Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per rallentare musica

di

Ti piacerebbe rallentare alcuni brani musicali salvati sul tuo computer, in modo tale da poterne comprendere meglio il testo, ma non hai la benché minima idea di come riuscirci? Beh, allora direi proprio che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto. Pensa un po’ che coincidenza… con questo mio tutorial di oggi volevo giust’appunto affrontare l’argomento, andandoti ad indicare tutta una serie di programmi per rallentare musica.

Prenditi quindi qualche minuto di tempo libero solo per te, mettiti bello comodo e comincia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Insieme, andremo a scoprire quali sono le migliori soluzioni software per Windows e macOS per, appunto, ridurre la velocità di riproduzione dei file audio e, per completezza d’informazione, di quali app puoi avvalerti per effettuare la medesima operazione anche su smartphone e tablet.

Come dici? Non sei molto esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie e temi che i passaggi da compiere per riuscire nell’impresa siano fuori dalla tua portata? Ma sta’ tranquillo! A parte il fatto che si tratta di strumenti piuttosto semplici da impiegare, ma poi non vedo proprio di cosa ti preoccupi se qui con te ci sono io, pronto e ben disponibile a fornirti tutte le indicazioni di cui hai bisogno. Suvvia, dunque, mettiamo la bando le ciance e procediamo! Buon “lavoro”!

Indice

Programmi per rallentare musica

Come ti dicevo a inizio guida, di programmi per rallentare musica ce ne sono diversi. Qui di seguito, quindi, trovi indicati quelli che a mio modesto avviso rappresentano i migliori della categoria, per Windows e macOS (oltre che per Linux). Mettili subito alla prova, vedrai che non te ne pentirai.

Audacity (Windows/macOS/Linux)

Audacity

Audacity è un portentoso programma di editing audio gratuito compatibile con i sistemi operativi Windows, macOS e Linux. È equipaggiato con tutti gli strumenti base per la modifica dei file audio (taglio, mixaggio, ecc.) più una serie di filtri avanzati che permettono di trattare le tracce audio in maniera professionale. Tra questi filtri non mancano quelli che consentono di rallentare la musica o velocizzarla con impostazioni personalizzate. Da notare che supporta tutti i principali formati di file audio, ma per salvare in MP3 richiede l’installazione di un componente aggiuntivo gratuito.

Per scaricare Audacity sul tuo computer, recati sulla pagina Web per il download del programma presente sul sito Internet Sourceforge e clicca sul bottone Download.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ricavato e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai clic sui pulsanti e OK. Premi poi sul bottone Avanti (per quattro volte di seguito) e su quello Installa, dopodiché concludi il setup premendo ancora una volta sul pulsante Avanti e su quello Fine. Se vedi comparire una finestra relativa all’installazione di alcuni plugin, premi sul bottone OK per acconsentire alla cosa.

Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, sposta l’icona del programma nella cartella Applicazioni, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu che compare. Premi poi sul bottone Apri in risposta all’avviso che compare sullo schermo, in modo tale da avviare il software andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la finestra principale di Audacity sullo schermo, clicca sul pulsante OK e sul menu File (in alto a sinistra), dopodiché seleziona la voce Apri da quest’ultimo e apri il file audio relativamente al quale ti interessa andare ad agire.

A questo punto, clicca sul menu Effetti (sempre in alto a sinistra), seleziona l’opzione Cambia velocità (tempo e intonazione) e, nella finestra che si apre, sposta la barra di scorrimento visualizzata verso sinistra per diminuire la velocità del brano. In seguito, clicca sul pulsante Anteprima per ascoltare un’anteprima della canzone rallentata. Se il risultato finale è di tuo gradimento, fai clic sul pulsante OK per applicare le modifiche.

Volendo, puoi anche cambiare il tono di una canzone senza alterarne la durata oppure puoi cambiare la durata di un brano senza alterarne l’intonazione. Per riuscirci seleziona, rispettivamente, le voci Cambia intonazioneCambia tempo dal menu Effetti del programma.

A modifiche ultimate, salva il file audio rallentato cliccando sul menu File e selezionando la voce Esporta. Nella finestra che si apre, seleziona la posizione sul tuo computer in cui vuoi salvare il brano, scegli il formato di output che preferisci dal menu a tendina apposito, assegna un nome al file compilando il campo dedicato e clicca sul pulsante Salva e su quello OK per ultimare la procedura.

Tieni presente che Audacity è in grado di gestire correttamente file in formato WAV, AIFF, Ogg Vorbis e MP3. Tuttavia, come ti dicevo qualche riga più su, per abilitare l’esportazione dei brani in MP3 occorre scaricare e installare il plugin MP3 LAME. Lo stesso discorso vale per i file M4A/AAC, WMA, AMR e AC3 su macOS. Infatti, per la loro gestione è necessario scaricare e installare il plugin FFmpeg. Per ulteriori dettagli, ti rimando alla lettura della mia guida incentrata in via specifica su come scaricare Audacity.

Amazing Slow Downer (Windows/macOS)

Amazing Slow Downer

Amazing Slow Downer è un software professionale per Windows e macOS che permette di cambiare la velocità delle canzoni dal 20% (un quinto della velocità originale) al 200% (il doppio della velocità originale) in maniera molto facile e veloce e senza alterare il pitch. Supporta tutti i principali formati di file audio ed è anche in grado di alterare l’intonazione in semitoni. Il software è a pagamento (costa 60,94$), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.

Per effettuarne il download sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e, a seconda del sistema operativo che stai usando, fai clic sul collegamento Setup file che trovi accanto al nome del programma, in corrispondenza della sezione Windows software, oppure clicca sul collegamento Disk Image file che trovi accanto al nome del software, nella sezione Mac software.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows apri il file .exe ricavato e clicca sul pulsante nella finestra che compare sul desktop. Successivamente, premi sui bottoni Next, Install e Close. Avvia poi il programma facendo doppio clic sul relativo collegamento che è stato aggiunto sul desktop.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ricavato e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona Apri dal menu che compare e premi sul bottone Apri nella finestra che ti viene mostrata su schermo, in modo tale da avviare Amazing Slow Downer andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra principale di Amazing Slow Downer, fai clic sul menu File posto in alto a sinistra, clicca sulla voce Open File e seleziona il file audio relativamente al quale ti interessa andare ad agire. A questo punto, serviti delle barre di regolazione poste accanto alle voci Speed e Pitch presenti sulla destra, spostando il relativo cursore verso sinistra, per rallentare la velocità di riproduzione del brano. Puoi anche usare uno dei presets disponibili, selezionando quello di tuo interesse dal menu a tendina in basso a sinistra.

Per ascoltare un’anteprima delle modifiche apportate, fai clic sul bottone Play che si trova in basso. Se il risultato finale ti soddisfa, esporta il brano rallentato facendo clic sul menu File, scegliendo l’opzione Save Song As e poi quella Wave File (per salvare il brano in formato WAVE) oppure Encoded File (per scegliere un altro formato di output).

BPMinus (Windows)

BPMinus

BPMinus è un altro ottimo programma per Windows che permette di variare in maniera avanzata la velocità dei file audio. Grazie alle sue funzioni, questo software consente di cambiare la velocità della musica senza alterare il pitch e di cambiare la velocità del pitch senza alterare la velocità della musica, di analizzare i BPM dei brani aperti con esso e di concentrarsi su una singola porzione di canzone ascoltandola in loop. Supporta tutti i principali formati di file audio e un sistema di componenti aggiuntivi che permette di estenderne le capacità.

Per effettuarne il download, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul bottone Download BPMinus posto al centro.

A download completato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul bottone Next nella finestra che compre sul desktop. Leggi poi i termini di utilizzo del programma, spunta la casella I accept the terms of this e clicca ancora sul pulsante Next per tre volte consecutive. Successivamente, clicca sul pulsante Typical, su quello con su scritto Install, sul bottone per due volte di fila e, per concludere, premi sul pulsante Run BPMinus, in modo tale da avviare il software.

Ora che visualizzi la finestra principale di BPMinus, trascinaci sopra il file audio relativamente al quale ti interessa andare ad agire e serviti dei comandi annessi alla sezione Track Settings posta a destra per rallentare il tuo brano. Per la precisione, spostando verso sinistra la barra sotto la voce Tempo puoi, appunto, ridurre la velocità della musica, mentre intervenendo su quella sotto la voce Pitch puoi alterare la velocità del pitch.

Premi poi sul pulsante Play posto in alto per ascoltare il brano rallentato. Se le modifiche apportate sono di tuo gradimento, salva il file modificato facendo clic sul menu File in alto a sinistra, scegliendo l’opzione Save As dal menu che compare, indicando la posizione di output e il nome che vuoi assegnare al brano editato e facendo clic sul bottone Salva.

GarageBand (macOS)

GarageBand

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per rallentare musica è praticamente impossibile non parlare di GarageBand, il famoso software di casa Apple per creare e modificare file audio, sia a livello amatoriale che professionale. L’applicazione è disponibile solo per macOS, la si trova preinstallata su tutti i computer a marchio Apple di recente produzione e, in caso contrario, il download può essere effettuato gratuitamente dal Mac App Store.

Per servirtene, avvia l’applicazione facendo clic sulla sua icona annessa al Launchpad. In alternativa, richiama GarageBand tramite Spotlight, Siri o mediante la cartella Applicazioni di macOS. Nella finestra che in seguito vedrai comparire su schermo, premi sul bottone Progetto vuoto e poi fai clic sul pulsante Scegli. In seguito, fai clic sul pulsante con il microfono e premi sul bottone Crea.

A questo punto, trascina nella schermata del programma il file audio relativamente al quale ti interessa andare ad agire, allinea il suo grafico al margine sinistro dell’editor, clicca sul pulsante con le forbici in alto a sinistra, seleziona la scheda Regione dalla parte in basso a sinistra della finestra del programma e seleziona la casella Segui ritmo e tono.

Adesso, clicca nei punti del tracciato in cui intendi rallentare la riproduzione e trascina gli indicatori che compaiono verso sinistra.

Per ascoltare un’anteprima del risultato finale ottenuto, premi sul bottone Play in alto. Se il risultato finale ti soddisfa, esporta il brano rallentato facendo clic sul menu Condividi collocato in alto a sinistra, scegliendo l’opzione Esporta brano su disco e indicando titolo, posizione, formato e qualità finale. Per concludere, premi sul bottone Esporta.

Programmi per rallentare musica online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi software sul tuo computer e ti piacerebbe allora sapere se esistono dei programmi per rallentare musica fruibili direttamente online? Sì? Beh, se le cose stanno così, le seguenti soluzioni sapranno senza ombra di dubbio soddisfarti. Qui sotto, infatti, trovi indicati alcuni tra i migliori servizi Web adibiti proprio allo scopo in questione. Provali subito!

AudioTrimmer

AudioTrimmer

AudioTrimmer è un servizio online a costo zero, di facilissimo impiego e con interfaccia in italiano grazie al quale è possibile rallentare i brani musicali semplicemente selezionando uno tra i tanti presets disponibili. Funziona da qualsiasi browser e sistema operativo, supporta tutti i più diffusi formati audio, permette di caricare file aventi una dimensione massima di 20 MB e non richiede registrazione per poter essere impiegato.

Per servirtene, recati sulla home home di AudioTrimmer e clicca sul bottone Scegli file per selezionare il file audio presente sul tuo computer che intendi rallentare. Successivamente, seleziona la velocità di riproduzione che preferisci dal menu a tendina Velocità che si trova a destra e fai clic sul bottone Cambia velocità adiacente.

Aspetta poi che il file audio venga elaborato e a procedura ultimata fai clic sul bottone Scarica, per effettuare il download del file audio modificato sul tuo computer.

Audio Speed Changer

Audio Speed Changer

Un altro servizio Web al quale puoi rivolgerti per modificare la velocità dei tuoi brani musicali è Audio Speed Changer. Si tratta di una risorsa Web gratuita, facile da usare, che non necessita di registrazione e funzionante da qualsiasi navigatore che offre dei comandi ad hoc per intervenire su velocità e pitch.

Per servirtene, collegati alla home page di Audio Speed Changer, clicca sul bottone Scegli file e seleziona il file audio presente sul tuo computer relativamente al quale desideri intervenire. In alternativa, se il file audio da rallentare si trova online, puoi effettuarne l’upload tramite URL, compilando il campo apposito, oppure facendo clic sui pulsanti relativi ai servizi di cloud storage supportati.

Clicca poi sui pulsanti [-] che trovi sotto le voci Pitch change in semitonesPlayback speed in percent per intervenire, rispettivamente, su pitch e velocità di riproduzione del brano. Dopodiché scegli il formato di output che preferisci dal menu a tendina Output format che si trova poco più in basso e il metodo di elaborazione dal menu a tendina Method.

Per concludere, fai clic sul pulsante Convert now, attendi che il file audio venga elaborato e fai clic sul collegamento Click here to download the file, in modo tale da scaricare il brano modificato sul tuo computer.

App per rallentare musica

Music Speed Changer e Audipo

Per concludere in bella, come si suol dire, voglio segnalarti alcune app per Android e iOS di cui puoi avvalerti per rallentare i tuoi brani musicali agendo direttamente da mobile. Le trovi indicate qui di seguito. Scegli pure liberamente quella che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo.

  • Music Speed Changer (Android) – applicazione per soli device Android che consente di modificare la velocità dei file audio salvati sullo smartphone o sul tablet andando ad agire in tempo reale e senza interferire con il pitch. Consente inoltre di modificare il pitch senza cambiare la velocità. Da notare che i file audio rallentanti possono anche essere esportati in formato MP3. È gratis, ma offre acquisti in-app (al costo di 2,19 euro) per rimuovere i banner pubblicitari e sbloccare altre funzioni.
  • Audipo (Android) – player musicale che consente di variare la velocità di riproduzione dei brani senza andare a modificare l’intonazione. Offre anche un comodo widget e consente di impostare dei marcatori. È gratis.
  • GarageBand (iOS) – oltre che essere disponibile per macOS, GarageBand è fruibile anche su iPhone e iPad. Similmente alla sua versione per computer, l’app consente di creare e modificare i file audio e, ovviamente, permette anche di rallentare i brani musicali. L’applicazione è preinstallata su tutti i dispositivi iOS di recente produzione, ma può comunque essere scaricata da App Store gratuitamente.
  • Anytune (iOS) – applicazione dotata di una gradevole interfaccia utente che consente di rallentare il tempo di esecuzione dei file audio. Permette anche di cambiare la tonalità e di impostare loop e marcatori. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 2,29 euro) per rimuovere la pubblicità e sbloccare funzioni extra.