Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come rigenerare toner

di

L’inchiostro della tua stampante laser si è esaurito e vorresti risparmiare qualche soldo per la sostituzione del toner? Che ne dici, allora, di rigenerarlo anziché comprarne uno nuovo? Ti assicuro che è una procedura molto più semplice di quello che immagini.

Tutto quello che devi fare è seguire le indicazioni su come rigenerare toner che trovi di seguito e metterle in pratica. Non occorrono strumenti complessi da utilizzare e l’intera procedura si compie in pochi minuti. Vediamo come.

Se vuoi imparare come rigenerare toner, devi innanzitutto sapere che esistono varie tipologie di toner e che per ognuno di essi c’è una procedura diversa da seguire. Cominciamo dunque dalla tecnica più semplice, che vale per molti modelli di stampante attualmente in commercio.

Questa procedura consiste nel rimuovere il tappo di plastica che si trova sul lato della cartuccia (facendo leva con qualsiasi strumento adatto allo scopo), svuotare l’inchiostro residuo su dei fogli di giornale e riversare la ricarica d’inchiostro per poi reinserire il tappo. Naturalmente devi fare attenzione al tipo d’inchiostro che versi nel toner ed assicurarti che sia del colore giusto.

Puoi acquistare le ricariche d’inchiostro per la tua stampante presso qualsiasi negozio del settore o anche online, su Amazon o altri store di elettronica che trattano componentistica per stampanti.

Alcuni toner nascondono il tappo dove va riversato l’inchiostro dietro dei pannelli chiusi con delle viti. In questi casi, bisogna prima svitare le viti e poi seguire la procedura di cui sopra per completare la ricarica. È molto più facile di quello che sembra, te l’assicuro.

toner1

Per rigenerare toner che non presentano tappi esterni, bisogna seguire una procedura un po’ più complessa che prevede l’effettuazione di un foro sulla cartuccia, lo svuotamento dell’inchiostro residuo e l’inserimento della ricarica tramite il foro realizzato in precedenza. Al termine dell’operazione, bisogna sigillare il foro con del nastro adesivo.

Si tratta di un’operazione non proprio alla portata di tutti, in quanto bisogna conoscere il punto giusto in cui “bucare” il toner.

Esistono poi delle stampanti laser equipaggiate con un tubo per il toner al posto della classica cartuccia. Se ne hai una, per effettuare la rigenerazione non devi far altro che aprire lo “sportellino” che si trova sul tubo (girandone l’estremità), svuotare l’inchiostro residuo, riversare nella medesima apertura l’inchiostro nuovo e richiudere.

Se qualche passaggio non ti è chiaro, puoi provare a cercare su YouTube dei video in cui viene mostrata la procedura relativa alla rigenerazione dei toner. Ce ne sono molti, anche in lingua italiana. Ti basterà vederli per avere subito le idee più chiare sul da farsi.