Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mixare con FL Studio

di

Hai sempre amato ascoltare musica, ma negli ultimi tempi ti è venuta una voglia matta di realizzarla. Non vuoi fare il cantante, bensì il deejay. La tua passione, infatti, è prendere canzoni già esistenti e modificarle mischiandole con altri brani ed effetti sonori. Tutte cose che si possono fare con FL Studio.

FL Studio è un programma dedicato ad appassionati e professionisti del settore musicale che permette di mixare e creare musica facilmente grazie ad una vasta gamma di strumenti integrati. Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni. Ti va di scoprire come mixare con FL Studio imparando insieme a me alcune funzioni base del programma?

Se vuoi imparare come mixare con FL Studio, il primo passo che devi compiere è collegarti al sito Internet di FL Studio e cliccare sul pulsante Download FL STUDIO per scaricare il programma sul tuo PC. A download completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (flstudio_10.0.9.exe) e, nella finestra che si apre, fai click prima su (per autorizzare l’installazione su Windows 7/Vista) e poi su Next, I Agree e Next per cinque volte consecutive.

Metti quindi il segno di spunta accanto alla voce Non desidero installare AVG Security Toolbar per evitare l’installazione di toolbar aggiuntive per il browser e clicca sul pulsante Next per far partire l’installazione del componente Asio4all.  A questo punto, fai click su Next, metti il segno di spunta accanto alla voce Accept the terms in the license agreement e clicca prima su Next per due volte consecutive e poi su Install e Finish per completare il processo d’installazione di Asio4all.

Infine, clicca prima su Next per altre due volte consecutive e poi su Finish per completare il processo d’installazione ed avviare FL Studio. A programma avviato, clicca sul pulsante Continue per nascondere il messaggio della versione demo ed iniziare ad usare il software. Nel caso in cui il trascinamento dei brani non dovesse funzionare (adesso te ne parlerò più in dettaglio), chiudi e riapri il programma.

Per mixare con FL Studio hai bisogno fondamentalmente di tre strumenti: la playlist, la barra laterale con il browser dei campioni inclusi nel programma e la finestra dei pattern. Dovrebbero essere tutti già visualizzati, in ogni caso puoi abilitarli cliccando sui pulsanti della toolbar in alto a destra.

Per importare in FL Studio i brani MP3 o WAV da mixare, non devi far altro che selezionarli con il mouse nell’Esplora Risorse di Windows e trascinarli, uno ad uno, nel riquadro della playlist del programma. Posiziona ogni brano in un diverso campo fra Track 1, Track 2, Track 3, ecc.

A questo punto, imposta la modalità SONG (in alto a sinistra) e clicca sul pulsante play per ascoltare lo stato attuale del mix. Se, come probabile, non dovesse andar bene così com’è, puoi usare il mouse per selezionare le tracce nella playlist e spostarle più avanti o più indietro (in modo da farle partire solo nel momento voluto). Puoi regolare le proprietà avanzate di ciascuna traccia facendo doppio click sulle voci Track 1, Track 2, ecc. ed usando le varie opzioni e manopole che compaiono.

Puoi rendere più completi i tuoi mix usando i campioni e i suoni inclusi nella libreria di FL Studio. Recati quindi nella barra laterale Browser, apri la cartella Packs e seleziona l’effetto desiderato (in Drum kit trovi i suoni della batteria, in FX vari effetti audio, in Piano suoni di pianoforte, ecc.) per poi trascinarlo nella prima traccia libera della playlist.

Una volta selezionati, puoi inserire i campioni di FL Studio nel punto desiderato della playlist in maniera singola usando lo strumento matita presente in alto a sinistra nella finestra della playlist, oppure in maniera continua selezionando lo strumento pennello. Non dimenticare, poi di regolare i BPM del remix tramite l’apposita voce presente nella toolbar in alto.

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, puoi salvare il tuo mix in formato WAV o MP3 selezionando la voce desiderata dal menu File > Export e cliccando sul pulsante Start nella finestra che si apre. In alternativa, puoi registrare i remix effettuati in tempo reale sul pulsante REC presente nella barra degli strumenti in alto a sinistra.

Queste sono solo indicazioni base su come mixare con FL Studio, ma puoi approfondire facilmente l’argomento cercando guide e video tutorial dedicati a questo programma su Internet. Vedrai, in men che non si dica imparerai tutti i segreti per diventare un deejay professionista!