Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come raddrizzare un video

di

Scaricando sul PC un video che hai girato con la fotocamera o con il cellulare, ti sei accorto che le riprese sono venute tutte storte? È davvero un bel problema, soprattutto se quel filmato devi proiettarlo in pubblico! Ad ogni modo, non preoccuparti perché una soluzione c’è ed è anche molto facile da mettere in pratica.

Quello che devi fare è, infatti, seguire le indicazioni su come raddrizzare un video contenute in questa mia guida. Ti anticipo subito che per riuscire nell’impresa ti basterà utilizzare degli appositi programmi disponibili per Windows, macOS e Linux. In alternativa, è possibile ricorrere all’impiego di alcuni servizi online ad hoc, fruibili senza problemi da qualsiasi browser e sistema operativo.

Se poi non hai il PC a portata di mano, puoi fare tutto anche dal tuo smartphone o tablet, mediante delle applicazioni concepite specificamente per il video editing. Ora, però, basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come al solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per ogni cosa.

Indice

Come raddrizzare un video sul PC

Se vuoi scoprire come raddrizzare un video sul tuo PC, i programmi che devi usare per riuscirci sono quelli che trovi segnalati qui sotto. Sono disponibili per Windows, macOS e Linux. Non temere, non dovrai fare nulla di particolarmente complesso o che comunque sia fuori dalla tua portata, hai la mia parola.

Come raddrizzare un video con VLC

VLC

Il primo strumento utile allo scopo che ti invito a prendere in considerazione è VLC. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un famoso player multimediale, gratuito, di natura open source e compatibile con Windows, macOS e Linux, il quale supporta anche diverse funzioni utili per la conversione e per la modifica dei video, motivo per cui ho scelto di parlartene in questa mia guida.

Per quanto riguarda la possibilità specifica di raddrizzare un video storto, tieni però presente che i cambiamenti apportati vengono applicati solo in tempo reale e non in modo permanente, per questo occorre usare uno qualsiasi degli strumenti specifici per il video editing che trovi segnalate nelle righe successive.

Ciò detto, per scaricare VLC sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e clicca sul pulsante Scarica VLC.

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, fai clic sui bottoni e OK. Successivamente, premi sui pulsanti Avanti (per tre volte di fila), Installa e Fine, in modo tale da concludere il setup.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ricavato e trascina l’icona di VLC nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e premi sul pulsante Apri nella finestra sulla scrivania, così da avviare il software andando però aggirare le limitazioni volute da Apple nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo alla prima esecuzione).

Una volta visualizzata la finestra del programma sullo schermo, su Windows, seleziona il menu Strumenti > Effetti e filtri, mentre su macOS seleziona il menu Finestra > Effetti video.

Nell’ulteriore schermata che compare, seleziona la scheda Geometria, spunta l’opzione Trasformazione e seleziona, dal menu a tendina sottostante, il tipo di rotazione che vuoi applicare. I cambiamenti apportati saranno immediatamente visibili nel player.

In alternativa, solo se stai usando Windows, puoi spuntare l’opzione Rotazione e utilizzare la ruota che si trova nella parte bassa della finestra per ruotare a piacimento il filmato nelle varie posizioni.

A modifiche completate, per salvare i cambiamenti, chiudi la finestra delle impostazioni di VLC e goditi pure il tuo video finalmente raddrizzato. È stato semplice, vero?

Come raddrizzare un video con Avidemux

Avidemux

Se vuoi raddrizzare un video capovolto o comunque non orientato correttamente, andando ad apportare modifiche permanenti al filmato, puoi rivolgerti ad Avidemux. Si tratta di un rinomato programma per il video editing, gratuito e funzionante su Windows, macOS e Linux. Supporta tutti i più diffusi formati video e include tanti strumenti e filtri per apportare modifiche di vario genere ai file che gli vengono dati “in pasto”.

Per scaricare il programma sul tuo PC, visita il relativo sito Internet e clicca sul collegamento win64 xx Final Install (64 bits), FossHub (se stai usando una versione di Windows a 64 bit), win32 xx Final Install (32 bits), FossHub (se stai usando una versione di Windows a 32 bit) oppure xx Mojave QT5 (dmg), FossHub (se stai usando macOS). Nella pagina Web che in seguito ti verrà mostrata, seleziona il nome del software.

A download completato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, fai clic sul pulsante Successivo (per tre volte di fila), dopodiché seleziona la voce Accetto la licenza, premi ancora sul bottone Successivo (per altre due volte), su quello e, per concludere, fai clic sul pulsante Fine. Avvia quindi il software, selezionando il relativo collegamento che è stato appena aggiunto al menu Start.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ricavato e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. Successivamente, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e premi sul pulsante Apri nella finestra che compare sullo schermo, così da aggirare le restrizioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra di Avidemux, clicca sul pulsante con la cartella azzurra che si trova in alto a sinistra, seleziona la voce Apri e importa nel programma il video relativamente al quale desideri andare ad agire. Provvedi poi ad impostare i codec video e audio in cui codificare il filmato tramite i menu a tendina Output video e Output audio, visibili nella barra laterale a sinistra

Adesso, clicca sul menu Video situato in cima e seleziona la voce Filtri da quest’ultimo. Nella nuova finestra che compare sullo schermo, seleziona la dicitura Trasforma nella colonna sinistra e fai doppio clic sulla voce Rotazione nella colonna centrale.

Definisci quindi il livello di rotazione che vuoi applicare al video, scegliendo l’opzione che più preferisci dal menu Angolo nell’ulteriore finestra visualizzata, dopodiché fai clic sul pulsante OK, così da salvare le modifiche apportate. Per visualizzare in anteprima il risultato finale, poi, premi sul bottone Anteprima che trovi nella finestra dei filtri.

Se sei soddisfatto, fai clic sul pulsante Chiudi e procedi pure con il salvataggio del filmato modificato, scegliendo il contenitore di output che preferisci dal menu a tendina Contenitore output posto a sinistra, cliccando sul menu File, selezionando la voce Salva, indicando il nome che vuoi assegnare al file finale e la posizione in cui desideri salvarlo e facendo clic sul pulsante Salva.

Come raddrizzare un video con Premiere

Adobe Premiere Pro

Un altro programma che puoi valutare di usare per raddrizzare un video è Adobe Premiere Pro. Trattasi di un editor video destinato ad un uso professionale, ma che risulta comunque abbastanza semplice da impiegare. Da notare che per essere usato è necessario sottoscrivere l’abbonamento apposito (al costo di 24,39 euro/mese) oppure il pacchetto Creative Cloud (al costo di 60,99 euro/mese), il quale include anche l’uso di altre applicazioni. Il programma, comunque, può essere provato gratis per 7 giorni, senza obbligo di rinnovo.

Per scaricare la versione di prova di Adobe Premiere Pro, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul collegamento Versione di prova gratuita situato in alto, dopodiché premi sul pulsante Attiva trial posto in corrispondenza della sottoscrizione di tuo interesse tra quelle proposte.

Successivamente, digita il tuo indirizzo di posta elettronica nel campo preposto, premi sul pulsante Continua e scegli un metodo di pagamento valido tra carta di credito e PayPal. Provvedi quindi a fare clic sul pulsante Avvia versione di prova gratuita e aspetta che il download del programma venga avviato e completato.

Adesso, se stai usando Windows, apri il file .exe ricavato e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, clicca sul pulsante . Fai poi clic sul pulsante Continua per procedere con l’autenticazione dell’account, dopodiché specifica il tuo livello di competenza in Adobe Premiere Pro e premi sui pulsanti Continua e Inizia a installare.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, fai doppio clic sull’icona dell’installer di Adobe Premiere Pro nella finestra che si apre sulla scrivania, digita la password del tuo account utente su Mac e premi sul bottone OK. Fai quindi clic sul pulsante Continua, effettua il login al tuo account Adobe, indica il tuo livello di competenza con il programma, premi nuovamente sul bottone Continua e clicca sul pulsante Inizia a installare.

Una volta conclusa l’installazione di Adobe Premiere Pro e dopo aver visualizzato la finestra del programma sullo schermo, clicca sul menu File che si trova in alto a sinistra e seleziona le voci Nuovo e Progetto da quest’ultimo, al fine di avviare la creazione di un nuovo progetto. In seguito, clicca un’altra volta sul menu File, seleziona da esso l’opzione Importa e scegli il video che vuoi raddrizzare.

Ad importazione avvenuta, trascina il filmato che trovi nella scheda in basso sulla timeline adiacente, seleziona la dicitura Effetti situata in alto e, nella scheda che trovi a destra, espandi il menu Effetti video, poi quello Trasformazione e fai doppio clic sull’effetto Rifletti in orizzontale oppure su quello Rifletti in verticale, a seconda del tipo di rotazione che intendi applicare. Le modifiche risulteranno visibili nel player a destra.

Ad editing ultimato, per salvare il video modificato, clicca sul menu File in alto a sinistra, sulla voce Esporta ad esso annessa e, successivamente, sulla dicitura Esporta file multimediali. Nella finestra che si apre, regola le impostazioni relative all’esportazione e, per concludere, premi sul pulsante Esporta.

Come raddrizzare un video con iMovie

iMovie

Se stai usando macOS e nessuno dei programmi per raddrizzare un video che ti ho già segnalato ti ha convinto in maniera particolare, ti suggerisco vivamente di ricorrere all’uso di iMovie. Si tratta di un software gratuito sviluppato direttamente ad Apple in via esclusiva per i Mac. Consente di effettuare operazioni di creare e modificare video, restituendo risultati degni di nota, sia per coloro che sono alle prime armi sia per gli utenti più esperti.

Da notare che lo si trova preinstallato su tutti i computer Apple di più recente produzione, ma qualora rimosso può essere scaricato nuovamente dalla relativa sezione del Mac App Store.

Per utilizzare iMovie, seleziona la relativa icona che trovi nel Launchpad, a cui puoi accedere facendo clic sull’icona con il razzo spaziale che si trova sulla barra Dock.

Successivamente, clicca sul pulsante Crea nuovo che trovi nella finestra del programma ora comparsa sullo schermo e seleziona l’opzione Filmato dal menu che si apre. Adesso, importa in iMovie il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire, facendo clic sulla voce Importa file multimediali posta in alto a sinistra, selezionando il file di riferimento e premendo sul bottone Importa selezionati.

Ad importazione avvenuta, trascina il filmato sulla timeline di iMovie collocata in basso, dopodiché clicca sull’icona con la taglierina posta in alto a destra e sul pulsante con il rettangolo con la freccia a destra oppure su quello con il rettangolo con la freccia a sinistra, in modo tale da raddrizzare il filmato. Le modifiche apportate, risulteranno visibili nel player in alto a destra.

A modifiche ultimate, per esportare il video editato, fai clic sull’icona della freccia dentro un quadrato che si trova in alto a destra e scegli l’opzione File dal menu che compare. Nella nuova finestra che vedi comparire, regola le impostazioni relative al file di output e clicca sui pulsanti Avanti e Salva.

Come raddrizzare un video online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e ti piacerebbe che ti suggerissi qualche servizio tramite cui raddrizzare un video direttamente online? Ti accontento subito! Qui di seguito, infatti, trovi indicate quelle che, a parer mio rappresentano le migliori soluzioni parte della categoria.

Rotate My Video

Rotate My Video

Il primo servizio online utile per raddrizzare un video che ti suggerisco di provare si chiama Rotate My Video. È gratis, non richiede registrazione, funziona da qualsiasi browser e sistema operativo ed è incredibilmente semplice da impiegare. Da notare che supporta tutti i più diffusi formati e che non vengono posti limiti particolarmente stringenti per quel che concerne le dimensioni per l’upload. Inoltre, la privacy degli utenti è tutelata, in quando i file caricati vengono eliminati dai server del servizio nel giro di poche ore.

Per potertene servire, recati sulla relativa home page e fai clic sul pulsante Pick Video. Seleziona, dunque, il filmato che intendi raddrizzare che risulta salvato sul tuo computer e aspetta che ne venga effettuato l’upload.

A caricamento avvenuto, clicca sui pulsanti con le frecce che trovi sotto la dicitura Rotation posta a sinistra per, appunto, raddrizzare il tuo filmato. Le modifiche apportate risulteranno poi visibili nel player sulla destra.

A modifiche ultimate, clicca sul pulsante Rotate Video che si trova in basso a sinistra, aspetta che i cambiamenti vengano elaborati e procedi pure con il download del file di output, selezionando la voce Download nella pagina che ti viene mostrata successivamente.

Video Rotate

Video Rotate

Video Rotate è un altro servizio online che puoi valutare di impiegare per raddrizzare i tuoi filmati. È anch’esso gratuito, facilissimo da usare e, come intuibile dal nome stesso, è preposto ad un solo compito: ruotare i video. Supporta i principali formati video e non vi sono particolari limitazioni in upload. Per quanto riguarda, invece, la rimozione dei dati in un secondo momento, non vengono fornire informazioni.

Per usarlo, recati sulla home page del servizio e trascinaci sopra il video relativamente al quale desideri intervenire. In alternativa, carica il filmato manualmente, facendo prima clic sul pulsante Upload your movie. Puoi caricare il video anche da uno dei servizi di cloud storage supportati (Dropbox, Google Drive e OneDrive), previo clic sulle relative icone.

Ad upload avvenuto, fai clic sui pulsanti Rotate left e Rotate right che si trovano in alto per ruotare il filmato. I cambiamenti apportati risulteranno immediatamente visibili nel player al centro della pagina.

Una volta completate le modifiche, premi sul pulsante Transform Video posto in basso e poi premi sul bottone Download result, per procedere con il download del video modificato. Ecco fatto!

Come raddrizzare un video su iPhone e Android

Per concludere in bella, come si suol dire, desidero spiegarti come raddrizzare un video su smartphone e tablet. Qui sotto, dunque, trovi segnalate alcune tra le migliori applicazioni utili allo scopo, unitamente alle relative indicazioni d’uso, disponibili sia per dispositivi Android che per iOS/iPadOS.

ActionDirector Video Editor (Android)

ActionDirector Video Editor

ActionDirector Video Editor è un’app specifica per dispositivi Android grazie alla quale è possibile intervenire sui video apportandovi modifiche di vario genere, come applicare filtri, regolare i colori, inserire scritte e molto altro ancora. Ovviamente, non manca neppure la possibilità di raddrizzare i filmati, motivo per cui ho scelto di segnalarti questa risorsa. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo base di 1,99 euro) per sbloccare funzionalità aggiuntive.

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. In seguito, avvia ActionDirector Video Editor, selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen oppure premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, premi sul pulsante Modifica, digita il nome che vuoi assegnare al progetto nel campo apposito, seleziona le proporzioni di tuo interesse e scegli il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire, selezionandolo, facendo tap sul relativo pulsante (+) e sulla spunta in basso a destra.

Una volta visualizzato l’editor dell’app, fai tap sul pulsante Modifica posto in basso e poi sull’icona con la freccia e il simbolo 90° che si trova in basso a destra, premendo più volte sino a quando il video non viene ruotato correttamente. A modifiche ultimate, premi sul simbolo della spunta in alto a destra.

Infine, per salvare il video editato, fai tap sulla sulla voce Produci che si trova in cima allo schermo, seleziona la risoluzione che vuoi usare per il file di output e premi sul pulsante Inizio, in modo tale da esportare il video finale sulla memoria dello smartphone o del tablet.

iMovie (iOS/iPadOS)

iMovie iPhone

Se stai usando un iPhone o un iPad, ti comunico che puoi raddrizzare un video ricorrendo all’uso dell’app iMovie. Come potrai intuire tu stesso, si tratta della variante per iOS/iPadOS del programma specifico per macOS di cui ti ho parlato nel passo presente a inizio guida. Ne riprende in tutto e per tutto il funzionamento, ma risulta ottimizzata per essere impiegata tramite touch screen. E gratis.

Per scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione del Mac App Store, premi sul pulsante Ottieni, su quello Installa e autorizza il download mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen oppure premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, fai tap sul pulsante Crea progetto e scegli l’opzione Filmato dal menu che compare, dopodiché seleziona il video che desideri raddrizzare, prelevandolo dalla Galleria del dispositivo e premendo sulla voce Crea filmato.

A questo punto, tutto quello che devi fare per riuscire nel tuo intento altro non è che muovere due dita in senso orario o antiorario sul player video presente in alto, in modo tale da ruotare il video verso destra o verso sinistra.

A modifiche ultimate, fai tap sulla voce Fine in alto a sinistra, poi sull’icona con la freccia dentro un quadrato e seleziona, dal menu che compare, l’opzione Salva video, per procedere con il salvataggio del filmato modificato.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.