Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere gli effetti su Google Meet

di

È ormai da qualche tempo che per le tue videoconferenze utilizzi la piattaforma Google Meet, la soluzione di “big G” gratuita e finalizzata a semplificare le comunicazioni a distanza. A tal proposito, durante l’ultimo meeting hai notato che un tuo amico riusciva ad abbellire la sua immagine con effetti e filtri molto particolari: incuriosito dalla cosa, vorresti imparare a farlo a tua volta, ma proprio non sai da dove iniziare.

Come dici? Le cose stanno esattamente così e, dunque, vorresti sapere come mettere gli effetti su Google Meet? Allora sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questa guida, infatti, avrò cura di spiegarti come personalizzare la tua immagine e l’aspetto visivo dell’intera conferenza, sia impiegando le funzionalità integrate di Google Meet che tramite un’utile soluzione di terze parti.

Dunque, senza attendere un secondo in più, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, nel giro di pochi minuti, avrai acquisito le competenze necessarie per riuscire nella tua piccola impresa. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come mettere gli effetti su Google Meet su PC

Come mettere gli effetti su Google Meet

Il metodo più semplice per mettere gli effetti su Google Meet su PC consiste nell’utilizzare le funzioni integrate nella versione Web del servizio, le quali consentono di abilitare la sfocatura dello sfondo, di inserire i sottotitoli alla riunione (disponibili solo per l’inglese) e di usare una lavagna bianca virtuale (o Jam).

Per poterci riuscire, dopo aver dato inizio a una nuova riunione o aver preso parte a un meeting già esistente, clicca sul pulsante (⋮) collocato in basso a destra e seleziona l’effetto che preferisci tra quelli presenti nel menu che ti viene proposto: Lavagna bianca, Attiva sfocatura sfondo oppure Attiva sottotitoli.

Per arricchire ulteriormente la riunione alla quale partecipi con effetti video aggiuntivi (sfondo personalizzato, filtri facciali, immagine distorta e così via), puoi invece affidarti a Visual Effects for Google Meet: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un’estensione sviluppata per il browser Google Chrome, la quale consente di “abbellire” le riunioni di Meet applicando gli elementi visivi dei quali ti ho parlato poco fa.

Sebbene, come ti spiegavo poc’anzi, tale componente aggiuntivo sia stato creato in maniera specifica per Google Chrome, esso può essere impiegato anche tramite altri browser basati sullo stesso motore (Chromium), come per esempio Microsoft Edge (la versione più recente con l’icona multicolore) e Opera.

Prima di spiegarti come ottenere e usare tale estensione, però, tengo a precisare che Visual Effects for Google Meet non è una soluzione ufficiale sviluppata da Google: per questo motivo, sebbene funzioni correttamente e non vi siano evidenze per dubitare circa la buona fede degli sviluppatori, va detto che essa potrebbe rappresentare un potenziale rischio per la privacy. Per questo motivo, il mio consiglio è di optare per questa soluzione soltanto in caso di effettiva necessità e di eliminarla dal browser quando non più necessaria.

Come mettere gli effetti su Google Meet

Fatta questa doverosa precisazione, è arrivato il momento di spiegarti come ottenere il componente aggiuntivo in questione: per prima cosa, apri Google Chrome o qualsiasi altro browser compatibile con l’estensione, visita la pagina del Chrome Web Store che la ospita e clicca prima sul pulsante Aggiungi situato all’interno della pagina Web apertasi e poi sul pulsante Aggiungi Estensione, che compare successivamente su schermo.

A seguito dell’installazione di Visual Effects, comparirà una notifica nella quale ti verrà comunicato l’esito positivo della procedura: a partire da questo momento, l’estensione è pronta per essere usata all’interno delle conferenze di Google Meet.

Per farlo, recati sul sito Web della piattaforma e, dopo aver avviato un nuovo meeting (o preso parte a una riunione esistente), dovresti notare un piccolo menu “a scomparsa”, posto a sinistra del riquadro contenente l’immagine principale del meeting: posizionando il mouse sullo stesso, potrai attivare o disattivare gli effetti disponibili in Visual Effects, che sono i seguenti.

  • Background blur/Blur – consentono di sfocare, rispettivamente, lo sfondo dell’immagine e l’intera parte acquisita dalla webcam.
  • Bubbles – aggiunge delle bolle fluttuanti allo schermo, che replicano l’immagine acquisita dalla webcam.
  • Contrast – modifica il livello di contrasto dell’immagine.
  • Cube – aggiunge un cubo al centro dello schermo, che replica la tua immagine su tutti i suoi lati.
  • 3D Movie – emula un’immagine 3D.
  • Donation – mostra, per un paio di secondi, un avviso relativo a una donazione fittizia effettuata da un utente immaginario.
  • Flip – capovolge l’immagine.
  • Freeze – blocca l’immagine al momento in cui si attiva l’effetto.
  • Green Screen – consente di modificare lo sfondo dell’immagine (te ne ho parlato, nel dettaglio, in questa guida).
  • Inverse – inverte i colori dell’immagine.
  • Insane – distorce l’immagine alterandone i colori e abbassandone la risoluzione.
  • Rainbow – “colora” l’immagine, per alcuni secondi, con ciascuna delle tonalità dell’arcobaleno.
  • Pixelate – dona all’immagine un effetto pixel.
  • Soft focus – altera i colori dell’immagine.
  • Text display – consente di aggiungere un testo all’immagine.

Oltre agli effetti sull’intera immagine, è inoltre possibile applicare dei filtri facciali (o Face Filters): ad esempio, Graduate aggiunge un cappello da laurea sulla testa, mentre Halo applica una sorta di “aureola”. Ciascun effetto può essere abilitato cliccando sulla relativa anteprima e disattivato allo stesso modo. Hai visto? fare gli effetti su Google Meet è stato molto più semplice di quanto credessi!

Come mettere gli effetti su Google Meet su smartphone e tablet

Come mettere gli effetti su Google Meet

Se ti stai chiedendo come usare gli effetti su Google Meet da smartphone e tablet, sappi che le cose stanno in maniera un po’ diversa: allo stato attuale delle cose, infatti, non è disponibile un’app che consente di personalizzare in modo “incisivo” le videoconferenze di Meet; oltretutto, la soluzione precedente è disponibile soltanto per computer.

Di conseguenza, gli unici effetti applicabili sono quelli inclusi nell’app di Google Meet per smartphone e tablet Android (Play Store e iOS/iPadOS: cambio fotocamera, sottotitoli (solo in lingua inglese), visualizzazione schermo dello smartphone e modalità luce scarsa (solo su iOS e iPadOS).

Per applicarli, apri la summenzionata app, avvia una nuova riunione o prendi parte a un meeting già esistente, quindi fai tap sul riquadro contenente l’immagine e poi sul pulsante (…), situato in alto a destra: gli effetti disponibili sono elencati nel menu che compare su schermo. Per attivare/disattivare i sottotitoli, utilizza invece il pulsante [cc].

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.