Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere la webcam su OBS

di

Avendo la necessità di registrare un video nel quale mostri contemporaneamente il desktop del tuo computer e l’immagine “catturata” dalla tua webcam, ti è stato consigliato di utilizzare OBS (acronimo di Open Broadcaster Software), un celebre programma open source che consente sia di effettuare trasmissioni in streaming che registrazioni in locale attingendo da varie fonti video e audio contemporaneamente.

Senza fartelo ripetere due volte, hai scaricato il software in questione e hai tentato di aggiungere la tua webcam alle sorgenti di cattura, senza però riuscirci: per questo motivo, vorresti il mio aiuto per riuscire nel tuo intento. Le cose stanno così, dico bene? Allora sarò ben felice di darti una mano e spiegarti come mettere la webcam su OBS.

Per prima cosa, sarà mio compito mostrarti la procedura dettagliata per aggiungere il dispositivo in questione tra le sorgenti video del programma. Successivamente, troverai anche alcune indicazioni utili per configurare al meglio la webcam e ottimizzarne la qualità video. Come dici? È proprio quello che volevi sapere? Allora non indugiare oltre e approfondisci sùbito l’argomento. A me non resta altro che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Operazioni preliminari

Foto di una webcam

Prima di spiegarti come mettere la webcam su OBS, potrebbe esserti utile conoscere la procedura per collegare una webcam al tuo computer e, nel caso in cui non lo avessi ancora fatto, per scaricare e installare OBS.

Se non disponi di una webcam integrata o hai scelto di acquistare una webcam esterna professionale, tutto quello che devi fare per collegarla al tuo computer è inserire il connettore USB della webcam nell’apposita porta del computer e procedere con l’installazione dei driver. Per la procedura dettagliata, ti lascio alla mia guida su come collegare una webcam al PC.

Completato il collegamento della webcam al tuo computer, non ti rimane che scaricare OBS. Per farlo, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sull’opzione di tuo interesse tra Windows, macOS e Linux, a seconda del sistema operativo installato sul tuo computer.

A download completato, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file OBS-Studio-[versione]-Installer.exe ottenuto, premi sul pulsante , per consentire al programma di apportare modifiche al computer, e clicca sul pulsante Next. Premi, poi, sui pulsanti I Agree, Next e Install, per avviare l’installazione, attendi che la barra d’avanzamento raggiunga il 100% e fai clic sul pulsante Finish, per completare l’installazione e avviare OBS.

Se utilizzi un Mac, invece, apri il pacchetto .dmg appena scaricato, trascina l’icona di OBS nella cartella Applicazioni di macOS e apri il percorso in questione; dopodiché fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, in modo da bypassare le restrizioni di macOS riguardanti applicazioni di sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio). Per la procedura dettagliata, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come scaricare OBS.

Come aggiungere la webcam su OBS

Come aggiungere la webcam su OBS

Dopo la doverosa premessa iniziale, sei pronto per aggiungere la webcam su OBS. Per farlo, avvia il programma in questione, individua il box Fonti, clicca sul pulsante + e seleziona l’opzione Dispositivo di cattura video dal menu che si apre.

Nella nuova schermata visualizzata, assicurati che sia selezionata la voce Crea una nuova fonte, inserisci il nome da associare alla tua webcam nel campo nel quale compare la scritta Dispositivo di cattura video e apponi il segno accanto all’opzione Rendi visibile la fonte.

Clicca, poi, sul pulsante OK, seleziona la webcam integrata o collegata al tuo computer tramite il menu a tendina Dispositivo e premi sul pulsante OK, per aggiungerla alle fonti video di OBS utilizzando i valori predefiniti del dispositivo (es. risoluzione, gamma di colori ecc.).

Se tutto è andato a buon fine, dovresti visualizzare il video catturato dalla tua webcam contornato di rosso. A questo punto, non devi far altro che posizionare e ridimensionare il box relativo al video della webcam come meglio credi.

Posizionare la webcam su OBS

Per esempio, se la tua intenzione è registrare il desktop del tuo computer e, contemporaneamente, mostrarti mentre parli, puoi posizionare il video catturato dalla webcam in un angolo della fonte video principale (in questo caso il desktop). Per farlo, puoi semplicemente spostare la sorgente video della webcam tenendo premuto sul box contenente il video trasmesso dal dispositivo e trascinandolo nella posizione desiderata.

Se, invece, vuoi registrare con OBS esclusivamente ciò che cattura la webcam, puoi ridimensionare il box relativo a quest’ultima e impostarlo a tutto schermo. In tal caso, tieni premuto su uno dei quadratiti rossi visibili a schermo e spostati verso l’esterno, per ingrandire il box contenente il video trasmetto dalla webcam.

Infine, ti segnalo che selezionando il nome associato alla tua webcam nel box Fonti, puoi nascondere il video catturato dal dispositivo in questione: per riuscirci, ti basta premere sull’icona dell’occhio, bloccare posizione e grandezza del box contenente il video trasmesso dalla webcam (cliccando sull’icona del lucchetto) ed eliminare la sorgente video della webcam dalle fonti di OBS, premendo sul pulsante collocato in basso. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come funziona OBS.

Come configurare la webcam su OBS

Come configurare la webcam su OBS

Configurare la webcam su OBS è una procedura che consente di modificare manualmente alcune impostazioni del dispositivo, come la risoluzione, al fine di migliorare la qualità video. Prima di spiegarti come procedere, però, devi sapere che se usi OBS su Mac puoi scegliere esclusivamente la risoluzione video, senza poter gestire tutte le impostazioni che, invece, sono disponibili su PC Windows.

Detto ciò, per accedere alle proprietà della webcam su OBS, fai doppio clic sul nome associato al dispositivo (o sulla voce Dispositivo di cattura video, se non hai inserito un nome personalizzato) visibile nel box Fonti. In alternativa, fai clic destro sul nome della webcam e seleziona l’opzione Proprietà dal menu che si apre.

Nella nuova schermata visualizzata, seleziona l’opzione Personalizzato tramite il menu a tendina Tipo di risoluzione/FPS, imposta la risoluzione di tuo interesse (es. 1280×720, 1920×1080 ecc.) e assicurati che sia impostata l’opzione Corrispondenza FPS in uscita tramite il menu a tendina FPS. Tieni presente che la risoluzione dovrebbe essere la stessa di quella impostata per la registrazione/trasmissione con OBS. Per verificarla, accedi alla schermata principale del programma, clicca sul pulsante Impostazioni visibile nel box Controlli e seleziona la voce Video.

A questo punto, clicca sul pulsante Configura il video, per impostare la luminosità, il contrasto, la tonalità, la nitidezza e la saturazione dell’immagine. A meno che tu non abbia intenzione di creare effetti “strani” o impostare la webcam in bianco e nero (in tal caso, inserisci il valore 0 nel campo relativo alla saturazione), ti sconsiglio di modificare tali parametri.

Quello che ti consiglio di fare, invece, è di togliere il segno di spunta dalla voce Bilanciamento del bianco evitando così che questa opzione venga regolata automaticamente dal programma. Fatto ciò, sposta il cursore verso sinistra per avere un’immagine più fredda o verso destra per un’immagine più calda. Spostando, invece, il cursore relativo alla voce Controluce, è possibile regolare la luminosità di fondo dell’immagine.

In questa schermata, puoi anche risolvere eventuali problemi di “sfarfallio” della webcam (ciò si verifica quando sull’immagine catturata dal dispositivo sono visibili delle bande dovute alla rapida variazione di esposizione nei fotogrammi) impostando una frequenza di rete elettrica maggiore rispetto a quella attualmente impostata. Ti consiglio di lasciare invariato tale parametro e modificarlo solo se riscontri questa problematica.

Modificare le impostazioni webcam su OBS

Come dici? Vorresti gestire le impostazioni relative allo zoom e alla messa a fuoco? In tal caso, seleziona la scheda Regolazione fotocamera e sposta il cursore relativo alle opzioni Zoom e Messa a fuoco.

Inoltre, tramite la voce Esposizione (che serve per decidere quanta luce entra nell’inquadratura), puoi scegliere quanto “scura” o “chiara” deve essere l’inquadratura. Nel caso in cui, impostando un’esposizione più chiara dovessi riscontare dei problemi di “scatti” con la tua webcam, accedi nuovamente alla sezione Video Pronc Amp e sposta il cursore relativo all’opzione Guadagno, per risolvere tali problemi.

Ti segnalo che tramite le opzioni Esposizione e Guadagno, puoi risolvere anche eventuali cambi di luminosità dell’inquadratura dovuti allo spostamento del soggetto inquadrato rispetto alla webcam stessa. Infine, clicca sul pulsante OK, per salvare le modifiche, e il gioco è fatto.

In conclusione, ti segnalo che puoi applicare anche dei filtri al video catturato dalla tua webcam. Per procedere in tal senso, fai clic destro sul nome della webcam presente nel box Fonti, seleziona l’opzione Filtri dal menu che si apre e, nella nuova schermata visualizzata, clicca sul pulsante + relativo alla voce Filtri degli effetti.

A questo punto, non devi far altro che scegliere il filtro di tuo interesse tra quelli disponibili (Nitidezza, Correzione del colore, Ritaglia/aggiungi una cornice, Scorrimento ecc.) e regolarne le relative impostazioni. Per saperne di più, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come settare OBS.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.