Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come recuperare PIN SIM

di

Dopo aver acquistato un muovo telefono di riserva, sei fermamente intenzionato a riportare in vita la vecchia SIM che hai riposto nel tuo cassetto da qualche tempo, in modo da risultare reperibile anche se lo smartphone principale dovesse spegnersi. Dopo aver inserito la scheda nel nuovo telefono e averlo acceso con tanto entusiasmo, ti sei ritrovato di fronte a una brutta sorpresa: la SIM in questione è bloccata da un PIN e tu, in questo momento, proprio non ricordi quale possa essere.

È questo il motivo per cui, dopo aver chiesto al fidato Google una soluzione, ti sei imbattuto nella mia guida: ebbene, sono felice di dirti che la tua ricerca ha avuto successo, perché nelle righe a venire ti spiegherò per filo e per segno tutto quanto hai bisogno di sapere per recuperare PIN SIM e rimettere in attività il numero che non utilizzi più da tempo. Lascia che ti chiarisca, fin da subito, un aspetto molto importante: sebbene le probabilità di riuscita siano piuttosto alte, può succedere che, qualora determinate condizioni vengano meno, il PIN possa essere purtroppo perso per sempre. Ciò non significa che la SIM sia da gettare via, anzi: sarà mia cura spiegarti, nel corso di questa guida, come comportarti nel caso in cui il PIN risulti completamente irrecuperabile.

Fatta questa doverosa premessa, è il momento di rimboccarti le maniche e passare alla pratica: concedimi qualche minuto del tuo tempo libero, leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti e vedrai che riuscirai nell’intento di recuperare il PIN che cerchi (o, quantomeno, la tua scheda SIM) nel giro di pochissimo tempo. Detto ciò, non mi resta altro che augurarti buona lettura e, perché no, buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

Prima di vedere nel concreto come recuperare PIN SIM, mi sembra doveroso farti un’importante precisazione: il codice PIN (che sta per Personal Identification Number) della SIM è il metodo scelto dagli operatori telefonici, praticamente da sempre, per proteggere l’accesso alla numerazione telefonica da parte di utenti non autorizzati.

Si tratta di un codice di quattro cifre, associato in automatico a ciascuna scheda SIM prodotta, che bisogna digitare all’accensione del telefono al fine di poter sfruttare i servizi collegati alla rete cellulare, quali ad esempio telefonate, SMS e connettività a Internet. Il PIN risiede (in modalità cifrata, cioè camuffata e resa illeggibile) in una precisa area del chip annesso alla SIM e può essere modificato, in qualsiasi momento, tramite l’apposita funzionalità del sistema operativo del telefono cellulare scelto.

Il fatto che la SIM sia bloccata dal codice di quattro cifre che, ahimé, in questo momento proprio non ricordi, non significa assolutamente che tu non possa utilizzare il cellulare in tuo possesso, a meno che non si tratti di un telefono “vecchio stile” (i cosiddetti feature phone, cioè quelli progettati esclusivamente per telefonare o inviare SMS).

Di conseguenza, puoi comunque usare lo smartphone anche se la SIM al suo interno è bloccata. In tal caso, chiaramente, non ti sarà possibile avvalerti dei servizi strettamente connessi alla SIM stessa: in altre parole, non potrai fare telefonate (se non verso il 113 o altri numeri di emergenza), inviare SMS né sfruttare la connessione dati cellulare associata alla tua numerazione telefonica.

Dunque, se intendi utilizzare il telefono in tuo possesso senza digitare il PIN della SIM, non devi fare altro che pigiare sul pulsante back di Android (cioè quello per tornare indietro) alla comparsa della schermata di immissione PIN o, se disponi di un iPhone/iPad con supporto Cellular, fare tap sul pulsante OK alla comparsa del messaggio d’avviso relativo alla SIM bloccata.

Ricorda inoltre una cosa fondamentale: immettere un PIN errato per tre volte consecutive (anche se lontane nel tempo) comporta il blocco della SIM, implicando successivamente l’utilizzo del codice PUK o di misure più drastiche per il recupero della numerazione telefonica. Chiarirò ulteriormente questo aspetto nelle sezioni successive di questa guida.

Come recuperare il PIN della SIM

Come recuperare il PIN della SIM

Ora che possiedi tutte le informazioni necessarie, è arrivato il momento di capire, nel concreto, come fare a recuperare il codice PIN della scheda SIM. Come ti ho spiegato poc’anzi, a ciascuna SIM viene associato un PIN in fase di produzione: se non hai modificato il codice predefinito associato alla tua scheda telefonica, puoi recuperarlo comodamente dalla tessera plastificata inclusa nella confezione di vendita della SIM stessa.

Dunque, tutto ciò che devi fare è recuperare la summenzionata confezione, estrarre da essa l’involucro di plastica in cui era incastonata la scheda SIM e identificare la casella Codice PIN stampata su di essa, sotto la quale è specificato il codice numerico di quattro cifre di cui necessiti: solitamente, questa sezione è localizzata sul retro della tessera plastificata.

Se il codice PIN fosse coperto da una specie di patina argentata (la stessa che nasconde il codice segreto delle ricariche telefoniche, per intenderci), puoi rimuoverla aiutandoti con una monetina o con un oggetto metallico, facendo attenzione che questo non sia appuntito: in tal caso, infatti, rischieresti di grattare via anche il codice nascosto sotto la patina.

Una volta recuperato il PIN della SIM, accendi il telefono e digitalo senza esitazione: se il codice è corretto, dopo qualche secondo, vedrai comparire il nome del tuo operatore nell’area di notifica del tuo dispositivo (o al centro del display, se si tratta di un telefono di vecchia generazione). Da quel momento, potrai utilizzare tutti i servizi annessi alla SIM, inclusa la navigazione a Internet dal cellulare.

Modificare il PIN della SIM

Hai recuperato il PIN della tua scheda telefonica direttamente dalla confezione di vendita e vorresti cambiarlo, così da poterlo ricordare con più facilità? Sappi che puoi farlo in modo estremamente semplice!

Tanto per iniziare, se stai usando uno smartphone Android, pigia sull’icona Impostazioni collocata nel drawer del dispositivo (l’area in cui risiedono tutte le app installate), recati nelle sezioni Sicurezza Blocco SIM (oppure Impostazioni aggiuntive > Privacy/Sicurezza > Blocco SIM [Nome SIM]), dopodiché fai tap sulla voce Cambia PIN SIM e digita il vecchio PIN quando richiesto. Fatto ciò, non ti resta che digitare per due volte il nuovo PIN e finalizzare l’operazione pigiando sul pulsante OK/Fine.

Per quanto riguarda iOS, la procedura è ancora più semplice: tocca il pulsante Impostazioni collocato nella schermata home del dispositivo, fai tap sulle voci TelefonoPIN SIM, poi sulla voce Cambia PIN e segui le istruzioni fornite a schermo per finalizzare la procedura: anche in questo caso, ti sarà chiesto di digitare prima il vecchio codice PIN e poi, per due volte, il nuovo. Per ulteriori delucidazioni circa i passaggi appena illustrati, ti invito a far riferimento al mio tutorial su come cambiare il PIN della SIM.

Come dici? Non trovi più la confezione di vendita della scheda telefonica o avevi provveduto a modificare il codice PIN in passato e ora non lo ricordi più? In tal caso, devo purtroppo comunicarti che il PIN è definitivamente perso e non può essere recuperato. Ciò non significa, però, che la tua SIM sia da gettare via, anzi: come ultima possibilità per effettuare lo sblocco, puoi avvalerti del codice PUK, seguendo le istruzioni che mi appresto a fornirti più avanti in questa guida.

Come disattivare la richiesta del PIN

Come disattivare la richiesta del PIN

Ora che sei finalmente riuscito a recuperare PIN SIM ed effettuare lo sblocco della stessa, vorresti evitare il ripetersi di questa fastidiosa situazione disattivando definitivamente la richiesta del codice all’accensione del telefono. Prima di andare avanti, voglio farti chiaro un aspetto fondamentale: la disattivazione della richiesta del PIN viene “ricordata” dalla scheda SIM. Ciò significa che, dopo aver portato a termine questa procedura, il codice non verrà più richiesto sun altro telefono in cui la SIM verrà inserita. Se dovessi ripensarci e desiderassi riattivare di nuovo il PIN, potrai comunque farlo in qualsiasi momento.

Tieni ben presente che, per attivare/disattivare la richiesta del codice d’accesso alla SIM, avrai sempre bisogno del codice stesso: di conseguenza, ti raccomando di memorizzare e tenere sempre a mente il codice PIN in uso sulla scheda, anche se dovessi decidere di disabilitare la richiesta all’accensione del telefono.

Fatta questa doverosa premessa, la procedura per eliminare la richiesta del codice PIN è molto semplice: se disponi di un terminale Android, sfiora l’icona Impostazioni collocata nel drawer, dopodiché fai tap sulle voci Sicurezza Blocco SIM, sposta su Disattivato la levetta corrispondente alla voce Blocca scheda SIM e, quando richiesto, digita il PIN attuale della SIM e pigia sul pulsante OK.

Tieni presente che questa procedura può variare leggermente a seconda della versione di Android a tua disposizione; ad esempio, sulla ROM MIUI di Xiaomi, bisogna accedere alla sezione Impostazioni > Impostazioni aggiuntive > Privacy > Blocco SIM [nome SIM] e spostare su Disattivato la levetta corrispondente alla voce Blocco SIM.

Se invece disponi di un iPhone o di un iPad dotato di supporto alla rete cellulare, puoi disattivare la richiesta del PIN utilizzando la procedura seguente: per prima cosa, fai tap sul pulsante Impostazioni collocato nella schermata home del device, sfiora successivamente le voci TelefonoPIN SIM. Giunto alla schermata successiva, sposta su OFF la levetta corrispondente alla dicitura PIN SIM, digita il codice PIN della scheda e pigia sul pulsante Fine collocato in alto a destra. Il PIN è ora disattivato.

Se desideri annullare questa modifica e ripristinare la richiesta del PIN all’accensione del dispositivo, non devi far altro che ripetere una delle summenzionate procedure e riportare su Attivato/ON i corrispondenti interruttori. Qualora avessi bisogno di ulteriori delucidazioni riguardo l’attivazione o la disattivazione della richiesta del PIN, ti consiglio di far riferimento alla mia guida specifica sull’argomento.

In caso di problemi

Se sei arrivato a leggere fin qui, vuol dire che i passaggi spiegati poc’anzi non hanno sortito l’effetto desiderato e che, per qualche motivo, non sei riuscito a recuperare il codice PIN della tua SIM. Prima di rassegnarti a perdere definitivamente il tuo numero telefonico (e l’eventuale credito residuo), lascia che ti fornisca un paio di dritte che possano aiutarti a venire fuori da questa sgradevole situazione.

Come primo tentativo, posso suggerirti di recuperare il codice PUK della SIM: questo codice viene utilizzato dopo aver inserito per 3 volte un codice PIN errato (perdendolo dunque definitivamente) e permette di reimpostare il PIN stesso, seguendo le istruzioni mostrate sullo schermo del telefono. Presta molta attenzione in fase di immissione del PUK: dopo 10 inserimenti errati, la SIM viene bloccata definitivamente e deve essere sostituita.

Di norma, il PUK è riportato sulla confezione di vendita della SIM, ma può essere recuperato anche dall’area personale del sito Internet del tuo gestore telefonico, dall’app di gestione della SIM o previa telefonata al centro servizi dell’operatore. Ti ho spiegato nel dettaglio il da farsi nel mio tutorial specifico su come recuperare codice PUK.

Come dici? Non sei riuscito a recuperare il PUK della SIM o, peggio ancora, hai effettuato troppi inserimenti errati, dunque la scheda è bloccata definitivamente? Non preoccuparti, hai un’ultima soluzione da mettere in pratica: richiedere la sostituzione della SIM. In questo caso, ti verrà fornita una nuova scheda SIM con lo stesso numero telefonico e il medesimo credito residuo di quella originale, tuttavia i contatti presenti sulla vecchia SIM vengono irrimediabilmente persi, in quanto non è possibile procedere al trasferimento sulla nuova SIM.

L’operazione di sostituzione può essere effettuata in un qualsiasi punto vendita del tuo gestore di riferimento: tutto ciò che devi fare è richiedere la sostituzione della SIM all’addetto alla clientela, il quale si occuperà di raccogliere tutte le informazioni necessarie e di finalizzare l’operazione (che non è gratuita e in genere costa 10 euro), consegnandoti infine la nuova SIM (che potrebbe impiegare alcune ore per essere attiva). Se non conosci la posizione del punto vendita più vicino a te, puoi visitare questa pagina se il tuo operatore è TIMquesta per Vodafonequesta per quanto riguarda Wind, questa se il tuo gestore è Trequest’altra se disponi di una SIM Fastweb. Per quanto riguarda il gestore PosteMobile, puoi richiedere la sostituzione della SIM recandoti in qualsiasi ufficio postale ubicato sul territorio nazionale.