola impresa. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come mettere gli effetti su Google Meet su PC

Meet desktop

Il metodo più semplice per mettere gli effetti su Google Meet su PC consiste nell’utilizzare le funzioni integrate nella versione Web del servizio, le quali consentono di abilitare la sfocatura dello sfondo, l’inserimento di uno sfondo virtuale e l’uso di una lavagna bianca virtuale (o Jam).

Per poterci riuscire, dopo aver dato inizio a una nuova riunione o aver preso parte a un meeting già esistente, clicca sul pulsante (⋮) collocato in basso a destra e seleziona la voce Applica effetti visivi. Ora, tramite il riquadro Effetti apertosi sulla destra, seleziona l’effetto desiderato tramite uno dei pulsanti presenti sotto le voci Nessun effetto o sfocatura (per applicare un effetto di sfocatura leggero o più marcato) oppure Sfondi (se desideri selezionare uno degli sfondi virtuali tra quelli disponibili o se vuoi caricarne uno, cliccando sul simbolo della cartolina con la + per sceglierlo).

Se vuoi utilizzare la lavagna, invece, dopo aver cliccato sul bottone (⋮) posto in basso, seleziona la voce Lavagna dal menu che si apre e, nel riquadro apertosi sulla destra, clicca sul bottone Avvia una nuova lavagna. Nella finestra successiva potrai disegnare sulla lavagna sfruttando i tool posti sulla barra laterale collocata a sinistra.

Dopo aver disegnato sulla lavagna, clicca sull’icona della freccia rivolta verso l’alto (presente nella finestra dove si trova la lavagna stessa, in alto a destra) e fai clic sul pulsante Presenta la scheda nella riunione nel menu apertosi. Infine, seleziona la scheda da condividere nel riquadro Scegli cosa condividere che si è aperto e clicca sul bottone Condividi, così da condividerne il contenuto con i partecipanti alla videochiamata. Continuando a scrivere e disegnare sulla lavagna, il contenuto verrà condiviso in tempo reale con coloro che sono collegati alla videocall.

Qualora gli effetti presenti di default non fossero di tuo gradimento, sappi che esistono delle estensioni per il browser che consentono di utilizzarne molti altri. Tieni presente, però, che questo genere di add-on potrebbero rappresentare un potenziale rischio per la tua privacy, per cui pensaci bene prima di utilizzarne uno e, nel dubbio, meglio lasciar stare e “accontentarti” delle funzioni presenti di default nel servizio.

Se proprio vuoi avvalerti di uno di questi strumenti di terze parti, prova l’add-on Visual Effect per Google Meet (disponibile sul Chrome Web Store e compatibile con Chrome, Edge nella versione basata su Chromium e Opera), che dai test fatti mi sembra funzionare alquanto bene. Maggiori info qui.

Come mettere gli effetti su Google Meet su smartphone e tablet

Personalizzare sfondo Meet

Se ti stai chiedendo come usare gli effetti su Google Meet da smartphone e tablet, sappi che la cosa non è sempre fattibile, in quanto bisogna avere un dispositivo in grado di supportare i vari effetti disponibili nell’app di Google Meet per Android o iOS/iPadOS.

Nella fattispecie, bisogna disporre di un dispositivo con Android 5.0 o successivi che sia sufficientemente potente per applicare gli effetti (es. Samsung Galaxy S9 o versioni successive, Pixel 3 o versioni successive e prodotti simili) oppure un device con iOS/iPadOS 12 o successivi che sia compatibile (iPhone 8 o versioni successive e iPad di quinta generazione o versioni successive).

Se hai un device adatto, dopo aver dato inizio a una nuova riunione o aver preso parte a una già avviata da un’altra persona, premi sul simbolo delle stelline annesso al riquadro di visualizzazione personale (quello dove vedi te stesso per intenderci) e poi applica l’effetto di sfocatura, uno degli sfondi virtuali pronti all’uso (puoi caricarne anche di personalizzati premendo sul simbolo +), uno degli stili disponibili o, ancora, uno dei filtri presenti.

Dopo aver selezionato e applicato l’effetto di tuo interesse, premi sul bottone Fine, per chiudere la schermata riguardante l’applicazione degli stessi. Ammettilo: applicare un effetto su Meet è stato più semplice del previsto, vero?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.