Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come registrare desktop

di

Hai bisogno di registrare quello che accade sullo schermo del tuo computer ma non sei ancora riuscito a trovare un programma adatto allo scopo? Se vuoi, posso darti io qualche consiglio al riguardo. Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero, infatti, posso indicarti tutti quelli che a mio modesto avviso rappresentano i migliori strumenti disponibili sulla piazza per compiere l’operazione in questione.

Si tratta di soluzioni sia per Windows che per macOS, facilissime da usare e, ti dirò di più, anche totalmente gratuite. Come dici? Non sei particolarmente esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie e temi che le operazioni da effettuare per registrare il desktop possano essere fuori dalla tua portata? Ma sta’ tranquillo! A parte il fatto che, come ti ho già detto, i software da usare per riuscirci non sono di difficile impiego, ma poi non vedo proprio di cosa ti preoccupi se qui con te ci sono io, pronto e ben disponibile a offrirti il supporto di cui hai bisogno.

Suvvia, dunque, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e cominciamo subito a darci da fare. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca a lupo per ogni cosa. Are you ready?

Indice

Come registrare desktop PC

Vuoi scoprire come registrare il desktop del PC ma non sai quali strumenti usare su Windows e come fare per servirtene? Allora prosegui pure nella lettura. Trovi indicati (ed esplicati) proprio qui sotto quelli che ritengo essere i migliori programmi della categoria. Buon “lavoro”!

Xbox

Se stai usando un PC con su installato Windows 10, sono ben felice di comunicarti che per registrare lo schermo del PC non devi necessariamente installare nuovi software sul computer. Tutto ciò di cui hai bisogno è già incluso in Windows! La più recente edizione del sistema operativo di casa Microsoft, infatti, integra la funzione di screen recording nell’applicazione preinstallata Xbox, la quale, come facilmente intuibile, è stata concepita per registrare video di gameplay (ma nulla vieta il fatto che possa essere sfruttata anche per altri scopi).

Per sfruttare la funzionalità in oggetto, devi però assicurarti che il tuo computer soddisfi i relativi requisiti minimi richiesti. Per la precisione, deve essere equipaggiato con una delle seguenti schede grafiche (se non sai come controllare quale scheda grafica è installata sul PC, puoi leggere il mio tutorial dedicato all’argomento per scoprire in che modo procedere).

  • AMD Radeon serie HD 7700
  • AMD Radeon serie HD 7700M
  • AMD Radeon serie HD 8500
  • AMD Radeon serie HD 8500M
  • AMD Radeon serie R7/R9 o versione successiva
  • NVIDIA GeForce 600 o versione successiva
  • NVIDIA GeForce 800M o versione successiva

Dopo esserti sincerato del fatto che il tuo PC disponga delle giuste caratteristiche tecniche per sfruttare la funzione di screen recording dell’applicazione Xbox, avvia quest’ultima facendo clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows sulla barra delle applicazioni), cerca il termine xbox nella casella di ricerca e fai clic sul risultato pertinente visualizzato in elenco.

Una volta visualizzata la finestra dell’applicazione sul desktop, usa la combinazione di tasti Win+G sulla tastiera del computer per richiamare la funzione per registrare lo schermo. Quando vedi comparire la finestra mediante cui ti viene chiesto se si tratta di un gioco, fai clic sul pulsante Si tratta di un gioco.

Una volta fatto ciò, vedrai comparire una barra degli strumenti nella parte in basso dello schermo. Pigia, dunque, sul bottone Registra da adesso (l’icona del tondino grigio) presente su di essa e la registrazione del desktop verrà immediatamente avviata. Quando lo vorrai, potrai interromperla facendo clic sul pulsante Interrompi registrazione. Più facile di così?

OBS

Come registrare desktop

Non stai usando Windows 10 o comunque cerchi una valida alternativa all’uso dell’applicazione Xbox descritta nelle righe precedenti? In tal caso, non posso far altro se non suggerirti di mettere alla prova OBS (acronimo di “Open Broadcaster Software”). Non ne hai mai sentito parlare? Strano, è molto famoso. Comunque non c’è problema, rimediamo subito.

Si tratta di un software completamente gratuito e open source, funzionante su tutte le versioni di Windows (da Windows 7 in poi) e grazie al quale è possibile creare registrazioni del desktop includendo eventualmente anche il flusso video della webcam. Non manca poi la possibilità di trasmettere le riprese del desktop in streaming (molto utile per i gameplay dei videogiochi).

Per scaricare il programma sul tuo computer, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Windows. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca prima su pulsante  e sui bottoni Next, I Agree, Next, Install e Finish per portare a termine il setup.

Adesso devi avviare OBS e impostarlo per registrare il desktop del tuo computer. Non è difficile. Per prima cosa, clicca sul pulsante OK per accettare i termini di utilizzo del software e sul bottone Si per avviare la procedura di configurazione automatica, dopodiché segui le istruzioni che ti vengono proposte su schermo.

A questo punto, seleziona la voce Output dal menu a sinistra e fai clic sul bottone Sfoglia posto accanto alla voce Percorso di registrazione per indicare la posizione sul tuo computer in cui verrà salvato il file di output generato. In seguito, seleziona il formato in cui vuoi salvare il file finale servendoti del menu a tendina Formato di registrazione e conferma le scelte fatte pigiando sui bottoni Applica e OK in basso a destra.

Completato anche questo passaggio, devi comunicare a OBS la fonte video da utilizzare per realizzare le riprese. Clicca quindi sul pulsante [+] situato sotto la voce Fonti, seleziona l’opzione Cattura schermo dal menu che compare, clicca sul bottone OK nella finestra che si apre, scegli se includere il puntatore del mouse nelle registrazioni mettendo o togliendo il segno di spunta dalla voce Cattura il cursore del mouse e fai clic sul bottone OK.

Adesso, scegli se limitare la registrazione dello schermo a una sola area o all’intero desktop, spostando e regolando il rettangolo di selezione posto al centro della finestra principale di OBS e intervieni sul volume dell’audio utilizzando gli indicatori annessi alla sezione Mixer (in basso), accanto alle icone dell’altoparlante.

Avvia poi la registrazione pigiando sul pulsante Avvia registrazione, annesso alla sezione Controlli, in basso a destra. Quando lo vorrai, potrai interromperla cliccando sul bottone Ferma registrazione.

Se nel tuo video vuoi includere anche un riquadro con la ripresa della webcam in tempo reale, prima di avviare la registrazione del desktop clicca nuovamente sul bottone [+] posto sotto la voce Fonti, seleziona l’opzione Dispositivo di cattura video dal menu che compare e clicca sul pulsante OK. Successivamente, regola le impostazioni d’uso della funzione tramite l’ulteriore finestra che si apre e definisci le dimensioni e la posizione del video prelevato dalla webcam sposando e regolando il relativo rettangolo di selezione.

Come registrare desktop Mac

Stai usando macOS e vorresti allora sapere come fare per registrare il desktop del Mac? Non c’è problema, te lo spiego subito. Qui sotto trovi indicati gli strumenti di cui puoi avvalerti per compiere questo tipo di operazione usando un computer a marchio Apple. È un gioco da ragazzi, sta’ tranquillo.

Quick Time Player

Come registrare desktop

Se non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo Mac, sono ben felice di comunicarti che per registrare il desktop hai in primo luogo la possibilità di avvalerti di Quick Time Player, il player multimediale integrato in macOS che, forse non tutti lo sanno, offre anche una comodissima funzione utile per compiere l’operazione oggetto di questo tutorial.

Mi chiedi come fare per servirtene in tal modo? Te lo spiego subito. In primo luogo, avvia QuickTime Player facendo clic sulla sua icona (quella con la “Q”) presente nella cartella Altro del Launchpad. In alternativa, puoi richiamare il programma tramite Spotlight, Siri o dalla cartella Utility > Applicazioni di macOS.

Successivamente, seleziona la voce File presente sulla barra dei menu (in alto a sinistra) e clicca sulla dicitura Nuova registrazione schermo. Nella finestra che si apre, clicca sul simbolo della freccia verso il basso e, dal menu che compare, indica il tipo di ingresso audio e scegli se visualizzare i clic del mouse durante la registrazione.

Se nella registrazione vuoi includere anche un riquadro con la ripresa dalla webcam, seleziona altresì l’opzione Sempre in primo piano dal menu Vista.

Quando lo vorrai, potrai avviare la registrazione del desktop facendo clic sul bottone REC (l’icona con il pallino rosso) e scegliendo se registrare l’intero schermo del computer, facendo clic in un punto qualsiasi dello schermo, oppure se catturare solo una porzione di desktop, facendo una selezione con il cursore e pigiando sul bottone Avvia registrazione.

Quando lo riterrai opportuno, potrai interrompere la registrazione facendo clic sul pulsante Stop (l’icona del quadratino all’interno del cerchio) posto nel menu di stato, nella parte in alto a destra dello schermo. In seguito, potrai visualizzare l’anteprima della registrazione effettuata facendo clic pulsante Play.

Se l’anteprima ti soddisfa, salva il filmato realizzato facendo clic sulla voce File annessa alla barra dei menu e selezionando poi l’opzione Esporta come. Seleziona, quindi, una delle risoluzioni di output tra quelle disponibili, indica la posizione in cui salvare il video e, per concludere, fai clic sul bottone Salva.

Istantanea schermo

Come registrare desktop

Un altro strumento “di serie” di macOS di cui puoi avvalerti per registrare il desktop è l’applicazione Istantanea schermo, a patto però che sul tuo Mac vi sia installata una versione di macOS pari o successiva alla 10.14. L’applicazione in questione, infatti, non solo consente di catturare screenshot, come intuibile dal nome stesso, ma anche di creare registrazioni dello schermo in maniera tanto semplice quanto veloce.

Per riuscirci, tutto quello che devi fare è usare la combinazione di tasti cmd+shift+5 sulla tastiera del computer e scegliere se registrare tutto lo schermo del Mac o solo una porzione dello stesso pigiando, rispettivamente, sui pulsanti Registra l’intero schermo (quello con la finestra e il pallino) oppure Registra la selezione (quello con il rettangolo tratteggiato e il pallino) posti sulla toolbar comparsa in basso.

Successivamente, clicca sul bottone Registra per avviare l’acquisizione. Quando lo vorrai, potrai interrompere lo screencast facendo clic sul pulsante Stop presente nella barra di stato (in alto a destra). Per impostazione predefinita, il video verrà salvato sulla scrivania (o, comunque, nella cartella predefinita in cui vengono salvati gli screenshot).

Inoltre, sempre dopo la fine della registrazione, ti sarà mostrata una miniatura del filmato nell’angolo in basso a destra della scrivania e facendoci clic sopra potrai tagliare il video, condividerlo online o cancellarlo, usando le apposite icone collocate in alto a destra nella nuova finestra che si apre.

Se vuoi modificare la posizione di output delle registrazioni dello schermo e apportare ulteriori personalizzazioni al funzionamento di Istantanea schermo, prima di avviare la registrazione pigia sul pulsante Opzioni posto sulla barra degli strumenti e fai le tue scelte dal menu che compare.

OBS

Come registrare desktop

OBS, il programma di cui ti parlato nelle precedenti righe indicandoti i sistemi disponibili per registrare il desktop su Windows, è disponibile anche per macOS e presenta praticamente il medesimo funzionamento della versione per i sistemi operativi di casa Microsoft. Se vuoi servirtene sul tuo Mac, ti spiego subito in che modo riuscirci.

In primo luogo, collegati al sito Internet dell’applicazione e clicca sul pulsante macOS 10.11+, in modo tale da avviare il download del programma. A scaricamento ultimato, apri il pacchetto .pkg ottenuto e, nella finestra che compare sulla scrivania, fai clic sul pulsante Continua per due volte consecutive. Pigia quindi sul bottone Installa, digita la password del tuo account utente su macOS (quella che usi per accedere al sistema operativo) e completa il processo d’installazione di OBS pigiando prima sul pulsante Installa software e su quello con su scritto Chiudi.

A questo punto, avvia OBS richiamando l’applicazione dal Launchpad, mediante Spotlight, Siri o tramite la cartella Applicazioni del Mac, clicca sul pulsante OK nella finestra che si apre sullo schermo, per accettare le condizioni di utilizzo del programma, pigia sul bottone Si per dare il via alla procedura di configurazione guidata del software e segui le indicazioni che ti vengono proposte per portarla a termine.

Fatta anche questa, potrai finalmente cominciare a servirti del programma procedendo in egual maniera alla versione per Windows. I passaggi da compiere e le funzioni disponibili non differiscono.