Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come recuperare PIN e PUK della CIE

di

Ormai da qualche anno anche tu hai rinnovato la tua carta d’identità e nel farlo ti hanno sostituito quella cartacea con la carta d’identità elettronica, nota anche con l’acronimo CIE. Inizialmente non lo sapevi, ma hai scoperto che la CIE non è solo un semplice documento di identità, ma uno strumento che permette di accedere a diversi servizi online della Pubblica Amministrazione.

Dato che non hai ancora lo SPID, hai provato a utilizzare la tua CIE per effettuare l’accesso presso un ente della PA ma, purtroppo, in fase di verifica ti è stato richiesto l’inserimento del PIN, che assolutamente non conosci. Il PIN è un codice che viene fornito a ogni cittadino che richiede la CIE diviso in due parti, per un totale di 8 cifre: senza di esso non è possibile utilizzare le funzionalità aggiuntive della CIE. Inoltre, provando a recuperare il PIN ti è stato richiesto l’inserimento del PUK, ma anche questo ti è completamente sconosciuto.

Come dici? Non hai tempo di fare lo SPID per cui ti stai chiedendo come recuperare PIN e PUK della CIE? Nessun problema, sei capitato nel posto giusto al momento giusto. Nel corso di questo tutorial ti darò tutte le informazioni di cui necessiti e ti mostrerò la procedura da seguire per tentare il recupero di questi codici. Mettiti comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e prosegui con la lettura dei prossimi paragrafi. Buona lettura!

Indice

Come recuperare i codici PIN e PUK della CIE

Come recuperare i codici PIN e PUK della CIE

Non riesci a trovare da nessuna parte la documentazione che ti hanno dato in fase di consegna della CIE (e poi via posta), all’interno della quale vi erano sia il PIN che il PUK (divisi in due parti)? Sei disperato perché non sai come recuperare i codici PIN e PUK della CIE? Non cedere allo sconforto.

Devi sapere che inizialmente la procedura di recupero poteva essere svolta solo recandosi in un ufficio preposto presente nel Comune in cui era stata emessa la CIE. Per fortuna, però, da qualche tempo è disponibile un procedura online per recuperare il codice PIN della CIE, decisamente più semplice e veloce. Per affrontarlo, però, occorre il PUK. Trovi spiegato tutto qui sotto.

Come recuperare codice PIN della CIE

Come recuperare codice PIN della CIE

Quando hai ricevuto la documentazione con il codice PIN e PUK della CIE hai sùbito provveduto a salvarli all’interno del tuo smartphone, dato che eri praticamente certo che avresti smarrito la documentazione cartacea con il passare del tempo.

Purtroppo, però, quando provi a digitare il codice PIN della CIE quando richiesto all’interno dell’app CieID, disponibile al download su dispositivi Android e su iPhone, ricevi l’avviso che il codice è errato. Hai provato anche a copiare e incollare il codice PIN che avevi precedente salvato all’interno dell’app, ma purtroppo il risultato è stato sempre il medesimo.

Per fortuna hai salvato anche il PUK, per cui non ti rimane che iniziare la procedura di recupero del PIN utilizzando il Software CIE, disponibile per Windows, macOS e Linux e un lettore di smart card compatibile con la CIE (non tutti lo sono, quindi assicurati di leggere bene le specifiche e le recensioni).

Internavigare uTrust 3700F - Lettore RFID e NFC per Carta d'identità E...
Vedi offerta su Amazon
Bit4id Lettore CIE 3.0 per Carta d’Identità Elettronica, Tessera Sanit...
Vedi offerta su Amazon
Internavigare, Lettore di Carta d'Identità Elettronica CIE 3.0 per Acc...
Vedi offerta su Amazon
Lettore per l'uso della Carta d'Identità Elettronica CIE 3.0 accesso.....
Vedi offerta su eBay

Per scaricare il software recati su questa pagina Web e fai clic sulla voce Middleware per XX — scarica la versione XXX, dopodiché attendi il completamente del download. Una volta terminato il download, fai doppio clic sull’installer ottenuto e segui la procedura su schermo. Se, ad esempio, usi Windows, clicca su , Accetto e una volta terminata l’installazione, su Fine.

Una volta completata l’installazione, apri il programma CIE ID appena installato e attendi il suo caricamento: clicca sul pulsante Continua e poi su Inizia. Una volta giunto all’interno della schermata principale del programma, collega il lettore di smart card di tipo RFID alla porta USB del tuo PC e inserisci la tua CIE al suo interno.

A questo punto, fai clic sulla voce Sblocca Carta posta nel menu laterale: digita il PUK della CIE e successivamente digita per due volte il nuovo PIN per la CIE (a tua scelta), che deve essere costituito da 8 cifre, ma non sono ammessi numeri tutti uguali (es. 11111111) o consecutivi (es. 12345678). Per completare la procedura non ti rimane che fare clic sul pulsante Sblocca carta posto in basso.

CieID

In alternativa, qualora non avessi un PC a disposizione, puoi eseguire la procedura scaricando l’app CieID, disponibile al download gratuitamente su dispositivi Android e su iPhone. Tuttavia, per utilizzare questo metodo devi possedere uno smartphone dotato di NFC e soprattutto devi aver già registrato in precedenza la tua CIE all’interno dell’app: in fase di registrazione, infatti, ti verrà richiesto l’inserimento del PIN, che attualmente non ricordi, per cui non potresti procedere con l’operazione.

Una volta giunto nella schermata principale dell’app, tocca sul pulsante ☰ posto in alto a destra e, dal menu laterale che appare, tocca sulla voce Gestione carta: nella schermata successiva tocca sulla voce Sblocca carta, digita il codice PUK della carta, poi digita il nuovo PIN e conferma l’operazione digitando nuovamente il codice PIN.

Missione compiuta! Il PIN della tua CIE è stato cambiato e potrai nuovamente utilizzarla per accedere a tutti i servizi degli enti nazionali.

Come recuperare codice PUK della CIE

Come recuperare codice PUK della CIE

Hai provato a recuperare il codice PIN della CIE, come ti ho spiegato nel precedente paragrafo, ma ti sei reso conto di non avere a disposizione nemmeno il codice PUK, per cui vorresti capire come recuperare codice PUK della CIE?

Purtroppo, in questo caso non ho buone notizie per te, perché non puoi eseguire questa operazione in autonomia, ma dovrai necessariamente recarti presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza e chiedere all’operatore la ristampa dei codici PIN e PUK: l’operatore eseguirà la tua identificazione a vista tramite la CIE e poi procederà con la ristampa dei codici.

Nello specifico, verranno ristampate solo le prime metà dei codici PIN e PUK, che ti saranno materialmente consegnate. Le seconde metà, invece, ti arriveranno sull’indirizzo email inserito in fase di registrazione per ottenere la CIE.

Per recarti presso gli uffici di competenza solitamente non è necessaria alcuna prenotazione e l’intera operazione ha una durata di pochi minuti. Tuttavia, in alcuni comuni potrebbe comunque essere richiesta la prenotazione anche per questo tipo di operazione. Per questo motivo, il mio consiglio è quello di dare un’occhiata alle indicazioni presenti sul sito ufficiale del tuo Comune di residenza (che puoi trovare con una semplice ricerca su Google).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.