Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per creare musica

di

Ti sei avvicinato da poco al mondo della musica? Vorresti avere sempre con te il tuo pianoforte, la tua chitarra e tutti gli altri strumenti che utilizzi per comporre musica? Se hai risposto in modo affermativo a queste due domande, sei capitato nell’articolo giusto al momento giusto! Oggi, infatti, ti parlo di alcune app per creare musica che sono davvero ben fatte e che ti permetteranno di avere sempre a portata di mano strumenti utili per dare sfogo alla tua vena artistica.

Nella prima parte del tutorial ti illustrerò alcune app, quasi tutte gratuite (almeno nella loro versione base), che permettono di creare musica in modo facile e veloce. Nella seconda parte, invece, ti segnalerò alcune app a pagamento che sono state pensate soprattutto per rispondere alle esigenze di utenti professionisti.

Insomma, che tu sia un artista in erba o un professionista affermato, leggi con attenzione le informazioni che trovi nei prossimi paragrafi e ti assicuro che riuscirai a trovare l’applicazione che fa per te. Ora mettiti bello comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e valuta ogni singola app che sto per proporti. Sei pronto per iniziare? Bene, allora non devo fare altro che augurarti buona lettura e buon divertimento!

Caustic 3 (Android/iOS)

Caustic 3 è una delle app più usate per la produzione musicale su Android e iOS. Offre un vasto set di strumenti che consente di comporre musica elettronica in pochi tap grazie all’utilizzo di 14 macchine, fra cui vari beat box e sintetizzatori vocali. L’app può essere scaricata gratuitamente dal Google Play Store ma per salvare ed esportare i brani in WAV, Ogg o MIDI è necessario acquistare il Caustic Unlock Key che costa 6,99 euro. Su App Store, invece, Caustic 3 non è disponibile in versione demo e va acquistata direttamente al costo di 10,99 euro.

Dopo aver portato a termine il download di Caustic 3 sul tuo dispositivo Android o iOS, avvia l’applicazione facendo tap sul pulsante Apri oppure pigiando sulla sua icona collocata nella schermata Home del tuo smartphone/tablet. Successivamente, leggi le linee guida (in inglese) per utilizzare al meglio i vari strumenti messi a disposizione dalla app e pigia sui pulsanti Next > Continue Demo per accedere all’editor vero e proprio.

Per scorrere rapidamente fra le molteplici macchine messe a disposizione da Caustic, utilizza la barra laterale che si trova a sinistra e scorri in alto o in basso con il dito per scegliere la macchina da usare. In alternativa, fai tap sul pulsante Machine (l’icona a forma di griglia) situato in basso a sinistra e, nella schermata che si apre, fai tap su una delle macchine disponibili (SubSynth, PCMSynth, BassLine, BeatBox, PRDSynth, Organ, etc.)

Per modificare i vari controlli presenti in ogni macchina, è sufficiente che tu faccia un semplice tocco su ognuno di essi. Per modificare una qualsiasi manopola, invece, devi fare tap su di essa e spostare il dito verso sinistra o verso destra per cambiarne la posizione. Facile, vero?

Music Maker JAM (Android/iOS)

Una delle migliori app per creare musica sul proprio smartphone o tablet è Music Maker JAM, una soluzione gratuita ideale per gli amanti dell’hip hop, del dubstep e della musica house che permette di comporre musica scegliendo fra centinaia di loop, beat e melodie.

Dopo aver scaricato Music Maker JAM sul tuo dispositivo Android o iOS, apri l’applicazione e fai tap sul pulsante Comincia subito per accedere a tutti gli strumenti disponibili in essa. Se vuoi, pigiando sull’opzione Esegui il log-in e seguendo le istruzioni visualizzate a schermo, puoi creare un account gratuito in Music Maker JAM e condividere i tuoi brani con gli utenti della community.

Adesso è giunto il momento di entrare in azione. Nella schermata che si apre, scegli due pacchetti di strumenti gratuiti fra quelli disponibili nella app (es. Digital Pop e Radio Rock) e conferma l’operazione pigiando sul pulsante Avanti. Dopodiché fai tap sul pulsante azzurro Crea Musica e inizia a comporre il tuo brano.

Nel menu di sinistra, fai tap sull’icona con le barre di regolazione per modificare i livelli di ogni strumento musicale; nella schermata che si apre, utilizza gli slider per regolarne il volume e, se vuoi, arricchisci la tua composizione con nuovi strumenti pigiando sul simbolo (+). Facendo tap sull’icona con la linea ondulata, invece, puoi regolare il volume e l’intensità dei suoni tramite un pratico cursore fluttuante.

Una delle funzionalità più interessanti di questa app è quella che permette di remixare i brani agitando semplicemente il proprio dispositivo. Per attivare questa feature, fai tap sul pulsante collocato in alto a sinistra e, nel menu che si apre, fai tap sull’opzione Scuoti per mixare. Dopodiché agita il tuo dispositivo per remixare il brano a cui stai lavorando e, quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, pigia sull’opzione Salva progetto presente nel menu laterale per salvare le modifiche apportate.

WalkBand (Android)

Stai cercando un’app che ti consenta di avere in un unico “posto” una vasta gamma di strumenti? Se le cose stanno così, devi assolutamente provare Walk Band, un’app gratuita disponibile soltanto su Android che permette di utilizzare vari strumenti: tastiera, chitarra, drum pad e drum machine per creare dei brani in pochi tap.

Non appena avrai scaricato Walk Band sul tuo smartphone o tablet, avviala e scorri la lista degli strumenti disponibili: Tastiera, Chitarra, Drum Kit(Pad), Drum Machine e Basso. Per suonare uno strumento, fai tap su uno di essi e segui le istruzioni a schermo (evidenziate in azzurro).

Per registrare un brano, apri un qualsiasi strumento, fai tap sul comando Rec (l’icona rossa a forma di cerchio situata in alto a sinistra) e, nel riquadro che si apre, scegli una delle modalità di registrazione disponibili: MIDI per registrare sia audio che video o MIC per registrare solo audio. Per salvare la registrazione, invece, fai tap sull’icona del quadrato bordeaux situata in alto a sinistra e conferma il salvataggio facendo tap sulla voce OK. La registrazione verrà salvata in modo automatico nella cartella Lista registrazioni accessibile direttamente dalla schermata iniziale dell’app.

GarageBand (iOS/macOS)

In questo post dedicato alle migliori app per creare musica non potevo non citare GarageBand, una potente app messa a punto da Apple che trasforma qualsiasi dispositivo iOS in un vero e proprio studio di registrazione. I numerosi strumenti inclusi “di serie” in GarageBand, la possibilità di utilizzare le Live Loops per creare musica in modo molto semplice e le numerose opzioni di personalizzazione disponibili per ogni strumento, rendono questa app particolarmente completa.

Dopo aver installato GarageBand sul tuo iPhone o iPad, apri l’applicazione e fai tap sul pulsante Live Loops se vuoi comporre musica come farebbe un DJ; oppure fai tap sul pulsante Tracce e scegli uno degli strumenti disponibili (Tastiera, Percussioni, Archi, Basso, Chitarra, Etnici, Drummer, etc.) per comporre musica suonando i singoli strumenti tramite il touch-screen del tuo device.

Se lo desideri, puoi anche collegare una chitarra o un basso al tuo dispositivo e suonare mediante amplificatori classici e pedali. Per far ciò basta pigiare sull’opzione Amplificatore (sempre nella schermata principale dell’app) e collegare lo strumento musicale all’iPhone o all’iPad utilizzando un apposito adattatore.

Per registrare un brano con GarageBand, fai tap sul comando Rec (l’icona del pallino rosso situata in alto) e inizia a suonare il tuo brano. A registrazione ultimata, salva il risultato finale facendo tap sul pulsante grigio situato in alto e premendo sul comando I miei brani. Nella sezione I miei brani, tieni premuto sull’anteprima del tuo brano finché non inizia a oscillare, pigia sull’icona della freccia (in alto a sinistra) e fai tap sulla voce Aggiungi a iCloud Drive se vuoi archiviare il progetto su iCloud; oppure seleziona la voce Suoneria se hai intenzione di utilizzare il tuo brano come suoneria del telefono.

Ti ricordo che GarageBand è disponibile anche sotto forma di applicazione per computer, in esclusiva per macOS (gratis). Se vuoi conoscere più da vicino la versione desktop di GarageBand, consulta il mio tutorial sui programmi per fare musica e segui le indicazioni presenti in esso.

Altre app per creare musica

Le app per creare musica di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti sono davvero ottime, soprattutto per chi sta muovendo i primi passi nel campo della musica. Per i musicisti professionisti e per chi ha esigenze più avanzate, però, esistono altre app che offrono una gamma più ampia di funzionalità e sono molto utili anche in ambito lavorativo. Ecco qualche esempio fra i più interessanti.

  • FL Studio Mobile (Android/iOS) — questa applicazione permette di avere a disposizione un vero e proprio mixer virtuale in grado di offrire l’accesso a numerose funzionalità e strumenti: sintetizzatori, campionatori, kit da tamburo, regolazione della tonalità e del volume, etc. FL Studio Mobile permette, inoltre, di importare ed esportare con estrema facilità file in formato MIDI, WAV e MP3. Per scaricare l’app sul proprio dispositivo è necessario effettuare un acquisto di 17,99 euro (Google Play Store) o di 14,99 euro (App Store).
  • djay 2 (Android/iOS) — chi per mestiere fa il DJ dovrebbe assolutamente provare quest’app, la quale è in grado di accedere direttamente alla libreria musicale del proprio dispositivo. Djay2 offre la possibilità di utilizzare molteplici effetti audio (Flanger, Phaser, Echo, Gate, Bit Crusher, etc.), individuare in modo automatico la battuta e, grazie alla modalità Automix, è in grado di mixare in modo autonomo i brani importati dall’utente. Come se ciò non bastasse, djay 2 offre un supporto completo a tutti i principali formati audio e ai principali DJ MIDI Controllers (Vestax Spin 2, Numark iDJ Pro, Numark Mixdeck Quad, Numark iDJ Live, Numark iDJ Live II, ION iDJ 2 Go, Pioneer DDJ-WeGO, Pioneer DDJ-WeGO2 e Pioneer DDJ-ERGO). Per utilizzare l’app è necessario effettuare un acquisto di 2,99 euro (Google Play Store) o di 5,49 euro (App Store).
  • Audio Evolution Mobile Studio (Android) — questo è uno dei più potenti sequencer multi-traccia audio/MIDI che è possibile trovare nel panorama Android. Audio Evolution Mobile Studio offre il supporto per oltre 250 interfacce USB audio/MIDI e mette a disposizione numerose feature: progressione MIDI, loop della riproduzione, automazione del mixer e dei parametri degli effetti, correzione della latenza, funzione metronomo, importazione di file audio in molteplici formati (WAV, MP3, AIFF, FLAC, Ogg/Vorbis) e molto altro ancora. Per scaricare quest’app è necessario pagare 8,49 euro.
  • SoundCamp (Android) — quest’app gratuita è sviluppata da Samsung e si basa sulla tecnologia Samsung Audio. Offre numerosi strumenti che permettono di registrare, mixare ed editare fino a 8 tracce audio e allo stesso tempo godere del pieno supporto MIDI. Si può installare solo sui device dell’azienda coreana.
  • LK – Ableton Live Controller (Android/iOS) —  questa app gratuita è uno strumento eccezionale per controllare in remoto il noto software di composizione musicale Ableton Live e l’hardware correlato a quest’ultimo. Offre la possibilità di utilizzare quattro moduli indipendenti che facilitano la personalizzazione, ad esempio è possibile avere un controllo dettagliato delle funzioni grazie all’utilizzo di un controller MIDI che permette di impostare fino a 128 parametri.
  • G-Stomper Studio (Android) — questa app è ottima per produrre la propria musica. G-Stomper Studio include numerosi strumenti: un campionatore, un sintetizzatore virtuale (VA-Bestia), una tastiera, 24 Drum Pad, un mixer di linea e un live pattern. Il sintetizzatore basato sul sistema VA-Bestia è, molto probabilmente, l’aspetto più interessante di questa app visto che permette anche agli utenti meno esperti di produrre suoni complessi in modo piuttosto facile e veloce.
  • Korg Gadget (iOS) — chi produce musica elettronica non può non provare quest’app che offre una raccolta di oltre 20 sintetizzatori, chiamati gadget, che permettono all’utente di produrre qualsiasi tipologia di suono. Il punto forte di questa applicazione è l’interfaccia che permette di concentrarsi su ciò che si sta facendo senza farsi distrarre troppo dai numerosi comandi che è possibile utilizzare. L’app Korg Gadget può, inoltre, essere collegata a dispositivi esterni che ampliano le potenzialità di questo software, il cui costo è di 43,99 euro.
  • Cubasis 2 (iOS) — quest’applicazione offre straordinari strumenti che consentono di registrare, modificare e condividere la propria musica utilizzando il proprio iPhone o iPad. Cubasis 2 offre la possibilità di disporre di un numero illimitato di brani audio e MIDI, utilizzare il MiniSampler per creare i propri strumenti (20 sono già inclusi). È da sottolineare anche la possibilità di esportare file da iCloud, da Dropbox, da dischi rigidi esterni e unità flash wireless. L’app può essere acquistata dall’App Store per 54,99 euro.
  • Logic Remote (iOS) — chi utilizza il programma Logic Pro X sul proprio Mac, troverà particolarmente utile l’app Logic Remote, visto che questa soluzione gratuita sviluppata da Apple offre la possibilità di suonare qualsiasi strumento di Logic, navigare fra i progetti creati con Logic e persino creare mix.
  • Memo Musicali (iOS) — questa app gratuita, anch’essa sviluppata da Apple, è l’ideale per chi scrive musica. Grazie a Memo Vocali, infatti, è possibile utilizzare il proprio iDevice per catturare suoni, sia che provengano da uno strumento musicale o da altre fonti, e utilizzarli in un secondo momento per creare la propria libreria con gli spezzoni e i riff più interessanti. Sono numerose le funzionalità di quest’applicazione, fra le più interessanti c’è la rilevazione automatica del tempo, del ritmo e degli accordi e la completa integrazione con GarageBand.

Se ritieni che la produzione musicale su smartphone e tablet sia troppo limitata, dai un’occhiata al mio tutorial sui programmi per fare musica in cui ti ho segnalato tanti software per PC dedicati alla produzione musicale.