Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Audacity

di

Per sviluppare un progetto personale, hai la necessità di registrare la tua voce e di effettuare delle regolazioni sul risultato ottenuto: chiedendo informazioni ad alcuni tuoi amici, hai scoperto l’esistenza del programma Audacity. Voglio dirti fin da subito che sei stato guidato verso la giusta direzione! Tra i programmi di editing audio gratuiti, Audacity è sicuramente il migliore: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un software multipiattaforma (in grado di “girare” sui più noti ambienti desktop, come Windows, macOS e Linux) adatto sia a chi è alle prime armi, sia a chi ha esperienza nel settore.

Audacity permette, per esempio, di effettuare registrazioni audio e manipolarle in un secondo momento, modificare brani già esistenti agendo su volume, velocità e qualità dell’audio, creare mix tra due o più brani, realizzare podcast, applicare effetti di equalizzazione e distorsione e molto, molto altro ancora, il tutto con un’interfaccia estremamente semplice da usare ma contemporaneamente ricca di funzionalità (e, al bisogno, espandibile grazie ai plugin creati dalla comunità).

Ti ho incuriosito e ora non vedi l’ora di scaricare Audacity per provarlo in prima persona? Allora non devi far altro che seguire alla lettera le istruzioni che mi appresto a fornirti: di seguito, infatti, intendo spiegarti per filo e per segno le modalità di download del programma su Windows e macOS e i plugin di base necessari per manipolare i tipi di file più conosciuti; infine, sarà mia cura illustrarti alcune delle più importanti funzionalità di questo potente software. Pronto per partire? OK, cominciamo!

Indice

Download di Audacity

Come ti ho già accennato poc’anzi, Audacity è un programma assolutamente gratuito, open source e multipiattaforma: di seguito intendo fornirti le istruzioni dettagliate per installarlo su computer Windows e macOS, insieme con alcuni plugin per gestire formati audio proprietari (come MP3, WMA, M4A e altri).

Windows

Per scaricare Audacity su un computer dotato di sistema operativo Windows, la prima cosa che devi fare è recarti sul sito Internet del programma e pigiare sul pulsante Download Audacity. Fatto ciò, clicca sul pulsante Audacity for Windows collocato nella schermata successiva e fai clic sul link Audacity x.x.x Installer per avviare immediatamente il download del file d’installazione.

Successivamente, avvia il file scaricato (ad es. audacity-win-x.x.x.exe), premi sul pulsante , scegli l’Italiano dal menu di selezione della lingua, clicca sul pulsante OK, premi su Avanti per quattre volte consecutive e finalizza il processo di setup cliccando sui pulsanti Installa, Avanti e Fine. Se non intendi lanciare il programma subito dopo l’installazione, togli il segno di spunta dalla casella Avvia Audacity prima di cliccare sul pulsante Fine.

Nativamente, Audacity è in grado di gestire correttamente file in formato WAV, AIFF, Ogg Vorbis e MP3 ma, per abilitare l’esportazione dei brani in quest’ultimo formato, bisogna installare un plugin dedicato denominato LAME MP3: per scaricarlo, collegati a questa pagina Web, clicca sul link Lame vX.y.z for Windows.exe.

Per effettuarne l’installazione, lancia il file appena scaricato, pigia sui pulsanti Next per tre volte consecutive e Install e completa la procedura pigiando sul pulsante Finish. Se desideri gestire anche i file di tipo M4A/AAC, WMA, AMR e AC3, devi scaricare e installare anche il plugin FFmpeg, che puoi prelevare dalla medesima pagina Web menzionata poc’anzi cliccando sul link ffmpeg-win-2.2.2.exe.

macOS

L’installazione di Audacity su macOS, il sistema operativo caratteristico dei computer iMac MacBook, è altrettanto semplice: collegati a questa pagina Web, clicca sul pulsante Download Audacity, ripeti l’operazione sul pulsante Audacity for Mac OS X/macOS e, infine, pigia sul link Audacity x.x.x .dmg file per avviare immediatamente il download del file d’installazione.

Completata questa operazione, lancia il file dmg appena scaricato e trascina l’icona di Audacity nella cartella Applicazioni di macOS: per avviare il programma, recati poi nella summenzionata cartella, fai clic destro sull’icona di Audacity e seleziona la voce Apri dal menu che compare (devi farlo solo la prima volta, per bypassare le restrizioni di macOS nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati).

Anche in questo caso, vale il discorso visto nella sezione relativa a Windows: per aggiungere il supporto all’esportazione nel formato MP3, devi scaricare l’apposito plugin da questo sito Web, cliccando sul link  Lame_Library_vXx_for_Audacity_on_OSX.dmg, avviare l’omonimo file, una volta scaricato, e lanciare il pacchetto pkg che compare nella finestra successiva.

Per avviare l’installazione del plugin, non ti resta che cliccare in sequenza sui pulsanti Apri, Continua e Installa, digitare la password del tuo account (quella che usi per effettuare l’accesso, per intenderci) e finalizzare il tutto cliccando sui pulsanti Installa softwareChiudi.

Inoltre, se intendi gestire i file AAC, AMR e WMA (i file M4A, MP4 e MOV possono essere nativamente aperti da Audacity per macOS), puoi effettuare l’ulteriore installazione del plugin FFMmpeg per Mac, disponibile qui.

Come usare Audacity

Ora che sei finalmente riuscito a Installare Audacity sul computer, è arrivato il momento di dare uno sguardo alle sue funzionalità: questo software, a dispetto della sua interfaccia relativamente semplice, è in grado di effettuare un gran numero di operazioni per la manipolazione dell’audio: di seguito ti indico quelle che, a mio avviso, sono le più importanti.

Registrare audio

Il primo aspetto su cui intendo focalizzarmi riguarda la registrazione dell’audio: in tal modo, è possibile acquisire i suoni riprodotti dal microfono (o da un altro dispositivo di input) e incorporarli nella traccia audio che ti appresti a creare.

Dunque, una volta aperto il programma, clicca sul menu a tendina corrispondente all’icona del microfono e scegli il nome del dispositivo di input che intendi utilizzare per effettuare la registrazione (ad es. microfono integrato), dopodiché scegli se acquisire il suono in modalità mono o stereo dal menu a tendina subito adiacente e, attraverso la barra di regolazione collocata accanto all’altra icona del microfono, imposta il volume di registrazione, facendo attenzione a non esagerare (onde evitare di incorrere in un suono “gracchiato”).

Completate le regolazioni, non devi fare altro che pigiare sul pulsante Rec collocato in alto (il classico pallino rosso) per iniziare a creare la tua registrazione audio; se necessario, puoi mettere in pausa l’acquisizione del suono e riprenderla in un secondo momento, grazie all’apposito pulsante collocato nelle immediate vicinanze.

Terminata la registrazione, pigia sul pulsante Stop e, se intendi salvarla subito sul computer, recati nel menu File > Esporta/Export, indica il formato con cui salvare il file nel menu a tendina Salva come, seleziona il nome e il percorso di salvataggio avvalendoti del gestore file e clicca sul pulsante Salva per finalizzare il tutto.

Nota: sui computer Windows, è possibile impostare la registrazione dagli altoparlanti, così da acquisire tutti i suoni riprodotti dal computer (e non quelli ottenuti tramite il microfono): per farlo, seleziona la voce Windows WASAPI dal menu a tendina collocato all’estrema sinistra del programma e scegli la voce Microsoft Sound Mapper all’interno del menu a tendina residente immediatamente accanto a quest’ultimo.

Tagliare o rimuovere audio

Come ti ho già accennato in principio, Audacity è un ottimo programma di manipolazione audio: in pochissime mosse, infatti, è possibile tagliare o eliminare porzioni di suono da una registrazione o da un brano preesistente.

Per procedere, effettua una registrazione oppure apri un file audio già esistente utilizzando il menu File > Apri, seleziona con il mouse la parte del brano da ritagliare (per identificarla, puoi aiutarti con i pulsanti Play e Stop collocati in alto) e utilizza il menu Modifica > Taglia per ritagliare la parte di brano selezionata (e incollarla, magari, altrove) o il menu Modifica > Elimina per cancellarla completamente.

Se non riesci a tagliare l’audio, assicurati di aver attivato lo strumento di Selezione cliccando sul pulsante a forma di cursore nero (simile a una I) e, se necessario, aumenta lo zoom cliccando sull’icona a forma di lente d’ingrandimento con il simbolo “+” all’interno.

Per ulteriori informazioni su questa procedura, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida su come tagliare audio.

Regolare il volume dell’audio

Aumentare (o diminuire) il volume di un file audio, con Audacity, è semplicissimo: apri innanzitutto il brano su cui ti interessa agire tramite il menu File > Apri, seleziona la traccia (o una porzione della stessa) dal grafico del programma e recati nel menu Effetti > Amplifica….

Nella finestra successiva, accertati che la casella Consenti il clipping non sia spuntata (questo per evitare fastidiose distorsioni) e seleziona il numero di dB di cui aumentare/diminuire il volume, aiutandoti con l’apposita barra di regolazione: completata l’operazione, clicca sul pulsante Anteprima per ascoltare una preview del risultato e, quando soddisfatto, pigia sul pulsante OK per confermare la modifica.

Se necessario, puoi “normalizzare” il volume di una traccia audio, così da appianare le differenze di volume apprezzabili tra le parti di cui è composta: per farlo, devi invece recarti nel menu Effetti > Normalizza. Ti ho spiegato ancor più nel dettaglio questi passaggi nel mio tutorial su come equalizzare una canzone.

Modificare la velocità dell’audio

Hai bisogno di rendere più veloce (o più lenta) una traccia audio, per adattarla al progetto su cui stai lavorando? Nulla di più semplice: puoi modificare la velocità di una registrazione o di un brano (dopo averlo aperto tramite il menu File > Apri) recandoti nel menu Effetti > Cambia tempo e intonazione….

La finestra successiva offre una efficiente barra di regolazione che permette di aumentare la velocità (trascinando il cursore verso destra) o diminuirla (trascinandolo invece verso sinistra): anche in questo caso, puoi ascoltare un Anteprima del risultato, prima di confermare il tutto pigiando sul tasto OK.

Non gradisci l’intonazione del suono o della traccia vocale e vuoi modificarla senza alterare la durata del brano? Anche in questo caso, puoi procedere facilmente recandoti nel menu Effetti > Cambia intonazione. Se hai bisogno di una mano in merito alle procedure appena spiegate, puoi far riferimento ai miei tutorial su come rallentare e come equalizzare una canzone.

Quelle che ti ho elencato finora sono soltanto le funzionalità di base di Audacity, ma questo programma offre molto di più: per esempio, è possibile effettuare delle regolazioni per migliorare la qualità dell’audio oppure unire insieme due o più tracce, sovrapponendole o mixandole, con la possibilità di utilizzare effetti per la dissolvenza o per l’alterazione delle frequenze.

Ti ho spiegato tutto nel dettaglio nella mia guida su come usare Audacity, nella quale puoi inoltre trovare tanti altri “trucchetti” per usare al meglio il programma: ti garantisco che il risultato non ti deluderà!