Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come riavviare la scheda video

di

Negli ultimi tempi, stai riscontrando numerosi problemi con le tue sessioni di lavoro al computer: lo schermo del monitor diventa nero improvvisamente, senza alcuna causa apparente, e resta in tale stato per qualche istante. Altre volte, invece, un messaggio mostrato a schermo ti notifica, per qualche breve lasso di tempo, che nessun segnale video proviene dal computer.

Hai già provato a collegare il monitor ad altri computer e dei problemi menzionati sopra neanche l’ombra, ragione per la quale credi che i malfunzionamenti siano dovuti al PC e, in modo particolare, alla scheda grafica che è collegata direttamente a un’apposita entra del monitor. Ecco, dunque, che hai iniziato a chiederti come riavviare la scheda video e proprio quest’ultimo interrogativo ti ha portato qui, su uno dei miei tutorial.

In questo caso, devo farti presente che né Windows né macOS dispongono di una funzione “di serie” per il reset della scheda video. Tuttavia, è comunque possibile attuare alcuni accorgimenti e procedure che permettono di “resettare” il segnale video proveniente dalla scheda o ripristinare i driver di quest’ultima (dai quali dipende fortemente il funzionamento della scheda stessa). Sarà mia cura, dunque, mostrarti in modo dettagliato tali soluzioni nei vari capitoli di questo tutorial. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Riavviare scheda video: Windows 10

Scheda video Nvidia

Il sistema operativo del PC sul quale è installata la scheda video che intendi riavviare è Windows 10? In questo caso, per effettuare il “reset” puoi avvalerti di una semplice combinazione di tasti: Win+Ctrl+Shift+B. I tasti Shift sono quelli posti in basso a sinistra e destra sulla tastiera, li riconosci dal simbolo freccia, mentre il tasto Win è quello con la bandierina di Windows.

Premendo questa combinazione, in qualsiasi momento, noterai che lo schermo del computer diventerà nero per qualche istante e, subito dopo, questo tornerà a visualizzare ciò che era mostrato in precedenza, come se nulla fosse successo. Agendo in questo modo, il segnale video proveniente dalla scheda grafica viene “resettato” (viene eliminato il buffer e ricreata l’allocazione dal DWM) e ciò dovrebbe bastare a risolvere alcuni momentanei problemi dovuti alla scheda stessa.

Tastiera Windows combinazione tasti

Se stai riscontrando malfunzionamenti piuttosto rilevanti, quali ad esempio un’immagine completamente “ferma” su schermo, e la combinazione di tasti suddetta non dovesse sortire alcun tipo di output dal computer, puoi provare anche a premere la combinazione di tasti Alt+Ctrl+Canc. Fai quindi clic sul pulsante di spegnimento mostrato in basso a destra, nella schermata successiva, premi sulla voce Arresta il sistema e, successivamente, accendi nuovamente il computer. Anche in questo modo la scheda video dovrebbe essere “riavviata”.

Le soluzioni che ti ho fornito finora sono valide per qualsiasi tipo di scheda grafica installata su computer (inclusa la componente grafica integrata dei processori). Tuttavia, questi semplici metodi sono applicabili soltanto a Windows 10. Pertanto, su Windows 11 è necessario ricorrere a una soluzione alternativa che consiste nel disabilitare e successivamente riabilitare la scheda video dal pannello di gestione dispositivi di Windows. Tale procedura è effettuabile anche su Windows 10.

Per richiamare il pannello gestione dispositivi su Windows 11 e 10, esegui un clic destro sul pulsante Start di Windows, ossia quello con l’icona della bandierina posto in basso, sulla barra delle applicazioni, e clicca dunque sulla voce Gestione dispositivi dal menu che ti viene mostrato. Nella lista di voci della finestra che ti viene mostrata, premi dunque sulla dicitura Schede video.

A questo punto, esegui un clic destro sul nome della scheda grafica visualizzata e premi sulla voce Disabilita dispositivo dal menu che si apre; infine, premi sul pulsante per dare conferma.

A questo punto, dopo una breve interruzione del segnale video, dovresti tornare a visualizzare la schermata che era mostrata precedentemente. Tuttavia, la risoluzione del computer potrebbe essere cambiata e lo schermo potrebbe apparire come “zoomato”; se dovesse essersi verificata tale eventualità, non preoccuparti: la scheda video è stata appena disabilitata e quindi è normale che potrebbe verificarsi qualche piccolo malfunzionamento.

Gestione dispositivi Windows 11

Per abilitare nuovamente la scheda, ti è sufficiente eseguire uno clic destro sul nome di essa, nell’elenco della finestra Gestione dispositivi, e premere sulla voce Abilita dispositivo. Semplice, vero?

Riavviare scheda video: Windows 7

Windows 7 logo

Sul tuo computer, non essendo dei più recenti, è installato Windows 7 e sei in interessato a sapere come riavviare la scheda video? In tal caso, per procedere, dovrai richiamare il pannello di Gestione dispositivi per disabilitare, e successivamente riabilitare, la scheda grafica. Per fare questo, premi il pulsante Start di Windows (quello con l’icona della bandierina posto in basso a destra) e fai clic sulla voce Pannello di controllo.

Nella finestra che si apre, clicca sull’icona Hardware e suoni, dopodiché, seleziona la voce Gestione dispositivi. Da qui in poi, i passaggi per procedere sono gli stessi che ti ho mostrato al termine del capitolo precedente, pertanto ti rimando allo stesso. In alternativa, puoi anche procedere alla reinstallazione dei driver della scheda come ti mostrerò più avanti.

Riavviare scheda video: Mac

Aggiornamento macOS

Per quanto riguarda macOS, purtroppo, non è possibile procedere al “reset” del segnale video o alla momentanea disabilitazione della scheda video come mostrato nel caso di Windows. Se pertanto dovessi notare qualche malfunzionamento con la componente grafica del tuo computer, il suggerimento che posso darti è quello di provare a controllare se sono disponibili degli aggiornamenti per i driver della scheda video.

Questi ultimi, sono inclusi negli aggiornamenti del sistema operativo di Apple e possono essere installati in modo davvero immediato: per prima cosa, premi sulle icona dell’ingranaggio che è situata in basso sul Dock per aprire le Preferenze di sistema.

Fatto ciò, premi sulla voce Aggiornamento software e, successivamente, fai clic sul pulsante Avanzate... posto in basso a destra. Nella schermata che si apre, accertati che tutte le voci siano sputate, inclusa la dicitura Installa i file dei dati di sistema e gli aggiornamenti di sicurezza e, se così non fosse clicca, su di esse per rimediare (inserisci quindi la password del tuo computer se dovesse esserti richiesta).

Infine, premi su pulsante OK e il sistema operativo avvierà la ricerca automatica degli aggiornamenti. Se questi ultimi sono presenti, premi sul pulsante Aggiorna ora, attendi che la procedura venga eseguita e se necessario riavvia il computer quando ti viene richiesto di farlo. Per altre informazioni su questa procedura, dai pure un’occhiata al mio tutorial su come aggiornare un Mac.

Nel caso dei Mac con scheda video dedicata, puoi avvalerti di Preferenze di sistema o di software come gfxCardStatus per forzare l’uso della scheda integrata o di quella dedicata. Maggiori info qui.

In caso di problemi

Installazione driver AMD

Come ti ho accennato in apertura, il funzionamento delle schede video è, in larga misura, influenzato dai driver installati sul computer. Pertanto se, anche dopo aver eseguito le operazioni che ti ho consigliato ai capitoli precedenti del tutorial, dovessi continuare a riscontrare problemi imputabili alla scheda grafica, puoi valutare l’ipotesi di aggiornare i driver. Ti ho fornito tutte le informazioni su come effettuare quest’ultima operazione nel mio tutorial dedicato all’argomento.

Come dici? Hai già tentato questa “strada” ma a nulla sono valsi i tuoi sforzi? In tal caso, puoi prendere in considerazione la disinstallazione completa dei driver e la successiva reinstallazione degli stessi. Si tratta di un’operazione più “drastica” e delicata del semplice aggiornamento (e potrebbe portare ad alcuni momentanei malfunzionamenti grafici), pertanto valuta con attenzione se effettuarla o meno.

Prima di procedere in questo senso, tuttavia, accertati di sapere quale sia il modello di scheda installata sul tuo computer; puoi fare questa verifica in modo immediato seguendo i passaggi del mio approfondimento su come controllare la scheda grafica del proprio PC.

Sai già qual è il modello di GPU presente sul tuo computer? Benissimo, allora puoi procedere direttamente con il download dei driver dal sito del produttore del chip della tua scheda video. Una volta che avrai scaricato la cartella contenente i driver, ti invito a salvare quest’ultima nell’angolo in alto a sinistra del desktop. Questo perché, una volta che dici installerai i driver attualmente presenti sul computer, la risoluzione potrebbe modificarsi in modo inaspettato e, dunque, lo schermo del computer potrebbe apparire “zoomato”.

Collocando i driver in quel punto sarai dunque certo di trovarli senza problemi anche a seguito dell’eventuale cambio di risoluzione. Detto questo, se la scheda grafica del tuo computer è un modello prodotto da NVIDIA, collegati all’apposita pagina di download del sito di questo produttore e utilizza le opzioni mostrate a schermo (Tipo di prodotto, Serie del prodotto, Sistema operativo, ecc.) per cercare la tua scheda. Dopodiché, premi sul pulsante Ricerca e, nella pagina seguente, premi sul pulsante Download immediato.

Se, invece, la scheda grafica che utilizzi è un modello AMD, collegati alla sezione di download del sito di quest’ultimo marchio, seleziona la voce Graphics, posta nell’elenco in basso, usa il menu di destra per scegliere il modello della tua scheda e, poi, premi sul pulsante Submit. La pagina successiva, premi sulla voce Auto-Detect and Install e, infine, sul pulsante Download.

La tua e una scheda grafica Intel? Allora provvedi a scaricare lo strumento di riconoscimento automatico e installazione driver messo a disposizione da questo produttore. Per farlo, collegati a questa pagina e premi sul pulsante Download situato in alto (nella sezione Intel Driver & Support Assistant (Intel DSA)). Da qui in poi, dovrai procedere alla disinstallazione dei driver e alla successiva reinstallazione degli stessi.

L’operazione, come ti accennavo poc’anzi, è piuttosto delicata e per la sua riuscita ottimale va eseguita dalla modalità provvisoria di Windows, ossia quando il sistema operativo in questione viene caricato soltanto con i driver necessari all’avvio dello stesso. Per i dettagli su come effettuare tale procedura ti invito, dunque, a consultare il mio post su come disinstallare i driver della scheda video.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.