Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per mixare le canzoni

di

Un tempo i DJ lavoravano solo con i piatti e con i dischi ma in concomitanza della sempre maggiore diffusone dei computer ed ancor di più degli smartphone e dei tablet, le cose sono pian piano completamente cambiate. Oggi, infatti, basta avere un device mobile con su installate le giuste app per disporre di una console professionale mediante cui poter mixare dischi e brani vari. Si ma… quali sono queste app per mixare le canzoni? Domanda lecita, molto lecita. Beh, se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo posso risponderti andando ad illustrarti quelle che a parer mio rappresento le migliori risorse della categoria.

Mettiti dunque bello comodo, leggi questo mio articolo dedicato all’argomento, afferra il tuo smartphone o il tuo tablet ed inizia immediatamente a scaricare le applicazioni adibite allo scopo che sto per proporti. Ce ne sono di gratuite ed a pagamento, per Android e per iOS, per professionisti del settore e non. Insomma, un po’ per tutte le esigenze. Quello che le accomuna è il loro essere ben fatte ed in grado di adempiere alla perfezione allo scopo a cui sono proposte.

Allora? Sei pronto? Si? Grandioso! Non perdiamo altro tempo ed iniziamo immediatamente a darci da fare. Vedrai, alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso ed inoltre sono certo che in caso di necessità sarai pronto a fornire utili consigli a tutti i tuoi amici desiderosi a loro volta di cimentarsi nel miscelare musica e dischi a piacimento. Buon download e, ovviamente, buon divertimento!

Cross DJ (Android/iOS)

App per mixare le canzoni

Iniziamo questo excursus tra le app per mixare le canzoni parlando di Cross DJ. Si tratta di una risorsa disponibile a costo zero sia su iOS che su Android capace di offrire un’esperienza in fatto di remix molto appagante. Lavora come una completa console da DJ, con i giradischi per mixare, scratchare, andare indietro, aggiungere effetti, attivare il mixaggio automatico e tanto altro. Eventualmente è disponibile anche in versione Pro (a pagamento e comprensiva di funzionalità extra) sempre per iOS e per Android.

Mi chiedi come si utilizza? Te lo illustro subito. Tanto per cominciare scarica, installa ed avvia l’app sul tuo dispositivo dopodiché utilizza i bottoni + (simbolo più) collocati nella parte in alto a destra ed a sinistra dello schermo per selezionare i brani che desideri mixare tra loro. Per far partire un brano o l’altro devi invece usare i bottoni Play che stanno in basso. Sempre in basso, trovi gli ulteriori comandi disponibili per il remix, le barre per la regolazione del volume ed i pulsanti SYNC 120.0 e CUE.

Al centro ci sono poi i dischi che puoi muovere per mixare i tuoi brani, mentre lateralmente trovi le barre per il tempo. Sempre al centro c’è il bottone con la ruota di ingranaggio per accedere alle impostazioni e gli altri pulsanti per intervenire sui settaggi avanzati.

Nella parte in alto della schermata ci sono invece gli indicatori dello stato d’avanzamento delle due canzoni ed il pulsante REC, accessibile previo tap sul bottone circolare in alto al centro, che puoi premere per iniziare a registrare la tua creazione (funzione a pagamento).

edjing Mix (Android/iOS)

App per mixare le canzoni

Un’altra app che merita a pieno titolo di essere citata in un articolo dedicato a quelle che sono le migliori risorse per mixare brani da mobile è edjing Mix. Si scarica gratis, è disponibile sia per Android che per iOS, offre la possibilità di accedere a tantissime tracce presenti su SoundCloud e Deezer, dispone di una libreria musicale intelligente cn ricerca globale e consente di creare in anticipo delle playlist da usare per i propri DJ set. Ha una bella interfaccia utente molto realistica ed i risultati sono assicurati. È disponibile anche in una variante Pro (a pagamento e con funzioni aggiuntive) sempre per Android e per iOS.

Per cominciare a divertirti con l’applicazione, scaricala da Play Store o App Store a seconda del dispositivo che stai utilizzando, installala ed avviala dopodiché indica il tuo nome d’arte da DJ che vuoi utilizzare digitandolo nell’apposito campo a schermo (serve per salvare e condividere i mix) e tappa sul bottone OK.

Attendi poi che l’interfaccia principale dell’applicazione venga caricata dopodiché pigia sui due pulsanti con le note musicali che stanno in alto per selezionare i brani su cui vuoi intervenire. Tappa poi sul primo bottone Play in basso a sinistra, poi su quello in basso a destra e se necessario utilizza il bottone SYB al centro per porre i due brani alla stessa velocità in modo tale da poter operare su una transizione diretta.

A questo punto, puoi cominciare a muovere le dita sui due dischi per mixare i brani, puoi utilizzare le barre al centro per regolarne il volume ed i pulsanti in alto per applicare ulteriori modifiche e personalizzazioni al remix. In basso trovi invece i pulsanti per aggiungere ulteriori effetti per tagliare ed i pulsanti CUE.

Nella parte alta della schermata ci sono poi le barre di avanzamento dei brani, il pulsante Pitch per mantenere la tonalità del brano mentre vengono cambiati i bmp ed il pulsante REC per registrare la composizione.

Party Mixer 3D (Android/iOS)

App per mixare le canzoni

Passiamo ora a Party Mixer 3D, un’altra bella app gratuita (ma che offre acquisti in-app per sbloccare funzioni aggiuntive e per rimuovere la pubblicità) disponibile sia per Android che per iOS che permette di riprodurre due tracce allo stesso tempo e passare dall’una all’altra proprio come fanno i DJ professionisti. È stata progettata per essere usata anche dai “novellini” per cui per servirsene non è indispensabile disporre di conoscenze tecniche particolari in tal ambito. Da notare che deve il suo nome alla sua interfaccia completamente tridimensionale e molto molto realistica.

Pr usare l’applicazione sul tuo dispositivo, scaricala dallo store di riferimento presente sul tuo dispositivo, installala ed avviala. Successivamente tappa sul pulsante Salta!, premi sul pulsante con la nota musicale che sta sia a destra che a sinistra per selezionare i brani su cui andare ad agire e pigia su entrambi i bottoni Play per avviare la riproduzione delle canzoni e cominciare a mixare.

Utilizza quindi i cursori alla destra di ciascun disco per definire il tempo di entrambi i brani e per intervenire sul volume che puoi eventualmente riportare al valore di default pigiando sui pulsanti gialli con la freccia. Pigiando invece sui bottoni al centro puoi usare i vari loop ed applicare gli effetti sonori. Selezionando il bottone REC puoi poi avviare la registrazione della tua traccia. Ovviamente, puoi mixare ulteriormente i brani scelti e creare nuovi effetti anche muovendo direttamente il disco.

Nella parte in alto a destra sinistra della console virtuale trovi invece il bottone per impostare una playlist e cambiare rapidamente i brani al momento opportuno, mentre la freccia verso sinistra collocata nella parte in alto a sinistra dello schermo ti consente di accedere rapidamente alle varie sezioni del mixer.

Beat Rock (Android/iOS)

App per mixare le canzoni

Le app per mixare d cui ti ho già parlato non ti hanno convinto perché cerchi qualcosa di più, come dire, semplice ma al tempo stesso funzionale? Allora prova a dare uno sguardo a Beat Rock e vedrai che non ti deluderà. Trattasi di un’app gratuita (ma con acquisti in-app per aggiungere nuove funzioni) disponibile per Android che per iOS che consente agli utenti di mixare le proprie tracce preferite attraverso una tecnologia automatica. Ha un’interfaccia essenziale e cartonesca, offre tutti gli strumenti basilari per cominciare a mescolare tra loro i brani e può contare su una community di utenti abbastanza attiva con cui condividere le proprie creazioni e dalla quale trarre ispirazione. Non viene aggiornata da un po’, questo va detto, ma continua comunque a funzionare in maniera egregia sia su smartphone che su tablet. Insomma, perché non provarla subito?

Per cominciare ad utilizzare l’applicazione, scaricala da Play Store o da App Store in base al dispositivo che stai usando, installala ed avviala dopodiché pigia sull’icona del mixer in alto a sinistra e segui il breve tutorial introduttivo delle funzionalità che ti viene proposto pigiando sempre su Continue. A questo punto, pigia sulle voci Tap to load track a destra ed a sinistra e scegli i brani che vuoi iniziare a mixare dopodiché pigia sui due pulsanti Play per avviarne la riproduzione.

Puoi poi servirti dei bottoni al centro e dei relativi strumenti che vedi comparire lateralmente per applicare effetti, scegliere dove far finire i pezzi e come e molto altro ancora. In basso trovi poi le barre ed i relativi cursori per definire il tempo, il comando per regolare il volume dei due brani scelti ed i pulsanti Stop per interrompere la riproduzione dei brani. Al centro ci sono invece i bottoni per far andare allo stesso tempo le due canzoni ed il pulsante REC per avviare la registrazione del mix.

Ti segnalo infine che, come anticipato, dalla schermata principale dell’app puoi invece creare il tuo account/effettuare il login per accedere alla community Beat Rock per condividere i tuoi mix con altri utenti ed ascoltare quelli altrui.

Altre app per mixare le canzoni

App per mixare le canzoni

Le app per mixare le canzoni che ti ho già proposto non hanno saputo attirare la tua attenzione in maniera particolare? Cerchi ulteriori risorse adibite allo scopo? Allora prova a dare uno sguardo alle altre applicazioni che ho scelto per te e che trovi nel seguente elenco. Sono sicuro che non ti deluderanno.

  • djay 2 (Android/iPhone/iPad) – Ottima app, completa e versatile, l’ideale sia per i principianti che per i professionisti. L’interfaccia ha due giradischi per suonare e le tracce vengono visualizzate con le copertine degli album. Include i volumi, il mixer ed un equalizzare completo di effetti sonori per tutti i gusti. Comprende anche la modalità automatica. A pagamento.
  • DJ Studio 5 (Android) – App che permette ai DJ di mixare, effettuare remix e scratch, creare loop in maniera facile ed alamene intuitiva. Altra caratteristica di quest’applicazione è il fatto che risulta essere molto reattiva. Gratis.
  • Virtual DJ Studio Pro (Android) – Una tra le app più complete della categoria. Replica in toto la classica esperienza del remix e la sua interfaccia è semplice ma al tempo stesso ben curata. A discapito del nome, si scarica gratis.
  • Party Mixer – DJ player app (Android) – Ottimo mixer virtuale che consente di riprodurre in simultanea le due tracce scelte offrendo agli utenti la possibili di applicare una dissolvenza associata. Ovviamente, è altresì possibile regolare intonazione, rimo e via discorrendo. Gratis.
  • djay FREE (Android) – Altra buona applicazione appartenente al genere in oggetto. Offre tutto il necessario per mixare i brani preferiti e permette di prelevare le canzoni desiderate anche da Spotify. Supporta svariati formati audio e non è per niente difficile da usare. Gratis.
  • Traktor DJ (iPhone/iPad) – Ottima app disponibile in versione dedicata per iPhone e per iPad con una perfetta resa sullo schermo touch di entrambi i dispostivi di casa Apple. È molto facie da usare anche per i principianti ma, questo va detto, consuma parecchia batteria. È a pagamento.
  • Pacemaker (iOS) – Valida applicazione dall’interfaccia semplice ma innovativa che consente di mixare la musica in modo diverso dal solito, a detta degli sviluppatori più facile. Si può collegare a Spotify andando ad intervenire su qualsiasi canzone disponibile sul celebre servizio per lo streaming musicale. Gratis.
  • Serato Pyro (iOS) – App che mixa in maniera automatica le canzoni sfruttando una combinazione di tecnologie. I risultati sono fluidi e puliti anche nel caso di brani che hanno tempi differenti tra loro. Si può inoltre sincronizzare con iTunes e Spotify. Gratis.